Pubblicità

Pubblicità

NOCI24.it

Quotidiano on-line della città di Noci (Bari)

Sabato, 26 Settembre 2020 - 05:16
 

coronavirus

 lamp   La situazione del Covid-19  -->> nel Mondo   e   -->> in Italia   lamp

trovo aziende

 

06-08-claudio zottiNOCI (Bari) – Essere lontani dalla propria famiglia, dal proprio paese, dagli affetti, da quelle che sono sempre state le nostre abitudini è già di per sé qualcosa di molto difficile. Tale difficoltà si acuisce quando alle spalle di questa scelta vi è la volontà di inseguire un sogno tanto grande quanto coraggioso: arruolarsi nell'esercito. Non appena conseguito il diploma, Claudio Zotti ha inviato la propria domanda di arruolamento e oggi, se anche consapevole di quanto sia difficile e dei sacrifici che questo comporta, non ha alcun ripensamento su quanto sta facendo.

L'amore per Noci e per tutti i suoi affetti resta immenso, ma il suo coraggio e la determinazione di inseguire la propria strada alleviano la nostalgia e accrescono la forza necessaria.

Vivi lontano da Noci ormai dal 2009, dopo aver preso l'importante decisione di arruolarti nell'esercito. Cosa ti ha spinto a scegliere un percorso così coraggioso e impegnativo, nonostante la tua giovane età?

Come ognuno di noi, anche io da piccolo avevo un sogno: indossare la divisa. Inizialmente tutti credevano che la mia fosse solo un'idea passeggera, un capriccio pronto a svanire con il tempo. Non appena compiuti 18 anni e terminata la scuola, per me era giunto il momento di capire cosa avrei voluto fare davvero della mia vita. Così una sera di inizio estate misi davanti allo sguardo dei miei genitori la domanda di arruolamento all'esercito. Loro, sebbene stupiti e spaventati, mi appoggiarono appieno nella mia scelta, non facendomi mancare la certezza che mi avrebbero sempre accolto qualora avessi avuto un ripensamento. E oggi eccomi qui, sono trascorsi ormai cinque anni da quel momento, e se sono arrivato fin qui è soprattutto grazie a loro.

Dopo essere stato per due anni in Calabria, nel 2011 sei rientrato a Noci per un lasso di tempo abbastanza breve. Durante questi mesi di permanenza a Noci hai mai sentito la necessità o la volontà di interrompere la tua carriera nell'esercito?

In realtà tornare a Noci per me in quel momento rappresentava una sconfitta. Nonostante questo, tutti i miei amici e i miei affetti mi hanno accolto come se non fossi mai andato via, come se quei due anni di lontananza non fossero mai esistiti. Trovai presto una occupazione e tutto stava andando nel verso giusto, eppure in cuor mio ero consapevole che non era arrivato il momento di arrendersi: la mia vita era nell'esercito, e purtroppo anche lontano da Noci.

Ad agosto del 2012 riparti ancora una volta, per trasferirti in Sardegna. Come tu stesso hai affermato, una volta in Sardegna le difficoltà riscontrate nel tornare a casa sono state maggiori per problemi logistici rispetto a quando vivevi in Calabria, portandoti a sentire ancora di più la nostalgia di casa. In che modo sei riuscito ad affrontare questa situazione e a gestire la distanza da tutti i tuoi affetti?

La Sardegna è una regione stupenda, nonostante non sia ancora completamente organizzata nei collegamenti con il "Continente" (espressione usata da loro). La mia famiglia, la mia ragazza e i miei amici sono stati fondamentali nel mio adattamento in terra sarda. È grazie a loro, all'affetto e alla loro costante presenza, che sono riuscito a sentir meno la lontananza da casa. Poi ti dirò la verità, ogni volta che ritorno a Noci sono sempre emozionato come fosse la prima volta dopo una lunga assenza.

Attualmente sei in missione in Africa e stai quindi avendo la possibilità di confrontarti con una realtà completamente nuova. Quali insegnamenti stai traendo da questa esperienza e in che modo pensi che possa influenzare il tuo modo di essere e di approcciarti alla vita?

Sono in Africa ormai da tre mesi, è un'esperienza fantastica: entrare in stretto contatto con una popolazione e con dei luoghi così straordinari, regala emozioni uniche e indescrivibili. Questa gente non possiede niente, ma è sufficiente il sorriso di un bambino a cui hai donato un semplice cioccolatino per capire quanto siano capaci di vivere la vita al massimo, consapevoli che la vita stessa è il dono più grande. Si, credo che questa esperienza mi aiuterà tanto a crescere e darmi una visione della vita del tutto diversa.

Al rientro dall'Africa tornerai in Sardegna. Si tratta dunque di una sistemazione definitiva o pensi che potrebbero esserci presto nuovi cambiamenti?

Per almeno altri tre anni il mio futuro è in Sardegna. Poi il lavoro che ho scelto non ti permette mai di restare per troppo tempo in un solo posto. Vedremo cosa accadrà.

