Pubblicità

Pubblicità pub noci24 01

Pubblicità Assinotar 2017 luglio 1

NOCI24.it

Quotidiano on-line della città di Noci (Bari)

- -
Pubblicità dolcepuglia2017

politica-Festa-Democratica-2NOCI (Bari) - La voglia di criticare tutto quello che accade intorno al PD ha prodotto una certa miopia. E’ da qualche tempo che riflettiamo sulla opportunità di chiarire la situazione politica del Partito Democratico di Noci, a seguito dei continui e stucchevoli rimbrotti che da più parti si riceve. Spesso abbiamo evitato di rispondere pubblicamente ad interviste o esternazioni pubbliche che alimentano una certa immagine della sezione locale del nostro Partito, forse nella convinzione che un Partito Democratico fuori dallo stereotipo in cui lo si è confinato per tanto tempo, possa rappresentare un pericolo per tanti.

L’ennesimo articolo di critica dell’Assemblea degli iscritti dello scorso 27.10 è la causa delle precisazioni che, come membri del Coordinamento cittadino, ci sentiamo in dovere di fare. Da qualche anno il Circolo di Noci è stato interessato da un “strano” movimento virtuoso, nel quale un gruppetto (come siamo stati definiti) di trenta-quarantenni ha deciso in modo del tutto spontaneo di dedicarsi all’azione politica. Un gruppetto, ci preme sottolinearlo, non di giovani spiantati, ma di giovani professionisti, ricercatori, ingegneri, avvocati, etc.. Apparteniamo, insomma, a quel popolo di indignados che non ha nessun interesse a fracassare vetrine, ma che crede che per combattere la precarietà della propria condizione e i soprusi subiti da una società che ci vuole deboli ed isolati, l’unica via sia muoversi all’interno delle istituzioni politiche, cercando di cambiarle.  Siamo quella fetta della società coltivata nella idolatria del merito e successivamente frustrata dalla crisi economica e dalla precarietà. 

Va precisato che la nostra voglia di attivismo politico non è finalizzata ad un qualche tornaconto personale; alla politica non abbiamo bisogno di chiedere nulla, se non di ritornare ad occuparsi delle nostre reali difficoltà cercando di dare delle risposte. Per far ciò, abbiamo quindi deciso di non restare alla finestra, certi che l’indifferenza e la superficialità rappresentino i due veri drammi dalla nostra società contemporanea. Il gruppetto ha ritenuto opportuno seguire le vie democratiche del Partito ed è entrato a farne parte in modo del tutto legittimo, attraverso il congresso cittadino che ha visto l’elezione dell’attuale Segretario Anastasio Fusillo. Tutto questo però alla stampa locale non ha interessato, concentrata piuttosto ad osservare le smorfie di dolore sul viso di alcuni dei componenti da sempre presenti sulla scena politica della nostra cittadina.

Lamentiamo, se possiamo permetterci, una certa superficialità nella analisi politica e nella discussione pubblica. Alcune volte si legge di “fronde” degli alberi di Piazza Garibaldi che criticano l’operato dell’attuale segreteria del partito (peraltro si usa il virgolettato senza riportare l’autore di certe affermazioni – uso giornalisticamente discutibile). Altre volte si legge di scialbi manifesti usati per promuovere la nostra assemblea cittadina. Capiamo che la parola scialbo, abbinata a manifesto, crei una certa efficacia giornalistica. Ci si dimentica però che quello scialbo manifesto è il frutto dell’impegno di un giovane ricercatore precario che, per dare una risposta democratica alla sua condizione umana, cerca di dedicare il poco tempo a disposizione (perché nonostante si sia precari ogni giorno ci toccano otto, nove, dieci, dodici ore di lavoro e lunghi corsi di formazione, master e quant’altro per accrescere le nostre competenze) per muovere una proposta politica e alzare il livello di attenzione della popolazione sulla situazione generale. Manifesto realizzato inoltre a costo zero. Se ci è consentito, quindi, preferiamo avere uno scialbo manifesto frutto dell’attivismo politico e non tanti lustrini e paillette che accecano gli occhi, ma che non trascinano dietro i reali problemi della nostra attuale società.

Si legge ancora di un immobilismo dei nostri Consiglieri Comunali. Ed invece i nostri tre soli Consiglieri, nonostante l’esiguo numero, hanno sempre rappresentato una spina nel fianco dell’attuale maggioranza amministrativa. Ne sono testimonianza i tantissimi interventi in Consiglio Comunale sugli argomenti più disparati: si pensi ai Contratti di Quartiere, per i quali si è chiesto di avviare prioritariamente la costruzione di case di edilizia convenzionata o sovvenzionata, oppure alla richiesta di chiarimento delle motivazioni alla base delle dimissioni del responsabile dell’ufficio tecnico Ing Mutinati . Ma evidentemente, è più semplice continuare a riportare le voci del dissenso interno che evidenziare la reale azione posta in essere nell’interesse della cittadinanza.

