Pubblicità

Pubblicità pub noci24 01

Pubblicità Assinotar 2017 luglio 1

NOCI24.it

Quotidiano on-line della città di Noci (Bari)

- -

07-12-carabinieri_nucleo_beni_culturaliROMA - Prende il nome di "Tèrsite" l'operazione condotta dal Nucleo Tutela Patrimonio Culturale dell'Arma dei Carabinieri in cui risultano coinvolte 47 persone, responsabili a vario titolo di ricettazione, violazione in materia di ricerche archeologiche ed impossessamento illecito di beni appartenenti al patrimonio dello Stato. L'operazione ha portato a circa 50 perquisizioni personali e locali, e al recupero di quasi 3000 reperti archeologici.

07-12-anfore_operazione_tersiteQuesti i reati ipotizzati a conclusione delle indagini su diversi scavi clandestini finalizzati alla profanazione delle sepolture millenarie per impossessarsi del prezioso contenuto delle tombe, senza rispettare il valore simbolico del corredo funerario e senza preoccuparsi di recuperare i beni sepolti non arrecando loro nessun danno. L'operazione ha coinvolto le provincie di Bari, Taranto e Brindisi, e l'intero territorio lucano. L'indagine ha avuto inizio nel mese di dicembre 2010, sotto la direzione dell'Autorità Giudiziaria di Taranto ed è nata dalla segnalazione di scavi clandestini nelle aree di interesse archeologico della provincia di Taranto. Si è basata su attività di Polizia Giudiziaria sul territorio, attività tecniche e controllo diretto delle aree interessate. L'evoluzione investigativa, che ha confermato un'intensa attività illecita di trafugamento di beni archeologici, ha consentito di individuare, anche in flagranza di reato, alcune squadre di tombaroli che eseguivano gli scavi clandestini spesso nottetempo e si è scoperto che, purtroppo, altre aree archeologiche della provincia di Matera erano oggetto della condotta criminosa: oltre a Castellaneta e Laterza, quindi, anche Metaponto e Montescaglioso.

07-12-monete_oro_e_argentoI beni archeologici appartenenti al patrimonio indisponibile dello Stato e sottratti dalle aree protette pugliesi e lucane, giungevano ai ricettatori tramite l'intermediazione di "personaggi locali", in contatto diretto con i tombaroli. Questi ultimi, pur di reperire il materiale da rivendere, non si facevano scrupolo di utilizzare escavatori per tracciare trincee lunghe metri, rivoltando la terra per individuare le tombe da saccheggiare. I pesanti lastroni in pietra, posti a loro protezione, venivano frantumati, causando spesso anche il danneggiamento dei delicati recipienti in ceramica (foto in alto), riccamente decorati, contenuti nelle tombe, connessi con l'offerta simbolica di cibi e bevande. Le squadre di tombaroli potevano anche contare su sofisticati metal detector che consentivano di individuare oggetti metallici di ornamento personale quali anelli, bracciali, fibbie, medaglie oppure monete (foto accanto), molto ricercate e richieste dai collezionisti. Oltre alle necropoli venivano saccheggiate anche le aree dove sorgevano antiche città. A riscontro e conclusione dell'attività d'indagine, nei giorni scorsi sono state eseguite 50 perquisizioni personali e locali in 21 Comuni distribuiti nelle province di Taranto, Brindisi, Lecce, Potenza, Matera, Chieti, Cosenza, Arezzo, Napoli e Roma e sono stati recuperati 2.298 beni archeologici.

In particolare l'attività d'indagine ha consentito di recuperare e sottoporre a sequestro:

- 1241 Monete (di cui 66 in arg. e 1 in oro)

- 29 Reperti archeologici in ceramica (olle, askos, sphagheion, epichysis,_oinochoe, ecc del VI - IVsec. a.C)

- 25 Reperti archeologici frammentati

- 117 Oggetti in metallo quali pendenti, anelli, medaglie (alcuni in oro)

- 6 Fibule in metallo

- 39 Pesi da telaio in terracotta e metallo (di cui 17 in metallo)

- 334 Selci

- 26 Fossili

- 1 Spada antica in ferro

- 1 Statuetta in bronzo

- 13 Metal detector

- 57 Frammenti in metallo

- 311 Frammenti in terracotta

- 6 Frammenti ossei

- 91 Foto e documenti utili alle indagini

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenta tramite Facebook

 

trovo aziende

Dalla prima pagina

Pubblicità

Pubblicità

Dulciar Natale 2017

Pubblicità

La pubblicità

Pubblicità

Ginevra
Pubblicità

Pubblicità

La pubblicità

Pubblicità

La pubblicità

Chi è on-line?

Abbiamo 177 visitatori e nessun utente online

SERVIZI

sezione-auguri sezione-vendesi sezione-necrologi

 
 
master-noci24-ballottaggio
promemoria

CONTRATTI DI QUARTIERE II

 

Il progetto: cosa prevede

Avvio del bando: 1-4-2004

Avvio lavori P.zza Garibaldi: 11-4-2012

Fine lavori P.zza Garibaldi: 30-4-2013

Approvazione convenzione: 15-07-2014

Avvio lavori per le case: ???

Sono trascorsi:

 

MUSEO DEI RAGAZZI

 

Il progetto: cosa prevede

Avvio del bando: 30-11-2005

Primo stralcio: 7-06-2011

Secondo stralcio: 7-04-2014

Avvio Terzo stralcio: 29-12-2015

Conclusione Terzo stralcio: ???

Sono trascorsi:

 

Twitter

PUMS

 

Il progetto: cosa prevede

Avvio del bando: 19-12-2014

Affidamento: 8-09-2016

Sito web dedicato al PUMS: 17-09-2016

Chiusura prima fase del PUMS: 22-12-2016

Adozione ed attuazione PUMS: ???

Sono trascorsi:

 

Facebook