Pubblicità

Pubblicità

NOCI24.it

Quotidiano on-line della città di Noci (Bari)

Domenica, 27 Settembre 2020 - 22:44
 

coronavirus

 lamp   La situazione del Covid-19  -->> nel Mondo   e   -->> in Italia   lamp

trovo aziende

 

10 13maggieappNOCI (Bari) - Facilitare l'approccio alla matematica tra gli studenti più piccoli e promuovere l'uguaglianza di genere. Con questo nobile e funzionale obbiettivo si presenta sulla scena delle educational app "Maggie - Il tesoro di Seshat", presentata lo scorso lunedì 8 ottobre presso l'auditorium della scuola media Gallo ma già avviata a livello nazionale sul App store e Play store a partire dallo scorso 29 settembre 2018.

L'incontro organizzato dal Comune di Noci e dal Soroptimist International d’Italia Club di Martina Franca e Club di Bari, ha visto gli interventi della prof.ssa Enza Buonfrate, Soroptimist Club di Martina Franca, della prof.ssa Angela Bianca Saponari, Soroptimist Club di Bari, della prof.ssa Veronica Rossano, Metodi e tecniche per l’e-learning Uniba, e la prof.ssa Antonella Montone, Didattica della Matematica Uniba.
I saluti istituzionali sono invece stati riservati al Sindaco, Domenico Nisi, e l’Assessore alla Socialità e Pubblica Istruzione Marta Jerovante.

La misteriosa ed intrigante figura dell'archeologa Maggie, attraverso la sua personalità e l'interazione dei giovanissimi utenti a cui è dedicata l'app, supera mille peripezie scontrandosi con indovinelli e giochetti matematici per raggiungere il tesoro di Seshat.
Puntando sulla sempre più imponente eredità digitale che pesa su questa generazione di nativi e approfittando del continuo aumento, anche finanziato dall'UE, di tablet in dotazione agli Istituti: "Maggie - Il tesoro di Seshat" punta a diventare strumento privilegiato per avvicinare di buon gusto gli studenti delle scuole elementari alla matematica.

Si tratta di un videogioco di avventura che ha per protagonista una ragazzina arguta e avventurosa – Maggie - la quale, insieme ad un piccolo gruppo di amici, si mette a caccia di un tesoro appartenuto nell'antico Egitto a Seshat, dea del calcolo e della scrittura. Riuscirà a scovarlo risolvendo una ventina di enigmi che, oltre ad esercitare le competenze aritmetiche di base (somma, differenza, prodotto, parità, maggiore, minore, etc), fanno leva su 4 temi matematici, che in genere vengono affrontati a partire dalla classe terza e che qualche volta risultano ostici da far comprendere ai bambini: massimo comune multiplo, minimo comune denominatore; isometrie e similitudini; calcolo delle probabilità; teoria dei grafi.

Gli obiettivi che l'app si pone, oltre ad esercitare il pensiero logico matematico delle bambine e dei bambini che ci giocheranno, è quello di contribuire a superare gli stereotipi di genere che dipingono le bambine come meno coraggiose e più portate per le materie umanistiche anziché quelle scientifiche e quello di contribuire, tramite il gioco, a superare per bambine e bambini, la paura della matematica, predisponendoli così il più possibile alle discipline STEM. L'app nasce nel Soroptimist Club Firenze da un'idea delle socie Enrica Ficai Veltroni e Caterina Primi, ma è sostenuta da ben 46 Soroptimist Club sparsi per tutta Italia e dal Soroptimist International d'Italia. I contenuti scientifici sono a cura del Prof. Pietro Di Martino del Dipartimento di Matematica dell'Università di Pisa, delegato del rettore per la formazione degli insegnanti. La realizzazione dell'app è stata affidata allo Studio Evil di Bologna. Il Soroptimist International è un'associazione femminile di servizio, presente in tutto il mondo, che opera in diversi campi, senza fini di lucro e tramite azioni concrete, per lo sviluppo del potenziale delle donne.

PER BAMBINE E BAMBINI DAI 7 AI 12 ANNI

L’app è pensata per gli studenti della scuola primaria, dai 7 ai 12 anni. Gli enigmi del gioco sono tarati sulle competenze scolastiche delle classi 3^ e 4^ ma possono essere affrontati anche dai più piccoli usufruendo, quand’è necessario, di indizi utili alla risoluzione degli enigmi. Gli stessi quesiti possono essere approfonditi a livelli anche molto avanzati e dunque discussi anche a livello di scuola secondaria di primo grado.

