Pubblicità pub noci24 01

Pubblicità Assinotar 2017 luglio 1

NOCI24.it

Quotidiano on-line della città di Noci (Bari)

- -
Pubblicità

lamp Dati ufficiali Ministero dell'Interno.

blog tommaso turi

La poesia è la lingua materna del genere umano: quest’aforisma di Johann Georg Hammann (1730-1788) dice che anche la poesia di Francesco Lobalsamo (Bari, 1° agosto 1965; Nostalgia del futuro. Poesie tra finito e infinito, VivereIn, Roma-Monopoli, 2016) appartiene, di diritto e di fatto, all’onda lunga attivata, in Italia, da Alda Merini  (1931-2009) e dai suoi immediati seguaci. La cifra spirituale, esistenziale, morale e prospettica della poesia di Lobalsamo (ospite, a Noci, della “Casa per la Vita/Vicini di casa”) ruota attorno ad alcuni nuclei tematici e problematici, che stanno, tra la terra e il Cielo, tra la storia e la gloria, tra il presente e il futuro, tra il penultimo e l’ultimo, tra il finito e l’infinito: la libertà attratta dalla forza gravitazionale del pianeta, non permette al nostro autore di volare dove osano le aquile: la sua aria ossigenata e tersa è, comunque, la nostalgia del futuro che sta, sempre, tra il”già” e il “non ancora” della pienezza della vita, assaporata in tutte le quattro direzioni spaziali. In certo senso, i paesaggi mentali della poesia di Lo balsamo, i suoi orizzonti psichici, i suoi sentimenti ragionevoli, i suoi soli luminosi e le sue lune ispiratrici si concentrano nella zona magnetica del divenire dell’essere e dell’esistenza umana.

Il primo tassello della poetica di Lobalsamo è l’anelito alla libertà non soltanto “di” (=libertà morale) e “da” (=libertà dai condizionamenti) ma anche “libertà per voler bene”: la vocazione alla libertà dallo spirito, dal corpo e dall’apertura alla trascendenza è per il nostro poeta la libertà liberante della specifica vocazione cristiana, personale e comunitaria, siderale e cosmica. Essere liberi per voler bene è un vero e proprio programma di vita, è una visione globale del vivere, è una percezione totale dell’unità del genere umano ovvero della “fraternità”, dove fiorisce la comunione e “la condivisione delle differenze” e dove non ci sono “pietre di scarto”.

Il secondo tassello della creatività lirica del nostro autore barese è la contemplazione del silenzio dove la parola risuona e crea la realtà policroma, soprattutto durante le notti abitate dai sogni e dall’insonnia. Il silenzio della notte è, cioè, la fisarmonica sonora dell’immaginazione e dell’innamoramento, dell’arte e dell’arte delle arti: imprigionato dal silenzio, Lobalsamo esplode nella ricerca della sua verità graziosa, vellutata, elegante, fine, carezzevole e, quasi, aristocratica. Il silenzio del nostro poeta è colmo di eccedenze mistiche, di tracimazioni ascetiche e di spiritualità che esonda.

Il terzo tassello dell’intelligenza prudente, ma non perduta, di Lobalsamo è il letto dell’amore, che evoca alcune suggestioni sublimi e bibliche del Cantico dei cantici: quando il nostro poeta “stringe a sé qualcuno che non c’è”, egli sa bene che l’amore si cerca e si trova, si trova e lo si cerca ancora. L’Amore trovato pienamente – che è Dio – apre tutte le finestre che ammirano il mondo: la propria stanza, la propria casa, la propria famiglia, la propria comunità sono il contorno della “primavera attesa” e del “pesco profumato”. Il letto dell’amore è l’altare sacrificale del mondo che rinasce, che risorge: mondo che rimanda al significato e al senso dell’amore senza ma e senza se, che è l’amore che si dona e basta, che s’incammina senza ritorno, come le alghe che si fermano sugli scogli del mare.

