Pubblicità

Pubblicità

NOCI24.it

Quotidiano on-line della città di Noci (Bari)

MartedÌ, 7 Febbraio 2023 - 02:22

coronavirus

 lamp   La situazione del Covid-19  -->> nel Mondo   e   -->> in Italia   lamp

trovo aziende

 

11 12 IncontroStudiMontesseriani NOCI – Lo scorso 10 novembre, a Noci, presso il Chiostro di San Domenico, a partire dalle ore 15:30 si è tenuto incontro di studi montessoriani organizzato dall’Istituto Comprensivo Pascoli - Cappuccini, col patrocinio de Comune di Noci e con il contributo di diversi altri partner.

11 12 IncontroSudiMontessoriE’ stata la dirigente scolastica dell’Istituto Comprensivo Pascoli- Cappuccini, Antonia Sasanelli, a rivestire il ruolo di moderatrice della serata, dopo i saluti iniziali del Sindaco Domenico Nisi. La lodevole iniziativa ha voluto rispondere a tante domande fondamentali per quel che concerne la nostra scuola (soprattutto quella per l’infanzia). E’ possibile far incontrare la scuola odierna con il rivoluzionario metodo educativo messo a punto da Maria Montessori? Tra tutti, è stato questo l’interrogativo cruciale.
Sembrerebbe impossibile che Maria Montessori, medico, insegnante e soprattutto educatrice, nata nel 1870 e scomparsa nel 1952, abbia ancora tanto da dire alla scuola del 2021. Eppure, ella può ancora indicare una strada maestra da seguire, affinchè si possa ancora cogliere nel bambino di oggi l’uomo di domani e aiutare quest’ultimo a emergere. Dopo una pandemia che ha messo a dura prova la scuola tutta (personale docente e non e soprattutto alunni) è più che mai indispensabile riprendere in mano le redini della situazione. La Montessori fu in tutti i sensi una pioniera. Unica donna all’epoca nel suo corso di studia di medicina, non ebbe alcuna remora nel rompere schemi e convenzioni sociali che impedivano di progredire culturalmente, socialmente e soprattutto sul piano pedagogico- cognitivo. La Montessori è colei che più di tutti ha creduto in quel bambino che per la società del tempo era da relegare tra gli ultimi, considerato nient’altro che un uomo in miniatura e non una creatura che occorresse accompagnare verso l’età adulta nei tempi e con i modi giusti. Un metodo rivoluzionario, futuristico a tal punto da rivelarsi valido ancora oggi. Certo, occorre un rivisitazione applicabile alla scuola e alla società odierna, ma grosso modo i bisogni di un bambino restano gli stessi e Maria Montessori non può certo essere smentita anche nel 2021 nel suo asserire che bisogna fare un ottimo lavoro con i bambini se si vuole formare una società di uomini e donne valide. Nel corso dell’evento tenutosi presso il Chiostro di San Domenico, la presenza di Maria Montessori si è percepita chiaramente, nonostante non sia più tra noi ormai da 69 anni. Tantissimi e di grande spessore gli interventi che si sono susseguiti, alla presenza dell’intero mondo della scuola: docenti, dirigenti e collaboratori scolastici. Il primo a prendere la parola è stato il Coordinatore dei Dirigenti Tecnici USR Puglia, Francesco Forliano, che con dati statistici alla mano, ha voluto fare un po’ il punto sulla situazione scuola e sul sistema 0-6, sulla base delle autovalutazioni chieste a diversi istituti. Il Dott. Forliano ha parlato delle nuove sfide educative a cui guardare, tutte aventi per obiettivo principale il benessere del bambino. 11 12 IncontroMontesoriDottoressaIntiniUn interessante contributo video è stato inviato dalla Dott.ssa Betta Intini, pediatra nocese notissima non solo per le sue capacità professionali ma anche per la sua umanità. Essendo, un medico (proprio come la Montessori), la Dott.ssa Intini ha sottolineato come abbiano del miracoloso sia il cambiamento del corpo di un bambino che l’evoluzione della sua mente. Due metamorfosi interconnesse e complementari. La Dott.ssa si è detta inoltre convinta che la terapia, il curare, non debba comprendere solo una serie di tecnicismi medici, ma abbracciare un’idea più ampia del “prendersi cura”. Espressione ben più completa del semplice “curare”. E in un certo senso anche l’insegnante-educatore riveste il ruolo di terapeuta, di colui che si prende cura di quei meravigliosi germogli che sono i bambini. “Un vero peccato che perfino il Giappone abbia ad oggi un numero di scuole montessoriane rispetto all’Italia”- ha evidenziato la Dott.ssa Intini.
La parola è poi passata alla Prof.ssa Valeria Rossini, docente di pedagogia presso l’Università di Bari e autrice di un libro dedicato proprio alla Montessori, dal titolo “Una vita per l’infanzia, una lezione da realizzare”.
Anche la Prof.ssa Rossini si è detta convinta che i bisogni del bambino di oggi non siano tanto diversi da quelli del bambino sul quale, ai tempi, la Montessori aveva concentrato tutte le sue energie. Il bambino ha bisogno di essere felice, ma non è affatto semplice stabilire cosa lo renda tale. E’ una sfida cercare di scoprirlo quotidianamente e di metterlo in pratica. La cosa certa però, è che un bambino è felice solo se lo è anche l’adulto. Importante è stato l’intervento della Dirigente scolastica Maria Dentamaro, che ha coraggiosamente voluto portare nella sua scola l’esperienza montessoriana, non senza tutte le difficoltà del caso.
Le sezioni montessoriane continuano a essere poco diffuse perché i costi sono particolarmente onerosi e i corsi impegnerebbero i docenti (già di loro oberati di lavoro) per un gran numero di ore. Ciò nonostantre, la Dentamaro è riuscita ad aprire ben cinque sezioni montessoriane nel senso stretto del termine. La Dott.ssa Rosy Paparella, intervenuta in rappresentanza del CAV Andromeda, ha messo in evidenza i molteplici disagi che i bambini hanno vissuto e continuano a vivere anche a seguito della pandemia. Un “bambino rotto” che bisogna “riparare” con impegno e amore, curando soprattutto le relazioni umane e interpersonali. L’ultimo intervento è stato quello dell’Architetto Natuzzi, e si è naturalmente concentrato sull’architettura “a misura di bimbo” e soprattutto sostenibile, fortemente voluta dalla Montessori. La viva partecipazione a questo emozionante incontro è stata la testimonianza che anche la scuola, come la società tutta, è ansiosa di ricominciare.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Necrologi

trovo aziende

 

