Pubblicità

Pubblicità

NOCI24.it

Quotidiano on-line della città di Noci (Bari)

MartedÌ, 7 Aprile 2020 - 03:28

trovo aziende

 

blog tommaso turi

La poesia è la lingua materna del genere umano: quest’aforisma di Johann Georg Hammann (1730-1788) dice che anche la poesia di Francesco Lobalsamo (Bari, 1° agosto 1965; Nostalgia del futuro. Poesie tra finito e infinito, VivereIn, Roma-Monopoli, 2016) appartiene, di diritto e di fatto, all’onda lunga attivata, in Italia, da Alda Merini  (1931-2009) e dai suoi immediati seguaci. La cifra spirituale, esistenziale, morale e prospettica della poesia di Lobalsamo (ospite, a Noci, della “Casa per la Vita/Vicini di casa”) ruota attorno ad alcuni nuclei tematici e problematici, che stanno, tra la terra e il Cielo, tra la storia e la gloria, tra il presente e il futuro, tra il penultimo e l’ultimo, tra il finito e l’infinito: la libertà attratta dalla forza gravitazionale del pianeta, non permette al nostro autore di volare dove osano le aquile: la sua aria ossigenata e tersa è, comunque, la nostalgia del futuro che sta, sempre, tra il”già” e il “non ancora” della pienezza della vita, assaporata in tutte le quattro direzioni spaziali. In certo senso, i paesaggi mentali della poesia di Lo balsamo, i suoi orizzonti psichici, i suoi sentimenti ragionevoli, i suoi soli luminosi e le sue lune ispiratrici si concentrano nella zona magnetica del divenire dell’essere e dell’esistenza umana.

Il primo tassello della poetica di Lobalsamo è l’anelito alla libertà non soltanto “di” (=libertà morale) e “da” (=libertà dai condizionamenti) ma anche “libertà per voler bene”: la vocazione alla libertà dallo spirito, dal corpo e dall’apertura alla trascendenza è per il nostro poeta la libertà liberante della specifica vocazione cristiana, personale e comunitaria, siderale e cosmica. Essere liberi per voler bene è un vero e proprio programma di vita, è una visione globale del vivere, è una percezione totale dell’unità del genere umano ovvero della “fraternità”, dove fiorisce la comunione e “la condivisione delle differenze” e dove non ci sono “pietre di scarto”.

Il secondo tassello della creatività lirica del nostro autore barese è la contemplazione del silenzio dove la parola risuona e crea la realtà policroma, soprattutto durante le notti abitate dai sogni e dall’insonnia. Il silenzio della notte è, cioè, la fisarmonica sonora dell’immaginazione e dell’innamoramento, dell’arte e dell’arte delle arti: imprigionato dal silenzio, Lobalsamo esplode nella ricerca della sua verità graziosa, vellutata, elegante, fine, carezzevole e, quasi, aristocratica. Il silenzio del nostro poeta è colmo di eccedenze mistiche, di tracimazioni ascetiche e di spiritualità che esonda.

Il terzo tassello dell’intelligenza prudente, ma non perduta, di Lobalsamo è il letto dell’amore, che evoca alcune suggestioni sublimi e bibliche del Cantico dei cantici: quando il nostro poeta “stringe a sé qualcuno che non c’è”, egli sa bene che l’amore si cerca e si trova, si trova e lo si cerca ancora. L’Amore trovato pienamente – che è Dio – apre tutte le finestre che ammirano il mondo: la propria stanza, la propria casa, la propria famiglia, la propria comunità sono il contorno della “primavera attesa” e del “pesco profumato”. Il letto dell’amore è l’altare sacrificale del mondo che rinasce, che risorge: mondo che rimanda al significato e al senso dell’amore senza ma e senza se, che è l’amore che si dona e basta, che s’incammina senza ritorno, come le alghe che si fermano sugli scogli del mare.

Il quarto tassello della scintilla neoromantica e, a tratti, utopica della poesia di Lobalsamo è la malinconia che non è una lenta agonia ma è, al contrario, una fiaba magica perché è dal dolore vissuto nella carne e nello spirito che nasce l’amore autentico: la malinconia di Lobalsamo non è quella di Leopardi (1798-1837) o di Shopenhauer (1788-1881). La malinconia del nostro autore è tipicamente meridionale, è un fiore che avvolge e coinvolge l’erba fresca e balsamica. E’ nella “nostalgia del passato” – anche materno, familiare e amicale – che Lobalsamo trova “la nostalgia del presente plenario”, popolato dalle meraviglie attraenti dell’irripetibilità storica di ogni persona umana. Le magie orientali e la conoscenza puntuale delle civiltà antiche ma sempre nuove permettono al nostro poeta di disegnare un futuro che ancora non c’è: questo futuro non è un futuro generico e alienato ma è, invece, un domani impastato d’onestà e di pacificazione, di reciprocità e d’interdipendenza, di verità e di giustizia, di libertà e di solidarietà.