Veniamo più volte additati come coloro che non promuovono azioni sul territorio. Anche in questo caso si dimentica che per due anni il Partito è stato in grado di organizzare la più importante manifestazione politica cittadina: la Festa Democratica. L’ultima in ordine cronologico, poi, totalmente dedicata alla discussione ed approfondimento di tematiche locali, con il tentativo (peraltro riuscito) di coinvolgimento della cittadinanza e delle professionalità del nostro paese. Anche questa manifestazione in una qualche maniera è stata snobbata dalle testate locali, più che altro interessate ad osservare quali anime critiche del nostro partito fossero o non fossero presenti. Abbiamo condotto la cittadinanza a ridiscutere di urbanistica, lavoro, economia, cultura e servizi sociali per il nostro territorio. Abbiamo promosso, assieme ad altri, il referendum per abolire il Porcellum. Eravamo politicamente attivi nella promozione dei referendum sull’Acqua Pubblica e Nucleare. A breve, infine, organizzeremo un convegno sul piano straordinario per il lavoro promosso dalla Giunta Vendola. Ci chiediamo semplicemente quale altra forza politica di Noci, tranne alcune altre forze di sinistra a cui va dato merito per il loro costante impegno, abbia proposto una discussione pubblica o una azione politica più incisiva della nostra negli ultimi anni. Forse la stampa locale dovrebbe anche occuparsi di cosa è stato prodotto dall’attuale maggioranza amministrativa negli ultimi due anni. Oppure si toccherebbero interessi e vicinanze politiche ormai troppo consolidate?

Abbiamo cercato e continuiamo a farlo un continuo contatto con la cittadinanza, utilizzando anche strumenti innovativi. La nostra pagina Facebook ha superato le 600 amicizie, ma nonostante questo  si continua a dire senza ragione che è scarsamente aggiornata.

Da tempo poi il Segretario di Circolo si sta spendendo per riallacciare alcuni legami con la cittadinanza e con le forze politiche e sociali della nostra Noci. Anche i Consiglieri sono impegnati nella costruzione di una nuova dimensione politica del centro sinistra e, naturalmente, tutto questo non avviene in modo plateale, ma con la pazienza di chi cerca di costruire qualcosa di solido.

Si narra di un partito che è calato nel tesseramento e anche qui non ci si chiede se magari non sia anch’essa una scelta politica. Forse si è scelto di sostituire alla numerosità delle tessere la reattività delle teste. Ed i risultati si sono visti. Nuovi volti sono apparsi ed altri ancora aspettano solo che si schiarisca la nube che si cerca costantemente di alzare intorno al Partito. 

Meritevole è anche l’azione dei Giovani Democratici. Ma anche in questo caso si tende a dire che loro siano qualcosa di estraneo rispetto al PD e non invece una forma nuova ed interessante di proposta politica che si è affacciata nel nostro paese, nata in tale movimento politico e ad esso inscindibilmente legata, seppur nella corretta autonomia che gli va riconosciuta. 

Tanto ancora c’è da fare e tanto deve essere fatto, ma va smentita la superficiale idea che il PD nocese non esista.  Esistono molti difetti organizzativi: primo fra tutti una certa difficoltà di comunicazione pubblica. Esiste però una legittima dialettica interna che rende questo partito realmente aperto al confronto. Non sarebbe auspicabile che si iniziassero ad aprire squarci giornalistici sui partiti dell’attuale maggioranza, sempre  affaccendati a nascondere il folclore delle loro compagini?

Ora, nell’interesse comune di smentire il superficiale giudizio di pressappochismo e opacità politica, è giunto per noi  il momento di serrare le fila e ricomporre una immagine del Partito Democratico più consona al suo effettivo profilo politico. E allora saremo in grado di dire a tutti coloro che continueranno a parlare di noi in modo superficiale “We don’t care!!”

    

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenta tramite Facebook

 

trovo aziende

Dalla prima pagina

Pubblicità

Pubblicità

Dulciar Natale 2017

Pubblicità

La pubblicità

Pubblicità

Ginevra
Pubblicità

Pubblicità

La pubblicità

Pubblicità

La pubblicità

Chi è on-line?

Abbiamo 201 visitatori e nessun utente online

SERVIZI

sezione-auguri sezione-vendesi sezione-necrologi

 
 
master-noci24-ballottaggio
promemoria

CONTRATTI DI QUARTIERE II

 

Il progetto: cosa prevede

Avvio del bando: 1-4-2004

Avvio lavori P.zza Garibaldi: 11-4-2012

Fine lavori P.zza Garibaldi: 30-4-2013

Approvazione convenzione: 15-07-2014

Avvio lavori per le case: ???

Sono trascorsi:

 

MUSEO DEI RAGAZZI

 

Il progetto: cosa prevede

Avvio del bando: 30-11-2005

Primo stralcio: 7-06-2011

Secondo stralcio: 7-04-2014

Avvio Terzo stralcio: 29-12-2015

Conclusione Terzo stralcio: ???

Sono trascorsi:

 

Twitter

PUMS

 

Il progetto: cosa prevede

Avvio del bando: 19-12-2014

Affidamento: 8-09-2016

Sito web dedicato al PUMS: 17-09-2016

Chiusura prima fase del PUMS: 22-12-2016

Adozione ed attuazione PUMS: ???

Sono trascorsi:

 

Facebook