Informazione pubblicitaria

Informazione pubblicitaria

NOCI24.it

Quotidiano on-line della città di Noci (Bari)

VenerdÌ, 16 Aprile 2021 - 05:15

coronavirus

 lamp   La situazione del Covid-19  -->> nel Mondo   e   -->> in Italia   lamp

trovo aziende

 

01 11 LaFontanaSiRacconta 6NOCI (Bari) - Lo scorso 10 gennaio, a partire dalle ore 11:00, è stata inaugurata all’interno del Chiostro delle Clarisse la mostra fotografica (e non solo) che ripercorre la storia dell’Acquedotto Pugliese (uno dei più grandi d’Europa) fin dagli albori, per meglio aiutare a comprendere la centralità del servizio idrico per i cittadini. Una fontana, oltre che di progresso,  è anche testimone della storia di un popolo e di episodi importanti delle piccole storie individuali. Non a caso, è stato scelto di dare alla mostre  il suggestivo ed eloquente titolo: "La fontana si racconta".  Oltre al presidente di Acquedotto Pugliese, Simeone Di Cagno Abbrescia, sono intervenuti il sindaco Domenico Nisi, e l’assessore Stefano Guagnano.
Viva partecipazione anche da parte di docenti e alunni degli istituti comprensivi “Gallo-Positano” e “Cappuccini- Pascoli”- di Noci. Fino al 26 gennaio, la mostra sarà visitabile dalle 9:30 alle 12:30 e dalle 18:00 alle 20:30

 01 11 LaFontanaSiRacconta 4“Oggi siamo talmente abituati ad aprire il rubinetto e veder sgorgare l’acqua corrente, da considerarlo un qualcosa di scontato. Ci alteriamo anche se il servizio viene interrotto per qualche ora, ad esempio causa della manutenzione delle tubature! Provate un po’ ad immaginare come fosse la vita poco più di un secolo fa, quando non si disponeva ancora dell’acqua corrente!” ha affermato il sindaco Nisi, invitando i presenti a proiettarsi mentalmente in un’epoca che non è poi così tanto lontana. I nostri bisnonni infatti, conservavano l’acqua in appositi recipienti in terracotta, centellinandola meticolosamente. Le acque stagnanti raccolte in cisterne o pozzi privati, non erano certo microbiologicamente pure, anzi, tutt’altro che potabili. Ecco spiegato il proliferare all’epoca di malattie gastro-intestinali come tifo e colera, che specialmente durante l’estate, mietevano un triste raccolto di vittime.

01 11 LaFontanaSiRacconta 2Il 24 aprile del 1915, con  il primo zampillo d’acqua dalla fontana antistante l’edificio che sarebbe poi diventato l’Ateneo di Bari, segnò un cambiamento epocale. Le vecchie “teste di ferro”, storiche fontane delle piazze, se potessero parlare, non racconterebbero solo la storia dell’evoluzione e del progresso di un popolo, ma anche singoli episodi di vita. La fontana infatti era anche un luogo di incontro e aggregazione: le donne chiacchieravano con le amiche, scambiandosi consigli sulla cucina o sul modo più agevole e veloce di sbrigare le faccende di casa; gli uomini discutevano in merito alle ultime notizie di paese. C'è  stato anche chi presso una di quelle fontane ha incontrato l’amore. Emozionante  immaginare gli appuntamenti fugaci (giusto il tempo per un gioco di sguardi o un bacio rubato) ad insaputa dei genitori. La fontana era la “galeotta” perfetta, perché bisognava recarvisi necessariamente per approvvigionarsi d’acqua.

01 11 LaFontanaSiRacconta 5Grazie ad Acquedotto Pugliese, che cura l’intero ciclo dell’acqua, compresa la depurazione, è migliorata sensibilmente anche la vita dei cittadini. Sull’acqua erogata infatti, vengono effettuate decine di analisi giornaliere per garantirne la qualità.
Ciò ha naturalmente consentito di debellare definitivamente molte malattie dell’epoca, dovute all’assenza di controlli igienici.
Con un centinaio di suggestivi scatti, provenienti dallo sconfinato archivio di Acquedotto Pugliese, la mostra ripercorre una parte importantissima della storia di un popolo che marcia verso un cambiamento rivoluzionario.

I visitatori potranno  però ammirare  anche scat01 11 LaFontanaSiRacconta 7ti più recenti, a colori, che mostrano gli operai impegnati nelle operazioni di manutenzione. Ce ne sono voluti 20.000 di operai per completare la costruzione dell’Acquedotto: un numero pari quasi all’intera popolazione nocese! Fanno orgogliosa mostra di sé anche i recipienti dell’epoca, adoperati per la conservazione dell’acqua, e troneggia una delle antiche fontane.

