Pubblicità

Pubblicità pub noci24 01

Pubblicità Assinotar 2017 luglio 1

NOCI24.it

Quotidiano on-line della città di Noci (Bari)

- -
Pubblicità dolcepuglia2017

ufficio-tributiNOCI (Bari) - Definite le scadenze per la Tasi (Tassa sui servizi indivisibili): il 16 ottobre 2014 scadrà l'acconto, mentre il saldo sarà versato entro il 16 dicembre 2014. In caso di unità immobiliare occupata da un soggetto diverso dal proprietario, quest’ultimo e l’occupante sono titolari di un’autonoma obbligazione tributaria e il tributo deve essere pagato: per l’80% dai proprietari ovvero dai titolari di diritti reali di godimento (usufrutto, uso, abitazione, enfiteusi, superficie) di fabbricati e aree fabbricabili situati nel territorio comunale, o i locatari finanziari in caso di leasing;  per il 20% dagli utilizzatori degli immobili (locatari, comodatari, ect.). Nel caso di pluralità di possessori o detentori, essi sono tenuti in solido all’adempimento dell’unica obbligazione tributaria.

Non in tutti i Comuni - fa rilevare l'Unione Tutela degli Inquilini di Bari - il tributo verrà pagato dagli inquilini; alcune amministrazioni, tra cui quella del capoluogo, hanno deciso di applicare l'imposta solo agli immobili adibiti a prima casa, che negli stessi comuni sono esenti da IMU, anche per non gravare sugli inquilini su cui anche solo in parte sarebbe andata ad incidere la TASI nel caso di applicazione agli immobili affittati ad uso residenziale.

E sul sito dell'associazione Unione Tutela degli Inquilini di Bari è possibile visionare la situazione di tutti i comuni della Provincia di Barila situazione di tutti i comuni della Provincia di Bari con l'indicazione per ogni comune se il tributo è dovuto, l'aliquota, e la percentuale a carico dell'inquilino (tra il 10 ed il 30% massimo dell'intero importo).

L'adozione dl regolamento e delle aliquote TASI è avvenuta l'8 agosto 2014 in Consiglio comunale.


Il comunicato sulle scadenze TASI del Comune di Noci

 

SERVIZIO FISCALITA’ LOCALE

TRIBUTI SUI SERVIZI INDIVISIBILI

TASI ANNO 2014 SCADENZA VERSAMENTO ACCONTO (16/10/2014)

AVVISO

Il 16 OTTOBRE 2014 scade il termine per il versamento dell’acconto della TASI. L’acconto è pari alla metà del tributo dovuto per l’anno in corso, calcolato sulla base imponibile dell’IMU applicando le seguenti aliquote:
1,5‰ - Abitazioni Principali e relative Pertinenze come definite e dichiarate ai fini IMU censite in catasto nelle categorie DIVERSE da A/1, A/8 e A/9;
1,5‰ - Abitazioni Principali e relative Pertinenze come definite e dichiarate ai fini IMU censite in catasto nelle categorie A/1, A/8 e A/9);
2,3‰ - altri immobili e aree edificabili, con esclusione immobili di categoria D;
2,0 ‰ - fabbricati di categoria D esclusi D10;
1,0 ‰ - fabbricati rurali strumentali;
Entro la data del 16 ottobre è possibile versare in un’unica rata, l’importo dovuto riferito all’intero anno.
IL PRESUPPOSTO IMPOSITIVO della TASI è il possesso o la detenzione, a qualsiasi titolo, di fabbricati, ivi compresa l’abitazione principale, e di aree edificabili, come definiti ai sensi dell’imposta municipale propria, ad eccezione dei terreni agricoli.
Nel caso di unità immobiliare occupata da un soggetto diverso dal titolare del diritto reale sull’unità immobiliare, quest’ultimo e l’occupante sono titolari di un’autonoma obbligazione tributaria e il tributo deve essere pagato:
• per l’80% dai proprietari ovvero dai titolari di diritti reali di godimento (usufrutto, uso, abitazione, enfiteusi, superficie) di fabbricati e aree fabbricabili situati nel territorio comunale, o i locatari finanziari in caso di leasing;
• per il 20% dagli utilizzatori degli immobili (locatari, comodatari, ect.)
Nel caso di pluralità di possessori o detentori, essi sono tenuti in solido all’adempimento dell’unica obbligazione tributaria.

BASE IMPONIBILE E CALCOLO DELL’IMPOSTA:
La base imponibile è quella prevista per l’applicazione dell’imposta municipale propria = rendita dell’immobile, rivalutata del 5%, per i moltiplicatori previsti per l’IMU.
FABBRICATI: di seguito si riporta l’elenco dei moltiplicatori IMU da utilizzare per il calcolo della base imponibile TASI:
160 per i fabbricati classificati nel gruppo catastale A e nelle categorie catastali C/2, C/6 e C/7, con esclusione della categoria catastale A/10 (Uffici);
140 per i fabbricati classificati nel gruppo catastale B e nelle categorie catastali C/3, C/4 e C/5;
80 per i fabbricati classificati nelle categorie catastali A/10 e D/5;
65 per i fabbricati classificati nel gruppo catastale D (ad eccezione dei fabbricati classificati nella categoria catastale D/5);
55 per i fabbricati classificati nella categoria catastale C/1;
La base imponibile è ridotta del 50% per i fabbricati dichiarati inagibili o inabitabili e di fatto non utilizzati, limitatamente al periodo dell’anno durante il quale sussistono dette condizioni.
AREE EDIFICABILI: il valore è quello considerato ai fini IMU.

