Pubblicità

Pubblicità pub noci24 01

Pubblicità Assinotar 2017 luglio 1

NOCI24.it

Quotidiano on-line della città di Noci (Bari)

- -

comune-di-noci-06NOCI (Bari) - La Procura della Repubblica di Bari ha iscritto nel registro degli indagati 9 persone, di cui tre tra dipendenti ed ex dipendenti comunali, due tecnici liberi professionisti, il legale rappresentante di un'azienda edile e tre proprietari di immobili, circa una ipotesi di abuso edilizio compiuto in pieno centro cittadino. I nove indagati sono accusati a vario titolo di: falsità materiale commessa dal pubblico ufficiale in atti pubblici, falsità materiale commessa dal privato, abuso d'ufficio. Alcuni di questi reati commessi in concorso.

Secondo quanto ricostruisce il PM Renato Nitti, incaricato dalla Procura della Repubblica di Bari a svolgere indagini in merito, durante la costruzione di un palazzo di 4 piani sito nella periferia nord della città, ci sarebbero state alcune difformità circa la costruzione di alcuni volumi tecnici dislocati nella parte superiore del palazzo, la variazione di un vano scala, il cambio di destinazione d'uso di alcuni locali seminterrati che da "cantine" si sarebbero trasformati in veri e propri appartamenti. 

Nel registro degli indagati, quindi, sono finiti gli attuali dipendenti comunali Giuseppe Montanaro, architetto di 58 anni, responsabile del procedimento relativo al rilascio del permesso di costruire, i due responsabili del settore gestione e assetto del territorio a seconda del periodo in cui sono stati rilasciati i vari permessi di costruire finiti al centro dell'inchiesta, ovvero, Giuseppe Gabriele, di 51 anni e Vitantonio Dell'Erba, di 46 anni. Nel fascicolo risultano indagati anche i liberi professionisti Espedito Moliterni, architetto di 51anni, direttore dei lavori relativamente ai primi due permessi di costruire e comproprietario di uno degli immobili finiti sotto inchiesta; il geometra Giandomenico Miccolis, direttore dei lavori in relazione a un terzo permesso di costruire. Finiscono inoltre sotto inchiesta il legale rappresentante della Limm srl, società titolare dei permessi, proprietaria del suolo e impresa esecutrice dei lavori; e tre comproprietari dei volumi che, sempre secondo la Procura, inizialmente destinati a cantine sarebbero stati trasformati ad uso abitativo.

Il PM Nitti contesta inoltre il beneficio delle agevolazioni previste dal "Piano Casa" della Regione in quanto il recupero volumetrico sarebbe stato effettuato su opere realizzate nel 2009 e non entro il 2007 quale termine stabilito dalla L.R. Puglia n. 33 del 2007 per ottenerne l'applicabilità. Sotto sequestro probatorio sono finiti i locali del seminterrato, del terzo piano ed il vano scala. Nel frattempo il PM ha incaricato un consulente tecnico che avrà a disposizione sessanta giorni per effettuare i rilievi tecnici sul campo. 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenta tramite Facebook

 

trovo aziende

Dalla prima pagina

Pubblicità

Pubblicità

Dulciar Natale 2017

Pubblicità

La pubblicità

Pubblicità

Ginevra
Pubblicità

Pubblicità

La pubblicità

Pubblicità

La pubblicità

Chi è on-line?

Abbiamo 155 visitatori e 2 utenti online

SERVIZI

sezione-auguri sezione-vendesi sezione-necrologi

 
 
master-noci24-ballottaggio
promemoria

CONTRATTI DI QUARTIERE II

 

Il progetto: cosa prevede

Avvio del bando: 1-4-2004

Avvio lavori P.zza Garibaldi: 11-4-2012

Fine lavori P.zza Garibaldi: 30-4-2013

Approvazione convenzione: 15-07-2014

Avvio lavori per le case: ???

Sono trascorsi:

 

MUSEO DEI RAGAZZI

 

Il progetto: cosa prevede

Avvio del bando: 30-11-2005

Primo stralcio: 7-06-2011

Secondo stralcio: 7-04-2014

Avvio Terzo stralcio: 29-12-2015

Conclusione Terzo stralcio: ???

Sono trascorsi:

 

Twitter

PUMS

 

Il progetto: cosa prevede

Avvio del bando: 19-12-2014

Affidamento: 8-09-2016

Sito web dedicato al PUMS: 17-09-2016

Chiusura prima fase del PUMS: 22-12-2016

Adozione ed attuazione PUMS: ???

Sono trascorsi:

 

Facebook