Pubblicità

Pubblicità pub noci24 01

Pubblicità Assinotar 2017 luglio 1

NOCI24.it

Quotidiano on-line della città di Noci (Bari)

- -
Pubblicità dolcepuglia2017

05-11mipNOCI (Bari) - E' stato pensato con l'intenzione di lanciare alcuni spunti di riflessione, il primo appuntamento previsto all'interno della rassegna Maggio di informazione psicologica. Cannabis: proibire, liberalizzare o legalizzare? Questo il tema-quesito su cui ci si è soffermati lo scorso venerdì 9 maggio, inaugurando i quattro appuntamenti previsti nel calendario. 

La rassegna, introdotta dalla dottoressa Lorita Tinelli, psicologa e responsabile CeSAP, si propone innanzitutto di promuovere la figura dello psicologo a livello nazionale ma, nello specifico, anche di organizzare momenti di riflessione su questioni utili alla società e al singolo individuo. A proposito del primo appuntamento, in cui al tavolo dei relatori sono stati invitati Claudio Natile, Presidente e Fondatore Associazione Culturale CanaPuglia di Conversano, Iaria Di Palma (Vice Presidente) e il Dr. Luigi Corvaglia, psicologo, psicoterapeuta, SERT Monopoli (tutti in foto in alto), la dott. Tinelli ha specificato più volte di non voler fornire delle risposte certe sul tema ma semplicemente di volerne analizzare gli effetti, proibizionistici e non.

Alle domande "cos'è la cannabis?, Qual'è il modo giusto per avvicinarci a questo argomento?", il Presidente di CanaPuglia C.Natile (associazione nata nel 2011 grazie al Bando Regionale Principi Attivi) ha risposto in maniera chiara ed esauriente, ma soprattutto in maniera obiettiva, analizzando la pianta della canapa per il suo valore storico, naturale: "La canapa" ha spiegato, "è sulla terra da circa 10.000 anni o forse più. CanaPuglia è nata con l'intento di ridare identità ad una pianta che per troppo tempo ha fatto parte dei pregiudizi dell'uomo e lo è tutt'ora. La canapa è utile per molti aspetti, oltre che per i semplici principi ludici: alla produzione di alimenti, materiali per l'edilizia, carta ed oggetti di ogni tipo che fra l'altro avrebbero pochissimo impatto ambientale una volta cestinati". La canapa, ha inoltre continuato a spiegare, potrebbe giovare l'uomo e allo Stato (in questo caso quello Italiano; in altri stati le leggi predispongono diversamente) dal punto di vista economico. "Basterebbe educare i cittadini sin da piccoli, sin dalle scuole. In questo modo otteremmo una rivoluzione". "Il proibizionismo" ha concluso, "non deriva da altro se non dall'influenza delle case farmaceutiche, dal mercato del petrolio e dell'industria in genere che, altrimenti, ci rimetterebbero. E' la conseguenza di uno stato di ignoranza generale".

 E ancora. Alla stessa domanda la Vice presidente dell'associaizone Ilaria di Palma ha altresì risposto, ponendola sul piano terapeutico: "Con i giusti dosaggi la canapa aiuterebbe a superare numerose malattie: neusea da chemioterapia con conseguente stimolazioni da appetito, spasmi da sclerosi multipla, uscita da dipendenza da droghe più pesanti o alcool, etc. Purtroppo oggi in Italia oggi la canapa non è assolutamente prodotta a fini terapeutici se non a Rovigo per portare avanti delle ricerche". 

Ma sulla questione droga-non droga ad intervenire con la sua relazione è stato il Dr. Corvaglia, del Sert di Monopoli. Una sostanza è considerata droga per l'individuo in base a come quest'ultimo si predispone all'assunzione della stessa. Grazie ad una serie di studi medici affrontati nel tempo, il Dr. ha difatti dimostrato come al di sopra della cannabis ci siano addirituttra, in graduatoria rispetto ai danni fisici, sociali e di dipendenza, l' alcool, il tabacco, il metadone, gli ansiolitici e le sostanze che in medicina comunque vengono utilizzati. "In campo medico" ha spiegato, "la cannabis aiuterebbe a ripristinare alcuni valori; se assunta a scopo ludico invece, aiuterebbe solo ad alterarli". Ecco perchè, dunque, in questo caso entrano in gioco due etiche fondamentali con cui ci si pone di fronte alla questione: l'etica del principio (la cannabis fa male dunque è vietata) e la l'etica della responsabilità (non esistono verità assolute, dunque bisogna affrontare la questione accettando le conseguenze). "In Italia" ha concluso, "vige l'etica del principio. La trasgressione è insita semplicemente nell'uomo. Se la questione fosse affrontata come in altri paesi di sicuro le percentuali d'abuso minorile e non diminuirebbero". 

L'esposizione degli argomenti e di ciascuna relazione ha suscitato, lo scorso venerdì all'interno del Chiostro di San Domenico, un dibattito ed una questione non indifferente da parte di giovani ed adulti interessati alla questione. Interessata si è dimostrata anche l'Assessore alle Politiche Sociali Clementina Gentile Fusillo. Il prossimo appuntamento con la rassegna MIP è previsto sabato 17 maggio alle ore 19. Si parlerà di "Sostegno psicologico nelle malattie rare". 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenta tramite Facebook

 

trovo aziende

Dalla prima pagina

Pubblicità

Pubblicità

Dulciar Natale 2017

Pubblicità

La pubblicità

Pubblicità

Ginevra
Pubblicità

Pubblicità

La pubblicità

Pubblicità

La pubblicità

Chi è on-line?

Abbiamo 209 visitatori e nessun utente online

SERVIZI

sezione-auguri sezione-vendesi sezione-necrologi

 
 
master-noci24-ballottaggio
promemoria

CONTRATTI DI QUARTIERE II

 

Il progetto: cosa prevede

Avvio del bando: 1-4-2004

Avvio lavori P.zza Garibaldi: 11-4-2012

Fine lavori P.zza Garibaldi: 30-4-2013

Approvazione convenzione: 15-07-2014

Avvio lavori per le case: ???

Sono trascorsi:

 

MUSEO DEI RAGAZZI

 

Il progetto: cosa prevede

Avvio del bando: 30-11-2005

Primo stralcio: 7-06-2011

Secondo stralcio: 7-04-2014

Avvio Terzo stralcio: 29-12-2015

Conclusione Terzo stralcio: ???

Sono trascorsi:

 

Twitter

PUMS

 

Il progetto: cosa prevede

Avvio del bando: 19-12-2014

Affidamento: 8-09-2016

Sito web dedicato al PUMS: 17-09-2016

Chiusura prima fase del PUMS: 22-12-2016

Adozione ed attuazione PUMS: ???

Sono trascorsi:

 

Facebook