ADV

 

Il gioco dell’arte: inaugurata la personale di Rocco Colucci

12 31personaleroccocolucciNOCI (Bari)-  E' stata inaugurata lo scorso 29 dicembre nel chiostro delle clarisse la prima mostra personale di Rocco Colucci, artista già conosciuto dai nocesi e che aveva già partecipato a diverse mostre collettive vincendo numerosi premi. Tecnico del restauro e restauratore di beni culturali, Colucci si occupa da sempre e con impegno delle finiture in edilizia artistica, curando contemporaneamente il recupero e la conservazione di manufatti artistici. Dopo i saluti istituzionali del sindaco Domenico Nisi, il regista cinematografico Domenico De Orsi ha introdotto il percorso espositivo e l’installazione. Grande protagonista della serata? La luce!

Il titolo della mostra allestita ed intitolata “Il gioco dell’arte” non deve fuorviare lo spettatore: l’intento non è affatto quello di declassare l’arte alla stregua di un qualcosa di puramente ludico. La lingua italiana ci insegna che si può “giocare” anche con i molteplici significati che le parole assumono a seconda del contesto in cui le usiamo e della sfumatura che vogliamo prediligere. In questo caso, “gioco” significa sperimentare attraverso l’uso di materie e tecniche differenti, creare con impegno, passione e perché no, anche divertendosi nel vedere in quali e quanti risultati la creatività si concretizza. Allo spettatore risulterà immediatamente chiaro il legame inscindibile tra l’arte di Rocco Colucci e la sua attività di artigiano. Cosa significa etimologicamente la parola “artigiano” se non “colui che crea arte”? La vera arte, in tutte le sue forme, è sempre germogliata all’interno delle botteghe di artigiani. “Una mostra fatta non di oggetti ma di concetti” hanno ricordato unanimemente Colucci e De Orsi.

12 31fotografieroccocolucciMolteplici sono le materie dell’artigianato locale con cui sono realizzate le opere: legno, vetro, terracotta, parti di apparecchiature elettroniche e parti elettriche ma anche tele, china e colori. Il percorso della mostra è costellato anche di fotografie (la fotografia infatti è un’altra grande passione di Colucci) sulle quali egli ama sperimentare in formato sia analogico che digitale. L’opera più cara all’artista è “Terza età”, uno scatto realizzato nel 1979 che ha per protagonista suo nonno materno. Al 2003 risale invece “Voyeur”, il disegno china su carta che vuol rappresentare il senso di smarrimento e di alienazione in un mondo che marcia sempre più verso la digitalizzazione e dove si fatica a tracciare la linea di demarcazione tra virtuale e reale.

12 31opereroccocolucci

Al termine del percorso espositivo, lo spettatore si imbatte nell’opera principale: “Macchina di luce”, un totem luminoso che ha per base la ruota di un trattore e che compendiando materiali diversi, rappresenta una sorta di “calendario evolutivo” dell’arte nel corso dei secoli: dalle pitture rupestri all’interno delle grotte, primissima espressione artistica dell’uomo, passando per i geroglifici egizi e per l’uomo di Leonardo da Vinci, fino ad arrivare alle stampe digitali. In cima a questa originale e suggestiva “piramide” un cavo di fibra ottica luminoso, modellato sulla forma di un neurone, microscopica ma vera ed importante sede dell’intelligenza e della creatività umana, da cui tutto parte. L’opera è stata realizzata in maniera sinergica con diverse figure dell’artigianato locale, che hanno dato ciascuno un contributo concreto all’idea partita da Colucci: Natale Conforti (Opera in ferro); Michael Dogali (relizzazione modelli 3D); Mario Simone (apparecchiature elettroniche e parti elettriche) ; Fabio Basile e Margherita Calefati (bassorilievi in terracotta); Fabio Calicchio (verniciatura e modellazione opera); Leonardo D’Onghia (opere in legno); Rocco Pertoldi (opere in vetro). Questa compartecipazione rivoluziona in un certo senso il concetto di arte, che non è più egoisticamente chiusa nel suo individuale narcisismo, ma diventa un vero e proprio gioco sinergico, in cui la collaborazione si rende sempre più necessaria per la realizzazione di opere che abbiano realmente un forte significato e un grande impatto empatico ed emotivo. La mostra sarà visitabile fino al 7 gennaio, quindi consigliamo a tutti questa bella immersione nell’arte che è anche soggettiva interpretazione ed emozione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

trovo aziende

ADV

 

 

Informazione pubblicitaria

tatulli noci24 ok

 

 

Informazione pubblicitaria La pubblicità

 

 

ADV

FUORI CITTA'

GdF Bari: evasione fiscale - Sequestri di beni per un valore di circa 5 milioni…

20-02-2024

BARI - I Finanzieri del Comando Provinciale di Bari hanno dato esecuzione a decreti di sequestro preventivo di beni, per un...

