Pubblicità pub noci24 01

Pubblicità Assinotar 2017 luglio 1

NOCI24.it

Quotidiano on-line della città di Noci (Bari)

- -
Pubblicità

lamp Dati ufficiali Ministero dell'Interno.

temTEMPERAMENTE - Come la vedete la globalizzazione, in particolare quella riguardante il campo gastronomico? È una sicurezza quando si viaggia all’estero o quando gli altri ristoranti sono chiusi per via dell’orario, o male assoluto che uccide le tradizioni locali e i le piccole imprese? Di questo parla La piramide del caffè.

L’intreccio principale è molto semplice: il ragazzo ungherese Imi è stato abbandonato dalla madre quando era ancora in fasce e ha quindi sempre vissuto in un orfanotrofio, ma ha sempre sognato di raggiungere e vivere a Londra. Riesce nel suo intento dopo un autentico viaggio della speranza in treno, da Landor, stazione alla fine dell’Ungheria ma all’inizio del resto d’Europa.

Riesce a trovare lavoro in una grande catena di caffetterie, la Proper Coffee, impresa sì fittizia, ma che ammicca palesemente a caffetterie in franchising che tutti noi conosciamo e in cui ci siamo fermati almeno una volta.

Al protagonista viene consegnato un piccolo manuale di istruzioni che detta le linee guida a cui attenersi all’interno della caffetteria, manuale che lui non vede l’ora di imparare per poi mettere in pratica i consigli in esso contenuti.

È proprio in questo libretto d’istruzioni del perfetto dipendente della Proper Coffee che intuiamo il significato del titolo del romanzo: la gerarchia della caffetteria è infatti piramidale, simpaticamente da Imi ribattezzata ‘di stampo faraonico’ . Dopo aver fatto un’ottima impressione dopo il colloquio di assunzione e durante il periodo di prova, la sua carriera decolla molto velocemente, passando dallo stare nelle cucine a lavare i piatti a stare dietro il bancone a preparare caffè e cappuccini. Non per sempre però le cose andranno bene: i supervisori di Imi, Andrew e Victoria, seguono il ‘manuale del caffè’ alla lettera e con troppa riverenza, manco fosse un testo sacro, e questo porta a delle situazioni paradossali, in cui la troppo complicata quotidianità è naturale che non possa essere prevista nella sua totalità da nessun manuale o prontuario all’uso.

Ad Imi, che è un ragazzo semplice e puro, contraddistinto da buonafede e voglia di lavorare, tutto ciò sembra assurdo, e gli pare di perdere tempo davanti a delle inezie quali l’impossibilità di vendere una fetta di torta rottasi durante il trasporto o il preparare il cappuccino con modalità differenti –ma qualitativamente migliori- da quelle previste. C’è una vera e propria crescita del personaggio, il quale perde l’iniziale ingenuità riguardo la magnificenza di Londra e la bontà della catena di caffetteria per la quale lavora, sempre affiancato e sostenuto dai suoi amici Morgan, libraio iraniano, Lynne, spensierata padrona di casa, e Jordi, suo cinico collega spagnolo.

Per fortuna che il prezzo di un libro non è dato (esclusivamente) dalla lunghezza del testo. Infatti quello di Lecca è un libretto breve, semplice, che si legge in pochi giorni, ma cavolo se è profondo. La descrizione delle situazioni in orfanotrofio è davvero sublime, e si capisce come Lecca abbia potuto cogliere e descrivere questo luogo dell’anima proprio grazie ad una sua confessione nelle ultime pagine, riportata sotto la rubrica ‘Per amor di verità’:

“Nell’estate del 2005 sono capitato per caso in un orfanotrofio. In quel luogo che appariva povero e triste, ho trovato nascosta una straordinaria abbondanza di gioia. Da allora ci sono tornato spesso, trascorrendovi circa cinquecento giorni: l’ho fatto perché mi sono reso conto che lì si trovava nascosto il segreto della felicità. E io volevo scoprirlo.” La piramide del caffè è una favola moderna, molto delicata, quasi impalpabile. Mi ha ricordato la prima neve che scende dal cielo verso novembre che non attacca sulle strade e non disturba nessuno. E quest’opera questo fa: non disturba nessuno e, anzi, arricchisce il lettore senza neanche farsene accorgere, con grazia e premura.

Nicola Lecca, La piramide del caffè, Mondadori, 2013, € 17

Altre recensioni su www.temperamente.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenta tramite Facebook

 

trovo aziende

Dalla prima pagina

Necrologi

Necrologi - Lunedì, 11 Giugno 2018

A Liliana

Necrologi - Lunedì, 26 Febbraio 2018

Muore il Cav. Francesco Ferulli

Necrologi - Martedì, 20 Febbraio 2018

Simone Martucci, i funerali

Necrologi - Giovedì, 28 Settembre 2017

Ultimo saluto a Sebastiano D'Onghia

Necrologi - Martedì, 19 Settembre 2017

Addio ad Arturo D'Aprile

Aggiornamenti

Se avete un profilo su Facebook e siete interessati a ricevere gli aggiornamenti di NOCI24.it nella vostra sezione Notizie potete selezionare l’opzione “Mostra per primi”, sulla pagina di NOCI24.it.

Noci24 love

Pubblicità

Pubblicità

La pubblicità

Pubblicità

Ginevra
Pubblicità

Pubblicità

La pubblicità

Pubblicità

La pubblicità

Chi è on-line?

Abbiamo 294 visitatori e nessun utente online

SERVIZI

sezione-auguri sezione-vendesi sezione-necrologi

 
 
master-noci24-ballottaggio
promemoria

CONTRATTI DI QUARTIERE II

 

Il progetto: cosa prevede

Avvio del bando: 1-4-2004

Avvio lavori P.zza Garibaldi: 11-4-2012

Fine lavori P.zza Garibaldi: 30-4-2013

Approvazione convenzione: 15-07-2014

Avvio lavori per le case: ???

Sono trascorsi:

 

MUSEO DEI RAGAZZI

 

Il progetto: cosa prevede

Avvio del bando: 30-11-2005

Primo stralcio: 7-06-2011

Secondo stralcio: 7-04-2014

Avvio Terzo stralcio: 29-12-2015

Conclusione Terzo stralcio: ???

Sono trascorsi:

 

Twitter

PUMS

 

Il progetto: cosa prevede

Avvio del bando: 19-12-2014

Affidamento: 8-09-2016

Sito web dedicato al PUMS: 17-09-2016

Chiusura prima fase del PUMS: 22-12-2016

Adozione ed attuazione PUMS: ???

Sono trascorsi:

 

Facebook