Informazione pubblicitaria

Informazione pubblicitaria

NOCI24.it

Quotidiano on-line della città di Noci (Bari)

LunedÌ, 21 Giugno 2021 - 19:12

coronavirus

 lamp   La situazione del Covid-19  -->> nel Mondo   e   -->> in Italia   lamp

trovo aziende

 

03 27 copertinalibroGianfrate1NOCI (Bari) – Donne di briganti o brigantesse, sono loro le protagoniste del libro "Per forza o per amore: donne di briganti nel vecchio Sud" presentato il 25 marzo presso il Chiostro delle Clarisse di Noci, da Michele Pettinato, direttore responsabile della rivista "Il Sud-Est" e Nicola Putignano, editore.

 

03 26 libroGianfratebriganti2L' evento è stato inaugurato dal discorso di presentazione della rivista "Il Sud-Est "di Nicola Putignano , il quale ha definito il libro scritto da Gianfrate: "sulla stessa linea etica ed editoriale operata dalla rivista, che possiamo definire progressista, riformista, che ha come impostazione quella di partire dal particolare per giungere all' internazionale."
La parola è subito passata al docente universitario Nicola Colonna il quale ha inquadrato e chiarito dal punto di vista storico, politico e sociale, il fenomeno del brigantaggio ancora poco conosciuto ai più giovani, sottolineando però la necessità di conoscere questa "embrionale guerra civile considerata dallo Stato come un esclusivo fatto di ordine pubblico, invece diventata protagonista negli anni '60-'70 di un inasprimento del conflitto sociale, che ha assunto forme di carattere eversivo." - ha continuato - " I briganti nel Mezzogiorno sono poveri tanto quanto i soggetti toccati dall' imposizioni fiscali operate dallo Stato, l'obiettivo quindi di questo libro è quello di vedere l'evento non dal punto di vista dei vincitori, ma degli sconfitti ed in particolare delle donne che già all'interno della società vivono una vita di sottomissione. Per alcune di queste, la sorte vuole l' incontro con storie di disperazione come le proprie e di conseguenza l' intreccio delle loro vita."

03 26 librogianfratebriganti3Successivamente, Michele Pettinato ha presentato la carriera dello scrittore Mario Gianfrate, per poi chiedere a quest'ultimo se di fatto ci fosse una storia, raccontata nel libro, che l'avesse particolarmente emozionato.
Lo scrittore Mario Gianfrate non ha perso l'occasione per definire la grande differenza tra le donna dei briganti e le brigantesse, spiegando che la maggior parte delle donne da lui raccontate nel libro siano donne di briganti le quali: "furono costrette a periodi di latitanze, affiancando il brigante, allontanate dai vezzi, dagli amici e dai parenti. Quasi sempre furono donne molto belle, giovani e sole, sedotte e costrette in schiavitù. Differente da quello che invece riguardava le brigantesse che scelsero da sole di schierarsi in questa forma di resistenza." Uno dei tanti esempi riportati da Gianfrate è stata la storia di Domenica Rosa Martinelli e il sanguinario brigante Francesco Monaco che riparatosi in una masseria per la pioggia, incontra la contadina di appena vent’anni che, di ritorno da Francavilla insieme al cognato, ha trovato anch' ella rifugio in quella masseria. Il brigante se ne invaghisce: la ragazza, in un primo momento, rifiuta la corte del suo spasimante ma, quando Francesco Monaco – come lei stessa, in seguito sosterrà – minaccia di ammazzarla, si arrende e trascorre con lui una appassionata notte d’amore. Il brigante ha così deciso il destino di Menica: lo seguirà nelle sue imprese, divenendo essa stessa una brigantessa. Per questo, le taglia i capelli e le fa indossare abiti maschili ponendogli un berretto sul capo. Agli altri uomini della banda, però, non sfuggono le grazie della ragazza che, malgrado vesta da brigante, è piuttosto belloccia; ritengono che anche loro abbiano il diritto di approfittare della donna. Scoppia una violenta lite tra il Monaco e i suoi seguaci, il quale però, a sorpresa, sarà colpito alle spalle da pugnalate infertegli da un paio di briganti. Il crimine, determina la fine del capobanda e della sua banda. Gli assassini fuggono mentre Menica si consegnarà ai carabinieri. Questi ultimi, peraltro accettando l’idea che la giovane fosse stata costretta a seguire il brigante contro la sua volontà, la assolvono.
Ha concluso l'evento un' ulteriore domanda posta da Michele Pettinato al professor Colonna : " E' di fatto possibile individuare una componente idealistica in questa forma di resistenza o no?", secca e precisa la risposta del professore il quale ha immediatamente risposto che: " No, questa forma di resistenza ebbe connotati reali e politici che però non furono adeguatamente riconosciuti dalla politica del tempo."