UN GIOCO D’AVVENTURA E D’INGEGNO

L’app è un puzzle math game. I giocatori affrontano un’avventura in cui la risoluzione di enigmi di difficoltà crescente è la chiave per procedere. Piccoli oggetti da collezionare e un museo da allestire motivano sempre più i giocatori a sfidare se se stessi per trovare il tesoro di Seshat.

TROVARE IL TESORO DI SESHAT

Nell'antico Egitto Seshat era la dea della scrittura e dell'aritmetica. Il suo nome significa La Scriba, ma era conosciuta anche come Signora delle Stelle e Bibliotecaria Celeste. Cercare il suo tesoro equivale a inseguire la propria inclinazione per la matematica, la lettura e la scrittura e scoprire così la ricchezza della conoscenza.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenta tramite Facebook

 

trovo aziende

 

Altri hanno letto anche:

La pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità

La pubblicità

Pubblicità

La pubblicità

Chi è on-line?

Abbiamo 549 visitatori e un utente online

SERVIZI

sezione-auguri sezione-vendesi sezione-necrologi

 
 

FUORI CITTA'

Bari, cambio al vertice del Comando Legione Carabinieri “Puglia”

13-09-2020

BARI - Nella Caserma “Chiaffredo Bergia” si è tenuta giovedì sera, alla presenza del Comandante Interregionale Carabinieri “Ogaden”, Generale di...

Operazione “Prometeo”: truffa aggravata per il conseguimento di incentivi statali al fotovoltaico

13-09-2020

BARI - I Finanzieri del Comando Provinciale e del Reparto Operativo Aeronavale di Bari hanno dato esecuzione al provvedimento emesso...

Scoperto laboratorio di amfetamine: due arresti

25-08-2020

CONVERSANO - I Carabinieri della Tenenza di Mola di Bari hanno arrestato in flagranza di reato G.A., di anni 45 e...

Toritto - I Carabinieri arrestano un pluripregiudicato 42enne per resistenza a P.U. e sequestrano apparecchiature…

14-08-2020

Toritto - Nella tarda mattinata di ieri i militari della Sezione Radiomobile di Modugno hanno rintracciato e tratto in arresto F...

Spinazzola - Operazione anti-caporalato: arrestati 3 imprenditori

14-08-2020

Spinazzola - I Carabinieri del Comando Provinciale di Bari e del Nucleo Ispettorato del Lavoro, da diversi giorni impegnati sul territorio...

Operazione “#Cheguaio!”: perquisizioni della GDF di Bari

07-08-2020

BARI - Il Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria della Guardia di Finanza di Bari ha eseguito perquisizioni domiciliari in Puglia, Campania...

NECROLOGI

E' tornato alla casa del Padre Giovanni Novembre

10-06-2020

E' tornato alla casa del Padre all'età di 71 anni Giovanni Novembre. Lo annunciano la moglie Angela, i figli Giuseppe...

Ricordo di Nicola Putignano

22-12-2019

Il 18 dicembre 2019 è venuto a mancare all'affetto dei suoi cari e dell'intera città il prof. Nicola Putignano, docente...

Muore il 42enne Mirko Quarato: oggi i funerali in Chiesa Madre

24-04-2019

NOCI (Bari) - Non ce l'ha fatta a sopravvivere il giovanissimo Mirko Quarato dopo il pericoloso incidente che lo aveva...

LETTERE AL GIORNALE

DS Chiara d’Aloja: lettera aperta alla Comunità Educante

28-08-2020

LETTERE AL GIORNALE - Il nuovo anno scolastico è alle porte anche per l’Istituto Comprensivo Gallo-Positano e sarà un anno speciale...

Piero Liuzzi: "Zavoli e la sua fame di Sud"

06-08-2020

NOCI - Riceviamo e pubblichiamo questo breve ricordo del sen. Piero Liuzzi sul suo originale rapporto con Sergio ZAVOLI, parlamentare...

Auguri nonna Stella!

04-07-2020

NOCI (Bari) - Il 1 luglio 2020 nonna Stella, per tutti Stella Palattella, per le amiche e vicine di casa "Stellina...

Offese all'ing. Conforti. La replica dei giornalisti Longo e Scagliarini

05-06-2020

Riceviamo e pubblichiamo la replica dei giornalisti Giovanni Longo e Massimiliano Scagliarini al comunicato pubblicato il 23 maggio su NOCI24.it a firma...

Morea replica a Plantone

22-05-2020

NOCI - Il consigliere comunale di minoranza Stanislao Morea (Idea Noci) ha diffuso una nota in replica al comunicato del consigliere...

Per una Scuola silenziosa ed autenticamente operante

27-04-2020

LETTERE AL GIORNALE - Nel mostrare ciò che si fa, si corre sempre il rischio che la volontà di fare...