Pubblicità

Pubblicità

NOCI24.it

Quotidiano on-line della città di Noci (Bari)

LunedÌ, 10 Agosto 2020 - 02:05

trovo aziende

 

 

tem

TEMPERAMENTE - Nel nome di ieri mi ha permesso di conoscere, almeno letterariamente, Giuseppe Cristaldi. Dev’essere un autore tosto: uno di quelli che legge e riscrive la complessità quotidiana, a partire dai dettagli, dalle storie dei singoli, dai pezzi trascurati che però sono schegge d’eternità.

Il suo ultimo romanzo, uscito per Besa Editrice, realtà editoriale salentina, con cui aveva pubblicato già in precedenza, comincia così: dimenticare è un po’ come condurre i ricordi al macello. Ingoi un “caspita!” (va bè, ho ammorbidito l’espressione!) e decidi di immergerti in quella che non sarà una lettura semplice.

Nel nome di ieri non è un romanzo da leggere prima di andare a dormire, è preferibile dedicarsi alla lettura di giorno, così lo si può assimilare nelle ore a seguire. Chi legge per passione sa bene che con ogni libro nasce una relazione unica, con reazioni specifiche e sentimenti talvolta contrastanti. Insomma, leggere non è mai un’attività meccanica, magari ostica, ma mai meccanica, perché comporta energie anche spirituali e una buona capacità di risoluzione di conflitti.

Sì, Nel nome di ieri ha creato in me evidenti conflitti. Anzitutto mi ha innervosito l’uso eccessivo (soprattutto all’inizio, poi mi ci sono abituata o effettivamente il fenomeno si è ridotto, non mi è ancora chiaro!) di termini dialettali – poi ho compreso il perché. Mi ha appesantito l’anima, portandomi a chiudere quasi con rabbia il libro e a fare lunghi respiri per interrompere a tratti la lettura. Mi ha quasi esasperato l’aggiunta minuziosa di dettagli senza fatti.

Eppure, ho capito che il dolore amplifica la vita, perché è direttamente proporzionale all’amore e l’amore amplifica le visioni, perché tutto sta nei particolari, negli epiteti, nelle ripetizioni sfinenti (quei tremila denti bianchi e i tatuaggi). Tutto acquista senso nei frammenti e dai frammenti si restituisce la vita.

Pagine e pagine pesanti come lamiere, l’incombere greve e grave di una fatalità percepita e che in sostanza non si vede, l’ossessione di non arrendersi. Ecco, allora, quando ormai Nel nome di ieri mi aveva condotto a conclusione, mi è dispiaciuto staccarmi da quel pugno di vita, dalla caparbietà di chi sta al mondo non per sopravvivere ma per sognare, dalla persistenza di un sorriso a tremila denti.

Nel nome di ieri è, dialetto abbondante a parte, un romanzo poetico, romantico, ossessivo, fastidiosamente vitale, insistentemente reale. Sporca chi lo legge di farina e amore, di sogni e promesse mantenute. Lascia addosso l’aroma del sacrificio, o meglio, del sacrificarsi per un sogno scalzo. Apre scorci di un Sud che a volte s’arrabatta ma sa osare, che manda all’aria la miseria e s’indebita di sorrisi, paga con il sudore e vive di cuore.

Nel nome di ieri c’è la vita per sempre.

Altre recensioni su www.temperamente.it

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenta tramite Facebook

 

trovo aziende

 

Altri hanno letto anche:

La pubblicità
Pubblicità

Pubblicità

Ginevra
Pubblicità

Pubblicità

La pubblicità

Pubblicità

La pubblicità

Chi è on-line?

Abbiamo 758 visitatori e nessun utente online

SERVIZI

sezione-auguri sezione-vendesi sezione-necrologi

 
 

FUORI CITTA'

Operazione “#Cheguaio!”: perquisizioni della GDF di Bari

07-08-2020

BARI - Il Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria della Guardia di Finanza di Bari ha eseguito perquisizioni domiciliari in Puglia, Campania...

Bisceglie - Aggressione a minore in piazza: sei arresti

06-08-2020

Bisceglie - Questa mattina i Carabinieri della Tenenza di Bisceglie, in esecuzione di un’ordinanza emessa dal Giudice per le indagini preliminari...

Putignano, spazi alle idee: martedì 4 agosto inaugurazione di Piazza Teatro

04-08-2020

PUTIGNANO - Martedì 4 agosto alle ore 19:00 s’inaugura Piazza Teatro, il nuovo spazio di rigenerazione urbana e sociale ideato...

Da Alberobello a Pescara per “Mister Italia 2020”

01-08-2020

ALBEROBELLO - C’è anche un 20enne di Alberobello (BA) tra i trentadue finalisti che sabato sera 1 agosto a Pescara...

Guardia di Finanza Bari: eseguite tre ordinanze di custodia cautelare nei confronti dei responsabili di…

17-07-2020

BARI - In data odierna, i Finanzieri del G.I.C.O. del Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria della Guardia di Finanza di Bari...

Alberobello - Molestie e minacce in un locale pubblico: arrestato dai Carabinieri

16-07-2020

ALBEROBELLO - I Carabinieri della Stazione di Alberobello, in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal GIP presso il Tribunale...

NECROLOGI

E' tornato alla casa del Padre Giovanni Novembre

10-06-2020

E' tornato alla casa del Padre all'età di 71 anni Giovanni Novembre. Lo annunciano la moglie Angela, i figli Giuseppe...

Ricordo di Nicola Putignano

22-12-2019

Il 18 dicembre 2019 è venuto a mancare all'affetto dei suoi cari e dell'intera città il prof. Nicola Putignano, docente...

Muore il 42enne Mirko Quarato: oggi i funerali in Chiesa Madre

24-04-2019

NOCI (Bari) - Non ce l'ha fatta a sopravvivere il giovanissimo Mirko Quarato dopo il pericoloso incidente che lo aveva...

LETTERE AL GIORNALE

Piero Liuzzi: "Zavoli e la sua fame di Sud"

06-08-2020

NOCI - Riceviamo e pubblichiamo questo breve ricordo del sen. Piero Liuzzi sul suo originale rapporto con Sergio ZAVOLI, parlamentare...

Auguri nonna Stella!

04-07-2020

NOCI (Bari) - Il 1 luglio 2020 nonna Stella, per tutti Stella Palattella, per le amiche e vicine di casa "Stellina...

Offese all'ing. Conforti. La replica dei giornalisti Longo e Scagliarini

05-06-2020

Riceviamo e pubblichiamo la replica dei giornalisti Giovanni Longo e Massimiliano Scagliarini al comunicato pubblicato il 23 maggio su NOCI24.it a firma...

Morea replica a Plantone

22-05-2020

NOCI - Il consigliere comunale di minoranza Stanislao Morea (Idea Noci) ha diffuso una nota in replica al comunicato del consigliere...

Per una Scuola silenziosa ed autenticamente operante

27-04-2020

LETTERE AL GIORNALE - Nel mostrare ciò che si fa, si corre sempre il rischio che la volontà di fare...

Vito Plantone: "Andrà tutto bene"

15-03-2020

COMUNICATO - Ci sentivamo invincibili. Pensavamo che il mondo fosse controllabile semplicemente dal nostro salotto di casa e tenendo tra...