Pubblicità

Pubblicità pub noci24 01

Pubblicità Assinotar 2017 luglio 1

NOCI24.it

Quotidiano on-line della città di Noci (Bari)

- -

foto fontanina aqpCOMUNICATO - Finalmente dopo tre rinvii in altrettanti Consigli Comunali a Noci, il 24 Ottobre 2017, si è ottenuto un altro risultato per il Movimento Cinque Stelle (M5S) Noci attraverso il loro portavoce, Orazio Colonna, con l´approvazione della delibera per la ripubblicizzazione dell´ Acquedotto Pugliese (AQP). L´AQP è il più grande acquedotto d´Europa e giuridicamente è una società per azioni, di proprietà esclusiva della Regione Puglia, e ad essa è affidato il Servizio Idrico Integrato (SII) fino al 31 dicembre del 2018.

Gli italiani attraverso il Referendum del 2011 hanno deciso che la gestione del Servizio Idrico Integrato deve continuare ad essere di diritto pubblico e questa battaglia l’ha voluta portare avanti il M5S a livello regionale e comunale dopo aver osservato le seguenti azioni intraprese dalla Regione Puglia:

-  L’amministrazione Emiliano sta operando per far diventare la società AQP in una “multiutility”, lasciando trascorrere il tempo fino alla scadenza, con il rischio che al 31 dicembre del 2018 non rimarrà altro da fare che affrettarsi a mettere a gara l´affidamento del servizio, aprendo così a privati la gestione del bene pubblico per eccellenza; 

- Il Consiglio Regionale ha dichiarato di aver intenzione di passare le quote AQP ai Comuni, ma poiché la proprietà non è in capo ad un unico soggetto, nulla vieterebbe ai Comuni, un po per volta e uno dopo l´altro, di svendere a privati, anche perchè non avrebbero la possibilità, per esempio, di manutenere la rete idrica;

- In AQP si sta realizzando una rivoluzione dell´organizzazione del personale senza precedenti con procedure di cui tra l´altro il M5S sta verificando la regolarità. Nonostante le richieste ufficiali sia in Commissione che anche quelle  inoltrate via Pec e di persona, il Presidente dell´Acquedotto Pugliese si è sempre rifiutato di fornire il Piano Strategico di Sviluppo di AQP e il Piano di Sviluppo del Personale, facendoci pensare che probabilmente neanche esistono.

Date le circostanze citate, nel 2016 il M5S Puglia raccogliendo la richiesta del Comitato pugliese Acqua Bene Comune, con una mozione ha chiesto al Presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano di istituire, entro sei mesi, un tavolo tecnico per decidere il futuro dell´AQP e del Servizio Idrico Integrato dopo il 2018. La mozione è stata approvata per la prima volta il 3 agosto del 2016 ma il Presidente ha lasciato scadere i sei mesi di tempo senza istituire questo tavolo, nonostante i continui promemoria sia mediante organi di stampa che attraverso Pec. Il M5S ha ripresentato la mozione che è stata nuovamente approvata a maggioranza nella seduta del 21 febbraio 2017 e infine il tavolo tecnico è stato istituito con Deliberazione di Giunta il 21 marzo del 2017. Il tavolo si è riunito in tre sedute e ha affrontato la valutazione di tre opzioni:

1.- La possibilità di una proroga della concessione del Servizio Idrico Integrato (SII);

2.- La possibilità che il SII sia affidato ad una azienda speciale, un ente di diritto pubblico;

3.- La possibilità che il SII sia direttamente affidato all´Acquedotto Pugliese Spa le cui quote siano distribuite ai Comuni.

Il M5S, insieme ai Comitati, sta spingendo affinché AQP sia trasformato in una Azienda Speciale consortile, ente di diritto pubblico a cui avranno l´obbligo di associarsi i Comuni attraverso la sottoscrizione di una convenzione di cooperazione. Questa trasformazione blinderebbe AQP da qualsiasi scalata dei privati, sia oggi che in futuro, rispettando in pieno la volontà popolare del Referendum del 2011.

Il M5S ha redatto un documento dove dimostra che questa trasformazione è possibile, che è nelle competenze della Regione Puglia e che quindi l´AQP può in seguito procedere all´affidamento diretto del Servizio Idrico Integrato (SII) alla nuova Azienda Speciale consortile.

Nonostante il lassismo del Presidente della Regione Puglia, il M5S si è organizzato partendo dai Comuni dove i Consiglieri Comunali hanno protocollato una proposta di delibera affinché il Consiglio solleciti la Regione Puglia ad operare per la trasformazione di AQP in Azienda Speciale in data anteriore alla scadenza della concessione, ed ancor prima, ad indire da parte dell’Autorità Idrica Pugliese la gara per il Servizio Idrico Integrato. Nella delibera si è anche approvato di manifestare da parte del Comune di Noci la volontà di aderire alla convenzione per la partecipazione diretta dell’Azienda Speciale Consortile qualora la Regione decida per questa opzione.

Nel Consiglio Comunale del 24 Ottobre del 2017 il Movimento Cinque Stelle Noci ha ottenuto un´altra vittoria per tutti i cittadini su un tema cosi importante come il diritto pubblico all´acqua.

 

Movimento 5 Stelle Noci

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenta tramite Facebook

 

trovo aziende

Dalla prima pagina

Pubblicità

Pubblicità

Dulciar Natale 2017

Pubblicità

La pubblicità

Pubblicità

Ginevra
Pubblicità

Pubblicità

La pubblicità

Pubblicità

La pubblicità

Chi è on-line?

Abbiamo 186 visitatori e nessun utente online

SERVIZI

sezione-auguri sezione-vendesi sezione-necrologi

 
 
master-noci24-ballottaggio
promemoria

CONTRATTI DI QUARTIERE II

 

Il progetto: cosa prevede

Avvio del bando: 1-4-2004

Avvio lavori P.zza Garibaldi: 11-4-2012

Fine lavori P.zza Garibaldi: 30-4-2013

Approvazione convenzione: 15-07-2014

Avvio lavori per le case: ???

Sono trascorsi:

 

MUSEO DEI RAGAZZI

 

Il progetto: cosa prevede

Avvio del bando: 30-11-2005

Primo stralcio: 7-06-2011

Secondo stralcio: 7-04-2014

Avvio Terzo stralcio: 29-12-2015

Conclusione Terzo stralcio: ???

Sono trascorsi:

 

Twitter

PUMS

 

Il progetto: cosa prevede

Avvio del bando: 19-12-2014

Affidamento: 8-09-2016

Sito web dedicato al PUMS: 17-09-2016

Chiusura prima fase del PUMS: 22-12-2016

Adozione ed attuazione PUMS: ???

Sono trascorsi:

 

Facebook