Pubblicità

Pubblicità pub noci24 01

Pubblicità Assinotar 2017 luglio 1

NOCI24.it

Quotidiano on-line della città di Noci (Bari)

- -

putignano-pronto-soccorsoNOCI (Bari) - Si deve all'Amanita Pantherina l'intossicazione alimentare di un'intera famiglia nocese. Tutti e cinque i componenti della famiglia sono stati curati dai medici dell'ospedale di Mottola ed adesso stanno bene. Altri tre nocesi sono finiti al "Santa Maria degli Angeli" di Putignano dopo aver mangiato funghi del genere Lactarius Deliciosus. Anche in questo caso i tre si sono ripresi dopo accurata terapia medica. Gli otto sfortunati protagonisti si sono sentiti male dopo aver raccolto funghi in agro di Noci.

Per quanto riguarda il primo caso, che vede coinvolto un intero nucleo familiare, il capofamiglia insieme ad un figlio ha raccolto la pericolosa amanita pantherina, più comunemente conosciuta col nome di Tignosa Panterina, scambiandola per l'Amanita Caesarea. Contrariamente da quest'ultima la tignosa panterina è estremamente pericolosa per la salute umana. Inizialmente i cinque componenti della sfortunata famiglia non hanno accusato sintomi di sorta (che però si possono manifestare nell'arco di 24/48 ore). Ciò avrebbe indotto i "raccoglitori fai da te" ad andare a cercarne altri. Solo quando hanno accusato i primi sintomi da intossicazione i componenti hanno pensato bene di recarsi all'ospedale di Mottola per farsi curare. Ora stanno tutti bene.

Leggermente diversa la posizione degli altri tre nocesi curati all'ospedale di Putignano. Secondo fonti giornalistiche questi avrebbero ingerito il Lactarius Deliciosus, più comunemente definito Rosito o nella variante pugliese Lardaru Sanguignu, in quantità esagerata o in variante velenosa. Questo particolare tipo di fungo dal gusto forte è inserito nel genere piccante per il suo retrogusto leggermente pepato. In questo secondo caso i tre sono stati trattenuti nel reparto di Chirurgia del Santa Maria degli Angeli di Putignano da dove sono stati dimessi qualche giorno dopo a seguito del trattamento antiveleno impartito dai medici.

Sugli scudi i venditori autorizzati di funghi dopo le prime notizie riportate. «Non è vero – sostiene un venditore autorizzato – che a Noci si commercializzano funghi velenosi. Noi siamo scrupolosi ed attenti ai prodotti che vendiamo e mai ci sogneremmo di fare del male ai nostri clienti».

Per quanto riguarda la raccolta in proprio dei funghi le autorità competenti raccomandano sempre un consulto micologico, mentre le forze dell'ordine hanno accentuato i controlli per i raccoglitori abusivi.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenta tramite Facebook

 

trovo aziende

Dalla prima pagina

Pubblicità

Pubblicità

Dulciar Natale 2017

Pubblicità

La pubblicità

Pubblicità

Ginevra
Pubblicità

Pubblicità

La pubblicità

Pubblicità

La pubblicità

Chi è on-line?

Abbiamo 417 visitatori e nessun utente online

SERVIZI

sezione-auguri sezione-vendesi sezione-necrologi

 
 
master-noci24-ballottaggio
promemoria

CONTRATTI DI QUARTIERE II

 

Il progetto: cosa prevede

Avvio del bando: 1-4-2004

Avvio lavori P.zza Garibaldi: 11-4-2012

Fine lavori P.zza Garibaldi: 30-4-2013

Approvazione convenzione: 15-07-2014

Avvio lavori per le case: ???

Sono trascorsi:

 

MUSEO DEI RAGAZZI

 

Il progetto: cosa prevede

Avvio del bando: 30-11-2005

Primo stralcio: 7-06-2011

Secondo stralcio: 7-04-2014

Avvio Terzo stralcio: 29-12-2015

Conclusione Terzo stralcio: ???

Sono trascorsi:

 

Twitter

PUMS

 

Il progetto: cosa prevede

Avvio del bando: 19-12-2014

Affidamento: 8-09-2016

Sito web dedicato al PUMS: 17-09-2016

Chiusura prima fase del PUMS: 22-12-2016

Adozione ed attuazione PUMS: ???

Sono trascorsi:

 

Facebook