ADV

 

Liturgie del popolo: alla scoperta dei riti della Settimana Santa tra letture, canti e racconti

04 15 LeNostreTradizioniPasqualiNOCI – Un viaggio intenso e suggestivo quello proposto lo scorso 14 aprile, nella giornata del Giovedì Santo, dall’Associazione RiGenera.
Il percorso, iniziato dal Calvario alle ore 19:30, ha portato i partecipanti lungo le strade del nostro Centro Storico alla scoperta dei riti e delle liturgie popolari che caratterizzavano un tempo la Settimana Santa. Preziosa è stata la collaborazione sia di Antonio Natile, profondo conoscitore del territorio e del grande patrimonio culturale che lo riguarda, sia di Felice Gioia, che per la prima volta ha riproposto alcuni antichi canti databili all’incirca al 1700.

Guarda il Video https://fb.watch/cp8IReSRqc/

04 15 AllascopertadiRitieTradizioniPasqualiIl percorso, naturalmente, non poteva non toccare le Chiese del Carmine e quella dedicata a Sant’Agostino e San Giuseppe, risalente al 1659 e importante perché vi sono custodite le effigi della Desolata e della Pietà, protagoniste della Processione dei Misteri, tanto amata dai nocesi.
Come ha ricordato Antonio Natile, la prima documentazione che la riguardi risale al 1635, ma certamente non dobbiamo immaginare la Processione dei Misteri dell’epoca così come la conosciamo oggi.
All’epoca, la partenza avveniva dalla Chiesa di San Pietro ed era gestita dalla Confraternita del Sacramento. Non va infatti dimenticato il ruolo importantissimo giocato all’epoca dalle molteplici confraternite esistenti sul territorio, che spesso entravano anche in confitto tra di loro per la gestione di eventi e liturgie religiose.

04 15 TradizioniSettimanaSanta

Guarda il Video https://fb.watch/cp8IReSRqc/

Sul finire degli anni ’60, la Processione dei Misteri venne sospesa per diversi decenni. Riprenderà infatti solo nel 1996, ampliata con le processioni del venerdì mattina.
Merita un’attenzione particolare anche la Processione di Cristo Casaboli, che deve il suo nome a un falso storico, una “fake news” ante litteram.
Per lungo tempo si è infatti ritenuto che il Crocifisso portato in processione proprio durante il Venerdì Santo, fosse quello “miracolosamente” salvatosi da un incendio che nel 1400 avrebbe distrutto i casali di Barsento e, appunto, quello di Casaboli. La “leggenda” avrebbe però in questo caso contribuito a mantenere viva la tradizione.
Riguardo alle statue portate in processione, esse dovevano essere necessariamente dotate di grande espressività, dalla quale doveva poi derivare tutto il loro potere comunicativo, rivolto a un popolo per la maggior parte non certo acculturato, che necessitava di “vedere” per meglio intendere. Proprio a questo proposito, una delle maggiori “pecche” della Chiesa dell’epoca era l’esprimersi in latino, una lingua che certamente non era quella in cui potesse identificarsi la gente semplice.
Il popolo, così, quasi per ripicca, iniziò a trasporre in dialetto moltissime preghiere, alcune delle quali poi musicate sulla base dei “canti ufficiali”.
Se vogliamo, queste rielaborazioni in dialetto, la “lingua del cuore”, risultano ancora più toccanti. Non a caso, tra i momenti clou della serata c’è stata proprio l’esibizione del nostro ormai iconico Felice Gioia in due antichi canti popolari databili all’incirca al 1700 e riproposti per la prima volta in assoluto. Al termine delle due intense esibizioni, sia Gioia che Natile hanno evidenziato come non si trattasse di un semplice e “laconico” cantare le lodi, ma quasi di una partecipatissima rappresentazione teatrale, che vedeva le donne calarsi realmente nei panni dell’Addolorata e delle sue consolatrici, che la confortavano ricordandole che solo 3 giorni sarebbero dovuti trascorrere prima che vedesse suo Figlio risorgere. Va sottolineato come, al tempo, l’accento venisse posto prevalentemente sulla Via Crucis, quindi sulla passione e sui dolori sofferti da Cristo, piuttosto che sulla resurrezione, quindi sull’epilogo glorioso del calvario.

04 15 AnticheTradizioniSettimanaSanta

Guarda il Video https://fb.watch/cp8IReSRqc/

Il percorso è terminato presso la “gnostra d’ capegnure”, dove oltre a scambiarsi gli auguri in vista della Pasqua, i presenti hanno potuto degustare i dolci tipici della tradizione del periodo. Protagonisti i classici taralloni ricoperti di glassa di zucchero e i mitici “sòrge mbise”.
Merita una riflessione il nome dialettalmente imposto a quelle che nel resto della Puglia sono meglio conosciute come “scarcelle”.
Se erroneamente molti erano convinti che “sorge mbise” fosse riferibile al fatto che questo dolce tradizionale avesse l’uovo (simbolo della vita) “incastonato” nell’impasto, Antonio Natile ne ha ricordato la definizione letterale che sarebbe appunto “colui che si è alzato in piedi” (quindi che è risorto). E i nostri nonni o genitori, ricorderanno bene come fosse severamente vietato addentare questa prelibatezza prima che suonassero a festa le campane nella domenica di Pasqua.
Ci piace concludere proponendovi qui di seguito il video dell’esibizione di Felice Gioia, in modo che anche i lettori impossibilitati a partecipare all’evento possano ascoltare per la prima volta questo commovente canto popolare che nessuno cantava più da moltissimi anni.

