Pubblicità

Pubblicità

NOCI24.it

Quotidiano on-line della città di Noci (Bari)

Domenica, 20 Settembre 2020 - 21:55
 

coronavirus

 lamp   La situazione del Covid-19  -->> nel Mondo   e   -->> in Italia   lamp

trovo aziende

 

04-27-maurizio putignanoNOCI (Bari) - La decisione di trasferirsi in una nuova città, lontano dai propri cari e dal proprio paese, spesso è il frutto di una scelta del tutto casuale. Questo è quanto accaduto a Maurizio Putignano (in foto) che, ormai da 14 anni, vive e lavora a Treviso. La caparbietà e la determinazione con le quali ha cercato la sua strada gli hanno consentito di raggiungere la stabilità auspicata e, seppure lontano dai suoi affetti, oggi può ritenersi soddisfatto di quella piccola "sosta" fatta 14 anni fa prima di tornare a casa.

 

Hai vissuto a Noci fino all'età di 25 anni per poi trasferirti a Treviso. Come mai hai preso questa decisione e hai fatto ricadere la scelta proprio su Treviso?

In realtà la scelta è stata del tutto casuale, come anche l'idea di trasferirmi. In quel periodo ero in cerca di lavoro come cameriere per la stagione estiva a Milano Marittima. Considerata però la scarsa offerta, decisi di trascorrere, prima di tornare a casa, qualche giorno a Treviso da mia sorella, che si era trasferita in questa città già prima di me. È stata lei che mi ha subito spinto a cercare lavoro qui a Treviso: in una sola settimana, avevo già trovato lavoro in una serigrafia e un appartamento. E ora sono passati 14 anni.

Nella tua presentazione hai dichiarato di aver già vissuto lontano da Noci prima del trasferimento a Treviso per lavorare a Rimini durante la stagione estiva. Ritieni che questa esperienza, seppure breve, abbia incentivato la tua volontà di lasciare il tuo paese?

Personalmente non definirei brevi questi periodi vissuti lontano da Noci. Ho lavorato nelle strutture alberghiere della costa romagnola per 3 anni consecutivi e sempre per periodi superiori ai 5 mesi. Queste esperienze mi hanno sicuramente aperto la mente e mi hanno permesso di abituarmi all'idea di una nuova vita lontano da casa.

A Noci e a Rimini hai lavorato nel settore della ristorazione, mentre a Treviso hai lavorato per diversi anni come grafico, prima in uno studio e poi come freelance. Cosa ha motivato questo cambio di prospettiva professionale?

In realtà le mie esperienze nel settore della ristorazione possono essere paragonate a quelle di tanti altri ragazzi volenterosi e desiderosi di avere una piccola indipendenza economica. Il mio desiderio più grande è stato da sempre quello di lavorare nel settore della grafica: già a Noci e a Bari, infatti, ho avuto modo di fare pratica in questo settore, seppur per brevi periodi. A Treviso c'era una più ampia richiesta di grafici, per cui ho volontariamente eliminato dal mio curriculum le esperienze nel settore alberghiero, per poter puntare solo al lavoro di grafico. E la scelta è risultata vincente.

Attualmente potresti affermare di aver trovato la tua stabilità professionale a Treviso o non escludi, al contrario, un possibile ritorno a Noci?

La mia vita e il mio futuro sono sicuramente a Treviso, perché qui ho trovato il mio sbocco professionale e una stabilità affettiva. Certo, la vita in questi anni mi ha riservato tante sorprese e tanti cambi di prospettiva. Per questa ragione non escludo mai a priori un rimpasto della mia vita. Tornare a Noci o trasferirmi in qualche altra parte del mondo sono possibilità concrete, come quella di restare qui.

Hai dichiarato di esserti trasferito anche per i pochi stimoli che Noci era in grado di offrirti. Cosa ti avrebbe spinto in quel momento a prendere la decisione di restare, anziché quella di trasferirti a Treviso?

Non posso rispondere a questa domanda! I "se" e i "ma" non fanno per me!

Quale rapporto hai mantenuto con il tuo paese d'origine in questi anni?

