Pubblicità

Pubblicità

NOCI24.it

Quotidiano on-line della città di Noci (Bari)

GiovedÌ, 24 Settembre 2020 - 22:37
 

coronavirus

 lamp   La situazione del Covid-19  -->> nel Mondo   e   -->> in Italia   lamp

trovo aziende

 

Roberto, TinelliNOCI (Bari) – Tornano a distanza di un anno le Olimpiadi Internazionali della Chimica. Quest’anno la sede scelta per lo svolgimento delle prove è Baku, capitale dell’Azerbaijan dove dal 20 al 29 luglio si sfideranno i migliori talenti della chimica mondiale. Anche l’Italia ha allestito la squadra che parteciperà alle competizioni studentesche e Noci ha il pregio di avere un suo cittadino inserito tra i quattro che partiranno per la città azera. Parliamo di Roberto Tinelli (in foto a destra), studente neo diplomato dell’I.T.I.S. Luigi dell’Erba di Castellana che già lo scorso anno fu individuato per rappresentare l’italia alle Olimpiadi internazionali svolte ad Hanoi.

Quest’anno il giovane nocese bisserà la partecipazione alla manifestazione entrando di fatto nella storia della disciplina a livello italiano. Noi di NOCI24.it abbiamo voluto incontrarlo per farci raccontare emozioni e obiettivi futuri.

 

Tinelli, per il secondo anno di fila rappresenterai l'Italia alle olimpiadi internazionali della chimica. Sei onorato di questa possibilità?

“Naturalmente sono molto onorato di questa possibilità! Questo perchè ogni volta che arrivi in testa ad una classifica venendo selezionato, porti la responsabilità di rappresentare al meglio tutti coloro che hai sorpassato e che non avranno la tua stessa possibilità di partecipare. Purtroppo sono solo 4 i selezionati, quindi lasci indietro tante persone tra i quali amici e persone con cui hai condiviso molto. Tutte queste persone ora credono in me, ed io sono davvero onorato di poterle rappresentare”.

Raccontaci come sei riuscito ad entrare a far parte della squadra italiana che affronterà le olimpiadi a Baku il prossimo 20 luglio.

 

“Allora, per prima cosa bisogna affrontare un test a livello scolastico, 60 quesiti in due ore e mezza, poi regionale e nazionale, fatti con la stessa modalità. Poi un test a risposta aperta, sul modello delle olimpiadi, per selezionare 8 ragazzi che per una settimana seguiranno degli allenamenti intensivi a Pavia. Alla fine di questa settimana, si fa un altro test dall'elevata difficoltà per selezionare i 4 della squadra olimpionica”.

Quali sono le tue personali aspettative per la prossima olimpiade?

 

“ La mia principale aspettativa è quella di riuscire a dare il meglio. Se poi nel meglio riuscissi a prendere una medaglia, non sarebbe affatto male. L'importante però è sapere che nell'affrontare la prova si è dato il massimo e non si sarebbe potuto fare di meglio!”.

 

Parlaci un pò della chimica: come è nata la passione per questa disciplina? Ci sono state delle influenze che hai avuto da parte di qualcuno o autonomamente ti sei appassionato allo studio della chimica?

 

“ In realtà è nato tutto per caso, a me la chimica non piaceva affatto, infatti ero andato all'industriale per l'informatica. Avendo capito al mio primo anno però che l'informatica non faceva per me, non avendo molta scelta ho deciso di passare a chimica. Così ho conosciuto il professor Fanelli che mi ha spinto con ostinazione a mettermi alla prova con i giochi della chimica, fino a quando, rottomi la mano, non avevo più scuse per dirgli di no. In quelle gare ho scoperto, oltre che qualcosa per cui ero portato, di avere una grande passione per la chimica”.

Quest'anno, oltre ai vari premi conseguiti a livello nazionale, hai affrontato la maturità presso l'I.T.I.S. dell'erba di castellana: com'è andata?

 

Non posso lamentarmi perchè non si può dire che sia andata male, ma le mie aspettative sono state abbastanza deluse considerando che pensavo di prendere la lode. Purtroppo invece questa non è arrivata a causa di scelte fatte da organi superiori che non ho condiviso”.

Per concludere, senti di dover ringraziare qualcuno?

