Pubblicità

Pubblicità

NOCI24.it

Quotidiano on-line della città di Noci (Bari)

Sabato, 8 Agosto 2020 - 22:32

trovo aziende

 

 

05 23 NisiNOCI (Bari) - Come ogni settimana, anche lo scorso mercoledì il sindaco, Domenico NIsi, ha incontrato a mezzo social i cittadini, per rispondere alle loro domande.

Nel corso della diretta social, durata quasi un’ora, più che alle domande, ampio spazio è stato riservato alle segnalazioni di un qualcosa che purtroppo è sotto gli occhi di tutti, da quando è iniziata la fase due: i costanti assembramenti e la totale indifferenza verso il rispetto delle norme ancora vigenti. Preoccupati per se stessi e per le loro famiglie gli esercenti, titolari di bar o attività di ristorazione, che si trovano  a dover rivestire soventemente  anche l'inconsueto ruolo di educatori sociali.  Categoriche le parole del primo cittadino: Vi ricordo che, stando a quanto prevede il decreto, i sindaci hanno la facoltà di chiudere nuovamente gli spazi pubblici qualora riscontrino comportamenti irresponsabili dei cittadini!”

Comprensibilissimo il desiderio da parte dei nocesi di riappropriarsi della propria normalità dopo oltre 60 giorni di clausura forzata, desiderio rafforzato anche da un’ottima notizia divulgata dallo stesso Nisi. E’ infatti guarito anche l’ultimo dei concittadini che avevano contratto il Covid19. Tutto ciò non autorizza però a considerare la cosiddettà fase 2 alla stregua di un "tutti liberi di fare tutto"
Il sindaco avverte i cittadini più duri di comprendonio: “Chi si sente libero di poter fare quello che vuole, dal momento che Noci sarebbe ad oggi “a contagio zero”, ha fatto decisamente male i calcoli. Andrebbe considerato infatti il problema relativo ai potenziali asintomatici. Un cittadino asintomatico, proprio in quanto tale, sarebbe naturalmente inconsapevole di essere venuto a contatto con il virus, pertanto, andando in giro senza i dispositivi di protezione e senza attenersi alle regole, innescherebbe una pericolosa esplosione di contagi, com’è già avvenuto in altre comunità!”
Il primo cittadino si serve anche dell’ironia, per far meglio recepire quale importanza rivestano i dispositivi di protezione, che devono essere indossati in modo corretto, e non relegati alla stregua di un ulteriore accessorio di abbigliamento.
“Non sapevo che l’ultima moda riguardasse il coprirsi il mento con la mascherina! Qualcuno mi spieghi scientificamente a cosa seve farla penzolare in quel modo, lasciando naso e bocca scoperti”- ha ribadito Nisi, che ha ulteriormente precisato: “Ho visto con i miei occhi nugoli di ragazzini che se ne andavano a zonzo privi di dispositivi di protezione, così come gente che affollava la stessa panchina per consumare quanto acquistato al bar, passandosi addirittura di mano in mano la bottiglia di birra e bevendo tutti dalla medesima. Mi pare di spiegare l’ovvio, ma ve lo ribadisco e ve lo ribadirò fino alla nausea: sono cose che non si possono fare! Continuando in questo modo, mi troverò costretto a chiudere nuovamente gli spazi pubblici e vi ricordo che il decreto ne dà ampia facoltà ai sindaci. Qualora dovessero risalire i contagi, ci ritroveremmo nuovamente blindati in casa e sarebbe un danno enorme per tutte quelle attività che hanno appena e faticosamente riaperto. Molte di esse non si riprenderebbero più e chiuderebbero definitivamente i battenti!”
Sembra siano stati proprio gli esercenti, in particolar modo gestori di bar o attività di ristorazione a manifestare la loro più viva preoccupazione.
A loro l’arduo compito di far rispettare le regole all’interno dei loro locali (pena multe salatissime o addirittura la chiusura dell’attività) anche a costo di vedersi mandare al diavolo nel momento in cui ammoniscono la gente irrispettosa. Gli stessi esercenti, sono però costretti ad accogliere anche chi, fuori dal locale fa poi quel che gli pare.
“Espongono a rischio noi e le nostre famiglie e se rimbeccati, rispondono con presunzione che tanto ormai siamo al sicuro, perché non si sono più verificati contagi! Vorremmo che fosse mantenuto un tono pacato e rispettoso e la gente dovrebbe comprenderlo da sé! Non possiamo farci carico anche del ruolo di educatori sociali”- avrebbero asserito disperati i titolari delle suddette attività, che di più non possono fare, se non richiamare all’ordine chi si ammassa fuori dai locali a consumare cibarie e bevande acquistate.
Il sindaco ha rivolto poi un accorato appello ai cittadini: “Fatevi portavoce e amplificatori di questo messaggio: il pericolo non è alle nostre spalle. Diffondete il più possibile l’invito al rispetto delle regole e all’utilizzo di un atteggiamento responsabile. Purtroppo noi dell’amministrazione, i carabinieri e gli agenti della Municipale non possono essere sempre in ogni luogo a controllare!”. Non si può certo non concordare sul fatto che dovremmo saper discernere da soli ciò che è giusto da ciò che è sbagliato, senza che ci sia sempre qualcuno a dirci come comportarci.

