ADV

 

AIS Puglia: con gli studenti della Pascoli in caseificio e cantine

02 28AISvisitacaseificioecantineNOCI (Bari)- Associazione italiana Sommelier e scuola, già nelle date del 13 e 20 febbraio scorsi, avevano coinvolto gli studenti dell'Istituto Giovanni Pacoli in due accurate lezioni circa la produzione di vino e formaggi (prodotti per i quali la nostra Puglia è rinomata). Ecco arrivato per 60 ragazzi  il momento di lasciare le aule e di recarsi  fisicamente nei luoghi dove avviene la lavorazione delle materie prime. Lo scorso 27 febbraio infatti, i Sommelier di AIS Puglia Roberto Giangiuseppe, Ciccio Fanto, Giacomo D’Ambruoso e Rossana D’Onghia, li hanno accompagnati in visita al caseificio Delizia di Giovanni D’Ambruoso e alle Cantine Barsento di proprietà di Rocco Colucci.


02 28 AISvisitacaseificioecantineUna giornata ricca di preziosi stimoli per allargare gli orizzonti dai libri a quel mondo pratico e pragmatico del lavoro che attende i ragazzi in un futuro non troppo lontano.
Presso il Caseificio Delizia, i ragazzi sono venuti immediatamente a contatto con l’ordine e con il rigore che devono regnare sovrani in un’azienda. Percorrendo un “tunnel” creato appositamente sopra i locali di produzione, gli studenti hanno osservato, attraverso ampie vetrate, gli operai intenti ciascuno alla propria mansione. Chi alle prese con i prodotti a pasta filata, chi con i formaggi freschi (come la ricotta) e chi al confezionamento.

02 28 AISvisitacanseificioecantine 1Sicuramente, la figura del casaro è quella centrale, ma per la vita di un’azienda è indispensabile la serrata e responsabile collaborazione di tutti. Obblighi più importanti sono la puntualità e la solerzia nel lavoro. C’è chi arriva in azienda alle 22 per uscirne al mattino successivo e chi attacca alle quattro, quando il sole non è ancora sorto, per smontare verso l’ora di pranzo. Lievi ritardi possono anche essere tollerati le prime volte, ma chi persiste nel mostrarsi svogliato viene immediatamente sostituito da persone più capaci, scaltre e responsabili. Una lezione fondamentale per i ragazzi che rappresentano il futuro del lavoro: devono sapere che nulla va preso alla leggera. Specialmente quando si tratta di un’azienda alimentare come la casearia, gli oneri non sono certo pochi: a cominciare dalle numerose certificazioni e dai controlli approfonditi che devono essere ripetuti ciclicamente, al fine di raggiungere l’eccellenza qualitativa.

02 28 AISvisitacanseificioecantine 3Ampio spazio è stato quindi riservato alle domande dei ragazzi ma anche dei docenti che li accompagnavano. Domande da cui sono emersi particolari la cui conoscenza è fondamentale quando si tratta dei prodotti che quotidianamente consumiamo. Si è spaziato dalle diverse razze di vacche alla differenza in termini qualitativi delle tipologie di latte ; dai valori nutrizionali dei prodotti (sia freschi che stagionati), ai metodi di lavorazione. Interessante è stato scoprire come il siero innesto sia impiegato per aumentare la digeribilità dei prodotti, che possono quindi essere consumati (ovviamente con maggior moderazione) anche da chi soffre di lievi forme di intolleranza al lattosio.

E cosa avviene per i prodotti rimasti invenduti, che l’azienda non può assolutamente reimmettere sul mercato? Non rappresentano certo una perdita totale: è sempre possibile trarvi guadagno usandoli come mangime per animali presso le stalle certificate e convenzionate. Via libera quindi al momento forse più atteso: quello degustativo!

02 28 AISvisitacanseificioecantine 5Mozzarelle e caciocavallo stagionato hanno riscosso l’approvazione di tutti, scomparendo rapidamente dai vassoi. Con le papille gustative soddisfatte, ci si è diretti quindi verso le “grotte di stagionatura”, sottostanti al caseificio. Qui, caciocavalli e pecorini, in un microclima rigorosamente controllato, aspettano pazientemente che siano maturi i tempi per la loro immissione sul mercato.
Di nuovo a bordo del pullman quindi, verso le Cantine Barsento: azienda vinicola che Rocco Colucci ha ereditato dal padre.

02 28 AISvisitacanseificioecantine 7Un luogo quasi magico e mistico: dove il profumo dell’impegno presente proiettato al futuro, si mescola a quello antico del legno di rovere. A proposito delle botti di rovere che tanto affascinano, anche esse necessitano di continue attenzioni quasi come fossero dotate di vita propria. Anzitutto, è fondamentale controllare che siano sempre piene: non va infatti dimenticato che il legno è un materiale poroso, ed oltre ad assorbire parecchio, lascia filtrare l’aria esterna. Più la botte è vuota, più alto è il rischio di contaminazione da parte di microrganismi esterni. Perché i pori non si ostruiscano e non ne risenta la qualità del vino, periodicamente le botti vanno ricondizionate: vale a dire smontate pezzo per pezzo e pulite accuratamente. La pazienza, oltre all’impegno, è un requisito fondamentale anche per quanto concerne l’enologia.