 

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

trovo aziende

ADV

 

 

Informazione pubblicitaria

tatulli noci24 ok

 

 

Informazione pubblicitaria La pubblicità

 

 

ADV

FUORI CITTA'

Truffa di 12.000 euro in danno di un anziano. I Carabinieri di Modugno arrestano una…

31-05-2024

MODUGNO - Questa mattina, i Carabinieri della Compagnia di Modugno hanno eseguito un’ordinanza applicativa della misura cautelare “agli arresti domiciliari”, emessa...

Sigilli ad autodemolitore abusivo: sequestrata area di 11.000 mq

10-05-2024

GIOIA DEL COLLE – Nei giorni scorsi, i militari del Nucleo Investigativo di Polizia Ambientale Agroalimentare e Forestale (NIPAAF) del...

Altamura: rifiuti tombati in cava

30-04-2024

ALTAMURA - I militari coordinati dal Gruppo Carabinieri forestale di Bari, con l’ausilio del Reparto Carabinieri Parco Nazionale dell’Alta Murgia e...

Bari - Scoperto un deposito di sostanze stupefacenti. Arrestato un 24enne

23-04-2024

BARI - I Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Bari San Paolo hanno arrestato in flagranza di reato un 24enne...

Bari e Capurso: custodia cautelare nei confronti di otto persone per i reati di lesioni…

15-04-2024

BARI E CAPURSO - Nella prima mattinata di sabato i Carabinieri della Compagnia di Bari San Paolo e della Stazione CC...

GdF Bari: ordinanza di misure cautelari nei confronti di 7 persone per corruzione, turbata libertà…

10-04-2024

BARI - I finanzieri del Comando Provinciale di Bari stanno dando esecuzione a Bari e provincia a un’ordinanza applicativa di misure...

NECROLOGI

Addio a Nicola Giacovelli: lo “scalpellino" nocese che fu internato nei lager nazifascisti

11-04-2024

NOCI – La comunità nocese dice addio a Nicola Giacovelli, padre del dott. Francesco Giacovelli, uno dei nostri architetti più...

Addio a Oronzo Colucci: aveva dedicato gran parte della sua vita al volontariato

19-08-2023

NOCI – Una gravissima perdita per Noci: ci lascia Oronzo Colucci, amatissimo dalla comunità per le sue virtù di incondizionato...

Addio a Leo Morea: padre coraggio al fianco delle vittime della strada

02-08-2023

  NOCI – Ci ha lasciati il 2 agosto il nostro concittadino Leo Morea, che pur vivendo a Milano, aveva lasciato un...

Addio alla fotografa Marta Attolini: il ricordo della nipote Angela Bianca Saponari

22-07-2023

NOCI - Ci ha lasciati lo scorso 28 giugno la nota fotografa nocese Marta Attolini, figlia dell'apprezzatissimo Giovanni Attolini, da...

Ci ha lasciato Giovanni Miccolis

08-07-2023

NOCI - E' venuto a mancare all'età di 70 anni Giovanni Miccolis, dipendente comunale in quiescenza e da sempre...

Mondo del giornalismo in lutto per la scomparsa di Patrizia Nettis

30-06-2023

Alla famiglia il sentito cordoglio della redazione di NOCI24.it. NOCI - E' scomparsa all'impovviso due giorni fa all'età di 41...

LETTERE AL GIORNALE

Concluso l'anno associativo dell' Asd Movida

25-06-2024

LETTERE AL GIORNALE - C'è una squadra di piccole grandi atlete che per mesi hanno coltivato le proprie passioni...

“Buon viaggio, Nonna Annina":  il saluto di Tetta a Nonna Annina Lippolis

19-06-2024

LETTERE AL GIORNALE – Pubblichiamo con grande coinvolgimento emotivo la lettera che la signora Tetta, sua vicina e amica, ha...

"Contratti di Quartiere", l'opposizione contraria all'aumento del prezzo degli alloggi di edilizia convenzionata

15-06-2024

LETTERE AL GIORNALE - Riceviamo e pubblichiamo una nota politica dell'opposizione in merito all'aumento del prezzo di vendita degli alloggi...

Appuntamento mensile in biblioteca: come innamorarsi dei libri e dei luoghi che li custodiscono

30-05-2024

NOCI - Riceviamo da parte della maestra Dora Intini (e pubblichiamo con grande entusiasmo) il resoconto di una emozionante e...

Assolti dall’accusa di diffamazione “perché il fatto non sussiste”

27-05-2024

REPLICA DI PAOLO CONFORTI del 29 maggio 2024 Riceviamo e pubblichiamo. Apprendo del comunicato di Scagliarini e Longo ed al fine di...

Associazioni e comitati contro la potatura drastica degli alberi del perimetro urbano

27-02-2024

“Eco Eventi OdV” e “Comitato di quartiere via T. Fiore” hanno incontrato l’assessora Checca Tinella e il responsabile del verde Giuseppe...