Informazione pubblicitaria

Informazione pubblicitaria

NOCI24.it

Quotidiano on-line della città di Noci (Bari)

GiovedÌ, 18 Agosto 2022 - 13:00

coronavirus

 lamp   La situazione del Covid-19  -->> nel Mondo   e   -->> in Italia   lamp

trovo aziende

 

10 08 MediazioneFamiliareNOCI – Mediazione familiare: sicuramente molti di voi lettori avranno già sentito questa definizione. Ma siamo certi di sapere davvero in cosa consista? Spesso e volentieri, infatti si tende ad averne un’idea totalmente distorta. E’ facile pensare che si tratti di un tentativo di far tornare a tutti i costi assieme una coppia tra cui ormai qualcosa si sia irrimediabilmente rotto. Non è affatto così, e ce lo spiega chiaramente la Dott.ssa Dora Tinelli, che a seguito di un percorso formativo e personale ha scelto di lasciare l’avvocatura per dedicarsi alla mediazione familiare, penale e scolastica oltre che al life designer.

“C'è sempre un punto di contatto, anche quando sembra improbabile. Nel mio modo di sentire entrambe le professioni, fra l'avvocatura e la mediazione, il punto di contatto è la parola conflitto”- esordisce la Tinelli a cui chiediamo esattamente in cosa consista la mediazione familiare anche per sfatare certe errate convinzioni instaurate nella gente.
“Significa trasformare il conflitto in un’opportunità, lasciare da parte il suo potere distruttivo e coglierne l’energia costruttiva. Non è detto che una coppia debba necessariamente riunirsi, anche se (ci mancherebbe altro) siamo felici quando accade. La mediazione familiare è un percorso che aiuta a vivere la separazione come una scelta consapevole presa con la massima serenità possibile, e non come una reazione avventata. I mediandi, tra l’altro, possono sperimentare nuove modalità di comunicazione grazie alle quali essi saranno pronti ad affrontare pacificamente gli aspetti che riguardano la separazione e le scelte relative ai propri figli. Accompagnati dal mediatore familiare, che è un professista neutro, imparziale ed equi-vicino rispetto ai mediandi, essi potranno trovare accordi liberi e condivisi per il benessere proprio e dei propri figli. Ovviamente si tratta di un percorso che è opportuno intraprendere soprattutto quando ci sono figli minori. Perché se pur si sceglie di non essere più una coppia, il “noi genitoriale” non può mai cessare di esistere. E se gli ex coniugi arrivano a maturare un rapporto disteso e civile, senza farsi eterna guerra, anche i figli cresceranno in un clima più sereno”
A questo punto, incuriositi, abbiamo chiesto alla Dott.ssa Dora Tinelli cosa abbia fatto scattare quella molla che l’ha portata ad abbandonare l’avvocatura, a dire addio alla toga e alle aule di tribunali, a trasformare anche l’arredo del suo studio legale. Non ci è sfuggita la presenza di un tavolo rotondo, privo di quegli spigoli che possono far mare. Rotondo come ciò che alla fine risulta compiuto. Uno studio che è ancora in fase di trasformazione, e non mancano al suo interno stralci di scritti che incitano alla pace e al “Per-dono”, come lo definisce la Tinelli. 

"Sceglievo di fare l'avvocato un po' di anni fa, perché conoscevo una sola strada per "trattare" il conflitto: avere ragione; quindi lottare per averne. Lottare per la tutela dei diritti violati; per avere giustizia. In quella prospettiva, c'è sempre un torto ed una ragione; c'è anche qualcuno contro cui lottare, in genere fuori. Attraverso quella stessa strada, ho incontrato la mediazione familiare. Essa mi ha accompagnata VERSO il conflitto; insegnandomi a guardarlo, dapprima da lontano e, passo dopo passo, sempre più da vicino, fino a cercare di comprenderlo, per poi vederlo come alleato. In questo passaggio, cambiava anche il mio vocabolario. I termini "contro", "controparte" (proprio dell’avvocatura), erano sempre più distanti da me. Il "contro" (essere contro l'altro), si trasformava in "con" (siamo insieme per...). La parola "giudizio" presupponeva un essere giudicato, mentre lavoravo su di me per imparare a non giudicarmi e a non giudicare”- ci dice la Dott.ssa Tinelli, in maniera ancora più sentita, prosegue spiegandoci perché la mediazione sia diventata ad oggi la sua missione.
“Mi sono resa libera, quindi, di attraversare il ponte che mi spostava verso la mediazione, riconoscente e grata alla strada percorsa, con un altra prospettiva negli occhi, un'altra visione, un'altra missione. Scelgo la Mediazione perché credo fortemente nel valore e nel potere di ogni conflitto (Che come ogni potere, può essere distruttivo o costruttivo) e credo fortemente nel potere di ogni essere umano di trasformare tutto ciò che vive nella più grande opportunità. Siamo ponti e possibilità infinite. Oggi sono roba anche del Per-dono, che si manifesta in me e attraverso me. La mediazione ed il perdono lavorano insieme, dentro di me, per "liberarmi" da me e ricondurmi a me. E da me, procedere verso destinazioni infinite. Il Perdono è un percorso di liberazione. Ed è per dono che io oggi scelgo di percorrermi ancora e rendermi dono per chi è e sarà nella stanza di mediazione con me, per chi incontrerò nelle carceri, nelle scuole o per strada. Non si può trattenere per sé un dono, così scelgo di dare ad altri ciò che io ho ricevuto, perché sia onorato e non si fermi. Sono semi di pace nel caos del conflitto”. Alla Dott.ssa Dora Tinelli auguriamo il meglio nel continuare a svolgere questa sua nuova professione-missione.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

trovo aziende

 

Informazione pubblicitaria

 

Informazione pubblicitaria

La pubblicità

Informazione pubblicitaria

La pubblicità

Chi è on-line?