COME PAGARE:
Il versamento della TASI per l’anno 2014 si effettua in due rate di pari importo, la prima entro il 16 ottobre e la seconda entro il 16 dicembre (Deliberazione pubblicata sul sito del MEF il 09.09.2014 – Legge 147/2013, comma 688). La TASI, deve essere versata in autoliquidazione , cioè è il contribuente che calcola quanto dovuto.
Il versamento del tributo può essere effettuato:
Tramite modello F24 utilizzando i seguenti codici:
CODICE COMUNE F915, sezione IMU e altri tributi locali;
CODICE 3958 - TASI su abitazione principale e relative pertinenze;
CODICE 3959 - TASI per fabbricati rurali ad uso strumentale;
CODICE 3960 - TASI aree fabbricali;
CODICE 3961 - TASI per altri fabbricati;
In caso di ravvedimento, le sanzioni e gli interessi sono versati unitamente all’imposta.

La TASI non si versa qualora l’importo dovuto sia uguale o inferiore a € 6,00. Tale importo si intende riferito al tributo complessivamente dovuto per l’anno e non alle singole rate di acconto e di saldo.
Per ulteriori informazioni si prega di contattare l’Ufficio Tributi del Comune ovvero consultare il sito www.comune.noci.ba.it

Noci, settembre 2014

IL RESPONSABILE
SERVIZIO FISCALITA’ LOCALE
F.to Antonia LOCOROTONDO

 

 


Il comunicato sulle scadenze TASI dell' Unione tutela degli inquilini di Bari

 

Unione tutela degli inquilini e le tariffe TASI per gli inquilini dei Comuni della Provincia di Bari

Si sta approssimando la scadenza per il pagamento della prima rata della TASI, la nuova tassa sui servizi comunali indivisibili che toccherà la gran parte dei cittadini secondo le aliquote stabilite dai Comuni.

“Abbiamo riscontrato nella cittadinanza, e negli inquilini come settore di nostra competenza, una grande confusione ed incertezza”, spiega l'Avv. Francesco Saverio Del Buono, presidente dell'associazione Unione tutela degli inquilini. “A meno di 20 giorni dal pagamento della prima rata, molti inquilini infatti non sanno se e quanto devono pagare, dovuto anche al fatto che molti comuni solo nelle ultime settimane hanno approvato il regolamento di applicazione e le aliquote di questo tributo.

Tanto più che il tributo va pagato in autoliquidazione, cioè non viene inviato dal Comune alcun avviso di pagamento con il calcolo di quanto dovuto, ma è il contribuente a dover calcolare quanto deve versare, e in alcuni comuni invece si pagherà in un unica soluzione entro il 16 dicembre”.

Per andare incontro alle esigenze dei cittadini, e cercare di fare chiarezza, abbiamo censito la situazione di tutti i comuni della Provincia di Bari, indicando in una tabella che stiamo pubblicando sul nostro sito http://unionetuteladeglinquilinibari.wordpress.com , per ogni comune se il tributo è dovuto, l'aliquota, e la percentuale a carico dell'inquilino (tra il 10 ed il 30% massimo dell'intero importo).

Infatti non in tutti i Comuni il tributo verrà pagato dagli inquilini; alcune amministrazioni, tra cui quella del capoluogo, hanno deciso di applicare l'imposta solo agli immobili adibiti a prima casa, che negli stessi comuni sono esenti da IMU, anche per non gravare sugli inquilini su cui anche solo in parte sarebbe andata ad incidere la TASI nel caso di applicazione agli immobili affittati ad uso residenziale.

La nostra associazione invita gli inquilini a rivolgersi alla stessa per informazioni e per assistenza nel calcolo dell'importo dovuto, evitando problemi che possono derivare da una mancata informazione e da un errato calcolo di quanto dovuto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenta tramite Facebook

 

trovo aziende

Dalla prima pagina

Pubblicità

Pubblicità

Dulciar Natale 2017

Pubblicità

La pubblicità

Pubblicità

Ginevra
Pubblicità

Pubblicità

La pubblicità

Pubblicità

La pubblicità

Chi è on-line?

Abbiamo 142 visitatori e nessun utente online

SERVIZI

sezione-auguri sezione-vendesi sezione-necrologi

 
 
master-noci24-ballottaggio
promemoria

CONTRATTI DI QUARTIERE II

View the embedded image gallery online at:
https://www.noci24.it/politica/palazzo-di-citta#sigProId19b5ab3af0

 

Il progetto: cosa prevede

Avvio del bando: 1-4-2004

Avvio lavori P.zza Garibaldi: 11-4-2012

Fine lavori P.zza Garibaldi: 30-4-2013

Approvazione convenzione: 15-07-2014

Avvio lavori per le case: ???

Sono trascorsi:

 

MUSEO DEI RAGAZZI

View the embedded image gallery online at:
https://www.noci24.it/politica/palazzo-di-citta#sigProId861f310308

 

Il progetto: cosa prevede

Avvio del bando: 30-11-2005

Primo stralcio: 7-06-2011

Secondo stralcio: 7-04-2014

Avvio Terzo stralcio: 29-12-2015

Conclusione Terzo stralcio: ???

Sono trascorsi:

 

Twitter

PUMS

View the embedded image gallery online at:
https://www.noci24.it/politica/palazzo-di-citta#sigProId3783fe57c5

 

Il progetto: cosa prevede

Avvio del bando: 19-12-2014

Affidamento: 8-09-2016

Sito web dedicato al PUMS: 17-09-2016

Chiusura prima fase del PUMS: 22-12-2016

Adozione ed attuazione PUMS: ???

Sono trascorsi:

 

Facebook