Pubblicità

Pubblicità

NOCI24.it

Quotidiano on-line della città di Noci (Bari)

Sabato, 28 Gennaio 2023 - 11:00

coronavirus

 lamp   La situazione del Covid-19  -->> nel Mondo   e   -->> in Italia   lamp

trovo aziende

 

01 28desiatileggeleograndeNOCI (Bari) - Uno scrittore, un intellettuale, un sociologo. Ma soprattutto un giornalista scrupoloso, infaticabile, intelligente. Del compianto Alessandro Leogrande (defunto a Roma lo scorso 2017) non potevano non venir fuori queste caratteristiche, lo scorso sabato 26 gennaio, durante La terza edizione de Il tempo che resta - manifestazione organizzata e promossa dall’associazione Luminares all’interno della libreria Mondadori Point. Caratteristiche che sono state pronunciate e dimostrate durante il dialogo organizzato fra la dott.sa Maria Sofia Sabato e l’ospite della serata Mario Desiati, allo stesso tempo scrittore, giornalista e poeta di Locorotondo, che con Leogrande aveva ampiamente collaborato, curando fra l’altro “Fumo sulla città” (Fandango).

La manifestazione, aperta da Vito Maria Laforgia (Luminares) si riproponeva di fare emergere alcune caratteristiche del collega Leogrande. E così è stato: il percorso intrapreso fra le sue pubblicazioni ha consentito di percorrere la pluralità degli argomenti, dei temi, delle questioni radicali trattate dallo scrittore, tutte fermamente collegate da un orizzonte unico: l’umanità, le persone. 

Alessandro Leogrande era un intellettuale che sapeva raccontare il mondo. Meridionalista con lo sguardo rivolto a Gaetano Salvemini, socialista con lo sguardo rivolto a Giuseppe Di Vittorio; pacifista con lo sguardo rivolto a di Danilo Dolci e Aldo Capitini. Meritevole allievo di Goffredo Fofi.

Dell’editorialista del Corriere del mezzogiorno e di Pagina99 (pubblicazione in cui lui portava avanti un nuova branca della scrittura, la narrativa mista al giornalismo), Desiati non ha dimenticato di sottolineare la sua disciplina: il doveroso lavoro sul campo, il saper entrare nella notizia a 360°, il saper essere attento ai margini della società, la lungimiranza in fatti politici (prevedeva già da 10 anni a questa parte che M5s e Lega si sarebbero un giorno potuti incontrare), le indagini sul caporalato con il suo viaggio fra i nuovi schiavi delle campagne del sud, le quantità – è proprio il caso di dirlo – “industriali” di articoli sfornati sul caso Ilva di Taranto, la sua città per la quale bisognava e bisogna ancora battersi in difesa della salute e dei diritti della nuova classe operaia.

Insomma, parlando di Leogrande è stato possibile tornare a casa sapendo che da lui c’è da imparare e anche tanto: c’è da imparare leggendo i suoi testi giovanili, maturi per il rigore della ricerca, e da quelli degli ultimi dieci anni: Uomini e caporali del 2008, Il naufragio del 2010 e La frontiera del 2015, che compongono una specie di trilogia sull’Italia al tempo della grande immigrazione. Leogrande aveva imparato che per raccontare i processi globali bisognava partire dal lavoro d’inchiesta sulle storie delle persone. Le persone.

Le persone che, con le storie di ieri, ci proiettano versano le visioni di domani.

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Necrologi

trovo aziende

 

Pubblicità

 

 

Pubblicità

La pubblicità

Pubblicità

La pubblicità

Chi è on-line?

Abbiamo 689 visitatori e nessun utente online

SERVIZI

sezione-auguri sezione-vendesi sezione-necrologi

 
 
Pubblicità

FUORI CITTA'

GdF Bari: sequestrati numerosi capi di abbigliamento e cuscini contraffatti dei brand “Disney” e “Marvel”

28-01-2023

PUTIGNANO - I Finanzieri della Tenenza di Putignano, nell’ambito di autonoma attività info-investigativa volta alla repressione dei traffici illeciti, con particolare...