02 28 AISvisitacanseificioecantine 6A conclusione di questo bel viaggio nel mondo dell’enogastronomia e del lavoro, il consigliere comunale Giacomo D’Ambruoso ce ne ha riassunto il senso: “Noci ha veramente tanto da offrire a livello enogastronomico e non solo. Ciò che ci piacerebbe realizzare, sarebbe un consorzio formato da più aziende, con l’obiettivo comune di creare un marchio nocese di qualità, da far conoscere ed esportare. Volendo, ce ne sarebbe di lavoro sul territorio! E spero vivamente che i ragazzi abbiano avvertito che rappresentano il futuro di Noci: dal punto di vista dell’economia e della reputazione, in altre Regioni come anche all’estero. Noi puntiamo tutto su di loro, confidando nel fatto che abbiano consapevolezza e cura delle risorse nelle loro mani”

© RIPRODUZIONE RISERVATA

trovo aziende

ADV

 

 

Informazione pubblicitaria

tatulli noci24 ok

 

 

Informazione pubblicitaria La pubblicità

 

 

ADV

FUORI CITTA'

Bari - Scoperto un deposito di sostanze stupefacenti. Arrestato un 24enne

23-04-2024

BARI - I Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Bari San Paolo hanno arrestato in flagranza di reato un 24enne...

Bari e Capurso: custodia cautelare nei confronti di otto persone per i reati di lesioni…

15-04-2024

BARI E CAPURSO - Nella prima mattinata di sabato i Carabinieri della Compagnia di Bari San Paolo e della Stazione CC...

GdF Bari: ordinanza di misure cautelari nei confronti di 7 persone per corruzione, turbata libertà…

10-04-2024

BARI - I finanzieri del Comando Provinciale di Bari stanno dando esecuzione a Bari e provincia a un’ordinanza applicativa di misure...

Bari: i Carabinieri scovano centinaia di reperti archeologici nell’abitazione di due pensionati

10-04-2024

BARI - I Carabinieri della Stazione di Bari Carbonara, in collaborazione con militari del Nucleo Tutela Patrimonio Culturale e del NIPAAF...

Furti di farmaci: un arresto e 20 indagati da parte dei Carabinieri del Nas

10-04-2024

BARI - I Carabinieri del NAS di Bari hanno notificato un Avviso di conclusione delle indagini preliminari nei confronti di 20...

Triggiano e Grumo Appula  - Si assicuravano il voto per 50 euro; i Carabinieri eseguono…

04-04-2024

Agli arresti domiciliari anche il Sindaco di Triggiano BARI - I Carabinieri del Comando  Provinciale di Bari e della Sezione di...

NECROLOGI

Addio a Nicola Giacovelli: lo “scalpellino" nocese che fu internato nei lager nazifascisti

11-04-2024

NOCI – La comunità nocese dice addio a Nicola Giacovelli, padre del dott. Francesco Giacovelli, uno dei nostri architetti più...

Addio a Oronzo Colucci: aveva dedicato gran parte della sua vita al volontariato

19-08-2023

NOCI – Una gravissima perdita per Noci: ci lascia Oronzo Colucci, amatissimo dalla comunità per le sue virtù di incondizionato...

Addio a Leo Morea: padre coraggio al fianco delle vittime della strada

02-08-2023

  NOCI – Ci ha lasciati il 2 agosto il nostro concittadino Leo Morea, che pur vivendo a Milano, aveva lasciato un...

Addio alla fotografa Marta Attolini: il ricordo della nipote Angela Bianca Saponari

22-07-2023

NOCI - Ci ha lasciati lo scorso 28 giugno la nota fotografa nocese Marta Attolini, figlia dell'apprezzatissimo Giovanni Attolini, da...

Ci ha lasciato Giovanni Miccolis

08-07-2023

NOCI - E' venuto a mancare all'età di 70 anni Giovanni Miccolis, dipendente comunale in quiescenza e da sempre...

Mondo del giornalismo in lutto per la scomparsa di Patrizia Nettis

30-06-2023

Alla famiglia il sentito cordoglio della redazione di NOCI24.it. NOCI - E' scomparsa all'impovviso due giorni fa all'età di 41...

LETTERE AL GIORNALE

Associazioni e comitati contro la potatura drastica degli alberi del perimetro urbano

27-02-2024

“Eco Eventi OdV” e “Comitato di quartiere via T. Fiore” hanno incontrato l’assessora Checca Tinella e il responsabile del verde Giuseppe...

Se sarà femmina chiamiamola Crimea!

26-11-2023

LETTERE AL GIORNALE - Ci sono luoghi della terra che per la loro storia, la molteplicità degli accadimenti di cui...

L'occupazione persa, una famiglia a carico e il dover ricominciare da zero dopo la pandemia:…

26-11-2023

LETTERA AL GIORNALE - Antonio (questo il nome di fantasia che gli daremo) ha voluto raccontarci la sua complessa e...

Il centrodestra in salsa nostrana

08-06-2023

LETTERE AL GIORNALE - Egregio Direttore, la ringrazio di cuore preventivamente qualora deciderà, con generosità, di pubblicare questo mio umile e...

Alluvione in Emilia-Romagna, il racconto di un nostro concittadino

21-05-2023

FORLÌ - Sono a Forlì, è martedì 16 maggio, sono le 19:00, piove ormai da circa diciotto ore ed il...

1984

19-04-2023

LETTERE AL GIORNALE - Cari concittadini, non era mia intenzione tediarvi nuovamente con le mie elucubrazioni sull'Idra a otto teste che...