Pubblicità

Pubblicità

NOCI24.it

Quotidiano on-line della città di Noci (Bari)

MartedÌ, 14 Luglio 2020 - 11:32

trovo aziende

 

temTEMPERAMENTE - Si dice che il mondo finisca al Caffè Torrefazione e che dopo quello non ci sia più nulla, tutto finito, oltre, non si va. È proprio quello che ci racconta Gianni, protagonista e voce narrante del romanzo di Paolo Autino.

Ci troviamo nel 1976, quando tutto inizia, quando cioè la vita di Gianni e dei suoi amici si incrocia – forse sarebbe meglio dire ʽscontraʼ – con la famiglia Nocera, in particolar modo con il temuto Totò Nocera, delinquente di Cigliano che ama spargere terrore assieme ai suoi “scagnozzi”. Una risposta di troppo a Totò costa al giovane protagonista una minaccia pendente sulla sua testa e su quella dei suoi amici Enrico Palizza alias Ma t’è deficient? e Ravasi Alberto alias Totospierre: in quel bar, Gianni e i suoi si rendono conto che la loro vita non sarà più così semplice.

A partire dal momento in cui la “promessa” di Totò viene proferita, inizia un’avventura esilarante dai contorni talvolta tragici, un percorso alla scoperta delle fragilità insite nell’uomo, una battaglia senza esclusione di colpi, che coinvolge tutti, dal più debole al più forte. Le disavventure che coinvolgeranno tutti i personaggi del libro sono comiche, fanno sorridere, ma hanno un retrogusto amaro, perché ogni avvenimento fa i conti con l’interiorità e con ciò che essa cela.
Ogni personaggio è connotato perfettamente: la figura di Totò, dalla superficie ruvida, subisce un percorso di maturazione e sul finale Autino gli conferisce una dignità che all’inizio non aveva. Gianni, d’altro canto, è l’emblema della giovinezza, irta di scogli, certo, ma con spiragli di miglioramento.

Il mondo finisce al Caffè Torrefazione diventa metafora di quella consapevolezza che inevitabilmente assale gli individui, nel momento in cui realizzano di non avere alternative, di trovarsi dinanzi ad un problema, ad una difficoltà, e di dover fare i conti con se stessi, quindi anche con i propri errori e con le proprie debolezze.

Paolo Autino, docente di lettere classiche nei licei, si è fatto subito riconoscere da uno stile decisamente originale, di stampo colloquiale, a tratti dialettale, vicinissimo al punto di vista che racconta. Regala ai lettori un esordio letterario coi fiocchi.

Paolo Autino, Il mondo finisce al Caffè Torrefazione, Cinquemarzo edizioni 2016, pp. 148, 13 euro.

Altre recensioni su www.temperamente.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenta tramite Facebook

 

trovo aziende

 

Altri hanno letto anche:

La pubblicità

Pubblicità

hubberia 1
Pubblicità

Pubblicità

Ginevra
Pubblicità

Pubblicità

La pubblicità

Pubblicità

La pubblicità

Chi è on-line?

Abbiamo 812 visitatori e nessun utente online

SERVIZI

sezione-auguri sezione-vendesi sezione-necrologi

 
 

FUORI CITTA'

Gioia del colle - Arrestato imprenditore per sfruttamento del lavoro

09-07-2020

GIOIA DEL COLLE (Bari) - I Carabinieri della “task force” dedicata al contrasto del fenomeno della intermediazione illecita e dello sfruttamento...

Operazione “ECLISSI” dei Carabinieri della Compagnia di Monopoli: 6 arresti

06-07-2020

BARI - Dalle prime ore dell’alba, i Carabinieri della Compagnia di Monopoli, coadiuvati dal Nucleo Cinofili e dallo Squadrone eliportato Cacciatori...

Corato - Sfruttamento della prostituzione: arrestate due donne

04-07-2020

Corato (Bari) - Sono due le donne arrestate nei giorni scorsi dalla Stazione Carabinieri di Corato, un’italiana 45enne e una marocchina...

False polizze fideiussorie e assunzioni in cambio di voti

01-07-2020

La Guardia di Finanza esegue perquisizioni disposte dalla Procura della Repubblica di Bari BARI - Nella mattinata odierna i Finanzieri del...

Triggiano - Un arresto per rapina

01-07-2020

TRIGGIANO (Bari) - I Carabinieri del Sezione Radiomobile della Compagnia di Triggiano (BA), hanno arrestato, in flagranza di reato, un noto...

Putignano - Carabinieri sequestrano armi e droga, 2 arresti

30-06-2020

PUTIGNANO (Bari) - I carabinieri del Comando Provinciale di Bari, coadiuvati da unità cinofili, dai militari dello Squadrone Eliportato Cacciatori Puglia...

NECROLOGI

E' tornato alla casa del Padre Giovanni Novembre

10-06-2020

E' tornato alla casa del Padre all'età di 71 anni Giovanni Novembre. Lo annunciano la moglie Angela, i figli Giuseppe...

Ricordo di Nicola Putignano

22-12-2019

Il 18 dicembre 2019 è venuto a mancare all'affetto dei suoi cari e dell'intera città il prof. Nicola Putignano, docente...

Muore il 42enne Mirko Quarato: oggi i funerali in Chiesa Madre

24-04-2019

NOCI (Bari) - Non ce l'ha fatta a sopravvivere il giovanissimo Mirko Quarato dopo il pericoloso incidente che lo aveva...

LETTERE AL GIORNALE

Auguri nonna Stella!

04-07-2020

NOCI (Bari) - Il 1 luglio 2020 nonna Stella, per tutti Stella Palattella, per le amiche e vicine di casa "Stellina...

Offese all'ing. Conforti. La replica dei giornalisti Longo e Scagliarini

05-06-2020

Riceviamo e pubblichiamo la replica dei giornalisti Giovanni Longo e Massimiliano Scagliarini al comunicato pubblicato il 23 maggio su NOCI24.it a firma...

Morea replica a Plantone

22-05-2020

NOCI - Il consigliere comunale di minoranza Stanislao Morea (Idea Noci) ha diffuso una nota in replica al comunicato del consigliere...

Per una Scuola silenziosa ed autenticamente operante

27-04-2020

LETTERE AL GIORNALE - Nel mostrare ciò che si fa, si corre sempre il rischio che la volontà di fare...

Vito Plantone: "Andrà tutto bene"

15-03-2020

COMUNICATO - Ci sentivamo invincibili. Pensavamo che il mondo fosse controllabile semplicemente dal nostro salotto di casa e tenendo tra...

“Ed elli avea del cul fatto trombetta”

13-03-2020

LETTERE AL GIORNALE - "Perché mi serve un nemico?" chiese Paperone a Rockerduck. Il mio è la pigrizia che combatto...