Pubblicità

Pubblicità

NOCI24.it

Quotidiano on-line della città di Noci (Bari)

MartedÌ, 14 Luglio 2020 - 12:03

trovo aziende

 

04 30otreotriniNOCI (Ba) - Si prosegue con le gare ma si prosegue sempre con l’ingresso nella famiglia Otrè Triathlon Team, con l’arrivo di due nuove atleti: il sardo Gianni Curridori e il barese Saverio Scattarelli, meglio conosciuto come “Verio”. Ottimi risultati e ottime aspettative stagionali per  Gianni Curridori, contentissimo del risultato ottenuto alla gara di Chia, in uno scenario bellissimo con dei panorami veramente stupendi, che la Sardegna, come sempre ci offre e soprattutto, dovuto alla bellissima organizzazione del Chia Sardinia Triathlon 70.3.

Una gara dura con personaggi importanti in start list, infatti, sono sodddisfatto del risultato – spiega Curridori - perché vengo da una condizione fisica alquanto precaria; quindi, ho lavorato molto per cercare di rimettermi in sesto. Mi attende tantissimo lavoro da fare ma la voglia e la grinta non mancano e soprattutto grazie ai nuovi stimoli della mia nuova squadra: l’Otrè Triathlon Team che ringrazio per rendere possibile tutto questo. Ci vediamo al Cala Ponte Triweek!

La flotta O3 si è presentata con una bella flotta di atleti iscritti alla prima edizione del 70.3 di Marina di Pisticci e la gara è stata chiusa con una bellissima prestazione dal nostro Angelo D’Onghia. Una bella gara che, come prima edizione niente male in una location bellissima come quella del Porto degli Argonauti. Personalmente sono arrivato abbastanza preparato alla gara e dopo il nuoto abbastanza ostico, che, delle tre frazioni è la mia pecca, sono salito in bici e ho impostato il mio ritmo gara recuperando parecchie posizioni, puntando di scendere dalla bici e riuscire a spingere di più nella corsa, in cui, al momento posso dire di essere più preparato. Alla fine sono riuscito a chiudere abbastanza bene in 18^ posizione e direi che va più che bene!

Emozioni e ottima preparazione fisica per l’ex maratoneta Saverio Scattarelli, meglio conosciuto come “Verio”. Pratico atletica da circa 4 anni, in realtà, pensandoci è poco, ma in questi anni ho fatto: maratone, mezze maratone, ultra trail, pista e molte gara su strada. Molti mi dicono che ho il dono della corsa nel sangue per via dell’appoggio del piede, per via della falcata; io, invece amo pensare che allenandomi bene e soprattutto migliorarmi, è la mia forza più che il dono. Ho iniziato a praticare triathlon precisamente, il 1 novembre 2018, in piscina; poi ho inserito la bici e di conseguenza ho modificato di molto il mio piano di allenamenti settimanale di corsa, ovviamente molti meno chilometri, ma con più qualità. Questa è la cosa che secondo me fa benissimo sia a preservare un po’ la salute del podista ma anche un discorso prettamente fisico: meno quantità ma più qualità. Essendo amante della mezza maratona e della maratona, ho subito pensato come prima gara di triathlon, ad una distanza lunga, con il 70.3 Silver del Triathlon Medio Porto degli Argoanuti. Un’ esordio che non capita tutti i giorni nel mondo del triathlon. Il giorno della gara ero abbastanza teso, mi sono preparato bene, da novembre fino alla scorsa settimana; il giusto, non tantissimo, conciliando vita privata e vita lavorativa, però, con tanti sacrifici. L’entrata in acqua “fredda” ma non “freddissima” – spiega Verio - mi sono concentrato esclusivamente a curare molto la tecnica, di bracciata, di presa e soprattutto di respirazione, assaporandomi così ogni singola bracciata. Devo dire che mi è piaciuto tantissimo, ed è una sensazione di libertà “unica”. Esco dall’acqua, in T1, zona cambio tutto bene, salgo in bici e fin da subito ho notato un buon feeling, cercando di mantenere la media prefissata. Intorno al km 80, ho rallentato un pochino la velocità di media, cercando di pedalare il più agile possibile, in modo da alleggerire le gambe per la frazione di corsa che mi aspettava subito dopo. Ho chiuso perfettamente anche la corsa, di 1h27”, scoprendo all’arrivo essere il secondo miglior tempo assoluto di tutta la gara, ma la vera sorpresa è stata quella di essere arrivato 8° assoluto e 2° di categoria dietro al grandissimo amico e capitano Michele Insalata, in 4h36’… un’emozione unica! Il prossimo obiettivo sicuramente è Cala Ponte Triweek, dove mi auguro di dare ancora di più. Vorrei ringraziare le tre persone che mi hanno seguito in questi mesi, che hanno fatto la differenza, cercando di capirmi e spronarmi per questo viaggio. La prima è Alessia Bechi, che ha curato la parte nuoto; Antonio Zaccheo, il mio allenatore di atletica e infine Michele Insalata che è stato il “nastro” tra le due discipline con i suoi preziosi consigli.