01 11 LaFontanaSiRaccontaC’è perfino un bellissimo manufatto in legno, realizzato da Aurelio Rolli, tornitore Fiat in pensione. Tenerissimo un cartonato realizzato dai giovani alunni nocesi, raffigurante una fontana “umanizzata” che racconta la storia di “Pugliabella”. La loro opera, donata alla mostra itinerante, sarà ovviamente esposta anche nei paesi limitrofi. Un segno di consapevolezza anche da parte dei giovanissimi dell'importanza che l'acqua riveste.
A conclusione della cerimonia inaugurale, un importante appello ai ragazzi da parte del presidente Simeone Di Cagno Abbrescia: “Voi dovete continuare ad essere ambasciatori della qualità della nostra acqua, e soprattutto cercare di preservare questa vitale risorsa. Dovete infatti sapere che più si andrà avanti con gli anni, più l’acqua verrà a scarseggiare, e non esistono come per il petrolio fonti di energia alternative. Senza acqua il pianeta muore. Piccoli e semplici accorgimenti come non lasciare il rubinetto aperto mentre spazzoliamo i denti o mentre ci insaponiamo sotto la doccia, possono fare realmente la differenza se adottati da tutti!”

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenta tramite Facebook

 

trovo aziende

 

Altri hanno letto anche:

Informazione pubblicitaria

La pubblicità

Informazione pubblicitaria

La pubblicità

Chi è on-line?

Abbiamo 702 visitatori e nessun utente online

SERVIZI

sezione-auguri sezione-vendesi sezione-necrologi

 
 

FUORI CITTA'

Putignano - Prosegue la campagna vaccinale contro il Covid-19

14-04-2021

PUTIGNANO - La pagina social del Comune di Putignano fa sapere che domani 15 aprile 2021 prosegue la campagna vaccinale...

Putignano: droga nascosta e trasportata nel mezzo per trasporto farmaci

01-04-2021

PUTIGNANO - I militari della Stazione Carabinieri di Putignano al termine di diversi servizi di osservazione per le strade del...

Casamassima - Nudo in camerino davanti alla commessa, arrestato

28-03-2021

CASAMASSIMA - Ha chiesto alla commessa di provare un capo di abbigliamento intimo e si è fatto trovare nudo nel camerino...

Gioia del Colle - Arrestati gli autori seriali delle rapine al Penny Market

10-03-2021

GIOIA DEL COLLE - I Carabinieri della Compagnia di Gioia del Colle, unitamente a quelli della Compagnia di Bari San Paolo...

Vendite sul web, i Carabinieri del TPC sequestrano reperti archeologici e documenti archivistici di…

08-03-2021

Le restrizioni legate all’emergenza non hanno attenuato i traffici illeciti di beni culturali, che nel periodo pandemico hanno visto un’intensificazione...

Le gazzelle del Nucleo Radiomobile del Provinciale di Bari arrestano parcheggiatore abusivo

26-02-2021

BARI - Gli uomini del Nucleo Radiomobile dei Carabinieri di Bari hanno arrestato, nei pressi di via Capruzzi, un 49...

NECROLOGI

Come inviare un necrologio su NOCI24.it

03-02-2021

Invia i tuoi necrologi su NOCI24.it. Registrati sul sito, fai il Login ed invia i tuoi necrologi. Se desideri allegare...

LETTERE AL GIORNALE

Liuzzi: "Anche a Noci il sogno magnogreco di Rossana Di Bello"

11-04-2021

NOCI - Piero Liuzzi ricorda Rossana Di Bello, ex sindaco di Taranto dal  2000 al 2006 e assessore regionale al...

Pensieri e parole di una giovane allevatrice

26-01-2021

LETTERA AL GIORNALE - Eppure tempo fa la mungitura rappresentava, per noi allevatori, un momento gioioso, con la quale si...

DS Chiara d’Aloja: lettera aperta alla Comunità Educante

28-08-2020

LETTERE AL GIORNALE - Il nuovo anno scolastico è alle porte anche per l’Istituto Comprensivo Gallo-Positano e sarà un anno speciale...

Piero Liuzzi: "Zavoli e la sua fame di Sud"

06-08-2020

NOCI - Riceviamo e pubblichiamo questo breve ricordo del sen. Piero Liuzzi sul suo originale rapporto con Sergio ZAVOLI, parlamentare...

Auguri nonna Stella!

04-07-2020

NOCI (Bari) - Il 1 luglio 2020 nonna Stella, per tutti Stella Palattella, per le amiche e vicine di casa "Stellina...

Offese all'ing. Conforti. La replica dei giornalisti Longo e Scagliarini

05-06-2020

Riceviamo e pubblichiamo la replica dei giornalisti Giovanni Longo e Massimiliano Scagliarini al comunicato pubblicato il 23 maggio su NOCI24.it a firma...