Pubblicità

 

 

Pubblicità

La pubblicità

Pubblicità

La pubblicità

Chi è on-line?

Abbiamo 329 visitatori e nessun utente online

SERVIZI

sezione-auguri sezione-vendesi sezione-necrologi

 
 
Pubblicità

FUORI CITTA'

Bari - 9 persone indagate per associazione per delinquere finalizzata al furto, alla ricettazione e…

01-02-2023

BARI - Dalle prime luci dell’alba, i Carabinieri del Comando Provinciale di Bari, coadiuvati dai militari dei Comandi Provinciali di Brindisi...

Capurso – Indagini dei Carabinieri su un’agenzia automobilistica: falsificava atti pubblici per velocizzare e definire…

01-02-2023

CAPURSO - I Carabinieri del Comando Provinciale di Bari hanno dato esecuzione a un’ordinanza applicativa di misura cautelare emessa dal Gip...

GdF Bari: sequestrati numerosi capi di abbigliamento e cuscini contraffatti dei brand “Disney” e “Marvel”

28-01-2023

PUTIGNANO - I Finanzieri della Tenenza di Putignano, nell’ambito di autonoma attività info-investigativa volta alla repressione dei traffici illeciti, con particolare...

Furti con scasso ai self-sevice di tabacchi e stazioni di servizio, quattro arresti

21-01-2023

MODUGNO - I Carabinieri della Compagnia di Modugno supportati da quelli di Palestrina (RM), in esecuzione di ad un’ordinanza di misura...

Altamura - Sequestro di armi e refurtiva in un box condominiale: due arresti

18-01-2023

ALTAMURA - I Carabinieri di Altamura hanno arrestato in flagranza di reato per detenzione illegale di armi e munizioni e ricettazione...

Infermiera presa a calci da una paziente in attesa al pronto soccorso dell’Ospedale Di Venere

15-01-2023

BARI – “Apprendiamo con sdegno dell’aggressione subita ieri da una nostra infermiera in servizio presso il pronto soccorso dell’Ospedale Di...

NECROLOGI

Addio a Rocco Recchia, decano degli artigiani nocesi

18-11-2022

NOCI – Lutto nel mondo dell’artigianato nocese: ci ha lasciati Rocco Recchia, il noto e stimatissimo calzolaio che aveva ereditato...

Lutto nell'imprenditoria locale: addio a Raffaele Putignano

11-10-2022

NOCI - Questa mattina è venuto a mancare all'affetto dei suoi cari l'imprenditore nocese Raffaele Putignano, all'età di 72 anni, dopo una...

Ci lascia il giovane concittadino Domenico: un lutto inaspettato per Noci

18-08-2022

NOCI – Una settimana di Ferragosto amara per Noci, che ha appreso con dolore la notizia della tragica scomparsa di...

Ci lascia Titina Sansonetti: aveva appena compiuto 104 anni

09-04-2022

NOCI – La comunità nocese perde ancora un baluardo della sua storia. Questa mattina infatti si è conclusa l’esistenza terrena...

Lutto tra i Carabinieri Forestali di Noci

28-02-2022

NOCI - Noci e la Coreggia piangono Nicola Annese, quarantotto anni, Carabiniere Forestale presso la Stazione di Noci da parecchi anni...

Addio a Peppino Longo

31-01-2022

BARI - “Perdiamo un amico, un rappresentante della Puglia, un uomo buono, sempre al servizio della sua terra. Imprenditore di...

LETTERE AL GIORNALE

Natale a Noci: un bilancio positivo

08-01-2023

NOCI - Le sezioni nocesi di Confartigianato, Confcommercio e Coldiretti, insieme all'AIS Puglia esprimono un caloroso ringraziamento ai nocesi per la...

Diversità ed inclusione

17-12-2022

LETTERE AL GIORNALE - Nella cornice delle feste natalizie, in un clima di inclusione e condivisione, gli alunni della 2D della...

Nino Vaccalluzzo e Noci: un tributo al maestro dell’Arte pirotecnica tragicamente scomparso

15-09-2022

Nell'immagine: Antonio Labate e Tonino D'Onghia accompagnati da Nino Vaccalluzzo (a sinistra) durante la visita all'azienda del 25 giugno 2010...

Un Comitato per l'estensione della rete idrico-fognante in Zona H

28-03-2022

LETTERA AL GIORNALE - In data 6/7 marzo 2022 è stata inviata al Comune di Noci e all’Autorità Idrica Pugliese...

Liuzzi "La Gazzetta, una lunga pausa salutare"

24-02-2022

NOCI - Una lunga pausa salutare. E non solo per il giornale e per i giornalisti ma anche, paradossalmente, per i...

IIS "Da Vinci - Agherbino": doverose precisazioni

07-01-2022

COMUNICATO - A seguito di notizie di stampa che rappresentano infedelmente la realtà dei fatti, l’Istituto “Da Vinci – Agherbino”...