Pubblicità

Pubblicità pub noci24 01

Pubblicità Assinotar 2017 luglio 1

NOCI24.it

Quotidiano on-line della città di Noci (Bari)

- -

11-21serrNOCI (Bari) - Anche Noci aderisce alla Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti. E lo fa grazie al particolare impegno profuso da DifferenziaNoci, il comitato cittadino che da molto tempo ormai aggiorna la cittadinanza sul problema rifiuti e smaltimento degli stessi. In occasione della S.e.r.r. un'iniziativa di qualità è stata organizzata per sabato 23 novembre dal titolo "Rifiuti Zero. Per un nuovo inizio".

Prevista nella settimana compresa dal 16 al 24 novembre la Settimana Europea per la Riduzione dei rifiuti  è ormai giunta alla sua V° edizione ed ha come obiettivo principale l'informazione e la sensibilizzazione dei cittadini, europei e non solo, circa l'impatto dei loro stili di vita e dei loro consumi sull'ambiente e sui cambiamenti climatici. In linea con quanto organizzato a livello europeo allora, anche il gruppo DifferenziaNoci ha pensato bene di portare avanti il discorso relativo alla Legge Rifiuti Zero, già proposta alla comunità lo scorso aprile e discussa in Consiglio Comunale qualche giorno fa.  

A tal proposito dunque abbiamo intervistato il portavoce di DifferenziaNoci Vincenzo Sansonetti per capire di più sull'evento che andremo a vivere dopodomani 23 novembre all'interno del Chiostro di San Domenico. Sansonetti, ci ha dato qualche anticipazione anche in merito all'azione significativa per riduzione dei rifiuti pensata per Noci. 

Continua la Campagna Rifiuti Zero anche a Noci. Come mai DifferenziaNoci ha scelto di parlare proprio di discariche Illegali? «Quando parliamo di discariche illegali non ci riferiamo a Noci ma a quella di Conversano dove, nei campi di proprietà della ditta Lombardi, adiacenti alla discarica ufficiale, sono stati sotterrati rifiuti, ricoperti con terreno a piantumati vigneti, uliveti e altri ortaggi, poi venduti attraverso canali commerciali. Di questo ci parlerà infatti Pietro Santamaria (memoria storica della discarica in contrada Martucci a Conversano)».

Per quale motivo avete scelto di ascoltare l'esperienza del comune di Capannori? Cosa ha attirato la vostra attenzione? E soprattutto, come credete Noci possa trarre vantaggio da un'esperienza simile? «Il comune di Capannori è stato il primo in Italia ad aderire alla strategia Rifiuti zero, già dal lontano 2007. Da allora molti Comuni italiani hanno emulato questa iniziativa, ad oggi sono più di duecento, tra cui il comune di Napoli. Ci sono esempi anche in Puglia, come l'intero bacino dell'Aro Ba/2 con Modugno capofila, poi ci sono comuni del basso salento, Massafra ed altri. Ma Capannori ha anche fatto buone esperienze di partecipazione dal basso. Di tutto questo ci parlerà Alessio Ciacci, giovane assessore all'ambiente di quel comune, protagonista di quella rivoluzione ideologica che ha cambiato il modo di vedere i rifiuti. A Capannori con i rifiuti, ci parlano! Agostino Di Ciaula è uno dei più grandi esperti sui danni alla salute e all'ambiente provocati dagli inceneritori, è in prima linea sui problemi di inquinamento provocati dall'Ilva di Taranto, per il quale ha anche fatto un'audizione alla Commissione Ambiente della Camera dei deputati, relaziona in molti convegni nazionali, è un fervido sostenitore della strategia Rifiuti zero».

Come è nata l'idea di raccogliere telefoni cellulari usati per finanziare la realizzazione di cucine solari in Ciad? Quali sono i benefici del riciclo dei cellulari? «L'intera iniziativa è stata validata dal comitato promotore della Settimana Europea per la riduzione dei rifiuti, all'interno di questa c'è un tema da sviluppare che quest'anno è il riuso. Abbiamo pensato ai telefoni cellulari per una coincidenza: entrando nel punto vendita di materiale elettrico di Orazio Notarnicola, abbiamo notato un volantino con l'avviso che lì si raccolgono cellulari inutilizzati, e attraverso un'associazione onlus, il ricavato del recupero dei materiali pregiati in essi contenuti viene destinato all'acquisto di cucine solari in Ciad. In quel momento si è accesa la lampadina senza averla acquistata».

11-21alessiociacciGLI APPUNTAMENTI - Appuntamento dunque sabato 23 novembre alle ore 18.00 nel Chiostro di San Domenico. Domenica mattina alle ore 10 presso i Laboratori G. Lan in via Repubblica il relatore Alessio Ciacci (foto a lato) incontrerà anche i giovani, gli amministratori, i dirigenti politici ed attivisti nel sociale, per parlare di buona politica, di partecipazione, di gestione virtuosa dei rifiuti, in poche parole di Alta Amministrazione. «Siamo sicuri - conclude Sansonetti -che queste due iniziative lasceranno il segno nel cuore dei nocesi».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenta tramite Facebook

 

trovo aziende

Dalla prima pagina

Pubblicità

Pubblicità

Dulciar Natale 2017

Pubblicità

La pubblicità

Pubblicità

Ginevra
Pubblicità

Pubblicità

La pubblicità

Pubblicità

La pubblicità

Chi è on-line?

Abbiamo 187 visitatori e nessun utente online

SERVIZI

sezione-auguri sezione-vendesi sezione-necrologi

 
 
master-noci24-ballottaggio
promemoria

CONTRATTI DI QUARTIERE II

 

Il progetto: cosa prevede

Avvio del bando: 1-4-2004

Avvio lavori P.zza Garibaldi: 11-4-2012

Fine lavori P.zza Garibaldi: 30-4-2013

Approvazione convenzione: 15-07-2014

Avvio lavori per le case: ???

Sono trascorsi:

 

MUSEO DEI RAGAZZI

 

Il progetto: cosa prevede

Avvio del bando: 30-11-2005

Primo stralcio: 7-06-2011

Secondo stralcio: 7-04-2014

Avvio Terzo stralcio: 29-12-2015

Conclusione Terzo stralcio: ???

Sono trascorsi:

 

Twitter

PUMS

 

Il progetto: cosa prevede

Avvio del bando: 19-12-2014

Affidamento: 8-09-2016

Sito web dedicato al PUMS: 17-09-2016

Chiusura prima fase del PUMS: 22-12-2016

Adozione ed attuazione PUMS: ???

Sono trascorsi:

 

Facebook