Il quinto tassello – e ultimo – del “pensiero inedito” di Lobalsamo è il Cielo: il Cielo, come più volte ha sottolineato Papa Benedetto (2005-2013), non è una categoria geografica ma è una categoria teologica perché esso è la comunione della santità cristiana con la Santissima Trinità: il Cielo di Lobalsamo, essendo un cielo poetico, è un cielo senza spazio e senza tempo ovvero è un cielo di tutto lo spazio e di tutto il tempo. Lobalsamo ci suggerisce il fatto che il Cielo coincide con la santità della vita e questa è l’accettazione della grazia e di tutti i doni divini, senza meritarli. La santità cristiana è, ancora, vivere la vita ordinaria e feriale come se fosse una vita straordinaria e domenicale: la santità di Lobalsamo è, infine, quella che deriva dall’amare e dall’essere amati. In altre parole, la vita umana vale soltanto quando vive insieme all’amicizia, all’innamoramento e all’amore.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenta tramite Facebook

 

trovo aziende

 

Altri hanno letto anche:

Necrologi

Necrologi - Domenica, 22 Dicembre 2019

Ricordo di Nicola Putignano

Necrologi - Sabato, 23 Febbraio 2019

Cordoglio

Auguri

Auguri - Domenica, 15 Luglio 2018

Congratulazioni a Sabrina Silvestri

Auguri - Venerdì, 15 Novembre 2013

I tuoi auguri a...

Auguri - Martedì, 03 Gennaio 2012

Buon anno con il calendario di NOCI24.it

Pubblicità

La pubblicità
Pubblicità

Pubblicità

Ginevra
Pubblicità

Pubblicità

La pubblicità

Pubblicità

La pubblicità

Chi è on-line?

Abbiamo 605 visitatori e nessun utente online

SERVIZI

sezione-auguri sezione-vendesi sezione-necrologi

 
 

FUORI CITTA'

Monopoli - Arrestato pusher insospettabile

06-04-2020

Monopoli (Bari) - I Carabinieri della Stazione di Monopoli, hanno arrestato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti un...

Bari Carbonara - Denunciato un positivo che ha violato la quarantena

02-04-2020

BARI - I Carabinieri della Stazione di Bari Carbonara, durante i controlli mirati a garantire il rispetto dei decreti ministeriali sulle...

Putignano - Era in possesso di oltre 700 grammi di eroina: preso corriere della droga

02-04-2020

Putignano (Bari) - Alle ore 13,00 di ieri pomeriggio, nel centro abitato di Putignano, una pattuglia della locale Stazione Carabinieri, impegnata...

Giovanni Paolo II di Putignano: 24 casi positivi al Coronavirus

29-03-2020

PUTIGNANO (Bari) - E' di pochi minuti fa la notizia della conferma dei 24 casi risultati positivi al Coronavirus in quel...

Provincia di Bari Bat, emergenza COVID-19: tante persone denunciate per violazioni all’art.650 c.p., furto…

20-03-2020

COMUNICATO - In questi ultimi giorni molteplici sono state le violazioni ai sensi dell’art. 650 del C.P. rilevate dai Carabinieri...

Sequestro di cocaina e marijuana grazie al fiuto del cane delle Fiamme Gialle Lady

05-03-2020

BARI - Nell’ambito del costante controllo del territorio volto alla repressione dei traffici illeciti - coordinato dal I Gruppo della...

NECROLOGI

Ricordo di Nicola Putignano

22-12-2019

Il 18 dicembre 2019 è venuto a mancare all'affetto dei suoi cari e dell'intera città il prof. Nicola Putignano, docente...

Muore il 42enne Mirko Quarato: oggi i funerali in Chiesa Madre

24-04-2019

NOCI (Bari) - Non ce l'ha fatta a sopravvivere il giovanissimo Mirko Quarato dopo il pericoloso incidente che lo aveva...

Cordoglio

23-02-2019

La Dirigente Scolastica, prof.ssa Rosa Roberto, con l’intera comunità scolastica dell’IIS “Da Vinci – Agherbino”, partecipa al dolore della professoressa...

LETTERE AL GIORNALE

Vito Plantone: "Andrà tutto bene"

15-03-2020

COMUNICATO - Ci sentivamo invincibili. Pensavamo che il mondo fosse controllabile semplicemente dal nostro salotto di casa e tenendo tra...

“Ed elli avea del cul fatto trombetta”

13-03-2020

LETTERE AL GIORNALE - "Perché mi serve un nemico?" chiese Paperone a Rockerduck. Il mio è la pigrizia che combatto...

8 Marzo, Giulia Basile: "Anche questa volta le donne saranno capaci di aiutare"

08-03-2020

NOCI (Bari) - Quest'anno il rumore dell'8 Marzo ha il rumore del pianto: piove. La prima cosa che ho pensato...

Mottola "Noci conceda la cittadinanza onoraria alla senatrice Liliana Segre"

10-11-2019

LETTERE AL GIORNALE - In una nota stampa l'avvocato e saggista storico, Josè Mottola, riflettendo su quanto accaduto nelle scorse...

Nisi "Da una periferia, ai dirigenti del Partito Democratico"

13-08-2019

LETTERE AL GIORNALE - È il mio partito. E lo è soprattutto perché è democratico. C’è, nel PD - come, ad...

Cani randagi tra via Ortolani e via Roma: lettera di segnalazione

05-08-2019

NOCI (Bari) - Riceviamo e pubblichiamo la lettera che un lettore di Noci24.it ha voluto inviare al Sindaco di Noci...