Castellana Grotte - Maltrattamenti in famiglia. Notifica di un provvedimento di allontanamento dalla casa familiare…

15-02-2024

CASTELLANA GROTTE - I Carabinieri della Stazione di Castellana Grotte hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di applicazione della misura cautelare, emessa...

Esecuzione di una ordinanza di misura cautelare personale per detenzione e porto illegale di armi

06-02-2024

MONOPOLI - I Carabinieri della Compagnia di Monopoli hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal Tribunale –...

Associazione per delinquere dedita ai furti e rapine in abitazione. 8 misure cautelari eseguite dai…

21-01-2024

BARI - Il 17 gennaio, i Carabinieri del Comando Provinciale di Bari, coadiuvati in fase esecutiva dai militari dei reparti competenti...

GdF Roan Bari: sequestrati circa 3 quintali di oloturie

21-01-2024

BARI - Le Fiamme Gialle della Stazione Navale di Bari, nei giorni scorsi, in località Torre a Mare, nel corso...

GDF Legione Allievi Bari: giuramento di fedeltà alla Repubblica Italiana e di consegna delle fiamme…

12-01-2024

BARI - Nella mattinata odierna, si è svolta presso la Stadio della Vittoria di Bari, alla presenza del Generale di...

NECROLOGI

Addio a Oronzo Colucci: aveva dedicato gran parte della sua vita al volontariato

19-08-2023

NOCI – Una gravissima perdita per Noci: ci lascia Oronzo Colucci, amatissimo dalla comunità per le sue virtù di incondizionato...

Addio a Leo Morea: padre coraggio al fianco delle vittime della strada

02-08-2023

  NOCI – Ci ha lasciati il 2 agosto il nostro concittadino Leo Morea, che pur vivendo a Milano, aveva lasciato un...

Addio alla fotografa Marta Attolini: il ricordo della nipote Angela Bianca Saponari

22-07-2023

NOCI - Ci ha lasciati lo scorso 28 giugno la nota fotografa nocese Marta Attolini, figlia dell'apprezzatissimo Giovanni Attolini, da...

Ci ha lasciato Giovanni Miccolis

08-07-2023

NOCI - E' venuto a mancare all'età di 70 anni Giovanni Miccolis, dipendente comunale in quiescenza e da sempre...

Mondo del giornalismo in lutto per la scomparsa di Patrizia Nettis

30-06-2023

Alla famiglia il sentito cordoglio della redazione di NOCI24.it. NOCI - E' scomparsa all'impovviso due giorni fa all'età di 41...

Ci lascia il diacono Pinuccio Carucci

16-03-2023

NOCI - E' venuto a mancare questa mattina dopo una lunga malattia il diacono permanente Pinuccio Carucci all'età di 67...

LETTERE AL GIORNALE

Associazioni e comitati contro la potatura drastica degli alberi del perimetro urbano

27-02-2024

“Eco Eventi OdV” e “Comitato di quartiere via T. Fiore” hanno incontrato l’assessora Checca Tinella e il responsabile del verde Giuseppe...

Se sarà femmina chiamiamola Crimea!

26-11-2023

LETTERE AL GIORNALE - Ci sono luoghi della terra che per la loro storia, la molteplicità degli accadimenti di cui...

L'occupazione persa, una famiglia a carico e il dover ricominciare da zero dopo la pandemia:…

26-11-2023

LETTERA AL GIORNALE - Antonio (questo il nome di fantasia che gli daremo) ha voluto raccontarci la sua complessa e...

Il centrodestra in salsa nostrana

08-06-2023

LETTERE AL GIORNALE - Egregio Direttore, la ringrazio di cuore preventivamente qualora deciderà, con generosità, di pubblicare questo mio umile e...

Alluvione in Emilia-Romagna, il racconto di un nostro concittadino

21-05-2023

FORLÌ - Sono a Forlì, è martedì 16 maggio, sono le 19:00, piove ormai da circa diciotto ore ed il...

1984

19-04-2023

LETTERE AL GIORNALE - Cari concittadini, non era mia intenzione tediarvi nuovamente con le mie elucubrazioni sull'Idra a otto teste che...