 

Commenta tramite Facebook

 

trovo aziende

 

Altri hanno letto anche:

La pubblicità
Pubblicità

Pubblicità

Ginevra
Pubblicità

Pubblicità

La pubblicità

Pubblicità

La pubblicità

Chi è on-line?

Abbiamo 404 visitatori e nessun utente online

SERVIZI

sezione-auguri sezione-vendesi sezione-necrologi

 
 

FUORI CITTA'

Operazione “#Cheguaio!”: perquisizioni della GDF di Bari

07-08-2020

BARI - Il Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria della Guardia di Finanza di Bari ha eseguito perquisizioni domiciliari in Puglia, Campania...

Bisceglie - Aggressione a minore in piazza: sei arresti

06-08-2020

Bisceglie - Questa mattina i Carabinieri della Tenenza di Bisceglie, in esecuzione di un’ordinanza emessa dal Giudice per le indagini preliminari...

Putignano, spazi alle idee: martedì 4 agosto inaugurazione di Piazza Teatro

04-08-2020

PUTIGNANO - Martedì 4 agosto alle ore 19:00 s’inaugura Piazza Teatro, il nuovo spazio di rigenerazione urbana e sociale ideato...

Da Alberobello a Pescara per “Mister Italia 2020”

01-08-2020

ALBEROBELLO - C’è anche un 20enne di Alberobello (BA) tra i trentadue finalisti che sabato sera 1 agosto a Pescara...

Guardia di Finanza Bari: eseguite tre ordinanze di custodia cautelare nei confronti dei responsabili di…

17-07-2020

BARI - In data odierna, i Finanzieri del G.I.C.O. del Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria della Guardia di Finanza di Bari...

Alberobello - Molestie e minacce in un locale pubblico: arrestato dai Carabinieri

16-07-2020

ALBEROBELLO - I Carabinieri della Stazione di Alberobello, in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal GIP presso il Tribunale...

NECROLOGI

E' tornato alla casa del Padre Giovanni Novembre

10-06-2020

E' tornato alla casa del Padre all'età di 71 anni Giovanni Novembre. Lo annunciano la moglie Angela, i figli Giuseppe...

Ricordo di Nicola Putignano

22-12-2019

Il 18 dicembre 2019 è venuto a mancare all'affetto dei suoi cari e dell'intera città il prof. Nicola Putignano, docente...

Muore il 42enne Mirko Quarato: oggi i funerali in Chiesa Madre

24-04-2019

NOCI (Bari) - Non ce l'ha fatta a sopravvivere il giovanissimo Mirko Quarato dopo il pericoloso incidente che lo aveva...

LETTERE AL GIORNALE

Piero Liuzzi: "Zavoli e la sua fame di Sud"

06-08-2020

NOCI - Riceviamo e pubblichiamo questo breve ricordo del sen. Piero Liuzzi sul suo originale rapporto con Sergio ZAVOLI, parlamentare...

Auguri nonna Stella!

04-07-2020

NOCI (Bari) - Il 1 luglio 2020 nonna Stella, per tutti Stella Palattella, per le amiche e vicine di casa "Stellina...

Offese all'ing. Conforti. La replica dei giornalisti Longo e Scagliarini

05-06-2020

Riceviamo e pubblichiamo la replica dei giornalisti Giovanni Longo e Massimiliano Scagliarini al comunicato pubblicato il 23 maggio su NOCI24.it a firma...

Morea replica a Plantone

22-05-2020

NOCI - Il consigliere comunale di minoranza Stanislao Morea (Idea Noci) ha diffuso una nota in replica al comunicato del consigliere...

Per una Scuola silenziosa ed autenticamente operante

27-04-2020

LETTERE AL GIORNALE - Nel mostrare ciò che si fa, si corre sempre il rischio che la volontà di fare...

Vito Plantone: "Andrà tutto bene"

15-03-2020

COMUNICATO - Ci sentivamo invincibili. Pensavamo che il mondo fosse controllabile semplicemente dal nostro salotto di casa e tenendo tra...