 

Commenta tramite Facebook

 

trovo aziende

 

Altri hanno letto anche:

La pubblicità

Pubblicità

hubberia 1
Pubblicità

Pubblicità

Ginevra
Pubblicità

Pubblicità

La pubblicità

Pubblicità

La pubblicità

Chi è on-line?

Abbiamo 427 visitatori e nessun utente online

SERVIZI

sezione-auguri sezione-vendesi sezione-necrologi

 
 

FUORI CITTA'

Gioia del colle - Arrestato imprenditore per sfruttamento del lavoro

09-07-2020

GIOIA DEL COLLE (Bari) - I Carabinieri della “task force” dedicata al contrasto del fenomeno della intermediazione illecita e dello sfruttamento...

Operazione “ECLISSI” dei Carabinieri della Compagnia di Monopoli: 6 arresti

06-07-2020

BARI - Dalle prime ore dell’alba, i Carabinieri della Compagnia di Monopoli, coadiuvati dal Nucleo Cinofili e dallo Squadrone eliportato Cacciatori...

Corato - Sfruttamento della prostituzione: arrestate due donne

04-07-2020

Corato (Bari) - Sono due le donne arrestate nei giorni scorsi dalla Stazione Carabinieri di Corato, un’italiana 45enne e una marocchina...

False polizze fideiussorie e assunzioni in cambio di voti

01-07-2020

La Guardia di Finanza esegue perquisizioni disposte dalla Procura della Repubblica di Bari BARI - Nella mattinata odierna i Finanzieri del...

Triggiano - Un arresto per rapina

01-07-2020

TRIGGIANO (Bari) - I Carabinieri del Sezione Radiomobile della Compagnia di Triggiano (BA), hanno arrestato, in flagranza di reato, un noto...

Putignano - Carabinieri sequestrano armi e droga, 2 arresti

30-06-2020

PUTIGNANO (Bari) - I carabinieri del Comando Provinciale di Bari, coadiuvati da unità cinofili, dai militari dello Squadrone Eliportato Cacciatori Puglia...

NECROLOGI

E' tornato alla casa del Padre Giovanni Novembre

10-06-2020

E' tornato alla casa del Padre all'età di 71 anni Giovanni Novembre. Lo annunciano la moglie Angela, i figli Giuseppe...

Ricordo di Nicola Putignano

22-12-2019

Il 18 dicembre 2019 è venuto a mancare all'affetto dei suoi cari e dell'intera città il prof. Nicola Putignano, docente...

Muore il 42enne Mirko Quarato: oggi i funerali in Chiesa Madre

24-04-2019

NOCI (Bari) - Non ce l'ha fatta a sopravvivere il giovanissimo Mirko Quarato dopo il pericoloso incidente che lo aveva...

LETTERE AL GIORNALE

Auguri nonna Stella!

04-07-2020

NOCI (Bari) - Il 1 luglio 2020 nonna Stella, per tutti Stella Palattella, per le amiche e vicine di casa "Stellina...

Offese all'ing. Conforti. La replica dei giornalisti Longo e Scagliarini

05-06-2020

Riceviamo e pubblichiamo la replica dei giornalisti Giovanni Longo e Massimiliano Scagliarini al comunicato pubblicato il 23 maggio su NOCI24.it a firma...

Morea replica a Plantone

22-05-2020

NOCI - Il consigliere comunale di minoranza Stanislao Morea (Idea Noci) ha diffuso una nota in replica al comunicato del consigliere...

Per una Scuola silenziosa ed autenticamente operante

27-04-2020

LETTERE AL GIORNALE - Nel mostrare ciò che si fa, si corre sempre il rischio che la volontà di fare...

Vito Plantone: "Andrà tutto bene"

15-03-2020

COMUNICATO - Ci sentivamo invincibili. Pensavamo che il mondo fosse controllabile semplicemente dal nostro salotto di casa e tenendo tra...

“Ed elli avea del cul fatto trombetta”

13-03-2020

LETTERE AL GIORNALE - "Perché mi serve un nemico?" chiese Paperone a Rockerduck. Il mio è la pigrizia che combatto...