Informazione pubblicitaria

Informazione pubblicitaria

NOCI24.it

Quotidiano on-line della città di Noci (Bari)

MartedÌ, 28 Giugno 2022 - 17:46

coronavirus

 lamp   La situazione del Covid-19  -->> nel Mondo   e   -->> in Italia   lamp

trovo aziende

 

06 16 luca sportelli in cinaNOCI (Bari) - Il ballerino nocese Luca Sportelli è tornato da pochi giorni in Italia, dopo una tournée di 15 giorni circa, in Cina, con il Kharkov Ballet (Ucraina) e ben 12 spettacoli itineranti, 6 "Bayadere" e 6 "Lago dei Cigni". Ha danzato da solista, accanto a ballerini del calibro di Oksana Skorik e Evgeny Ivanchenko, "principle" cioè primi ballerini del Mariinsky Theatre di San Pietroburgo (Russia), tra i migliori al mondo insieme al celebre Bolshoi. E ora, una piccola "sosta" nella sua Puglia e tra le braccia della famiglia, prima di partire ad agosto per il suo primo vero lavoro stabile in compagnia, con la Columbia Classical Ballet! (foto protetta da copyright)

 

image3 CopiaNon è stata solamente una tournée quella cinese, bensì una sorta di rito di iniziazione, il superamento di una prova che indicasse una fase di passaggio, un salto in avanti. "Per la prima volta mi sono sentito un professionista", ci racconta Luca, prendendo un gran respiro e ricordando quanto dura sia stata la salita. "Sono arrivato in Ucraina poche settimane prima dello spettacolo, come unico ballerino esterno convocato per questa tournée. Non sapevo cosa dovessi ballare e come comportarmi in scena e infatti nella Prima ho sbagliato alcune entrate, ma non mi sono arreso e ho portato a casa tanti complimenti dei primi ballerini con cui ho ballato. Mi sono sentito come una persona normale che avesse l'onore di stare accanto a dei personaggi famosi". 

Che poi Luca tanto "normale" non è: a 19 anni ha già vissuto, in America, l'esclusiva esperienza formativa della San Francisco Ballet School, ha ballato in una tournée di 2 mesi negli Stati Uniti (novembre-dicembre 2015) e in Cina, con ruoli da solista tra i più impegnativi dell'intero repertorio del balletto classico. Sempre in Cina ha tenuto un Workshop come maestro per una scuola di danza e tra pochi mesi sarà in Columbia nel Balletto Classico della città.

image1 Copia"Mi sento rinato", continua.
Il ritorno a casa dopo l'anno di studi a San Francisco, senza previsioni di un nuovo viaggio, non fu infatti esaltante per il nocese: Luca ha però avuto tanta sete di farcela, di arrivare al traguardo di un contratto da ballerino professionista e l'ha ottenuto, proprio in un periodo in cui non credeva molto nelle sue possibilità. In pochi mesi, tutto è cambiato e la magra del raccolto si è trasformata in piena, solo ed esclusivamente grazie alle sue capacità.
Il manager della compagnia di Kharkov lo ha scelto dapprima a novembre scorso come ballerino esterno di una tournée tutta statunitense, per il Moscow Ballet e il suo "The Nutcracker - Lo schiaccianoci" e poi per gli spettacoli in Cina, dove Luca è stato il solo ballerino esterno alla compagnia di Kharkov, nonchè tra i più giovani dell'intero gruppo. I suoi personaggi sono stati il giullare nel Lago dei Cigni, con apparizioni impegnative nel 1° e 2° atto e il Golden Idol (idolo d'oro) nella Bayadere, con una variazione di 3 minuti tra le più difficili dell'intero repertorio classico, senza dimenticare la pesantezza di trucco e costumi, non indifferente.

La vita in tournée è stata serrata: viaggi, prove-lezione-spettacolo dalle 14.00 del pomeriggio a sera, cambi di hotel, disavventure in città, i russi che si chiedono perché non parli il russo, i cinesi che non sanno dove sia di casa l'inglese e i ritmi da "giungla che distrugge". Menomale c'era la danza, la soddisfazione di terminare i propri assoli alla perfezione, gli applausi del pubblico, i complimenti di due primi ballerini che per Luca (sostiene non solo per lui) sono tra i più bravi al mondo (la Skorik meglio della Zakarova, per intenderci con gli addetti ai lavori).

Perché arrivano questi attestati di stima? Perchè la scelta dell'unico danzatore esterno della tournée è ricaduta sul giovanissimo ballerino italiano? Le domande hanno avuto delle risposte, forti e chiare, per Luca Sportelli: il "loading" ora è un "done", il ballerino è completo e deve solamente migliorare, puntare in alto, farsi spazio, spiccare il volo.

