Informazione pubblicitaria

Informazione pubblicitaria

NOCI24.it

Quotidiano on-line della città di Noci (Bari)

Domenica, 2 Ottobre 2022 - 21:03

coronavirus

 lamp   La situazione del Covid-19  -->> nel Mondo   e   -->> in Italia   lamp

trovo aziende

 
Intervista a Francesco Loperfido e Nicola Di Masi, organizzatori di Birra G’Nostra 22-23-24 luglio, Centro Storico di Noci

07 21 birragnostra2022NOCI - Birra G’Nostra, festival dei micro-birrifici e della cultura brassicola, torna quest’anno con una II edizione dopo tre anni di stop dovuti alle ormai arcinote vicende legate alla pandemia da COVID-19 (la I edizione della manifestazione, infatti, risale al 2019).

L’evento vede come protagonista il mondo della birra artigianale, valorizzando allo stesso tempo la cultura gastronomica pugliese e il bellissimo centro storico di Noci, il tutto unito a un’ottima musica con esibizioni dal vivo di diversi gruppi musicali. Organizzatori dell’evento sono Francesco Loperfido e Nicola Di Masi, titolari della birreria Attenti al Luppolo e grandi appassionati di cultura brassicola. 

Come definireste Birra G’Nostra e cosa vi ha spinto ad organizzare questo festival?

La manifestazione è una sorta di regalo per noi stessi e per la popolazione nocese; avevamo voglia di creare un evento di una certa dimensione e di un certo valore per una nostra crescita personale e anche per proporre qualcosa di nuovo al paese di Noci. Al centro del nostro progetto è molto importante il fattore culturale: far avvicinare la gente al mondo della cultura brassicola non solo con la degustazione di birra artigianale ma anche con il capire e raccontare cosa c’è dietro questo splendido mondo.

Birra, musica e buon cibo sono gli ingredienti per un evento che si preannuncia memorabile; cos’altro aspettarsi da Birra G’Nostra? 

L’intrattenimento è una parte importante del festival perché per noi un festival deve essere anche divertimento; dunque non soltanto il lato gastronomico ma anche musica, spettacolo, cultura. Infatti all’interno di Birra G’Nostra sono previsti due punti musicali per ogni giornata, quasi in contemporanea: uno legato più al mondo del rock, l’altro al mondo del folk, anche se quest’anno c’è anche un gruppo di musica etnica, i Mantra Rav. Ci sarà anche la presentazione di un libro, un focus etnobotanico dal titolo “Il Gruit e le erbe spontanee usate per la birra del passato”, un laboratorio sulla produzione di birra in casa e tanto altro ancora. Dunque il festival Birra G’Nostra non è soltanto gastronomia, ma è anche composto da queste attività collaterali scelte in maniera pensata.

Com’è nata l’idea di questo festival?

L’idea, concretizzatasi nel 2019 con la prima edizione, è nata dall’aver visitato altri eventi del genere. Abbiamo cominciato nel 2016 col partecipare a varie fiere sulla birra artigianale come Beer Attraction a Rimini e EurHop a Roma, ma l’ispirazione principale è arrivata partecipando al festival della birra artigianale di Castellalto: un evento molto importante dove sono presenti diversi birrifici e che si svolge, come Birra G’Nostra, nel centro storico. La principale differenza tra Birra G’Nostra e il festival della birra artigianale di Castellalto vede la presenza al festival nocese dei mastri birrai, per portare l’evento ad evolversi sul piano culturale e educativo: non soltanto vendere birra ma far anche conoscere il prodotto e la persona che lo produce, con la possibilità per il visitatore di confrontarsi e fare domande al mastro birraio. L’idea è quella di far vivere al visitatore una vera e propria “esperienza” a trecentosessanta gradi all’interno del mondo della birra artigianale.

Quali sono le principali novità rispetto alla prima edizione? 

Il format è simile a quello della I edizione; c’è la novità dell’apertura degli stand la domenica mattina con il focus etnobotanico sul Gruit alle 11.30 e il concerto degli Acquasumarte alle 12.30. Inoltre c’è un punto food in più e a livello di estensione l’evento è più grande in quanto, rispetto alla prima edizione, potremo usufruire della piazzetta di Largo Rotolo.

Quali sono state le principali difficoltà nell’organizzazione del festival?

Sicuramente la parte burocratica è stata quella che ci ha messo più in difficoltà. In meno tempo possibile bisognava cercare di contattare diversi enti, e tutto questo si è svolto principalmente in maniera telematica. Ma ci sono stati anche altri tipi di difficoltà; a livello organizzativo, ad esempio, quella di trovare e selezionare i birrifici, perché abbiamo cercato di operare una scelta ponderata basata sulla qualità e sul valore del prodotto.

Ci sarà una III edizione di Birra G’Nostra? 

Noi ci auguriamo di sì. L’idea è quella di crescere e di creare un appuntamento estivo fisso, di diventare un punto di riferimento per visitatori ma anche appassionati di cultura brassicola. Per noi è molto importante il fatto di ospitare nel nostro festival ben nove birrifici diversi, ognuno con il rispettivo mastro birraio. Come detto in precedenza, l’aspetto culturale è quello più importante, e per noi sarebbe un onore ospitare all’interno del festival appassionati di birra artigianale e, perché no, far nascere nel visitatore quella passione che ci ha portati a creare un evento come Birra G’Nostra.

Francesco e Nicola, c’è qualcuno che vorreste ringraziare? Chi vi ha dato una mano? 

