ADV

 

Alessandro Leogrande: giornalista, intellettuale che sapeva raccontare il mondo

01 28desiatileggeleograndeNOCI (Bari) - Uno scrittore, un intellettuale, un sociologo. Ma soprattutto un giornalista scrupoloso, infaticabile, intelligente. Del compianto Alessandro Leogrande (defunto a Roma lo scorso 2017) non potevano non venir fuori queste caratteristiche, lo scorso sabato 26 gennaio, durante La terza edizione de Il tempo che resta - manifestazione organizzata e promossa dall’associazione Luminares all’interno della libreria Mondadori Point. Caratteristiche che sono state pronunciate e dimostrate durante il dialogo organizzato fra la dott.sa Maria Sofia Sabato e l’ospite della serata Mario Desiati, allo stesso tempo scrittore, giornalista e poeta di Locorotondo, che con Leogrande aveva ampiamente collaborato, curando fra l’altro “Fumo sulla città” (Fandango).

La manifestazione, aperta da Vito Maria Laforgia (Luminares) si riproponeva di fare emergere alcune caratteristiche del collega Leogrande. E così è stato: il percorso intrapreso fra le sue pubblicazioni ha consentito di percorrere la pluralità degli argomenti, dei temi, delle questioni radicali trattate dallo scrittore, tutte fermamente collegate da un orizzonte unico: l’umanità, le persone. 

Alessandro Leogrande era un intellettuale che sapeva raccontare il mondo. Meridionalista con lo sguardo rivolto a Gaetano Salvemini, socialista con lo sguardo rivolto a Giuseppe Di Vittorio; pacifista con lo sguardo rivolto a di Danilo Dolci e Aldo Capitini. Meritevole allievo di Goffredo Fofi.

Dell’editorialista del Corriere del mezzogiorno e di Pagina99 (pubblicazione in cui lui portava avanti un nuova branca della scrittura, la narrativa mista al giornalismo), Desiati non ha dimenticato di sottolineare la sua disciplina: il doveroso lavoro sul campo, il saper entrare nella notizia a 360°, il saper essere attento ai margini della società, la lungimiranza in fatti politici (prevedeva già da 10 anni a questa parte che M5s e Lega si sarebbero un giorno potuti incontrare), le indagini sul caporalato con il suo viaggio fra i nuovi schiavi delle campagne del sud, le quantità – è proprio il caso di dirlo – “industriali” di articoli sfornati sul caso Ilva di Taranto, la sua città per la quale bisognava e bisogna ancora battersi in difesa della salute e dei diritti della nuova classe operaia.

Insomma, parlando di Leogrande è stato possibile tornare a casa sapendo che da lui c’è da imparare e anche tanto: c’è da imparare leggendo i suoi testi giovanili, maturi per il rigore della ricerca, e da quelli degli ultimi dieci anni: Uomini e caporali del 2008, Il naufragio del 2010 e La frontiera del 2015, che compongono una specie di trilogia sull’Italia al tempo della grande immigrazione. Leogrande aveva imparato che per raccontare i processi globali bisognava partire dal lavoro d’inchiesta sulle storie delle persone. Le persone.

Le persone che, con le storie di ieri, ci proiettano versano le visioni di domani.

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

trovo aziende

ADV

 

 

Informazione pubblicitaria

tatulli noci24 ok

 

 

Informazione pubblicitaria La pubblicità

 

 

ADV

FUORI CITTA'

GdF Bari: evasione fiscale - Sequestri di beni per un valore di circa 5 milioni…

20-02-2024

BARI - I Finanzieri del Comando Provinciale di Bari hanno dato esecuzione a decreti di sequestro preventivo di beni, per un...

Castellana Grotte - Maltrattamenti in famiglia. Notifica di un provvedimento di allontanamento dalla casa familiare…

15-02-2024

CASTELLANA GROTTE - I Carabinieri della Stazione di Castellana Grotte hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di applicazione della misura cautelare, emessa...