Furti con scasso ai self-sevice di tabacchi e stazioni di servizio, quattro arresti

21-01-2023

MODUGNO - I Carabinieri della Compagnia di Modugno supportati da quelli di Palestrina (RM), in esecuzione di ad un’ordinanza di misura...

Altamura - Sequestro di armi e refurtiva in un box condominiale: due arresti

18-01-2023

ALTAMURA - I Carabinieri di Altamura hanno arrestato in flagranza di reato per detenzione illegale di armi e munizioni e ricettazione...

Infermiera presa a calci da una paziente in attesa al pronto soccorso dell’Ospedale Di Venere

15-01-2023

BARI – “Apprendiamo con sdegno dell’aggressione subita ieri da una nostra infermiera in servizio presso il pronto soccorso dell’Ospedale Di...

Grumo Appula - Eseguito ordine di carcerazione nei confronti di una 35enne per concorso in…

28-12-2022

GRUMO APPULA - I Carabinieri della Compagnia di Modugno hanno eseguito un ordine di carcerazione, emesso dalla Procura Generale presso la...

Bari, Casamassima, Turi e Locorotondo. Estorsioni ai cantieri edilizi e traffico di stupefacenti, aggravati dal…

23-12-2022

BARI - I Carabinieri del Comando Provinciale di Bari hanno eseguito sei ordini di carcerazione, emessi dalla Procura Generale presso la...

NECROLOGI

Addio a Rocco Recchia, decano degli artigiani nocesi

18-11-2022

NOCI – Lutto nel mondo dell’artigianato nocese: ci ha lasciati Rocco Recchia, il noto e stimatissimo calzolaio che aveva ereditato...

Lutto nell'imprenditoria locale: addio a Raffaele Putignano

11-10-2022

NOCI - Questa mattina è venuto a mancare all'affetto dei suoi cari l'imprenditore nocese Raffaele Putignano, all'età di 72 anni, dopo una...

Ci lascia il giovane concittadino Domenico: un lutto inaspettato per Noci

18-08-2022

NOCI – Una settimana di Ferragosto amara per Noci, che ha appreso con dolore la notizia della tragica scomparsa di...

Ci lascia Titina Sansonetti: aveva appena compiuto 104 anni

09-04-2022

NOCI – La comunità nocese perde ancora un baluardo della sua storia. Questa mattina infatti si è conclusa l’esistenza terrena...

Lutto tra i Carabinieri Forestali di Noci

28-02-2022

NOCI - Noci e la Coreggia piangono Nicola Annese, quarantotto anni, Carabiniere Forestale presso la Stazione di Noci da parecchi anni...

Addio a Peppino Longo

31-01-2022

BARI - “Perdiamo un amico, un rappresentante della Puglia, un uomo buono, sempre al servizio della sua terra. Imprenditore di...

LETTERE AL GIORNALE

Natale a Noci: un bilancio positivo

08-01-2023

NOCI - Le sezioni nocesi di Confartigianato, Confcommercio e Coldiretti, insieme all'AIS Puglia esprimono un caloroso ringraziamento ai nocesi per la...

Diversità ed inclusione

17-12-2022

LETTERE AL GIORNALE - Nella cornice delle feste natalizie, in un clima di inclusione e condivisione, gli alunni della 2D della...

Nino Vaccalluzzo e Noci: un tributo al maestro dell’Arte pirotecnica tragicamente scomparso

15-09-2022

Nell'immagine: Antonio Labate e Tonino D'Onghia accompagnati da Nino Vaccalluzzo (a sinistra) durante la visita all'azienda del 25 giugno 2010...

Un Comitato per l'estensione della rete idrico-fognante in Zona H

28-03-2022

LETTERA AL GIORNALE - In data 6/7 marzo 2022 è stata inviata al Comune di Noci e all’Autorità Idrica Pugliese...

Liuzzi "La Gazzetta, una lunga pausa salutare"

24-02-2022

NOCI - Una lunga pausa salutare. E non solo per il giornale e per i giornalisti ma anche, paradossalmente, per i...

IIS "Da Vinci - Agherbino": doverose precisazioni

07-01-2022

COMUNICATO - A seguito di notizie di stampa che rappresentano infedelmente la realtà dei fatti, l’Istituto “Da Vinci – Agherbino”...