Pubblicità

Pubblicità

NOCI24.it

Quotidiano on-line della città di Noci (Bari)

MartedÌ, 7 Febbraio 2023 - 08:52

coronavirus

 lamp   La situazione del Covid-19  -->> nel Mondo   e   -->> in Italia   lamp

trovo aziende

 

05 09 MarinoNotarnicolaGamberoRosso 1NOCI (Bari) - La prestigiosa guida del “Gambero Rosso”, a seguito delle numerose menzioni della stampa anche straniera, ha voluto premiare Marino Notarnicola eleggendolo Campione Regionale di street food ed inserendolo all'interno della guida.
Il “re del panino”, intervistato da Noci24, dichiara la sua soddisfazione e la sua gratitudine per un riconoscimento che “Arriva dal cuore della gente! ”.

05 09 MarinoNotarnicolaGamberoRosso 2Abbiamo atteso Marino Notarnicola nel caratteristico e ormai rinomato locale prima che iniziasse come di consueto ad affollarsi. Gli avevamo chiesto di raccontarci, in una breve intervista, quello che ha significato per lui questo ennesimo e prestigioso riconoscimento.
Marino è arrivato trafelato: ormai è sempre super impegnato. Trafelato, sì, ma indossando quel suo perenne sorriso rassicurante e bonario che lo identifica e che offre ai clienti assieme alle molteplici varianti di panino e a un buon calice di vino.

Marino, come sei arrivato a questo prestigioso riconoscimento?
“E’ un riconoscimento che arriva dal cuore della gente e per questo, lo riteniamo il più importante. I turisti che si sono fermati da noi, una volta rientrati, si sono premurati di recensire il nostro locale e il nostro cibo. Devo dire che è un qualcosa a cui noi difficilmente siamo abituati nel rientrare magari dalle nostre vacanze. Eppure, sarebbe una forma educazione e di gratitudine verso i locali che ci hanno ospitati e il loro personale".

Immaginiamo che dal “Gambero Rosso” si siano presentati “in incognito” per visitare il locale, degustare e testare personalmente quanto era stato recensito dai turisti.
“Si: loro non ti dicono mai chi sono. Vengono tantissimi giornalisti e anche chef a degustare. Io non me ne accorgo non solo per il fatto che non palesano la loro identità, ma anche perché sono perennemente impegnato a soddisfare le esigenze del cliente. Per me i clienti meritano tutti lo stesso trattamento, tutti lo stesso calore e le stesse attenzioni. Per quanto riguarda il premio, siamo stati contattati telefonicamente ed invitati a ritirarlo in quel di Milano".
Come nasce “Il panino di Marino”?
“Bhè, il vero protagonista è il cliente: noi lo aiutiamo semplicemente a “costruirlo” in base alle sue esigenze, suggerendo semplicemente gli ingredienti che potrebbero legar meglio con quelli da cui si è partiti".

E qual è il panino più gettonato?
Semplicemente impossibile rispondere a questa domanda! Ogni panino è un qualcosa di unico ed irripetibile! Tanto che difficilmente riusciamo a riproporlo al stesso cliente che chiede di gustare un panino identico a quello mangiato poco prima".

E’ questo quindi il segreto della vostra unicità.
Principalmente si, ma non soltanto. Siamo un locale unico nel suo genere perché al giorno d’oggi, tutti badano più ai numeri e al guadagno. A noi interessa riuscire a soddisfare anche solo un palato in più al giorno".

Notiamo davvero una moltitudine di ingredienti oltre ai diversi tipi di pane.
Si: ci piace offrire un servizio che sia il più variegato possibile ed in grado di soddisfare ogni palato. Per quanto riguarda il pane, sono tutte farine naturali e autoctone. Anche gli ingredienti delle farciture sono a provenienza strettamente territoriale e variano naturalmente a seconda delle stagioni. Confesso di essere molto rigido e intransigente per quel che concerne la selezione dei prodotti.

In che senso? O meglio, quali standard devono rispettare? 
“Bhè, se uno richiede per la farcitura del prosciutto crudo o del gorgonzola siamo costretti a rispondere che non ne disponiamo per una scelta personale, in quanto non vengono prodotti dalle nostre parti. Sempre presenti i salumi provenienti dalla zona di Martina Franca e del Faeto, così come i formaggi locali anche prodotti direttamente in masseria. Un nostro fornitore abituale è ad esempio “Zì Antonio”. Del resto quella dei prodotti strettamente locali, è una scelta obbligata per chi, come noi, intende raccontare l’anima del proprio territorio attraverso il gusto.

05 09 MarinoNotarnicolaGamberoRosso 3Marino, non abbiamo potuto non notare (e sicuramente non solo noi) che il tuo legame con il nostro territorio è tale, che hai scelto anche per l’insegna del locale una frase tipica del dialetto nocese arcaico.
“Alludete sicuramente a “Na dogghia d’aneme”, espressione che tradotta significa languore, che si traduce in vero e proprio dolore allo stomaco nel momento in cui si ha veramente bisogno di mangiare qualcosa. L’ho scelta volutamente perché è la tipologia di cliente che accolgo nel mio locale: chi magari, stanco e affamato dopo aver camminato a lungo alla scoperta del nostro territorio, vuole gustarne nel vero senso della parola l’essenza. Mi hanno più volte proposto anche di lavorare all'estero: sono stato abbastanza "conteso", ma ho sempre scelto di rimanere nella mia terra. Qui ci sono le mie radici, i miei affetti, i clienti abituali a cui sono ormai affezionato.

