Pubblicità pub noci24 01

Pubblicità Assinotar 2017 luglio 1

NOCI24.it

Quotidiano on-line della città di Noci (Bari)

- -
Pubblicità

lamp Dati ufficiali Ministero dell'Interno.

11 16 infografica Bari 1BARI - Sono 539 i casi di maltrattamento minorile trattati tra il 2011 e il 2015 dal GIADA dell’Ospedale Pediatrico Giovanni XXIII di Bari perché vittima di violenza e abusi. È quanto emerge dal Dossier “Maltrattamento e abuso sui bambini: una questione di salute pubblica”, realizzato dall’organizzazione Terre des Hommes, che legge la violenza sui bambini con lenti nuove, che permettono di riconoscere questo fenomeno quale “problema di salute pubblica”, e come tale deve essere indagato e diagnosticato. L’Ospedale Pediatrico Giovanni XXIII di Bari, insieme all’Azienda Ospedaliera Universitaria di Padova, alla Clinica Mangiagalli di Milano, all’Azienda Ospedaliero-Universitaria Meyer di Firenze e all’Ospedale Infantile Regina Margherita di Torino, fa parte della rete di eccellenze ospedaliere creata da Terre des Hommes per il contrasto della violenza sui bambini.

Tra i piccoli pazienti assisiti a prevalere è il sesso femminile: nel 51% dei casi, infatti, i minori maltrattati e abusati sono bambine (275 casi), nel 49% si tratta invece di bambini (264 casi).

L’età media dei pazienti si attesta sui 10 anni e 7 mesi. Nel particolare, nel 39% si tratta di un’età compresa tra i 6 e i 10 anni; nel 34% tra gli 11 e i 18 e nel 22% tra 1 e 5 anni. Nemmeno i neonati vengono risparmiati da violenze e abusi: si contano infatti 25 casi di maltrattamento e abusi nel primo anno di vita (5%).

Le tipologie di maltrattamento trattate sono state principalmente di trascuratezza grave (59% dei casi) e di violenza assistita (37%). Seguono casi di maltrattamento fisico (15%) e di abuso sessuale (12%).

GIADA

GIADA dal 2000 opera presso il Servizio di Psicologia dell’Ospedale Pediatrico Giovanni XXIII ed è costituito da un’equipe interdisciplinare che può contare su tutte le specialità mediche dell’Azienda Ospedaliero Universitaria Policlinico-Giovanni XXIII di Bari. Il Centro coordina un network regionale, costituito da servizi sanitari, ospedalieri e territoriali, in ogni ASL della Regione.

Le attività di GIADA vanno dalla diagnosi precoce e la cura delle condizioni di violenza all’infanzia fino all’assistenza psicologica e sociale, pediatrica e specialistica delle condizioni di rischio e di violenza sui minorenni. Inoltre offre un servizio di accompagnamento giudiziario e assistenza psicologica nel corso dell’escussione delle vittime e dei testimoni di minore età, oltre che di consulto specialistico, anche a distanza, agli operatori dell’area materno–infantile su specifici e qualificati quesiti critici.

DALL’ARRIVO IN PRONTO SOCCORSO ALLA CURA, COME VIENE ASSISTITO IL MINORE VITTIMA DI ABUSI

GIADA nel corso degli anni ha messo a punto un percorso operativo denominato “SISTEMA GIADA” che ha consentito di perseguire gli obiettivi di rilevare il sommerso, anche attraverso la valutazione della qualità del legame di attaccamento, e formulare precocemente diagnosi e piani assistenziali interdisciplinari e integrati, anche in rete con altre Istituzioni ed Enti Sanitari, Sociali e Giudiziari. Nei casi di traumatismi, in situazione di violenza sessuale e maltrattamento fisico, in evidenti circostanze di trascuratezza e abbandono psico-fisico a danno dei minorenni, i sanitari addetti al triage del Pronto Soccorso attivano il codice GIADA che va ad equipararsi per tempi e modalità di accoglienza, al codice giallo. Uno psicologo e un assistente sociale affiancheranno i medici di Pronto Soccorso sin dalla fase anamnestica. Nel caso in cui viene rilevato un Reato Perseguibile d’Ufficio o si evidenzia un fondato sospetto, si procederà con l’invio del referto alla Procura della Repubblica presso il Tribunale Civile e Penale e/o presso il Tribunale per i Minorenni, o ad un Ufficio di Polizia Giudiziaria. Dal 2013, un Protocollo relativo all’Assunzione di Sommarie Informazioni permette l’adeguato supporto all’Autorità Giudiziaria e sostegno psicologico ai minorenni coinvolti in indagini giudiziarie. In tale occasione è garantito il sostegno psicoeducativo alla famiglia.

11 16 infografica Bari 2

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenta tramite Facebook

 

trovo aziende

Dalla prima pagina

Necrologi

Necrologi - Lunedì, 11 Giugno 2018

A Liliana

Necrologi - Lunedì, 26 Febbraio 2018

Muore il Cav. Francesco Ferulli

Necrologi - Martedì, 20 Febbraio 2018

Simone Martucci, i funerali

Necrologi - Giovedì, 28 Settembre 2017

Ultimo saluto a Sebastiano D'Onghia

Necrologi - Martedì, 19 Settembre 2017

Addio ad Arturo D'Aprile

Aggiornamenti

Se avete un profilo su Facebook e siete interessati a ricevere gli aggiornamenti di NOCI24.it nella vostra sezione Notizie potete selezionare l’opzione “Mostra per primi”, sulla pagina di NOCI24.it.

Noci24 love

Pubblicità

Pubblicità

La pubblicità

Pubblicità

Ginevra
Pubblicità

Pubblicità

La pubblicità

Pubblicità

La pubblicità

Chi è on-line?

Abbiamo 96 visitatori e nessun utente online

SERVIZI

sezione-auguri sezione-vendesi sezione-necrologi

 
 
master-noci24-ballottaggio
promemoria

CONTRATTI DI QUARTIERE II

 

Il progetto: cosa prevede

Avvio del bando: 1-4-2004

Avvio lavori P.zza Garibaldi: 11-4-2012

Fine lavori P.zza Garibaldi: 30-4-2013

Approvazione convenzione: 15-07-2014

Avvio lavori per le case: ???

Sono trascorsi:

 

MUSEO DEI RAGAZZI

 

Il progetto: cosa prevede

Avvio del bando: 30-11-2005

Primo stralcio: 7-06-2011

Secondo stralcio: 7-04-2014

Avvio Terzo stralcio: 29-12-2015

Conclusione Terzo stralcio: ???

Sono trascorsi:

 

Twitter

PUMS

 

Il progetto: cosa prevede

Avvio del bando: 19-12-2014

Affidamento: 8-09-2016

Sito web dedicato al PUMS: 17-09-2016

Chiusura prima fase del PUMS: 22-12-2016

Adozione ed attuazione PUMS: ???

Sono trascorsi:

 

Facebook