Informazione pubblicitaria

Informazione pubblicitaria

NOCI24.it

Quotidiano on-line della città di Noci (Bari)

MercoledÌ, 14 Aprile 2021 - 09:03

coronavirus

 lamp   La situazione del Covid-19  -->> nel Mondo   e   -->> in Italia   lamp

trovo aziende

 

07 05padre Antonio e VicentiNOCI (Bari) - L’estro creativo dell’artista nocese Carlo Vicenti ha dato alla luce un’opera intitolata “S. Pietro”, donata alla Comunità monastica della Madonna della Scala in occasione della festa liturgica dei santi Pietro e Paolo, lo scorso 29 giugno.

L’opera si caratterizza per la sua essenzialità: l’uso espressivo di un cavo di rame, manipolato ad arte a voler mostrare anse e pieghe ridondanti e involute, che poi fuoriescono a supportare una croce capovolta e a reggere una pietra tipica delle nostre zone.

Essenzialità, dicevamo, quella dell’ “arte povera”, un movimento che ebbe la sua nascita nel secolo scorso e caratterizzato dal rifiuto dell’arte tradizionale, per far ricorso a materiali “poveri”, come terra, legno, metalli, stracci ecc., con l’intento di evocare le strutture originali del linguaggio della società, legate al luogo del vissuto dell’artista, a sottolineare la relazione tra la sua opera e l’ambiente che lo circonda.

Il nostro concittadino Vicenti si fa latore pugliese, appunto, di questa corrente artistica usando una pietra, propria della terra di cui lui stesso è figlio, e una treccia di rame, espressione dell’ingegno umano su un materiale naturale, per esprimere la sua riflessione sulla vita di san Pietro e la sua relazione con Cristo.

La pietra murgese viene come afferrata dai fili di rame, che, nella loro estremità, sono colorati di blu, il blu vicentiano, come a sottolineare l’intervento di Cristo nella vita di Pietro, ossia la chiamata celeste che lo afferra per fargli compiere un cammino. Cammino che si rivela tortuoso, un percorso alla sequela di Cristo durante il quale san Pietro conosce slanci ma anche difficoltà, tensioni in avanti ma anche tentennamenti e ritorni, fughe per non comprensione delle esigenze manifestate da Cristo, infine il tradimento ma anche il supremo atto di fedeltà: morire nello stesso modo del Maestro, sulla croce. Una croce riversa, perché san Pietro non si sentì degno di morire come il Maestro ed è per questo che, come afferma la tradizione, si fece mettere di testa in giù.

La croce viene posta dall’artista Vicenti all’interno delle involute come a sottolineare che è stata sempre presente nel percorso interiore di san Pietro; anche la stessa scelta della treccia di rame, operata da Vicenti, ossia un materiale malleabile, sta a dire che la vita di san Pietro fu plasmata da Cristo. Il rame è anche un conduttore e, nel pensiero dell’artista, questa caratteristica sta a simboleggiare significativamente che la vita del santo fu trasmessa alla Chiesa, come modello, possibile paradigma della vita di tutti i credenti in Cristo.
Sento di ringraziare l’artista Carlo Vicenti per averci parlato da credente a credenti, attraverso la vicenda esistenziale di san Pietro, racchiusa in modo originale nell’opera considerata. Una vicenda che si può dire parallela a quella di ciascuno di noi quando, afferrati dalla chiamata di Cristo, iniziamo un percorso di fede che non è mai rettilineo ma presenta curve, andirivieni, volute e al cui centro è sospesa e dominante la croce, a indicare che la vita è fondamentalmente offerta d’amore.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenta tramite Facebook

 

trovo aziende

 

Altri hanno letto anche:

Informazione pubblicitaria

La pubblicità

Informazione pubblicitaria

La pubblicità

Chi è on-line?

Abbiamo 372 visitatori e nessun utente online

SERVIZI

sezione-auguri sezione-vendesi sezione-necrologi

 
 

FUORI CITTA'

Putignano: droga nascosta e trasportata nel mezzo per trasporto farmaci

01-04-2021

PUTIGNANO - I militari della Stazione Carabinieri di Putignano al termine di diversi servizi di osservazione per le strade del...

Casamassima - Nudo in camerino davanti alla commessa, arrestato

28-03-2021

CASAMASSIMA - Ha chiesto alla commessa di provare un capo di abbigliamento intimo e si è fatto trovare nudo nel camerino...

Gioia del Colle - Arrestati gli autori seriali delle rapine al Penny Market

10-03-2021

GIOIA DEL COLLE - I Carabinieri della Compagnia di Gioia del Colle, unitamente a quelli della Compagnia di Bari San Paolo...

Vendite sul web, i Carabinieri del TPC sequestrano reperti archeologici e documenti archivistici di…

08-03-2021

Le restrizioni legate all’emergenza non hanno attenuato i traffici illeciti di beni culturali, che nel periodo pandemico hanno visto un’intensificazione...

Le gazzelle del Nucleo Radiomobile del Provinciale di Bari arrestano parcheggiatore abusivo

26-02-2021

BARI - Gli uomini del Nucleo Radiomobile dei Carabinieri di Bari hanno arrestato, nei pressi di via Capruzzi, un 49...

Tre giovani in giro con oltre un etto di cocaina

26-02-2021

PUTIGNANO - Nella tarda serata, tre giovanissimi, che viaggiavano a bordo di un’utilitaria, sono stati sottoposti a controllo e trovati in...

NECROLOGI

Come inviare un necrologio su NOCI24.it

03-02-2021

Invia i tuoi necrologi su NOCI24.it. Registrati sul sito, fai il Login ed invia i tuoi necrologi. Se desideri allegare...

LETTERE AL GIORNALE

Liuzzi: "Anche a Noci il sogno magnogreco di Rossana Di Bello"

11-04-2021

NOCI - Piero Liuzzi ricorda Rossana Di Bello, ex sindaco di Taranto dal  2000 al 2006 e assessore regionale al...

Pensieri e parole di una giovane allevatrice

26-01-2021

LETTERA AL GIORNALE - Eppure tempo fa la mungitura rappresentava, per noi allevatori, un momento gioioso, con la quale si...

DS Chiara d’Aloja: lettera aperta alla Comunità Educante

28-08-2020

LETTERE AL GIORNALE - Il nuovo anno scolastico è alle porte anche per l’Istituto Comprensivo Gallo-Positano e sarà un anno speciale...

Piero Liuzzi: "Zavoli e la sua fame di Sud"

06-08-2020

NOCI - Riceviamo e pubblichiamo questo breve ricordo del sen. Piero Liuzzi sul suo originale rapporto con Sergio ZAVOLI, parlamentare...

Auguri nonna Stella!

04-07-2020

NOCI (Bari) - Il 1 luglio 2020 nonna Stella, per tutti Stella Palattella, per le amiche e vicine di casa "Stellina...

Offese all'ing. Conforti. La replica dei giornalisti Longo e Scagliarini

05-06-2020

Riceviamo e pubblichiamo la replica dei giornalisti Giovanni Longo e Massimiliano Scagliarini al comunicato pubblicato il 23 maggio su NOCI24.it a firma...