Pubblicità

Pubblicità

NOCI24.it

Quotidiano on-line della città di Noci (Bari)

LunedÌ, 3 Agosto 2020 - 16:37

trovo aziende

 

2 12 Madonna di Lourdes 6NOCI (Bari) - Una comunità profondamente devota e consacrata a Nostra Signora di Lourdes quella nocese. Anche quest’anno quindi, i festeggiamenti in onore Suo sono stati solenni, lasciando spazio anche all’innovazione. Don Maurizio Caldararo ha voluto coinvolgere attivamente i suoi parrocchiani in un vero e proprio cammino di fede che la Parrocchia SS. Nome di Gesù ha iniziato il 27 gennaio, e che si è concluso l’11 febbraio, data in cui ricorre la festa di Maria Ss.ma di Lourdes. Don Caldararo ha voluto che la forza corroborante e salvifica della preghiera abbracciasse tutti. Per questo motivo, la Parrocchia ha trasmesso le funzioni in diretta sulla sua pagina facebook: anche la fede deve saper stare al passo con i tempi.
Domenica 10 febbraio, nella Solennità della Dedicazione della Parrocchia, la Celebrazione Eucaristica è stata presieduta da Monsignor Giuseppe Favale, Vescovo della diocesi di Conversano-Monopoli. Durante la Funzione, è stato amministrato il Sacramento dell’Unzione degli Ammalati. Lunedì 11 febbraio,  Monsignor Agostino Superbo, Arcivescovo Emerito di Potenza ha concelebrato la Messa solenne delle 17:30. Al termine della Funzione, la statua di Maria di Lourdes con la piccola Bernardetta inginocchiata ai suoi piedi, ha percorso le vie del paese.

2 12 Madonna di Lourdes 8Era stracolma di gente la Chiesa del SS. Nome di Gesù lo scorso 10 febbraio, in occasione della Solennità della Dedicazione della Parrocchia. Durante la funzione delle ore 18:00, presieduta da Monsignor Giuseppe Favale, è stato quasi come se Maria volesse invitare tutti a stringersi l’uno all’altro, tanto fisicamente, quanto spiritualmente. Favale ha parlato dell’importanza dei sacramenti quali acqua viva a cui attingere per dissetare, rinfrancare ed accrescere la nostra fede. Un seme che ci viene donato con il battesimo e che tutti gli altri sacramenti aiutano a far germogliare e a crescere.
“La crescita è un fatto che avviene in maniera del tutto naturale dal punto di vista fisico, mentre quella spirituale richiede il nostro costante e attivo impegno. I sacramenti sono la fonte a cui attingere durante il cammino per recuperare ogni volta le energie necessarie a non fermarci” - ha detto Favale durante l’omelia. Parlando di sacramenti, la funzione ha contemplato l’Amministrazione dell’Unzione degli Ammalati. Un Sacramento troppo spesso sottovalutato: inquadrato nell’ottica sbagliata di un momento di massima sofferenza e disperazione, quel momento in cui la vita sta per volgere al termine e non c’è più nulla da fare. Non è affatto così: è un Sacramento a cui possono attingere tutti coloro che desiderano trovare sollievo dalle sofferenze del corpo e dello spirito, in modo da proseguire con più forza ed energia il cammino della vita. Il Sacramento è stato accompagnato dal gesto più antico nell’ambito della Cristianità: l’imposizione delle mani.

2 12 Madonna di LourdesPer tre volte, Monsignor Favale ha segnato con l’olio benedetto la fronte e i palmi delle mani di ciascun fedele. Una luce costante per la nostra mente ed una luce da custodire tra le mani, per farne a nostra volta dono a chi ne è privo.

Lunedì 11 febbraio, nel giorno della Sua festa tutti stretti attorno a Maria al grido di “Totus tuus”, emblematico motto che ha accompagnato Papa Giovanni Paolo II per l’intera durata del suo pontificato. Anche la comunità nocese ha voluto adottarlo per esprimere la sua devozione ed un dolce e totale abbandono alla Vergine. La giornata conclusiva e più importante di questo emozionante cammino di introspezione e preghiera, si è celebrata nella maniera più degna e sentita. Monsignor Agostino Superbo, Arciescovo Emerito di Potenza, ha infatti presieduto la Messa Solenne delle 17:30, presentando Maria come la colonna portante della cristianità, che sceglie però l’umiltà e la semplicità di Bernadette.

Bernardette che china il capo e le ginocchia al Suo cospetto, che accetta quella penitenza che tanto fortifica e avvicina a Dio; Bernadette che mantiene il suo cuore aperto, puro, ricettivo. Al termine della Funzione, anche la pioggia, scrosciante fino a pochi istanti prima, si è fermata per consentire alla processione di percorrere le vie del paese.
2 12 Madonna diLourdesDonMaurizioDel resto, Don Maurizio Caldararo, prima di concelebrare, si era detto sicuro del potere della preghiera: “Sta piovendo a dirotto, ma io credo fermamente che la preghiera collettiva fermerà la pioggia, così da consentirci di cantare a Maria “Bella tu sei qual sole, bianca più della luna”. Ricordo che un anno, proprio in questa ricorrenza, prendemmo parte alla processione sotto la pioggia, bagnandoci da capo a piedi ma offrendo di buon grado questo piccolo sacrifico a Nostra Signora. Se la pioggia non si fermerà, vorrà dire che accetteremo nuovamente quella penitenza che ci santifica e ci rende ancor più degni dello sguardo benevolo della Madre Celeste”