Il quarto tassello della scintilla neoromantica e, a tratti, utopica della poesia di Lobalsamo è la malinconia che non è una lenta agonia ma è, al contrario, una fiaba magica perché è dal dolore vissuto nella carne e nello spirito che nasce l’amore autentico: la malinconia di Lobalsamo non è quella di Leopardi (1798-1837) o di Shopenhauer (1788-1881). La malinconia del nostro autore è tipicamente meridionale, è un fiore che avvolge e coinvolge l’erba fresca e balsamica. E’ nella “nostalgia del passato” – anche materno, familiare e amicale – che Lobalsamo trova “la nostalgia del presente plenario”, popolato dalle meraviglie attraenti dell’irripetibilità storica di ogni persona umana. Le magie orientali e la conoscenza puntuale delle civiltà antiche ma sempre nuove permettono al nostro poeta di disegnare un futuro che ancora non c’è: questo futuro non è un futuro generico e alienato ma è, invece, un domani impastato d’onestà e di pacificazione, di reciprocità e d’interdipendenza, di verità e di giustizia, di libertà e di solidarietà.

Il quinto tassello – e ultimo – del “pensiero inedito” di Lobalsamo è il Cielo: il Cielo, come più volte ha sottolineato Papa Benedetto (2005-2013), non è una categoria geografica ma è una categoria teologica perché esso è la comunione della santità cristiana con la Santissima Trinità: il Cielo di Lobalsamo, essendo un cielo poetico, è un cielo senza spazio e senza tempo ovvero è un cielo di tutto lo spazio e di tutto il tempo. Lobalsamo ci suggerisce il fatto che il Cielo coincide con la santità della vita e questa è l’accettazione della grazia e di tutti i doni divini, senza meritarli. La santità cristiana è, ancora, vivere la vita ordinaria e feriale come se fosse una vita straordinaria e domenicale: la santità di Lobalsamo è, infine, quella che deriva dall’amare e dall’essere amati. In altre parole, la vita umana vale soltanto quando vive insieme all’amicizia, all’innamoramento e all’amore.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenta tramite Facebook

 

trovo aziende

Dalla prima pagina

Necrologi

Necrologi - Lunedì, 11 Giugno 2018

A Liliana

Necrologi - Lunedì, 26 Febbraio 2018

Muore il Cav. Francesco Ferulli

Necrologi - Martedì, 20 Febbraio 2018

Simone Martucci, i funerali

Necrologi - Giovedì, 28 Settembre 2017

Ultimo saluto a Sebastiano D'Onghia

Necrologi - Martedì, 19 Settembre 2017

Addio ad Arturo D'Aprile

Aggiornamenti

Se avete un profilo su Facebook e siete interessati a ricevere gli aggiornamenti di NOCI24.it nella vostra sezione Notizie potete selezionare l’opzione “Mostra per primi”, sulla pagina di NOCI24.it.

Noci24 love

Pubblicità

Pubblicità

La pubblicità

Pubblicità

Ginevra
Pubblicità

Pubblicità

La pubblicità

Pubblicità

La pubblicità

Chi è on-line?

Abbiamo 248 visitatori e nessun utente online

SERVIZI

sezione-auguri sezione-vendesi sezione-necrologi

 
 
master-noci24-ballottaggio
promemoria

CONTRATTI DI QUARTIERE II

 

Il progetto: cosa prevede

Avvio del bando: 1-4-2004

Avvio lavori P.zza Garibaldi: 11-4-2012

Fine lavori P.zza Garibaldi: 30-4-2013

Approvazione convenzione: 15-07-2014

Avvio lavori per le case: ???

Sono trascorsi:

 

MUSEO DEI RAGAZZI

 

Il progetto: cosa prevede

Avvio del bando: 30-11-2005

Primo stralcio: 7-06-2011

Secondo stralcio: 7-04-2014

Avvio Terzo stralcio: 29-12-2015

Conclusione Terzo stralcio: ???

Sono trascorsi:

 

Twitter

PUMS

 

Il progetto: cosa prevede

Avvio del bando: 19-12-2014

Affidamento: 8-09-2016

Sito web dedicato al PUMS: 17-09-2016

Chiusura prima fase del PUMS: 22-12-2016

Adozione ed attuazione PUMS: ???

Sono trascorsi:

 

Facebook