Ovviamente ottimo. Sento spesso i miei genitori e tutti i miei più cari amici che sono rimasti a Noci. Il paese è anche il mio punto d'incontro con i tanti amici che, come me, si sono trasferiti in altre città italiane o all'estero: almeno una volta l'anno cerchiamo sempre di ritagliarci un'occasione per ritrovarci tutti insieme nel nostro paese d'origine. Passo molto volentieri a Noci alcune festività e anche le vacanze estive. Del resto il nostro cibo e il nostro mare (seppur lontano) sono ineguagliabili.
Amo spesso cucinare piatti tipici pugliesi per i miei amici veneti, che apprezzano sempre tanto i sapori della nostra meravigliosa terra.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenta tramite Facebook

 

trovo aziende

 

Altri hanno letto anche:

La pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità

La pubblicità

Pubblicità

La pubblicità

Chi è on-line?

Abbiamo 977 visitatori e nessun utente online

SERVIZI

sezione-auguri sezione-vendesi sezione-necrologi

 
 

FUORI CITTA'

Bari, cambio al vertice del Comando Legione Carabinieri “Puglia”

13-09-2020

BARI - Nella Caserma “Chiaffredo Bergia” si è tenuta giovedì sera, alla presenza del Comandante Interregionale Carabinieri “Ogaden”, Generale di...

Operazione “Prometeo”: truffa aggravata per il conseguimento di incentivi statali al fotovoltaico

13-09-2020

BARI - I Finanzieri del Comando Provinciale e del Reparto Operativo Aeronavale di Bari hanno dato esecuzione al provvedimento emesso...

Scoperto laboratorio di amfetamine: due arresti

25-08-2020

CONVERSANO - I Carabinieri della Tenenza di Mola di Bari hanno arrestato in flagranza di reato G.A., di anni 45 e...

Toritto - I Carabinieri arrestano un pluripregiudicato 42enne per resistenza a P.U. e sequestrano apparecchiature…

14-08-2020

Toritto - Nella tarda mattinata di ieri i militari della Sezione Radiomobile di Modugno hanno rintracciato e tratto in arresto F...

Spinazzola - Operazione anti-caporalato: arrestati 3 imprenditori

14-08-2020

Spinazzola - I Carabinieri del Comando Provinciale di Bari e del Nucleo Ispettorato del Lavoro, da diversi giorni impegnati sul territorio...

Operazione “#Cheguaio!”: perquisizioni della GDF di Bari

07-08-2020

BARI - Il Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria della Guardia di Finanza di Bari ha eseguito perquisizioni domiciliari in Puglia, Campania...

NECROLOGI

E' tornato alla casa del Padre Giovanni Novembre

10-06-2020

E' tornato alla casa del Padre all'età di 71 anni Giovanni Novembre. Lo annunciano la moglie Angela, i figli Giuseppe...

Ricordo di Nicola Putignano

22-12-2019

Il 18 dicembre 2019 è venuto a mancare all'affetto dei suoi cari e dell'intera città il prof. Nicola Putignano, docente...

Muore il 42enne Mirko Quarato: oggi i funerali in Chiesa Madre

24-04-2019

NOCI (Bari) - Non ce l'ha fatta a sopravvivere il giovanissimo Mirko Quarato dopo il pericoloso incidente che lo aveva...

LETTERE AL GIORNALE

DS Chiara d’Aloja: lettera aperta alla Comunità Educante

28-08-2020

LETTERE AL GIORNALE - Il nuovo anno scolastico è alle porte anche per l’Istituto Comprensivo Gallo-Positano e sarà un anno speciale...

Piero Liuzzi: "Zavoli e la sua fame di Sud"

06-08-2020

NOCI - Riceviamo e pubblichiamo questo breve ricordo del sen. Piero Liuzzi sul suo originale rapporto con Sergio ZAVOLI, parlamentare...

Auguri nonna Stella!

04-07-2020

NOCI (Bari) - Il 1 luglio 2020 nonna Stella, per tutti Stella Palattella, per le amiche e vicine di casa "Stellina...

Offese all'ing. Conforti. La replica dei giornalisti Longo e Scagliarini

05-06-2020

Riceviamo e pubblichiamo la replica dei giornalisti Giovanni Longo e Massimiliano Scagliarini al comunicato pubblicato il 23 maggio su NOCI24.it a firma...

Morea replica a Plantone

22-05-2020

NOCI - Il consigliere comunale di minoranza Stanislao Morea (Idea Noci) ha diffuso una nota in replica al comunicato del consigliere...

Per una Scuola silenziosa ed autenticamente operante

27-04-2020

LETTERE AL GIORNALE - Nel mostrare ciò che si fa, si corre sempre il rischio che la volontà di fare...