Esecuzione di una ordinanza di misura cautelare personale per detenzione e porto illegale di armi

06-02-2024

MONOPOLI - I Carabinieri della Compagnia di Monopoli hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal Tribunale –...

Associazione per delinquere dedita ai furti e rapine in abitazione. 8 misure cautelari eseguite dai…

21-01-2024

BARI - Il 17 gennaio, i Carabinieri del Comando Provinciale di Bari, coadiuvati in fase esecutiva dai militari dei reparti competenti...

GdF Roan Bari: sequestrati circa 3 quintali di oloturie

21-01-2024

BARI - Le Fiamme Gialle della Stazione Navale di Bari, nei giorni scorsi, in località Torre a Mare, nel corso...

GDF Legione Allievi Bari: giuramento di fedeltà alla Repubblica Italiana e di consegna delle fiamme…

12-01-2024

BARI - Nella mattinata odierna, si è svolta presso la Stadio della Vittoria di Bari, alla presenza del Generale di...

NECROLOGI

Addio a Oronzo Colucci: aveva dedicato gran parte della sua vita al volontariato

19-08-2023

NOCI – Una gravissima perdita per Noci: ci lascia Oronzo Colucci, amatissimo dalla comunità per le sue virtù di incondizionato...

Addio a Leo Morea: padre coraggio al fianco delle vittime della strada

02-08-2023

  NOCI – Ci ha lasciati il 2 agosto il nostro concittadino Leo Morea, che pur vivendo a Milano, aveva lasciato un...

Addio alla fotografa Marta Attolini: il ricordo della nipote Angela Bianca Saponari

22-07-2023

NOCI - Ci ha lasciati lo scorso 28 giugno la nota fotografa nocese Marta Attolini, figlia dell'apprezzatissimo Giovanni Attolini, da...

Ci ha lasciato Giovanni Miccolis

08-07-2023

NOCI - E' venuto a mancare all'età di 70 anni Giovanni Miccolis, dipendente comunale in quiescenza e da sempre...

Mondo del giornalismo in lutto per la scomparsa di Patrizia Nettis

30-06-2023

Alla famiglia il sentito cordoglio della redazione di NOCI24.it. NOCI - E' scomparsa all'impovviso due giorni fa all'età di 41...

Ci lascia il diacono Pinuccio Carucci

16-03-2023

NOCI - E' venuto a mancare questa mattina dopo una lunga malattia il diacono permanente Pinuccio Carucci all'età di 67...

LETTERE AL GIORNALE

Associazioni e comitati contro la potatura drastica degli alberi del perimetro urbano

27-02-2024

“Eco Eventi OdV” e “Comitato di quartiere via T. Fiore” hanno incontrato l’assessora Checca Tinella e il responsabile del verde Giuseppe...

Se sarà femmina chiamiamola Crimea!

26-11-2023

LETTERE AL GIORNALE - Ci sono luoghi della terra che per la loro storia, la molteplicità degli accadimenti di cui...

L'occupazione persa, una famiglia a carico e il dover ricominciare da zero dopo la pandemia:…

26-11-2023

LETTERA AL GIORNALE - Antonio (questo il nome di fantasia che gli daremo) ha voluto raccontarci la sua complessa e...

Il centrodestra in salsa nostrana

08-06-2023

LETTERE AL GIORNALE - Egregio Direttore, la ringrazio di cuore preventivamente qualora deciderà, con generosità, di pubblicare questo mio umile e...

Alluvione in Emilia-Romagna, il racconto di un nostro concittadino

21-05-2023

FORLÌ - Sono a Forlì, è martedì 16 maggio, sono le 19:00, piove ormai da circa diciotto ore ed il...

1984

19-04-2023

LETTERE AL GIORNALE - Cari concittadini, non era mia intenzione tediarvi nuovamente con le mie elucubrazioni sull'Idra a otto teste che...