Abbiamo 825 visitatori e nessun utente online

SERVIZI

sezione-auguri sezione-vendesi sezione-necrologi

 
 
Informazione pubblicitaria

FUORI CITTA'

Polignano a Mare - Rinvenuti circa 100 gr di cocaina: eseguiti due arresti dai Carabinieri

17-08-2022

POLIGNANO A MARE - In queste giornate di ferragosto, i Carabinieri del Comando Provinciale di Bari, impegnati su tutto il territorio...

Gravina in Puglia -  Avrebbe minacciato i Carabinieri con una pistola e poi si sarebbe…

15-08-2022

Gravina in Puglia - I Carabinieri di Gravina in Puglia, coordinati dal Comando Compagnia di Altamura, hanno arrestato un pregiudicato...

Attività ispettiva nell'ambito dell'operazione "Estate tranquilla 2022"

15-08-2022

BARI - Nell’ambito di servizi predisposti in campo nazionale, i Carabinieri del NAS di Bari hanno svolto complessivamente 68 attività...

Parco Nazionale dell'Alta Murgia: primi dati sugli incendi boschivi

12-08-2022

ALTAMURA - È già tempo dei primi bilanci per i Carabinieri Forestali nella campagna di prevenzione e repressione degli incendi...

Conversano - Arrestato responsabile di un furto all’interno della Cattedrale di Conversano

08-08-2022

I Carabinieri gli trovano in casa anche Marijuana e Hashish CONVERSANO - I Carabinieri del Comando Stazione di Conversano hanno tratto...

Identificati i presunti autori di una truffa consumata ai danni di una vittima ultraottantenne

30-07-2022

BARI - Ieri mattina, in Messina i Carabinieri delle Stazione di Acquaviva delle Fonti con il supporto dei colleghi della Compagnia...

NECROLOGI

Ci lascia Titina Sansonetti: aveva appena compiuto 104 anni

09-04-2022

NOCI – La comunità nocese perde ancora un baluardo della sua storia. Questa mattina infatti si è conclusa l’esistenza terrena...

Lutto tra i Carabinieri Forestali di Noci

28-02-2022

NOCI - Noci e la Coreggia piangono Nicola Annese, quarantotto anni, Carabiniere Forestale presso la Stazione di Noci da parecchi anni...

Addio a Peppino Longo

31-01-2022

BARI - “Perdiamo un amico, un rappresentante della Puglia, un uomo buono, sempre al servizio della sua terra. Imprenditore di...

Addio al Maestro Ottavio Lopinto

07-01-2022

NOCI – Una grande perdita per la comunità nocese, per la sua cultura e per la sua musica folk. Ci...

Giovanni Pizzarelli: la famiglia lo ricorderà con una Santa messa in occasione del trigesimo dalla…

14-11-2021

NOCI – Essendo trascorso un mese dalla scomparsa di Giovanni Pizzarelli, ex Appuntato dei Carabinieri, la famiglia lo ricorderà con...

In memoria del prof. Tonio Palattella: uomo colto, generoso e operoso

21-09-2021

NOCI - Qualche giorno fa ci ha lasciati il prof Tonio Palattella, figlio del compianto Don Vito, fondatore del gruppo...

LETTERE AL GIORNALE

Un Comitato per l'estensione della rete idrico-fognante in Zona H

28-03-2022

LETTERA AL GIORNALE - In data 6/7 marzo 2022 è stata inviata al Comune di Noci e all’Autorità Idrica Pugliese...

Liuzzi "La Gazzetta, una lunga pausa salutare"

24-02-2022

NOCI - Una lunga pausa salutare. E non solo per il giornale e per i giornalisti ma anche, paradossalmente, per i...

IIS "Da Vinci - Agherbino": doverose precisazioni

07-01-2022

COMUNICATO - A seguito di notizie di stampa che rappresentano infedelmente la realtà dei fatti, l’Istituto “Da Vinci – Agherbino”...

Una rete virtuale per il “Green sentiment pubblico”

07-09-2021

LETTERA AL GIORNALE - Sono proprietario di un trullo in agro di Noci in Località Monte Verde dal 2013 -...

Senatrice Liliana Segre, cittadina onoraria di Noci

22-07-2021

Il 15 luglio il Consiglio Comunale di Noci ha deliberato la cittadinanza onoraria alla senatrice Liliana Segre, presidente della Commissione...

Comitato per la cittadinanza onoraria nocese a Liliana Segre: punto di partenza e non di…

01-07-2021

NOCI - Pubblichiamo di seguito un comunicato da parte del Comitato per il conferimento della cittadinanza nocese alla senatrice Liliana Segre a...