Pubblicità

Pubblicità pub noci24 01

Pubblicità Assinotar 2017 luglio 1

NOCI24.it

Quotidiano on-line della città di Noci (Bari)

- -

11-23.S.Cecilia-1NOCI (Bari) – Si sono svolti sabato 22 novembre i festeggiamenti in onore di santa Cecilia, patrona della musica. In tale circostanza, infatti, la banda cittadina “S. Cecilia- G-Sgobba” di Noci ha voluto organizzare una serie di eventi per poter omaggiare la Santa patrona. Alle 17:30 circa la banda si è riunita ed ha girato per le vie principali del paese riproducendo numerose marce sinfoniche. Raggiunto il sagrato della Chiesa Madre si è poi assistito alla Santa Messa.

11-23-S.Cecilia-3Al termine della Messa spettacolare è stata l’Ave Maria di Giulio Caccini riprodotta da Giacomo Lasaracina all’organo e Vittorio D’Onghia (direttore artistico della Banda) alla tromba, una sorpresa che il duo ha voluto riservare a tutti i presenti. Successivamente, dopo una breve introduzione di Lasaracina che ha voluto portare il saluti del presidente della banda Nicola Lobefaro, assente per motivi personali, è stata la volta del concerto di “Largo al quintetto”, un’ ensamble di clarinetti composta da Paola Sportelli, Giacomo Lasaracina, Francesco Camposeo e Nico D’Onghia ai clarinetti e Francesco Roberto al clarinetto basso.

I cinque hanno voluto omaggiare la Patrona riproducendo brani quali “Alla Czardas” di Orsomamdo con Paola Sportelli clarinetto solista e poi “La vedova allegra” di Franz Lehar, il “Tedeum” di Charpentier e infine “l’Ave Maria” di Schubert. In conclusione l’intera banda cittadina ha chiuso la serata riproducendo altre marce sinfoniche sul Sacrato della Chiesa. Abbiamo voluto cogliere il pensiero del musicista della banda nonché del quintetto Giacomo Lasaracina per farci raccontare un po’ quella che è l’attività dell’ensamble:

11-23-S.Cecilia-2“La nostra ensemble di clarinetti "Largo al quintetto" nasce dalla passione e volontà di cinque giovani nocesi studenti del Conservatorio di Monopoli (Paola Sportelli, Giacomo Lasaracina, Francesco Camposeo, Francesco Delfine e Francesco Roberto) che dopo un periodo di preparazione e di prove il 9 agosto passato hanno deciso di voler rendere partecipe anche tutto il paese della realtà che era appena nata a Noci.
Il nostro motto è di credere molto in quello che facciamo e di portare avanti nel nome della Musica il nostro umile talento. Dal 9 agosto fino ad oggi abbiamo al nostro attivo una decina di concerti anche nei paesi limitrofi e siamo molto fieri del successo riscontrato in tutte le location dove ci siamo esibiti. Anche i nocesi ci seguano affettuosamente e calorosamente. Auspico che anche la nostra amministrazione ci aiuti ad andare avanti nel nostro progetto. Ringraziamo anche il Presidente Dott. Nicola Lobefaro, il M° VIttorio D'Onghia per averci invitato nella festa di Santa Cecilia Patrona della Musica a dare ancora prova del nostro talento nella bellissima cornice che è la chiesa Madre di Noci. Crediamoci tutti insieme”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenta tramite Facebook

 

trovo aziende

Dalla prima pagina

Pubblicità

Pubblicità

Dulciar Natale 2017

Pubblicità

La pubblicità

Pubblicità

Ginevra
Pubblicità

Pubblicità

La pubblicità

Pubblicità

La pubblicità

Chi è on-line?

Abbiamo 150 visitatori e nessun utente online

SERVIZI

sezione-auguri sezione-vendesi sezione-necrologi

 
 
master-noci24-ballottaggio
promemoria

CONTRATTI DI QUARTIERE II

 

Il progetto: cosa prevede

Avvio del bando: 1-4-2004

Avvio lavori P.zza Garibaldi: 11-4-2012

Fine lavori P.zza Garibaldi: 30-4-2013

Approvazione convenzione: 15-07-2014

Avvio lavori per le case: ???

Sono trascorsi:

 

MUSEO DEI RAGAZZI

 

Il progetto: cosa prevede

Avvio del bando: 30-11-2005

Primo stralcio: 7-06-2011

Secondo stralcio: 7-04-2014

Avvio Terzo stralcio: 29-12-2015

Conclusione Terzo stralcio: ???

Sono trascorsi:

 

Twitter

PUMS

 

Il progetto: cosa prevede

Avvio del bando: 19-12-2014

Affidamento: 8-09-2016

Sito web dedicato al PUMS: 17-09-2016

Chiusura prima fase del PUMS: 22-12-2016

Adozione ed attuazione PUMS: ???

Sono trascorsi:

 

Facebook