Informazione pubblicitaria

 

Informazione pubblicitaria
rettangolo
rettangolo
rettangolo
rettangolo
 

Le api stanno scomparendo, e noi con loro

05 19 api

NOCI - In questi giorni siamo tutti diventati inconsapevoli testimoni del devastante spettacolo provocato dall’alluvione in Emilia Romagna.

La nostra mancanza di cognizione non è poi così scontata poiché, più che un fenomeno legato al maltempo, l’alluvione è un problema di “malterritorio” (come è già stato definito da altri) perché presenta comunque una firma antropica: in tempi in cui l’equilibrio naturale non era stato ancora alterato dall’uomo, un evento del genere, o non si sarebbe verificato o non avrebbe avuto conseguenze di questa portata.

Purtroppo stiamo mettendo a dura prova la capacità di carico (o carring capacity in inglese) del nostro Pianeta e la natura, sebbene non credo che sia “matrigna”, come invece la definiva Leopardi, ha comunque un’ottima memoria storica: quindi, prima o poi, presenta il suo conto.

Spesso a farne le spese sono anche le creature più innocenti e laboriose della Terra; ossia le api, verso le quali noi uomini siamo debitori della nostra stessa sopravvivenza!

Vi sembra un’affermazione esagerata? Invece no, se pensiamo che senza le api, molti fiori, frutti e verdure non potrebbero esistere e noi umani avremmo a disposizioni solo pochi alimenti.

In più, anziché essere riconoscenti verso questa operosa impollinatrice; non solo con l’inquinamento e i cambiamenti climatici ma anche con l’abuso di pesticidi, stiamo provocando una drastica riduzione del numero e della diversità delle api nel mondo.

Un grido di allarme parte da Nicola Di Nuzzo, presidente dell’Associazione Apicoltori Lucani Cia, che può vantare 150 associati con un totale di 13.000 alveari, il quale dichiara: “La piovosità di questi giorni sta provocando non pochi danni all’apicoltura che possono riassumersi in tre punti: mancata produzione, sciamature incontrollate, perdita delle famiglie”.

L’amarezza che lascia questa dichiarazione stride notevolmente se pensiamo che proprio oggi, 20 maggio, ricorre la Giornata Mondiale delle Api che l’ONU celebra da sei anni a questa parte.

La data del 20 maggio è stata scelta in onore di Anton Jansa, un apicoltore sloveno, che può essere ritenuto il padre della moderna apicoltura rispettosa degli impollinatori perché, nel XVIII secolo ha introdotto innovazioni nelle tecniche di allevamento delle api mellifere.

Ciascuno di noi dovrebbe vivere la Giornata Mondiale delle Api come un’occasione per riflettere sulle nostre responsabilità verso l’ambiente perché concretamente ognuno può fare la sua parte per salvaguardare le api mellifere e tutti gli altri impollinatori. Come? E’ sufficiente piantare fiori sul balcone o nel proprio giardino; non usare insetticidi o altri repellenti cimici antinsetto; non aver timore delle api; non danneggiare o bruciare gli sciami che potrebbero aver nidificato nei nostri comignoli e/o in altre cavità domestiche di nostra proprietà…

La società delle api e il loro super organismo sono davvero affascinanti e potrebbero farci lezioni di morale e di civiltà!

Ed io resto a disposizione di tutti coloro che vogliono approfondire la conoscenza di queste operese sentinelle dell’ambiente naturale perché credo che dalla conoscenza nasce poi il rispetto.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

trovo aziende

Pubblicità

 

 

Informazione pubblicitaria

tatulli noci24 ok

 

 

Informazione pubblicitaria La pubblicità

 

 

Informazione pubblicitaria

FUORI CITTA'

Presunti crediti tributari fittizi relativi al bonus facciate. Sequestri per circa 20 milioni di euro

30-05-2023

BARI - I Finanzieri del Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria di Bari stanno dando esecuzione a un decreto di sequestro preventivo...