Hai mai preso in considerazione l'idea di tornare a vivere nel tuo paese d'origine, vicino a tutti i tuoi amici e alla famiglia, o, al contrario, pensi che quella dell'esercito, strada intrapresa ormai cinque anni fa, sia parte del tuo futuro?

Si, sono certo che l'esercito sarà il mio futuro e so anche che, purtroppo, questo non mi consentirà di vivere a stretto contatto con la mia famiglia e i miei amici. Purtroppo la vita ti porta a fare delle scelte non sempre facili. Non potrò mettere su famiglia nel paese dove io stesso sono nato e cresciuto, ma non per questo Noci non mi resterà sempre nel cuore.

In che modo pensi in futuro di riuscire a conciliare questa carriera così impegnativa con l'eventuale volontà di creare una famiglia tutta tua?

Lo ammetto, non sarà facile e di questo ne parlo spesso con la mia ragazza. Entrambi abbiamo un'idea ben radicata, cioè quella che in questo momento sia io che lei dobbiamo seguire i nostri sogni e tra questi c'è anche quello di formare una famiglia. Le difficoltà ci saranno ma sono certo che stare insieme ci darà la forza giusta per farcela!

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenta tramite Facebook

 

trovo aziende

 

Altri hanno letto anche:

La pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità

La pubblicità

Pubblicità

La pubblicità

Chi è on-line?

Abbiamo 402 visitatori e nessun utente online

SERVIZI

sezione-auguri sezione-vendesi sezione-necrologi

 
 

FUORI CITTA'

Bari, cambio al vertice del Comando Legione Carabinieri “Puglia”

13-09-2020

BARI - Nella Caserma “Chiaffredo Bergia” si è tenuta giovedì sera, alla presenza del Comandante Interregionale Carabinieri “Ogaden”, Generale di...

Operazione “Prometeo”: truffa aggravata per il conseguimento di incentivi statali al fotovoltaico

13-09-2020

BARI - I Finanzieri del Comando Provinciale e del Reparto Operativo Aeronavale di Bari hanno dato esecuzione al provvedimento emesso...

Scoperto laboratorio di amfetamine: due arresti

25-08-2020

CONVERSANO - I Carabinieri della Tenenza di Mola di Bari hanno arrestato in flagranza di reato G.A., di anni 45 e...

Toritto - I Carabinieri arrestano un pluripregiudicato 42enne per resistenza a P.U. e sequestrano apparecchiature…

14-08-2020

Toritto - Nella tarda mattinata di ieri i militari della Sezione Radiomobile di Modugno hanno rintracciato e tratto in arresto F...

Spinazzola - Operazione anti-caporalato: arrestati 3 imprenditori

14-08-2020

Spinazzola - I Carabinieri del Comando Provinciale di Bari e del Nucleo Ispettorato del Lavoro, da diversi giorni impegnati sul territorio...

Operazione “#Cheguaio!”: perquisizioni della GDF di Bari

07-08-2020

BARI - Il Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria della Guardia di Finanza di Bari ha eseguito perquisizioni domiciliari in Puglia, Campania...

NECROLOGI

E' tornato alla casa del Padre Giovanni Novembre

10-06-2020

E' tornato alla casa del Padre all'età di 71 anni Giovanni Novembre. Lo annunciano la moglie Angela, i figli Giuseppe...

Ricordo di Nicola Putignano

22-12-2019

Il 18 dicembre 2019 è venuto a mancare all'affetto dei suoi cari e dell'intera città il prof. Nicola Putignano, docente...

Muore il 42enne Mirko Quarato: oggi i funerali in Chiesa Madre

24-04-2019

NOCI (Bari) - Non ce l'ha fatta a sopravvivere il giovanissimo Mirko Quarato dopo il pericoloso incidente che lo aveva...

LETTERE AL GIORNALE

DS Chiara d’Aloja: lettera aperta alla Comunità Educante

28-08-2020

LETTERE AL GIORNALE - Il nuovo anno scolastico è alle porte anche per l’Istituto Comprensivo Gallo-Positano e sarà un anno speciale...

Piero Liuzzi: "Zavoli e la sua fame di Sud"

06-08-2020

NOCI - Riceviamo e pubblichiamo questo breve ricordo del sen. Piero Liuzzi sul suo originale rapporto con Sergio ZAVOLI, parlamentare...

Auguri nonna Stella!

04-07-2020

NOCI (Bari) - Il 1 luglio 2020 nonna Stella, per tutti Stella Palattella, per le amiche e vicine di casa "Stellina...

Offese all'ing. Conforti. La replica dei giornalisti Longo e Scagliarini

05-06-2020

Riceviamo e pubblichiamo la replica dei giornalisti Giovanni Longo e Massimiliano Scagliarini al comunicato pubblicato il 23 maggio su NOCI24.it a firma...

Morea replica a Plantone

22-05-2020

NOCI - Il consigliere comunale di minoranza Stanislao Morea (Idea Noci) ha diffuso una nota in replica al comunicato del consigliere...

Per una Scuola silenziosa ed autenticamente operante

27-04-2020

LETTERE AL GIORNALE - Nel mostrare ciò che si fa, si corre sempre il rischio che la volontà di fare...