Ci siamo circondati di gente abbastanza disponibile, abbiamo creato una squadra capace di darci consigli, di dare una risposta ai nostri dubbi e con la quale confrontarci sulle nuove proposte. Vorremmo ringraziare in primis Domenico Palattella e Michele Lobefaro, i quali ci hanno aiutato e ci hanno supportato in tutte le fasi della creazione di Birra G’Nostra. Altri due nomi da citare sono quello di Simonetta Intini, che ci ha dato una mano con le grafiche, e Antonio Conte, che ci ha assistito per quanto riguarda la comunicazione e la scelta dei gruppi musicali.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

trovo aziende

 

Informazione pubblicitaria

 

 

Informazione pubblicitaria

La pubblicità

Informazione pubblicitaria

La pubblicità

Chi è on-line?

Abbiamo 591 visitatori e nessun utente online

SERVIZI

sezione-auguri sezione-vendesi sezione-necrologi

 
 
Informazione pubblicitaria

FUORI CITTA'

Cambio al vertice del Reparto Operativo e del Nucleo Radiomobile del Comando Provinciale Carabinieri di…

26-09-2022

BARI - Il 19 settembre, il Colonnello Vincenzo Di Stefano ha lasciato l’incarico di Comandante del Reparto Operativo di Bari, per...

Bari e Monopoli - I Carabinieri arrestano 4 rapinatori

21-09-2022

MONOPOLI - Continuano senza sosta i servizi di controllo del territorio disposti dal Comando Provinciale dei Carabinieri di Bari su tutto...

Mola di Bari - Carabinieri sventano un tentato suicidio

17-09-2022

Mola di Bari - Un intervento risolutivo quello operato dai Carabinieri della Tenenza di Mola di Bari nel pomeriggio del 12...

GdF Bari: i finanzieri della tenenza di Putignano hanno scoperto 111 lavoratori irregolari, di cui…

15-09-2022

BARI - Numerosi sono stati gli interventi di polizia economico-finanziaria svolti, nel corso del corrente anno, dai Reparti dipendenti dal Comando...

Polignano a Mare - Rinvenuti circa 100 gr di cocaina: eseguiti due arresti dai Carabinieri

17-08-2022

POLIGNANO A MARE - In queste giornate di ferragosto, i Carabinieri del Comando Provinciale di Bari, impegnati su tutto il territorio...

Gravina in Puglia -  Avrebbe minacciato i Carabinieri con una pistola e poi si sarebbe…

15-08-2022

Gravina in Puglia - I Carabinieri di Gravina in Puglia, coordinati dal Comando Compagnia di Altamura, hanno arrestato un pregiudicato...

NECROLOGI

Ci lascia il giovane concittadino Domenico: un lutto inaspettato per Noci

18-08-2022

NOCI – Una settimana di Ferragosto amara per Noci, che ha appreso con dolore la notizia della tragica scomparsa di...

Ci lascia Titina Sansonetti: aveva appena compiuto 104 anni

09-04-2022

NOCI – La comunità nocese perde ancora un baluardo della sua storia. Questa mattina infatti si è conclusa l’esistenza terrena...

Lutto tra i Carabinieri Forestali di Noci

28-02-2022

NOCI - Noci e la Coreggia piangono Nicola Annese, quarantotto anni, Carabiniere Forestale presso la Stazione di Noci da parecchi anni...

Addio a Peppino Longo

31-01-2022

BARI - “Perdiamo un amico, un rappresentante della Puglia, un uomo buono, sempre al servizio della sua terra. Imprenditore di...

Addio al Maestro Ottavio Lopinto

07-01-2022

NOCI – Una grande perdita per la comunità nocese, per la sua cultura e per la sua musica folk. Ci...

Giovanni Pizzarelli: la famiglia lo ricorderà con una Santa messa in occasione del trigesimo dalla…

14-11-2021

NOCI – Essendo trascorso un mese dalla scomparsa di Giovanni Pizzarelli, ex Appuntato dei Carabinieri, la famiglia lo ricorderà con...

LETTERE AL GIORNALE

Nino Vaccalluzzo e Noci: un tributo al maestro dell’Arte pirotecnica tragicamente scomparso

15-09-2022

Nell'immagine: Antonio Labate e Tonino D'Onghia accompagnati da Nino Vaccalluzzo (a sinistra) durante la visita all'azienda del 25 giugno 2010...

Un Comitato per l'estensione della rete idrico-fognante in Zona H

28-03-2022

LETTERA AL GIORNALE - In data 6/7 marzo 2022 è stata inviata al Comune di Noci e all’Autorità Idrica Pugliese...

Liuzzi "La Gazzetta, una lunga pausa salutare"

24-02-2022

NOCI - Una lunga pausa salutare. E non solo per il giornale e per i giornalisti ma anche, paradossalmente, per i...

IIS "Da Vinci - Agherbino": doverose precisazioni

07-01-2022

COMUNICATO - A seguito di notizie di stampa che rappresentano infedelmente la realtà dei fatti, l’Istituto “Da Vinci – Agherbino”...

Una rete virtuale per il “Green sentiment pubblico”

07-09-2021

LETTERA AL GIORNALE - Sono proprietario di un trullo in agro di Noci in Località Monte Verde dal 2013 -...

Senatrice Liliana Segre, cittadina onoraria di Noci

22-07-2021

Il 15 luglio il Consiglio Comunale di Noci ha deliberato la cittadinanza onoraria alla senatrice Liliana Segre, presidente della Commissione...