2 12 Madonna di Lourdes 2 copyMaria, benevola, deve aver deciso che per la sua Noci dovesse essere una festa e non una penitenza. Così, nel cielo è apparsa davvero la luna auspicata da Don Maurizio. Una luna che ha conferito ancora più luce alla facciata della Chiesa del SS. Nome di Gesù, già rivestita dalle luminarie allestite dalla ditta Faniuolo di Putignano.
Eccola la nostra bianca luna che da lassù ci guarda e ci piace pensare che simboleggi lo sguardo della Vergine con cui ora ci mettiamo in cammino”- ha detto don Caldararo prima che la processione avesse inizio.
L’effige di Nostra Signora di Lourdes, con Bernardetta inginocchiata ai suoi piedi, si è incamminata quindi per le vie dei Noci, così da incontrare lo sguardo di tutti i suoi figli.

2 12 Madonna di Lourdes 13

L’hanno salutata mani giunte, occhi lucidi e cappelli che, nonostante il freddo, hanno scoperto il capo per poggiarsi sul cuore. Nessuna madre resta indifferente alle suppliche accorate di un figlio e anche se Maria ne ha tanti, il suo sguardo non conosce limiti ed è in grado di abbracciarli tutti.

A chi non riceve la guarigione fisica, viene fatto dono della pace interiore e della forza necessaria per accettare la malattia convivendoci con il sorriso, ma la Vergine non lascia a mani vuote nessuno.

Commenta tramite Facebook

 

trovo aziende

 

Altri hanno letto anche:

La pubblicità
Pubblicità

Pubblicità

Ginevra
Pubblicità

Pubblicità

La pubblicità

Pubblicità

La pubblicità

Chi è on-line?

Abbiamo 445 visitatori e nessun utente online

SERVIZI

sezione-auguri sezione-vendesi sezione-necrologi

 
 

FUORI CITTA'

Da Alberobello a Pescara per “Mister Italia 2020”

01-08-2020

ALBEROBELLO - C’è anche un 20enne di Alberobello (BA) tra i trentadue finalisti che sabato sera 1 agosto a Pescara...

Guardia di Finanza Bari: eseguite tre ordinanze di custodia cautelare nei confronti dei responsabili di…

17-07-2020

BARI - In data odierna, i Finanzieri del G.I.C.O. del Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria della Guardia di Finanza di Bari...

Alberobello - Molestie e minacce in un locale pubblico: arrestato dai Carabinieri

16-07-2020

ALBEROBELLO - I Carabinieri della Stazione di Alberobello, in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal GIP presso il Tribunale...

Gioia del colle - Arrestato imprenditore per sfruttamento del lavoro

09-07-2020

GIOIA DEL COLLE (Bari) - I Carabinieri della “task force” dedicata al contrasto del fenomeno della intermediazione illecita e dello sfruttamento...

Operazione “ECLISSI” dei Carabinieri della Compagnia di Monopoli: 6 arresti

06-07-2020

BARI - Dalle prime ore dell’alba, i Carabinieri della Compagnia di Monopoli, coadiuvati dal Nucleo Cinofili e dallo Squadrone eliportato Cacciatori...

Corato - Sfruttamento della prostituzione: arrestate due donne

04-07-2020

Corato (Bari) - Sono due le donne arrestate nei giorni scorsi dalla Stazione Carabinieri di Corato, un’italiana 45enne e una marocchina...

NECROLOGI

E' tornato alla casa del Padre Giovanni Novembre

10-06-2020

E' tornato alla casa del Padre all'età di 71 anni Giovanni Novembre. Lo annunciano la moglie Angela, i figli Giuseppe...

Ricordo di Nicola Putignano

22-12-2019

Il 18 dicembre 2019 è venuto a mancare all'affetto dei suoi cari e dell'intera città il prof. Nicola Putignano, docente...

Muore il 42enne Mirko Quarato: oggi i funerali in Chiesa Madre

24-04-2019

NOCI (Bari) - Non ce l'ha fatta a sopravvivere il giovanissimo Mirko Quarato dopo il pericoloso incidente che lo aveva...

LETTERE AL GIORNALE

Auguri nonna Stella!

04-07-2020

NOCI (Bari) - Il 1 luglio 2020 nonna Stella, per tutti Stella Palattella, per le amiche e vicine di casa "Stellina...

Offese all'ing. Conforti. La replica dei giornalisti Longo e Scagliarini

05-06-2020

Riceviamo e pubblichiamo la replica dei giornalisti Giovanni Longo e Massimiliano Scagliarini al comunicato pubblicato il 23 maggio su NOCI24.it a firma...

Morea replica a Plantone

22-05-2020

NOCI - Il consigliere comunale di minoranza Stanislao Morea (Idea Noci) ha diffuso una nota in replica al comunicato del consigliere...

Per una Scuola silenziosa ed autenticamente operante

27-04-2020

LETTERE AL GIORNALE - Nel mostrare ciò che si fa, si corre sempre il rischio che la volontà di fare...

Vito Plantone: "Andrà tutto bene"

15-03-2020

COMUNICATO - Ci sentivamo invincibili. Pensavamo che il mondo fosse controllabile semplicemente dal nostro salotto di casa e tenendo tra...

“Ed elli avea del cul fatto trombetta”

13-03-2020

LETTERE AL GIORNALE - "Perché mi serve un nemico?" chiese Paperone a Rockerduck. Il mio è la pigrizia che combatto...