Valenzano - Tentato furto aggravato. Due arresti

09-05-2023

VALENZANO - I Carabinieri di Triggiano hanno arrestato in flagranza di reato per tentato furto aggravato in concorso due cittadini extracomunitari...

Incidente sul Canale di Pirro, un morto

03-05-2023

FASANO - Un 24enne di Altamura è morto questa mattina sulla SP1 nel Canale di Pirro alla guida di un...

Bari e Melfi (PZ): eseguiti sei provvedimenti definitivi di carcerazione

08-04-2023

BARI e MELFI - I Carabinieri del Comando Provinciale di Bari hanno eseguito sei provvedimenti definitivi di carcerazione emessi dalla Procura...

Locorotondo: notevole quantitativo di marijuana rinvenuto e sequestrato dai Carabinieri. Arrestato un 34enne

05-04-2023

LOCOROTONDO - I Carabinieri del Comando Stazione di Locorotondo, all’esito di diversi servizi antidroga, hanno tratto in arresto un 34enne del...

Bari – Spaccata in centro: caso risolto in poche ore. 2 fermi dei Carabinieri

04-04-2023

BARI - I Carabinieri del Comando Provinciale di Bari hanno sottoposto a fermo di indiziato di delitto, con successiva traduzione in...

NECROLOGI

Ci lascia il diacono Pinuccio Carucci

16-03-2023

NOCI - E' venuto a mancare questa mattina dopo una lunga malattia il diacono permanente Pinuccio Carucci all'età di 67...

È morto l’abate Bianchi

16-03-2023

NOCI - All'età di 94 anni è venuto a mancare padre Guido Bianchi, abate dell'abbazia Madonna della Scala di Noci...

Addio a Rocco Recchia, decano degli artigiani nocesi

18-11-2022

NOCI – Lutto nel mondo dell’artigianato nocese: ci ha lasciati Rocco Recchia, il noto e stimatissimo calzolaio che aveva ereditato...

Lutto nell'imprenditoria locale: addio a Raffaele Putignano

11-10-2022

NOCI - Questa mattina è venuto a mancare all'affetto dei suoi cari l'imprenditore nocese Raffaele Putignano, all'età di 72 anni, dopo una...

Ci lascia il giovane concittadino Domenico: un lutto inaspettato per Noci

18-08-2022

NOCI – Una settimana di Ferragosto amara per Noci, che ha appreso con dolore la notizia della tragica scomparsa di...

Ci lascia Titina Sansonetti: aveva appena compiuto 104 anni

09-04-2022

NOCI – La comunità nocese perde ancora un baluardo della sua storia. Questa mattina infatti si è conclusa l’esistenza terrena...

LETTERE AL GIORNALE

Il centrodestra in salsa nostrana

08-06-2023

LETTERE AL GIORNALE - Egregio Direttore, la ringrazio di cuore preventivamente qualora deciderà, con generosità, di pubblicare questo mio umile e...

Alluvione in Emilia-Romagna, il racconto di un nostro concittadino

21-05-2023

FORLÌ - Sono a Forlì, è martedì 16 maggio, sono le 19:00, piove ormai da circa diciotto ore ed il...

1984

19-04-2023

LETTERE AL GIORNALE - Cari concittadini, non era mia intenzione tediarvi nuovamente con le mie elucubrazioni sull'Idra a otto teste che...

Non si può dividere ciò che è già diviso, non si può unire ciò che…

13-04-2023

LETTERE AL GIORNALE - Cari concittadini, gli ultimi avvenimenti relativi all’adesione di alcune liste afferenti all’area Nisi al progetto del candidato Intini...

L’editoriale

29-03-2023

LETTERE AL GIORNALE -  Riceviamo e pubblichiamo una lettera dell'associazione "La piccola biblioteca europea" a commento dell'editoriale del 18 marzo...

….e ora in conclave!!!

14-03-2023

LETTERE AL GIORNALE - Riceviamo e pubblichiamo una lettera dell'associazione "La piccola biblioteca europea" in merito alle amministrative di maggio...