Pubblicità

Pubblicità

NOCI24.it

Quotidiano on-line della città di Noci (Bari)

VenerdÌ, 30 Ottobre 2020 - 14:11

coronavirus

 lamp   La situazione del Covid-19  -->> nel Mondo   e   -->> in Italia   lamp

trovo aziende

 

tem

TEMPERAMENTE - Una rivoluzione sentimentale è il secondo romanzo di Viola Ardone, pubblicato da Salani all’inizio di quest’autunno e ritorno a scuola. È la storia di Zelda che da ricercatrice universitaria senza speranza si ritrova a far l’insegnante di lettere in un liceo di provincia: lei, una ragazza bene, di quelle che vengono dal Vomero, la cui stanza e ricoperta di libri e di carta, entra in una scuola il cui territorio è invasa dal fièto e il primo giorno in classe uno degli alunno le fa trovare un’altrettanto puzzolente sorpresa – scena che ricorda molto un’altra del celeberrimo Io speriamo che me la cavo di Marcello D’Orta.

E proprio come in Io speriamo che me la cavo nel romanzo di Viola Ardone si alternano i compiti in classe dei ragazzi della V Q, scritti su una parte sola del foglio, con gli inevitabili commenti, più che correzioni, della professoressa al fianco, tutti con lo stesso, ahi-loro, voto finale: un secco e giusto 4. I temi degli alunni sono fuori traccia e seguono percorsi logico-narrativi fantasiosi e divertenti, ma ciò che mi ha colpito è che tutti sono scritti come un’invocazione alla docente. Gli alunni si rivolgono direttamente a lei che legge e ascolta, dimostrando quello che in fondo, forse, ognuno di noi ha fatto almeno qualche volta durante un compito in classe scritto: rivelarsi, confessarsi, esprimersi, aldilà della traccia e del voto, purtroppo. Ipotesi confermata anche dall’intervista con Viola Ardone (che potete leggere qui).

Giacomo la ascoltava come si ascolta una canzone, cercando un senso che non sempre appare.
«Bisogna essere indulgenti con la propria speranza»
«Io non voglio insegnare a vincere ma a fallire. È a questo che non sono pronti e non saranno mai pronti, come ognuno di noi. Anche questa protesta alla discarica sarà un fallimento, quasi sicuramente. E io vorrò essere con loro quando succederà. È più difficile imparare a fallire che a vincere. La scuola non deve essere un torneo ma una palestra. È questa la vera Rivoluzione»

Queste alcune delle frasi che ho sottolineato in questo romanzo. La rivoluzione sentimentale è una rivoluzione che va oltre, perché parte dal cuore, arriva nella testa, sfocia nelle azioni. I personaggi di questa storia sono dei piccoli rivoluzionari, ognuno a suo modo: gli alunni che organizzano lo sciopero contro l’inceneritore; Nadia, la docente dai capelli rosa che cerca modi alternativi per affermare la propria femminilità; e in un certo senso lo è anche Viola, la donna che non sente niente, che è tanto dura fuori come congelata dentro, e al bivio tra la solita triste banalità e la l’inaspettata vita, alla fine, sceglie quella. Più di tutti lo è, chiaramente, Donnie Tammaro: compagno invisibile e alunno modello della V Q, lui incarna quella voglia di rivoluzione, di ribellione e di lotta che ispira e spinge tutti a cambiare. Non importa che sia solo frutto dell’immaginazione di Giampuzzo Antimo: lui è il motore immobile, l’ispiratore e il pungolatore, il simbolo di quella sete di giustizia che gli adolescenti, eterni e non, hanno e che il più delle volte è ben giustificata.

L’happy end finale mi ha dato speranza e un senso di sollievo: in una storia così piena di giovani protagonisti non avrei sopportato lezioni tragiche; e lo ritengo una scelta nient’affatto banale, ma anzi sancisce quella rivoluzione sentimentale agognata da Zelda e che, se non del tutto realizzata, almeno è sulla via giusta per esserlo.

E il finale è che Napoli è divisa in parti tre, però non è che è proprio divisa, perché alla fine tutti quanti a Napoli sono uniti l’uno con l’altro, i santi e tutti quanti, come dice giustamente pure sto Walter, e, se si possono aiutare, si aiutano.