06 16 luca sportelli workshop"La Columbia è una buona compagnia, conto di vivere al massimo quest'esperienza da agosto fino a marzo per poi puntare a Miami, tra i migliori balletti classici d'America". L'America rappresenta ancora "Il sogno" e i nostri danzatori nocesi ce lo ribadiscono ogni volta: il teatro, il balletto, lì, sono arte, sensibilità, ma anche intrattenimento e divertimento per tutte le età, giovani compresi. Il calore dei fan, l'accoglienza delle platee appaga lo spirito e l'autostima, l'artista raccoglie ciò che ha seminato. E' giusto che chi come Luca coltiva un progetto, un futuro, un grande raccolto, si sposti laddove il terreno è fertile e i buoni frutti vengono apprezzati.



The dancer Luca Sportelli: from tour in China 
to the contract in America

NOCI (Bari) - The dancer from Noci Luca Sportelli came back few days ago to Italy, after a ballet tour of about 15 days, in China, with the Kharkov Ballet (Ukraine) and 12 itinerant performances (6 of “La Bayadere” and 6 of “The Swan Lake”). He danced as soloist, next to dancers like Oksana Skorik and Evgeny Ivanchenko, both principal dancers at the Mariinsky Theater in St. Petersburg (Russia), one of the best in the world with the famous Bolshoi. And now a short break in his region Apulia with his family, before leaving again in August for his first real stable work with the company Columbia Classical Ballet (photo protected by copyright).

The chinese tour it wasn’t only a simple ballet tour, but a sort of initiation rite, the overcoming of a challenge, a step forward. “For the first time I felt like a professional”, Luca said, taking a greath breath and remembering how hard it was to climb. “I arrived in Ukraine few weeks before the first show, as the only external dancer called for this tour. I didn’t know what I was going to dance and what to do on stage, and in fact, at the Premiere I did some mistakes with some entrances, but I didn’t give up and I received a lot of compliments of the principal dancers with I danced. I felt like a normal person who was honored to be close to famous people”.

But Luca is not a “normal” person: he is 19 years old and he has already lived in America, the incredible training experience of study at the San Francisco Ballet School, dancing in a tour of 2 months in the United States (November - December 2015) and in China, dancing as soloist in the most demanding role of the entire classical ballet repertoire. Always in China Luca taught in a Workshop in a ballet school and in a few months he will be in Columbia in the classical ballet of the city.

“I feel reborn”, he continues.
Coming back home after a year of study in San Francisco, without any prevision of new adventures, it wasn’t a good thing for the dancer of Noci: however Luca had faith and arrived at the finish line, getting a contract as a professional ballet dancer just at a moment when he did not believe in his chances. In a few months everything changed and the lean crop became full, only and exclusively thanks to its capabilities.

The manager of the Kharkov Ballet Theater chose Luca first in November 2015 as an external dancer for a ballet tour in United States, for the Moscow Ballet and its “The Nutcracker” and then for the shows in China, where Luca was the only external dancer of Kharkov´s company, as well as, the youngest of the whole group. His roles were “the Jester” in “The Swan Lake”, with important entrances in the 1st. and 2nd. act and “the Golden Idol” in “La Bayadere”, with a variation of 3 minutes among the most difficult of the entire classic ballet repertoire, without forgetting the heavy makeup and costumes.

Life in tour was really restrictive: travels, rehearsals – classes – shows from 2 p.m. to late night, change of hotels, unexpected adventures in the city, russians that were asking me why I wasn’t speaking russian, chinese people that didn’t know english. But there was the ballet dance, the satisfaction of finishing my solos in the perfect way, the claps of the audience, the compliments from the two principal dancers who for Luca (and not only for him) are among the best in the world (Skorik better than Zakarova, to be clear by people that understand).

Why are arriving all these appreciations? Why the choice of the only external dancer of the tour fell on the young italian dancer? The questions have had strong and clear answers for Luca Sportelli: the “loading” now is “done”, the dancer is complete and he has just to grow and improve even more.

“Columbia it’s a good company, I am counting of living this experience as much as possible from August to March and then aspiring to a bigger company, the Miami City Ballet, one of the best classic ballet in America”. America still represents “The dream”, and our dancers from Noci always repeat: theater and ballet, there are art, sensibility, but also entertainment and fun for all ages, young people included. The love from fans and the reception of the audience satisfy the spirit and self-esteem, the artist collects what he sowed. It is right that someone like Luca cultivate a project, a future, a great harvest, moving where the soil is fertile and the good fruits are appreciated.

© ALL RIGHTS RESERVED








© RIPRODUZIONE RISERVATA

trovo aziende

 

Informazione pubblicitaria

 

Informazione pubblicitaria

La pubblicità

Informazione pubblicitaria

La pubblicità

Chi è on-line?

