Pubblicità

Pubblicità

NOCI24.it

Quotidiano on-line della città di Noci (Bari)

Domenica, 5 Febbraio 2023 - 11:33

coronavirus

 lamp   La situazione del Covid-19  -->> nel Mondo   e   -->> in Italia   lamp

trovo aziende

 

04 06librodonstefanomazzarisiNOCI - Da diverse settimane in libreria “Tenere alta la vita. Sfrattare vizi, abitare stagioni”, il nuovo libro di spiritualità pubblicato da Tau editrice e scritto da don Stefano Mazzarisi, parroco della Chiesa Madre di Noci. Un piccolo volume, con la prefazione di padre Ermes Ronchi, in cui sono consegnati al lettore alcuni strumenti necessari ad affrontare la quotidiana “lotta spirituale” contro i vizi e in cui sono suggeriti diversi consigli per «scegliere di abitare stagioni […] della vita e della fede».

Con un linguaggio moderno e figurato, arricchito da efficaci metafore, don Stefano affronta il tema dei vizi capitali, su cui i più grandi filosofi e teologi nel corso dei secoli hanno dedicato la loro speculazione. Nelle pagine dedicate ai «vizi da sfrattare», affiorano le tante umane sfumature che questi possono assumere nella quotidianità e nell’intimo dell’animo umano. La presentazione di ogni vizio si conclude con l’individuazione di una serie di «semplici, pratiche e buone risoluzioni», frutto di «intuizioni personali». Sintesi di questi consigli spirituali è certamente la «medietà», vera “protagonista” dell’opera. Vissuta da Gesù, la medietà è la virtù che il lettore è invitato a «scegliere, raggiungere e custodire».
«Ma, per tenere alta la vita, - scrive l’autore – non basta sfrattare vizi, abbiamo bisogno di scegliere di abitare stagioni». La seconda parte del libro è, infatti, dedicata alle stagioni della vita. Don Stefano, con abilità comunicativa, affronta il tema associando paesaggi, profumi, colori, tradizioni e caratteristiche stagionali alle primavere, estati, autunni e inverni del cuore.

Abbiamo posto all’autore alcune domande. Le risposte che il presbitero castellanese ci ha fornito presentano ancor meglio la sua opera, che aiuta il pubblico a «scendere in profondità» e a rilanciarsi verso «il possibile della vita buona», quella del Vangelo.

Che cosa significa parlare dei vizi e delle virtù ad essi contrapposti nel panorama storico-sociale attuale?

Ho scritto sui vizi capitali perché sollecitato da più parti, particolarmente dalla richiesta di approfondimento da parte di alcuni giovani e per percorsi formativi con loro. Di vizi ne ho annotati anche altri due (e ce ne sono altri...): likeismo e selfieismo. Due vizi contemporanei che chiamo social-vizi. Credo che soprattutto nel nostro contesto attuale, dove si fa molta fatica a scendere all'ascolto di se stessi, sia importante parlare di vizi per offrire un invito e un aiuto a leggersi dentro e a liberarsi. Ed è necessario parlare di virtù - soprattutto con la vita - per far venire la voglia di una esistenza bella.

La via per superare il vizio è il «giusto mezzo del Vangelo». Perché ripeti spesso che la medietà va “custodita”?

Perché la medietà non è una conquista da fare una volta per tutte, ma una scelta da fare ogni volta. È lasciando allargare il Vangelo dentro in noi che possiamo custodire il desiderio costante di medietà, che per noi cristiani non è equilibrismo spirituale, ma cammino sulla Via-Gesù. "Uscire fuori Strada" non porta gioia. La medietà, inoltre, nelle sue declinazioni sociali, non è "la via di mezzo" per accontentare tutti, ma il "giusto mezzo" di fronte al quale chi non condivide il Vangelo resta scontento. La medietà non è per "una vita media", ma per una vita alta.

La tua vita sacerdotale e il tuo ministero di parroco come ti hanno aiutato nell’ispirazione e redazione di quest’opera?

"Tenere alta la vita" nasce da tante riflessioni fatte a partire dall'ascolto delle persone che incontro nel mio servizio pastorale, dalla passione per l'evangelizzazione e l'accompagnamento spirituale. Attraverso l'ascolto ho raccolto domande, desideri, fatiche, arrese, ingenuità, confusione... riguardo alla vita spirituale ed ho provato a condividere chiarimenti ed incoraggiamenti.

Il tuo libro è un invito a “Tenere alta la vita”. È peculiare il fatto che gran parte di tale invito sia sviscerato attraverso la trattazione di quanto più umano e “basso” possa esserci: i vizi e gli “alti e bassi” delle stagioni. Ci spieghi questo “ossimoro”.

Il primo abbassamento per "tenere alta la vita" è l'umiltà, che non ci fa mettere al di sopra dei valori, del Vangelo, ma ci aiuta a tendere sempre alla misura proposta. Così si cresce. Un altro abbassamento importante per "tenere alta la vita" è il servizio: ricurvarsi sugli ultimi per rialzarli... e noi con loro. Il trampolino di lancio per "tenere alta la vita" è la realtà. Sì, non si tratta di "vivere con la testa fra le nuvole", ma con il cuore alto nella storia. Una vita "alta", poi, è sempre, allo stesso tempo, una vita "larga": un abbraccio di bene in cui tutti si ritrovano fratelli.

Abbiamo ascoltato i tuoi brani liturgici, letto queste pagine di spiritualità. Cosa c’è in cantiere ora?