Viola Ardone, Una rivoluzione sentimentale, Salani, 2016

Altre recensioni su www.yesweradio.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenta tramite Facebook

 

trovo aziende

 

Altri hanno letto anche:

La pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità

La pubblicità

Pubblicità

La pubblicità

Chi è on-line?

Abbiamo 358 visitatori e nessun utente online

SERVIZI

sezione-auguri sezione-vendesi sezione-necrologi

 
 

FUORI CITTA'

Putignano - Presi con la droga due insospettabili

18-10-2020

PUTIGNANO - I Carabinieri della Stazione CC di Putignano, nel corso di uno straordinario servizio di controllo del territorio, hanno...

Alberobello, prima vittima per Covid19

11-10-2020

ALBEROBELLO - Il sindaco di Alberobello, Michele Maria Longo, poche ora fa ha annunciato sui social la notizia della prima...

Insediato a Putignano il Commissariato di Polizia

08-10-2020

PUTIGNANO - La sindaca di Putignano, Luciana Laera, ha annunciato ieri sui social l'insediamento ufficiale a Putignano del Commissariato di Polizia. 

Concluse le indagini per il furto al Liceo Scientifico Statale di Martina Franca

05-10-2020

Individuato l’autore, un pluripregiudicato foggiano di 29 anni MARTINA FRANCA - Concluse le indagini per il furto al Liceo Scientifico Statale...

Bari e Modugno: inseguimenti nella notte. Due arresti e un denunciato

29-09-2020

MODUGNO - I Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Bari hanno denunciato un ragazzo, neanche maggiorenne, per ricettazione. Il giovane, la...

Bari, cambio al vertice del Comando Legione Carabinieri “Puglia”

13-09-2020

BARI - Nella Caserma “Chiaffredo Bergia” si è tenuta giovedì sera, alla presenza del Comandante Interregionale Carabinieri “Ogaden”, Generale di...

NECROLOGI

E' tornato alla casa del Padre Giovanni Novembre

10-06-2020

E' tornato alla casa del Padre all'età di 71 anni Giovanni Novembre. Lo annunciano la moglie Angela, i figli Giuseppe...

Ricordo di Nicola Putignano

22-12-2019

Il 18 dicembre 2019 è venuto a mancare all'affetto dei suoi cari e dell'intera città il prof. Nicola Putignano, docente...

Muore il 42enne Mirko Quarato: oggi i funerali in Chiesa Madre

24-04-2019

NOCI (Bari) - Non ce l'ha fatta a sopravvivere il giovanissimo Mirko Quarato dopo il pericoloso incidente che lo aveva...

LETTERE AL GIORNALE

DS Chiara d’Aloja: lettera aperta alla Comunità Educante

28-08-2020

LETTERE AL GIORNALE - Il nuovo anno scolastico è alle porte anche per l’Istituto Comprensivo Gallo-Positano e sarà un anno speciale...

Piero Liuzzi: "Zavoli e la sua fame di Sud"

06-08-2020

NOCI - Riceviamo e pubblichiamo questo breve ricordo del sen. Piero Liuzzi sul suo originale rapporto con Sergio ZAVOLI, parlamentare...

Auguri nonna Stella!

04-07-2020

NOCI (Bari) - Il 1 luglio 2020 nonna Stella, per tutti Stella Palattella, per le amiche e vicine di casa "Stellina...

Offese all'ing. Conforti. La replica dei giornalisti Longo e Scagliarini

05-06-2020

Riceviamo e pubblichiamo la replica dei giornalisti Giovanni Longo e Massimiliano Scagliarini al comunicato pubblicato il 23 maggio su NOCI24.it a firma...

Morea replica a Plantone

22-05-2020

NOCI - Il consigliere comunale di minoranza Stanislao Morea (Idea Noci) ha diffuso una nota in replica al comunicato del consigliere...

Per una Scuola silenziosa ed autenticamente operante

27-04-2020

LETTERE AL GIORNALE - Nel mostrare ciò che si fa, si corre sempre il rischio che la volontà di fare...