Informazione pubblicitaria

Informazione pubblicitaria

NOCI24.it

Quotidiano on-line della città di Noci (Bari)

VenerdÌ, 19 Agosto 2022 - 19:56

coronavirus

 lamp   La situazione del Covid-19  -->> nel Mondo   e   -->> in Italia   lamp

trovo aziende

 

06 19esamimaturitaNOCI (Bari) - Attesa di liberare le giovani spalle da questo pesante fardello, un velo di angoscia e ansia: tanta ansia. Un’ansia che fa vacillare anche chi ostentava totale sicurezza di se fino a poco prima dell’entrata in aula. Queste le emozioni che hanno contraddistinto questo mercoledì 19 giugno per i 92 studenti nocesi in attesa della prima prova dell’esame di maturità ai cancelli dell’Istituto Agherbino e del Liceo Leonardo Da Vici.

Sette le belle e articolate tracce: ci sono Ungaretti, Sciascia e poi Stajano, Montanari e Fernbach. Per l’attualità una traccia è dedicata a Carlo Alberto Dalla Chiesa e una a  Gino Bartali.

Alle 8:00 in punto, i 92 maturanti nocesi, si radunano rispettivamente presso i cancelli dell’Istituto Agherbino e del Liceo Leonardo Da Vinci. Portano sul volto ancora i segni della loro “notte prima degli esami” che per tutti è sempre stata “di lacrime e preghiere”.
La mezz’ora che li separa dallo scoprire le tracce della prima prova scritta, si consuma tra un mix di emozioni ed espressioni diverse.

C’è chi fuma, sfottendo un po’ il migliore amico o la migliore amica per allentare quella tensione che in fondo sente anche lui; chi scatta un selfie per immortalare questo giorno che, comunque vada, sarà da ricordare. Tanto tra poco ci si dovrà separare dai fedeli amici sempre a portata di mano: gli smartphone. Anche se i più “furbetti” dovessero riuscire ad introdurli, gli amici elettronici non potrebbero essere di alcun aiuto, dato che il Wifi è schermato in tutti gli istituti.

Qualcuno, vedendo arrivare il prof “beniamino”, quello con cui si è instaurato un maggior affiatamento, ne invoca l’aiuto: “Prof, aiutaci tu!”. Sul volto di qualcuno si legge un’espressione di totale indifferenza: vale la regola del “vada come vada”. Tanto è risaputo che alla fine se ne esce indenni. Alcuni studenti si dicono profondamente sicuri di se e del lavoro svolto durante tutto l’anno, che non intendono far rovinare completamente dall’ansia. Ma l’ansia è una brutta bestia che si insinua anche in chi appare “incrollabile”fino a poco prima dell’entrata in aula.
“Coraggio, appena saremo entrati che paura vuoi più avere?”- incoraggia qualcuno. Al “Da Vinci” si punta maggiormente sull’attualità: si pensa che tra le tracce potrebbero esserci Anna Frank e l’Olocausto oppure Greta Thunberg e l’ambiente. All’Agherbino invece, c’è chi sceglierebbe ad occhi chiusi il saggio poetico, poiché si è a lungo esercitato e non dovrà metterci troppo del suo. Il caro vecchio Giacomo Leopardi, amatissimo dagli studenti è anche quest’anno il più gettonato dalle previsioni.
La prova durerà 6 ore e gli studenti intendono sfruttarle con tutta la calma del caso ai fini della stesura di un buon testo.
I ragazzi dell’Agherbino confessano di temere maggiormente gli orali, dove è più facile incorrere in qualche defaiance o in un blocco improvviso.

Va ricordato che quest’anno, la modalità d'esame è diversa rispetto agli quelli precedenti. Tre prove anziché quattro articolate in tre giorni distinti: italiano, materia di settore e prova orale. Leggermente temuta è la terza prova che non vede più protagonista la buona, vecchia e cara e rassicurante tesina. Si è affidati infatti alla sorte di alcune buste chiuse contenenti argomenti studiati nel corso dell'intero anno.
Ore 8:30: Appena entrati in aula, ogni possibile previsione a cui ci si era affidati (come sempre accade in questi casi) viene sovvertita.
I protagonisti sono Ungaretti, con l’analisi della sua poesia “L’Allegria” tratta dalla raccolta “Il porto sepolto”, Leonardo Sciascia con un brano tratto dal suo romanzo “Il giorno della civetta” e Stajano con la sua “Eredità del Novecento”. Tra le tracce anche un brano di Tomaso Montanari sull'uso del futuro e uno dello scrittore Philip Fernbach sull'illusione della conoscenza. Per quanto concerne l’attualità, i protagonisti sono Gino Bartali e Carlo Alberto Dalla Chiesa.
Il primo, oltre che campione di ciclismo, lo fu anche di umanità, essendosi attivato in prima persona per salvare la vita a numerosi ebrei. Il Generale Dalla Chiesa è invece uno dei più famosi “martiri della mafia”; realtà purtroppo non ancora completamente estirpata. Anche quest’anno di materiale stimolante su cui lavorare ce n’è e siamo certi che i maturandi daranno il meglio. In bocca al lupo ragazzi: per la maturità e per qualsiasi sogno a cui desiderate che essa apra le porte.