Sto cerando di lavorare ad una Via Crucis, lavoro costantemente per piccole rubriche di spiritualità e, ogniqualvolta il cuore me lo suggerisce, annoto appunti e testi per canti liturgici (ne ho un po' conservati). Nelle ultime settimane ho consegnato ad un bravissimo compositore un testo per il "nostro" inno a San Rocco. Spero, poi, di realizzare particolarmente due desideri editoriali: un romanzo e un musical.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Necrologi

trovo aziende

 

Pubblicità

 

 

Pubblicità

La pubblicità

Pubblicità

La pubblicità

Chi è on-line?

Abbiamo 512 visitatori e nessun utente online

SERVIZI

sezione-auguri sezione-vendesi sezione-necrologi

 
 
Pubblicità

FUORI CITTA'

Bari - 9 persone indagate per associazione per delinquere finalizzata al furto, alla ricettazione e…

01-02-2023

BARI - Dalle prime luci dell’alba, i Carabinieri del Comando Provinciale di Bari, coadiuvati dai militari dei Comandi Provinciali di Brindisi...

Capurso – Indagini dei Carabinieri su un’agenzia automobilistica: falsificava atti pubblici per velocizzare e definire…

01-02-2023

CAPURSO - I Carabinieri del Comando Provinciale di Bari hanno dato esecuzione a un’ordinanza applicativa di misura cautelare emessa dal Gip...

GdF Bari: sequestrati numerosi capi di abbigliamento e cuscini contraffatti dei brand “Disney” e “Marvel”

28-01-2023

PUTIGNANO - I Finanzieri della Tenenza di Putignano, nell’ambito di autonoma attività info-investigativa volta alla repressione dei traffici illeciti, con particolare...

Furti con scasso ai self-sevice di tabacchi e stazioni di servizio, quattro arresti

21-01-2023

MODUGNO - I Carabinieri della Compagnia di Modugno supportati da quelli di Palestrina (RM), in esecuzione di ad un’ordinanza di misura...

Altamura - Sequestro di armi e refurtiva in un box condominiale: due arresti

18-01-2023

ALTAMURA - I Carabinieri di Altamura hanno arrestato in flagranza di reato per detenzione illegale di armi e munizioni e ricettazione...

Infermiera presa a calci da una paziente in attesa al pronto soccorso dell’Ospedale Di Venere

15-01-2023

BARI – “Apprendiamo con sdegno dell’aggressione subita ieri da una nostra infermiera in servizio presso il pronto soccorso dell’Ospedale Di...

NECROLOGI

Addio a Rocco Recchia, decano degli artigiani nocesi

18-11-2022

NOCI – Lutto nel mondo dell’artigianato nocese: ci ha lasciati Rocco Recchia, il noto e stimatissimo calzolaio che aveva ereditato...

Lutto nell'imprenditoria locale: addio a Raffaele Putignano

11-10-2022

NOCI - Questa mattina è venuto a mancare all'affetto dei suoi cari l'imprenditore nocese Raffaele Putignano, all'età di 72 anni, dopo una...

Ci lascia il giovane concittadino Domenico: un lutto inaspettato per Noci

18-08-2022

NOCI – Una settimana di Ferragosto amara per Noci, che ha appreso con dolore la notizia della tragica scomparsa di...

Ci lascia Titina Sansonetti: aveva appena compiuto 104 anni

09-04-2022

NOCI – La comunità nocese perde ancora un baluardo della sua storia. Questa mattina infatti si è conclusa l’esistenza terrena...

Lutto tra i Carabinieri Forestali di Noci

28-02-2022

NOCI - Noci e la Coreggia piangono Nicola Annese, quarantotto anni, Carabiniere Forestale presso la Stazione di Noci da parecchi anni...

Addio a Peppino Longo

31-01-2022

BARI - “Perdiamo un amico, un rappresentante della Puglia, un uomo buono, sempre al servizio della sua terra. Imprenditore di...

LETTERE AL GIORNALE

Natale a Noci: un bilancio positivo

08-01-2023

NOCI - Le sezioni nocesi di Confartigianato, Confcommercio e Coldiretti, insieme all'AIS Puglia esprimono un caloroso ringraziamento ai nocesi per la...

Diversità ed inclusione

17-12-2022

LETTERE AL GIORNALE - Nella cornice delle feste natalizie, in un clima di inclusione e condivisione, gli alunni della 2D della...

Nino Vaccalluzzo e Noci: un tributo al maestro dell’Arte pirotecnica tragicamente scomparso

15-09-2022

Nell'immagine: Antonio Labate e Tonino D'Onghia accompagnati da Nino Vaccalluzzo (a sinistra) durante la visita all'azienda del 25 giugno 2010...

Un Comitato per l'estensione della rete idrico-fognante in Zona H

28-03-2022

LETTERA AL GIORNALE - In data 6/7 marzo 2022 è stata inviata al Comune di Noci e all’Autorità Idrica Pugliese...

Liuzzi "La Gazzetta, una lunga pausa salutare"

24-02-2022

NOCI - Una lunga pausa salutare. E non solo per il giornale e per i giornalisti ma anche, paradossalmente, per i...

IIS "Da Vinci - Agherbino": doverose precisazioni

07-01-2022

COMUNICATO - A seguito di notizie di stampa che rappresentano infedelmente la realtà dei fatti, l’Istituto “Da Vinci – Agherbino”...