Ci colpisce anche il clima accogliente ed intimo che si respira qui da te.
“Bhè, abbiamo voluto ricreare il clima che si respirava un tempo nelle vecchie cantine, dove ci si ritrovava per gustare un tagliere con salumi o formaggi misti e per bere un bicchiere di vino. Lo si faceva anche assieme a chi inizialmente non si conosceva. Mangiando e chiacchierando, si faceva poi amicizia, ci si confrontava, si trovavano soluzioni ai problemi. Insomma, in una realtà frenetica e caotica, dove bisogna sempre e solo correre, noi rappresentiamo quel passaggio lento e rilassante di cui credo si abbia estremo bisogno per liberare la mente. La società ti dice “corri, fa alla svelta, presto, non c’è tempo” e noi rispondiamo: “fermati, rilassati, gusta e soprattutto sorridi”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Necrologi

trovo aziende

 

Pubblicità

 

 

Pubblicità

La pubblicità

Pubblicità

La pubblicità

Chi è on-line?

Abbiamo 284 visitatori e nessun utente online

SERVIZI

sezione-auguri sezione-vendesi sezione-necrologi

 
 
Pubblicità

FUORI CITTA'

Bari - 9 persone indagate per associazione per delinquere finalizzata al furto, alla ricettazione e…

01-02-2023

BARI - Dalle prime luci dell’alba, i Carabinieri del Comando Provinciale di Bari, coadiuvati dai militari dei Comandi Provinciali di Brindisi...

Capurso – Indagini dei Carabinieri su un’agenzia automobilistica: falsificava atti pubblici per velocizzare e definire…

01-02-2023

CAPURSO - I Carabinieri del Comando Provinciale di Bari hanno dato esecuzione a un’ordinanza applicativa di misura cautelare emessa dal Gip...

GdF Bari: sequestrati numerosi capi di abbigliamento e cuscini contraffatti dei brand “Disney” e “Marvel”

28-01-2023

PUTIGNANO - I Finanzieri della Tenenza di Putignano, nell’ambito di autonoma attività info-investigativa volta alla repressione dei traffici illeciti, con particolare...

Furti con scasso ai self-sevice di tabacchi e stazioni di servizio, quattro arresti

21-01-2023

MODUGNO - I Carabinieri della Compagnia di Modugno supportati da quelli di Palestrina (RM), in esecuzione di ad un’ordinanza di misura...

Altamura - Sequestro di armi e refurtiva in un box condominiale: due arresti

18-01-2023

ALTAMURA - I Carabinieri di Altamura hanno arrestato in flagranza di reato per detenzione illegale di armi e munizioni e ricettazione...

Infermiera presa a calci da una paziente in attesa al pronto soccorso dell’Ospedale Di Venere

15-01-2023

BARI – “Apprendiamo con sdegno dell’aggressione subita ieri da una nostra infermiera in servizio presso il pronto soccorso dell’Ospedale Di...

NECROLOGI

Addio a Rocco Recchia, decano degli artigiani nocesi

18-11-2022

NOCI – Lutto nel mondo dell’artigianato nocese: ci ha lasciati Rocco Recchia, il noto e stimatissimo calzolaio che aveva ereditato...

Lutto nell'imprenditoria locale: addio a Raffaele Putignano

11-10-2022

NOCI - Questa mattina è venuto a mancare all'affetto dei suoi cari l'imprenditore nocese Raffaele Putignano, all'età di 72 anni, dopo una...

Ci lascia il giovane concittadino Domenico: un lutto inaspettato per Noci

18-08-2022

NOCI – Una settimana di Ferragosto amara per Noci, che ha appreso con dolore la notizia della tragica scomparsa di...

Ci lascia Titina Sansonetti: aveva appena compiuto 104 anni

09-04-2022

NOCI – La comunità nocese perde ancora un baluardo della sua storia. Questa mattina infatti si è conclusa l’esistenza terrena...

Lutto tra i Carabinieri Forestali di Noci

28-02-2022

NOCI - Noci e la Coreggia piangono Nicola Annese, quarantotto anni, Carabiniere Forestale presso la Stazione di Noci da parecchi anni...

Addio a Peppino Longo

31-01-2022

BARI - “Perdiamo un amico, un rappresentante della Puglia, un uomo buono, sempre al servizio della sua terra. Imprenditore di...

LETTERE AL GIORNALE

Natale a Noci: un bilancio positivo

08-01-2023

NOCI - Le sezioni nocesi di Confartigianato, Confcommercio e Coldiretti, insieme all'AIS Puglia esprimono un caloroso ringraziamento ai nocesi per la...

Diversità ed inclusione

17-12-2022

LETTERE AL GIORNALE - Nella cornice delle feste natalizie, in un clima di inclusione e condivisione, gli alunni della 2D della...

Nino Vaccalluzzo e Noci: un tributo al maestro dell’Arte pirotecnica tragicamente scomparso

15-09-2022

Nell'immagine: Antonio Labate e Tonino D'Onghia accompagnati da Nino Vaccalluzzo (a sinistra) durante la visita all'azienda del 25 giugno 2010...

Un Comitato per l'estensione della rete idrico-fognante in Zona H

28-03-2022

LETTERA AL GIORNALE - In data 6/7 marzo 2022 è stata inviata al Comune di Noci e all’Autorità Idrica Pugliese...

Liuzzi "La Gazzetta, una lunga pausa salutare"

24-02-2022

NOCI - Una lunga pausa salutare. E non solo per il giornale e per i giornalisti ma anche, paradossalmente, per i...

IIS "Da Vinci - Agherbino": doverose precisazioni

07-01-2022

COMUNICATO - A seguito di notizie di stampa che rappresentano infedelmente la realtà dei fatti, l’Istituto “Da Vinci – Agherbino”...