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenta tramite Facebook

 

Necrologi

Necrologi - Venerdì, 28 Maggio 2021

Ultimo saluto a Pietro Cazzolla

trovo aziende

 

Altri hanno letto anche:

Informazione pubblicitaria

La pubblicità

Informazione pubblicitaria

La pubblicità

Chi è on-line?

Abbiamo 357 visitatori e nessun utente online

SERVIZI

sezione-auguri sezione-vendesi sezione-necrologi

 
 

FUORI CITTA'

Molfetta: 16 arresti per corruzione

08-06-2021

Aggiornamento 9 giugno 2021 -Stando a quanto si apprende da numerose fonti giornalistiche locali e regionali, tra le 10 persone...

Gioia del Colle - Arrestato con 125 gr di marijuana

21-05-2021

GIOIA DEL COLLE - I Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Carabinieri di Gioia del Colle, al termine di un predisposto...

Nuovo comandante Comando Stazione Carabinieri di Locorotondo

16-05-2021

BARI - Il 3 maggio scorso, si è insediato, quale Comandante della Stazione Carabinieri di Locorotondo, il Maresciallo Capo SEMERANO...

I Carabinieri del Nucleo Tutela Patrimonio Culturale di Bari presentano i risultati dell’attività operativa del…

13-05-2021

BARI - Il Nucleo Carabinieri TPC di Bari, nell'ambito delle numerosissime attività investigative avviate sui territori di Puglia e Basilicata...

Monopoli - Operazione “lock down”, 5 arresti per furti d'auto e ricettazione

06-05-2021

MONOPOLI - Ieri alle prime ore dell’alba, nelle provincie di Bari, Foggia e Lecce, i Carabinieri della Compagnia di Monopoli...

Contromano sulla Statale, incidente mortale a Fasano

01-05-2021

FASANO - Grave incidente ieri mattina sulla Strada Statale 16, in zona Fasano. Un'auto, una Huyndai I20 condotta da due...

NECROLOGI

Ultimo saluto a Pietro Cazzolla

28-05-2021

NECROLOGIO - Improvvisamente ieri, 27 maggio 2021, all'età di 42 anni è tornato alla casa del Padre Pietro Cazzolla. Lo...

Come inviare un necrologio su NOCI24.it

03-02-2021

Invia i tuoi necrologi su NOCI24.it. Registrati sul sito, fai il Login ed invia i tuoi necrologi. Se desideri allegare...

LETTERE AL GIORNALE

Comitato per la cittadinanza onoraria nocese a Liliana Segre: alcune considerazioni

30-05-2021

NOCI - Pubblichiamo du seguito alcune importanti considerazioni ricevute da parte del Comitato per il conferimento della cittadinanza nocese alla...

25 aprile 2021

25-04-2021

NOCI - Il 25 aprile è festa. Lo sanno tutti. Soprattutto gli studenti, perché quasi sempre è un giorno di...

Liuzzi: "Anche a Noci il sogno magnogreco di Rossana Di Bello"

11-04-2021

NOCI - Piero Liuzzi ricorda Rossana Di Bello, ex sindaco di Taranto dal  2000 al 2006 e assessore regionale al...

Pensieri e parole di una giovane allevatrice

26-01-2021

LETTERA AL GIORNALE - Eppure tempo fa la mungitura rappresentava, per noi allevatori, un momento gioioso, con la quale si...

DS Chiara d’Aloja: lettera aperta alla Comunità Educante

28-08-2020

LETTERE AL GIORNALE - Il nuovo anno scolastico è alle porte anche per l’Istituto Comprensivo Gallo-Positano e sarà un anno speciale...

Piero Liuzzi: "Zavoli e la sua fame di Sud"

06-08-2020

NOCI - Riceviamo e pubblichiamo questo breve ricordo del sen. Piero Liuzzi sul suo originale rapporto con Sergio ZAVOLI, parlamentare...