Pubblicità

Pubblicità pub noci24 01

Pubblicità Assinotar 2017 luglio 1

NOCI24.it

Quotidiano on-line della città di Noci (Bari)

- -

bari-tribunale-penaleNOCI (Bari) - È stato condannato a 4 anni di reclusione e 18mila Euro di multa. Provvedimento esemplare quello della sezione penale del Tribunale di Bari (in foto) che ha emesso la sentenza di primo grado nei confronti del nocese Gianluca Mele, arrestato il 14 ottobre scorso dai Carabinieri di Noci nell'ambito di un'azione finalizzata al contrasto del fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti.

Secondo i giudici che lo hanno condannato alla fine dell'udienza del 27 gennaio scorso, Mele risulta responsabile dell'azione di spaccio all'interno del territorio nocese e per questo hanno anche respinto l'istanza presentata dai legali difensori di scontare la pena ai domiciliari. Decisione quest'ultima presa a ragione del fatto che proprio nell'abitazione del 35enne i militari dell'Arma trovarono un copioso quantitativo di sostanze stupefacenti e che l'abitazione risultava luogo di spaccio.

Quel giorno gli uomini coordinati dal Mar. Lorenzo Zaccaria trovarono a casa di Mele 19 grammi di eroina, suddivisa in dosi, e 5 grammi di cocaina oltre a materiale per il taglio e confezionamento della droga. Il tutto nascosto sotto una grossa pietra adagiata sulla parete esterna di uno sgabuzzino. Inoltre il 35enne, già gravato da precedenti di polizia, aveva ricevuto qualche giorno prima una denuncia a piede libero perché depositario di parte dell'ingente materiale bellico a disposizione di Vincenzo Barbetta, diretto dipendente del clan barese dei Palermiti ancora oggi in netto contrasto con i rivali del clan Di Cosola.

Ad ottobre scorso l'attività d'indagine coordinata dalla DDA di Bari per conto della locale Procura della Repubblica, aveva evidenziato che la frangia capeggiata da Vincenzo Barbetta aveva sviluppato diverse attività criminali in tutto il sud-est barese ed in particolare nei comuni di Casamassima, Cellamare, Noci, Gioia del Colle, Acquaviva, Altamura e Triggiano. Ruolo del nocese era quello di nascondere le armi per conto di Barbetta e contemporaneamente spacciare le sostanze stupefacenti. Armi e droga che ora gli costeranno una lunga permanenza in carcere.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenta tramite Facebook

 

trovo aziende

Dalla prima pagina

Pubblicità

Pubblicità

Dulciar Natale 2017

Pubblicità

La pubblicità

Pubblicità

Ginevra
Pubblicità

Pubblicità

La pubblicità

Pubblicità

La pubblicità

Chi è on-line?

Abbiamo 144 visitatori e nessun utente online

SERVIZI

sezione-auguri sezione-vendesi sezione-necrologi

 
 
master-noci24-ballottaggio
promemoria

CONTRATTI DI QUARTIERE II

View the embedded image gallery online at:
https://www.noci24.it/cronaca/notizie-da-noci#sigProId19b5ab3af0

 

Il progetto: cosa prevede

Avvio del bando: 1-4-2004

Avvio lavori P.zza Garibaldi: 11-4-2012

Fine lavori P.zza Garibaldi: 30-4-2013

Approvazione convenzione: 15-07-2014

Avvio lavori per le case: ???

Sono trascorsi:

 

MUSEO DEI RAGAZZI

View the embedded image gallery online at:
https://www.noci24.it/cronaca/notizie-da-noci#sigProId861f310308

 

Il progetto: cosa prevede

Avvio del bando: 30-11-2005

Primo stralcio: 7-06-2011

Secondo stralcio: 7-04-2014

Avvio Terzo stralcio: 29-12-2015

Conclusione Terzo stralcio: ???

Sono trascorsi:

 

Twitter

PUMS

View the embedded image gallery online at:
https://www.noci24.it/cronaca/notizie-da-noci#sigProId3783fe57c5

 

Il progetto: cosa prevede

Avvio del bando: 19-12-2014

Affidamento: 8-09-2016

Sito web dedicato al PUMS: 17-09-2016

Chiusura prima fase del PUMS: 22-12-2016

Adozione ed attuazione PUMS: ???

Sono trascorsi:

 

Facebook