 

“Sento di dover ringraziare due persone in maniera particolare, due persone a cui devo davvero tanto, se non tutto quello che sono diventato! Innanzi tutto il professor Fanelli, che è stato uno dei pochi che ha sempre davvero creduto in me, e che mi ha trattato sempre come un qualcosa in più di un semplice alunno. In più in maniera particolare anche Giuseppe Sportelli, mio grandissimo amico e dopo tanti anni passati assieme a scuola quasi un fratello minore o maggiore a seconda del caso, anche lui mi ha sempre spronato ed aiutato anche quando il momento non era facile e volevo quasi lasciare tutto. Con queste due persone, in questi anni, ho condiviso tanto, e rappresentano per me una seconda famiglia, le mie vittorie sono anche e soprattutto le loro. In più ci terrei a ringraziare anche la Prof.ssa Bianco, la Prof.ssa Rinaldi e la Prof.ssa Cazzorla, che si sono spese per me più del dovuto in questi anni”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenta tramite Facebook

 

trovo aziende

 

Altri hanno letto anche:

La pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità

La pubblicità

Pubblicità

La pubblicità

Chi è on-line?

Abbiamo 545 visitatori e nessun utente online

SERVIZI

sezione-auguri sezione-vendesi sezione-necrologi

 
 

FUORI CITTA'

Bari, cambio al vertice del Comando Legione Carabinieri “Puglia”

13-09-2020

BARI - Nella Caserma “Chiaffredo Bergia” si è tenuta giovedì sera, alla presenza del Comandante Interregionale Carabinieri “Ogaden”, Generale di...

Operazione “Prometeo”: truffa aggravata per il conseguimento di incentivi statali al fotovoltaico

13-09-2020

BARI - I Finanzieri del Comando Provinciale e del Reparto Operativo Aeronavale di Bari hanno dato esecuzione al provvedimento emesso...

Scoperto laboratorio di amfetamine: due arresti

25-08-2020

CONVERSANO - I Carabinieri della Tenenza di Mola di Bari hanno arrestato in flagranza di reato G.A., di anni 45 e...

Toritto - I Carabinieri arrestano un pluripregiudicato 42enne per resistenza a P.U. e sequestrano apparecchiature…

14-08-2020

Toritto - Nella tarda mattinata di ieri i militari della Sezione Radiomobile di Modugno hanno rintracciato e tratto in arresto F...

Spinazzola - Operazione anti-caporalato: arrestati 3 imprenditori

14-08-2020

Spinazzola - I Carabinieri del Comando Provinciale di Bari e del Nucleo Ispettorato del Lavoro, da diversi giorni impegnati sul territorio...

Operazione “#Cheguaio!”: perquisizioni della GDF di Bari

07-08-2020

BARI - Il Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria della Guardia di Finanza di Bari ha eseguito perquisizioni domiciliari in Puglia, Campania...

NECROLOGI

E' tornato alla casa del Padre Giovanni Novembre

10-06-2020

E' tornato alla casa del Padre all'età di 71 anni Giovanni Novembre. Lo annunciano la moglie Angela, i figli Giuseppe...

Ricordo di Nicola Putignano

22-12-2019

Il 18 dicembre 2019 è venuto a mancare all'affetto dei suoi cari e dell'intera città il prof. Nicola Putignano, docente...

Muore il 42enne Mirko Quarato: oggi i funerali in Chiesa Madre

24-04-2019

NOCI (Bari) - Non ce l'ha fatta a sopravvivere il giovanissimo Mirko Quarato dopo il pericoloso incidente che lo aveva...

LETTERE AL GIORNALE

DS Chiara d’Aloja: lettera aperta alla Comunità Educante

28-08-2020

LETTERE AL GIORNALE - Il nuovo anno scolastico è alle porte anche per l’Istituto Comprensivo Gallo-Positano e sarà un anno speciale...

Piero Liuzzi: "Zavoli e la sua fame di Sud"

06-08-2020

NOCI - Riceviamo e pubblichiamo questo breve ricordo del sen. Piero Liuzzi sul suo originale rapporto con Sergio ZAVOLI, parlamentare...

Auguri nonna Stella!

04-07-2020

NOCI (Bari) - Il 1 luglio 2020 nonna Stella, per tutti Stella Palattella, per le amiche e vicine di casa "Stellina...

Offese all'ing. Conforti. La replica dei giornalisti Longo e Scagliarini

05-06-2020

Riceviamo e pubblichiamo la replica dei giornalisti Giovanni Longo e Massimiliano Scagliarini al comunicato pubblicato il 23 maggio su NOCI24.it a firma...

Morea replica a Plantone

22-05-2020

NOCI - Il consigliere comunale di minoranza Stanislao Morea (Idea Noci) ha diffuso una nota in replica al comunicato del consigliere...

Per una Scuola silenziosa ed autenticamente operante

27-04-2020

LETTERE AL GIORNALE - Nel mostrare ciò che si fa, si corre sempre il rischio che la volontà di fare...