Pubblicità

Pubblicità pub noci24 01

Pubblicità Assinotar 2017 luglio 1

NOCI24.it

Quotidiano on-line della città di Noci (Bari)

- -

stazione-carabinieri-di-nociNOCI (Bari) - Inizierà a scontare la sua pena tra le mura domestiche il 25enne Rossano D'Onghia arrestato lunedì mattina dai militari dell'Arma dei Carabinieri con l'accusa di furto aggravato. Il Gip del Tribunale di Bari, a seguito della convalida d'arresto emessa nei confronti del 25enne nocese, ha utilizzato la misura della forma cautelare domestica preventiva prima dell'inizio del processo a suo carico.

La mattina dell'11 luglio scorso infatti il D'Onghia è stato sorpreso da una pattuglia dei carabinieri in servizio perlustrativo, mentre tentava di allontanarsi dal parcheggio del cimitero con un'autoradio per le mani. Poco prima il giovane avrebbe forzato la portiera di una "Fiat Punto" parcheggiata alla fine di via Rimembranza e si sarebbe impossessato dello stereo ivi contenuto. In un primo momento, colto in flagranza di reato, il giovane su disposizione della Procura della Repubblica di Bari, veniva associato presso la casa circondariale del capoluogo barese sita in via Alcide De Gasperi. Successivamente è venuta fuori la disposizione cautelare preventiva in domicilio.

I militari che hanno eseguito l'arresto stanno anche cercando di valutare eventuali possibili connessioni con furti simili avvenuti nei giorni addietro al fermo del D'Onghia. Difatti la notte precedente era stato commesso un altro furto simile avente ad oggetto sempre un'autoradio, ed un danneggiamento ad una terza autovettura.

Rossano D'Onghia non era nuovo alle forze dell'ordine. Nel 2004 lo stesso giovane era già stato deferito all'Autorità Giudiziaria per resistenza e violenza a pubblico ufficiale, fatto che aveva già macchiato la sua fedina penale. Ora, a distanza di 7 anni, il secondo misfatto. In attesa del processo la refurtiva, un'autoradio dal valore di € 100,00 circa, è stata restituita al legittimo proprietario.

Il 25enne, qualora fosse riconosciuto colpevole alla fine del processo, rischierebbe una pena detentiva in carcere da 6 mesi a 3 anni ed una multa da 154,00 a 516,00 Euro, così come previsto dagli articoli 624 e 625 del Codice Penale, ai quali si aggiungerebbero le circostanze aggravanti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenta tramite Facebook

 

trovo aziende

Dalla prima pagina

Pubblicità

Pubblicità

Dulciar Natale 2017

Pubblicità

La pubblicità

Pubblicità

Ginevra
Pubblicità

Pubblicità

La pubblicità

Pubblicità

La pubblicità

Chi è on-line?

Abbiamo 166 visitatori e nessun utente online

SERVIZI

sezione-auguri sezione-vendesi sezione-necrologi

 
 
master-noci24-ballottaggio
promemoria

CONTRATTI DI QUARTIERE II

 

Il progetto: cosa prevede

Avvio del bando: 1-4-2004

Avvio lavori P.zza Garibaldi: 11-4-2012

Fine lavori P.zza Garibaldi: 30-4-2013

Approvazione convenzione: 15-07-2014

Avvio lavori per le case: ???

Sono trascorsi:

 

MUSEO DEI RAGAZZI

 

Il progetto: cosa prevede

Avvio del bando: 30-11-2005

Primo stralcio: 7-06-2011

Secondo stralcio: 7-04-2014

Avvio Terzo stralcio: 29-12-2015

Conclusione Terzo stralcio: ???

Sono trascorsi:

 

Twitter

PUMS

 

Il progetto: cosa prevede

Avvio del bando: 19-12-2014

Affidamento: 8-09-2016

Sito web dedicato al PUMS: 17-09-2016

Chiusura prima fase del PUMS: 22-12-2016

Adozione ed attuazione PUMS: ???

Sono trascorsi:

 

Facebook