Pubblicità

Pubblicità pub noci24 01

Pubblicità Assinotar 2017 luglio 1

NOCI24.it

Quotidiano on-line della città di Noci (Bari)

- -

12 21vincenzaturandotNOCI (Bari) - A 90 anni dalla morte anche Noci ha voluto rendere omaggio al grande Maestro. Lo scorso venerdì 19 dicembre, nel Chiostro di San Domenico, in compagnia della dottoressa Vincenza D'Onghia, l'Uten, associazione da sempre vicina ed interessata al panorama musicale, ha ripercorso alcuni momenti della carriera e della meravigliosa attività di Giacomo Puccini. "Puccini e la fiaba senza fine. Turandot e l'eredità musicale del Maestro a 90 anni dalla sua morte", questo il titolo conferito al convegno- seminario, organizzato in collaborazione con il Comune di Noci ed il Centro Studi Puccini di Lucca e col patrocinio del Senato della Repubblica.

Definito "traghettatore" del melodramma nel XX° secolo, Giacomo Puccini veniva a mancare esattamente il 29 novembre di 90 anni fa (1924) all'interno di una clinica di Bruxelles. Questo fu il luogo in cui, ha spiegato la dott.ssa D'Onghia, il Maestro lasciò incompiuta una delle sue più grandi opere, la Turandot. Suddivisa in tre atti, la nota opera teatrale che si svolge a Pechino "al tempo delle favole", si è da sempre distinta, oltre che per la sua incompiutezza, soprattutto per la sua novità di linguaggi e trasmissione di sentimenti, come l'ultimo struggente momento di melanconia che si viene a creare con la morte di Liù.

La Dott.ssa D'Onghia, collaboratrice del più autorevole centro di ricerca a livello internazionale sul musicista toscano, ha così sapientemente ripercorso tutti i motivi fondamentali dell'opera descrivendone l'organico orchestrale, i personaggi, gli attori e così via. Giunta a descrivere infine gli ultimi attivi finali della vita di Puccini legati all'inferno che lui stesso dichiarava avere in gola, si è anche soffermata a descrivere l'eredità pucciniana di cui oggi possiamo godere: una eredità tutto sommato non molto ricca ma davvero significativa. 10 opere, 7 composizioni sacre e corali, 14 composizioni per voce sola e pianoforte, 14 composizioni strumentali. "Se Giuseppe Verdi" ha infine dichiarato, "era stato colui che aveva dato voce alle speranze di un'Italia che stava nascendo e aveva dato ad un popolo affamato di identità nazionale la sua colonna sonora, Giacomo Puccini fu colui che divenne il simbolo della musica di quell' Italia giovane, ambiziosa e un po' decadente nel mondo". Il seminario presieduto dalla D'Onghia è stato infine molto seguito, interessante e dettagliato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenta tramite Facebook

 

trovo aziende

Dalla prima pagina

Pubblicità

Pubblicità

Dulciar Natale 2017

Pubblicità

La pubblicità

Pubblicità

Ginevra
Pubblicità

Pubblicità

La pubblicità

Pubblicità

La pubblicità

Chi è on-line?

Abbiamo 385 visitatori e nessun utente online

SERVIZI

sezione-auguri sezione-vendesi sezione-necrologi

 
 
master-noci24-ballottaggio
promemoria

CONTRATTI DI QUARTIERE II

 

Il progetto: cosa prevede

Avvio del bando: 1-4-2004

Avvio lavori P.zza Garibaldi: 11-4-2012

Fine lavori P.zza Garibaldi: 30-4-2013

Approvazione convenzione: 15-07-2014

Avvio lavori per le case: ???

Sono trascorsi:

 

MUSEO DEI RAGAZZI

 

Il progetto: cosa prevede

Avvio del bando: 30-11-2005

Primo stralcio: 7-06-2011

Secondo stralcio: 7-04-2014

Avvio Terzo stralcio: 29-12-2015

Conclusione Terzo stralcio: ???

Sono trascorsi:

 

Twitter

PUMS

 

Il progetto: cosa prevede

Avvio del bando: 19-12-2014

Affidamento: 8-09-2016

Sito web dedicato al PUMS: 17-09-2016

Chiusura prima fase del PUMS: 22-12-2016

Adozione ed attuazione PUMS: ???

Sono trascorsi:

 

Facebook