Abbiamo 560 visitatori e nessun utente online

SERVIZI

sezione-auguri sezione-vendesi sezione-necrologi

 
 
Informazione pubblicitaria

FUORI CITTA'

Santeramo in Colle. Rapina a un anziano. Eseguita dai Carabinieri un’ordinanza di custodia cautelare

18-06-2022

SANTERAMO IN COLLE - I Carabinieri della Stazione di Santeramo in Colle hanno dato esecuzione a un’ordinanza applicativa di una misura...

Bari - Siglato un protocollo d’intesa tra l’Università di Bari e l’Arma dei Carabinieri

18-06-2022

BARI - Il 15 giugno 2022, presso la sede del Comando Legione Carabinieri “Puglia”, il Magnifico Rettore dell’Università agli Studi di...

Eseguita dai Carabinieri un’ordinanza di custodia cautelare nei confronti di 3 persone per una violenta…

31-05-2022

BARI - I Carabinieri della Stazione di Bari Picone hanno dato esecuzione a un’ordinanza applicativa di misura cautelare emessa dal Gip...

Bari - Mostra di uniformi storiche dei Carabinieri nel palazzo della Città Metropolitana

31-05-2022

BARI - Nella splendida cornice del salone del colonnato del palazzo della città metropolitana di Bari, il Comando Legione Carabinieri “Puglia”...

Molfetta - Minorenne trovato dai Carabinieri con una pistola mitragliatrice

24-05-2022

MOLFETTA - I Militari della Sezione Operativa della Compagnia Carabinieri di Molfetta hanno arrestato in flagranza di reato un minore del...

Studenti in visita alla Compagnia Carabinieri di Monopoli

22-05-2022

MONOPOLI - Circa 10 alunni dell’Istituto Comprensivo “C. Bregante – A. Volta” sono stati accolti dai Carabinieri del Comando Compagnia...

NECROLOGI

Ci lascia Titina Sansonetti: aveva appena compiuto 104 anni

09-04-2022

NOCI – La comunità nocese perde ancora un baluardo della sua storia. Questa mattina infatti si è conclusa l’esistenza terrena...

Lutto tra i Carabinieri Forestali di Noci

28-02-2022

NOCI - Noci e la Coreggia piangono Nicola Annese, quarantotto anni, Carabiniere Forestale presso la Stazione di Noci da parecchi anni...

Addio a Peppino Longo

31-01-2022

BARI - “Perdiamo un amico, un rappresentante della Puglia, un uomo buono, sempre al servizio della sua terra. Imprenditore di...

Addio al Maestro Ottavio Lopinto

07-01-2022

NOCI – Una grande perdita per la comunità nocese, per la sua cultura e per la sua musica folk. Ci...

Giovanni Pizzarelli: la famiglia lo ricorderà con una Santa messa in occasione del trigesimo dalla…

14-11-2021

NOCI – Essendo trascorso un mese dalla scomparsa di Giovanni Pizzarelli, ex Appuntato dei Carabinieri, la famiglia lo ricorderà con...

In memoria del prof. Tonio Palattella: uomo colto, generoso e operoso

21-09-2021

NOCI - Qualche giorno fa ci ha lasciati il prof Tonio Palattella, figlio del compianto Don Vito, fondatore del gruppo...

LETTERE AL GIORNALE

Un Comitato per l'estensione della rete idrico-fognante in Zona H

28-03-2022

LETTERA AL GIORNALE - In data 6/7 marzo 2022 è stata inviata al Comune di Noci e all’Autorità Idrica Pugliese...

Liuzzi "La Gazzetta, una lunga pausa salutare"

24-02-2022

NOCI - Una lunga pausa salutare. E non solo per il giornale e per i giornalisti ma anche, paradossalmente, per i...

IIS "Da Vinci - Agherbino": doverose precisazioni

07-01-2022

COMUNICATO - A seguito di notizie di stampa che rappresentano infedelmente la realtà dei fatti, l’Istituto “Da Vinci – Agherbino”...

Una rete virtuale per il “Green sentiment pubblico”

07-09-2021

LETTERA AL GIORNALE - Sono proprietario di un trullo in agro di Noci in Località Monte Verde dal 2013 -...

Senatrice Liliana Segre, cittadina onoraria di Noci

22-07-2021

Il 15 luglio il Consiglio Comunale di Noci ha deliberato la cittadinanza onoraria alla senatrice Liliana Segre, presidente della Commissione...

Comitato per la cittadinanza onoraria nocese a Liliana Segre: punto di partenza e non di…

01-07-2021

NOCI - Pubblichiamo di seguito un comunicato da parte del Comitato per il conferimento della cittadinanza nocese alla senatrice Liliana Segre a...