Fotogallery

© RIPRODUZIONE RISERVATA

trovo aziende

 

Informazione pubblicitaria

 

Informazione pubblicitaria

La pubblicità

Informazione pubblicitaria

La pubblicità

Chi è on-line?

Abbiamo 481 visitatori e nessun utente online

SERVIZI

sezione-auguri sezione-vendesi sezione-necrologi

 
 
Informazione pubblicitaria

FUORI CITTA'

Polignano a Mare - Rinvenuti circa 100 gr di cocaina: eseguiti due arresti dai Carabinieri

17-08-2022

POLIGNANO A MARE - In queste giornate di ferragosto, i Carabinieri del Comando Provinciale di Bari, impegnati su tutto il territorio...

Gravina in Puglia -  Avrebbe minacciato i Carabinieri con una pistola e poi si sarebbe…

15-08-2022

Gravina in Puglia - I Carabinieri di Gravina in Puglia, coordinati dal Comando Compagnia di Altamura, hanno arrestato un pregiudicato...

Attività ispettiva nell'ambito dell'operazione "Estate tranquilla 2022"

15-08-2022

BARI - Nell’ambito di servizi predisposti in campo nazionale, i Carabinieri del NAS di Bari hanno svolto complessivamente 68 attività...

Parco Nazionale dell'Alta Murgia: primi dati sugli incendi boschivi

12-08-2022

ALTAMURA - È già tempo dei primi bilanci per i Carabinieri Forestali nella campagna di prevenzione e repressione degli incendi...

Conversano - Arrestato responsabile di un furto all’interno della Cattedrale di Conversano

08-08-2022

I Carabinieri gli trovano in casa anche Marijuana e Hashish CONVERSANO - I Carabinieri del Comando Stazione di Conversano hanno tratto...

Identificati i presunti autori di una truffa consumata ai danni di una vittima ultraottantenne

30-07-2022

BARI - Ieri mattina, in Messina i Carabinieri delle Stazione di Acquaviva delle Fonti con il supporto dei colleghi della Compagnia...

NECROLOGI

Ci lascia il giovane concittadino Domenico: un lutto inaspettato per Noci

18-08-2022

NOCI – Una settimana di Ferragosto amara per Noci, che ha appreso con dolore la notizia della tragica scomparsa di...

Ci lascia Titina Sansonetti: aveva appena compiuto 104 anni

09-04-2022

NOCI – La comunità nocese perde ancora un baluardo della sua storia. Questa mattina infatti si è conclusa l’esistenza terrena...

Lutto tra i Carabinieri Forestali di Noci

28-02-2022

NOCI - Noci e la Coreggia piangono Nicola Annese, quarantotto anni, Carabiniere Forestale presso la Stazione di Noci da parecchi anni...

Addio a Peppino Longo

31-01-2022

BARI - “Perdiamo un amico, un rappresentante della Puglia, un uomo buono, sempre al servizio della sua terra. Imprenditore di...

Addio al Maestro Ottavio Lopinto

07-01-2022

NOCI – Una grande perdita per la comunità nocese, per la sua cultura e per la sua musica folk. Ci...

Giovanni Pizzarelli: la famiglia lo ricorderà con una Santa messa in occasione del trigesimo dalla…

14-11-2021

NOCI – Essendo trascorso un mese dalla scomparsa di Giovanni Pizzarelli, ex Appuntato dei Carabinieri, la famiglia lo ricorderà con...

LETTERE AL GIORNALE

Un Comitato per l'estensione della rete idrico-fognante in Zona H

28-03-2022

LETTERA AL GIORNALE - In data 6/7 marzo 2022 è stata inviata al Comune di Noci e all’Autorità Idrica Pugliese...

Liuzzi "La Gazzetta, una lunga pausa salutare"

24-02-2022

NOCI - Una lunga pausa salutare. E non solo per il giornale e per i giornalisti ma anche, paradossalmente, per i...

IIS "Da Vinci - Agherbino": doverose precisazioni

07-01-2022

COMUNICATO - A seguito di notizie di stampa che rappresentano infedelmente la realtà dei fatti, l’Istituto “Da Vinci – Agherbino”...

Una rete virtuale per il “Green sentiment pubblico”

07-09-2021

LETTERA AL GIORNALE - Sono proprietario di un trullo in agro di Noci in Località Monte Verde dal 2013 -...

Senatrice Liliana Segre, cittadina onoraria di Noci

22-07-2021

Il 15 luglio il Consiglio Comunale di Noci ha deliberato la cittadinanza onoraria alla senatrice Liliana Segre, presidente della Commissione...

Comitato per la cittadinanza onoraria nocese a Liliana Segre: punto di partenza e non di…

01-07-2021

NOCI - Pubblichiamo di seguito un comunicato da parte del Comitato per il conferimento della cittadinanza nocese alla senatrice Liliana Segre a...