ADV

 

Il messaggio di Don Stefano Mazzarisi per i ragazzi che avrebbero dovuto ricevere la prima Comunione

05 9 AiRagazziDellaPrimaComunioneNOCI (Bari) - Dal prossimo 18 maggio, riprenderanno finalmente le Celebrazioni Eucaristiche con la presenza in Chiesa dei fedeli (naturalmente nella piena osservanza delle norme atte a prevenire al massimo il contagio da Covid-19).

Si dovrà però attendere ancora per le cerimonie che prevedrebbero una partecipazione davvero massiccia, (è il caso ad esempio delle prime Comunuoni) nel corso delle quali sarebbe certamente più arduo garantire il rispetto delle norme. Nell’attesa di nuove disposizioni e di date certe, Don Stefano Mazzarisi, parroco della Chiesa Madre, ha però voluto escogitare un modo per accrescere il desiderio dell’incontro con Gesù nei ragazzi che nelle prossime domeniche avrebbero dovuto ricevere per la prima volta il Sacramento della Comunione. Rivolto a loro è il messaggio contenuto in un video diffuso dalla Parrocchia attraverso i canali social, in cui la voce pacata e gioiosa di Don Mazzarisi narra un episodio realmente accaduto e che fa davvero molto riflettere.

05 9 AiRagazziDellaPrimaComunione.jpg2Torniamo indietro di 25 anni, quando Papa Giovanni Paolo II, in visita negli Stati Uniti, volle fermarsi presso il seminario di Santa Maria a salutare i seminaristi e soprattutto Gesù Eucarestia all’interno della Chiesa insita nella struttura. Gli addetti alla sicurezza quindi, svolsero solertemente accurati controlli, avvalendosi dell’aiuto di cani addestrati per localizzare le persone quando crollano gli edifici o si verificano catastrofi naturali. In questo caso, l’obiettivo era verificare che non ci fossero potenziali attentatori nascosti. Quando gli animali vennero fatti entrare nella Chiesa dove il Pontefice sarebbe andato a pregare, si fermarono di fronte al Santissimo Sacramento, rimanendo con lo sguardo fisso verso il tabernacolo. Presero poi ad annusare e a ringhiare, comportandosi esattamente come se lì dentro ci fosse una persona nascosta. E’ questo il messaggio che Don Stefano vuol far giungere al cuore dei ragazzi ancora in attesa del loro primo incontro con Gesù: Egli non è entità astratta ma presenza viva, e gli amici a quattro zampe, con la loro infallibile sensibilità, erano riusciti a percepirla pienamente.
Chiarisce ulteriormente Don Stefano: “E’ un modo per continuare a crescere con i ragazzi nello stupore eucaristico... mentre sono chiamati ad attendere ancora per la prima Comunione... un’attesa accompagnata e trasformata in occasione per far crescere il desiderio!”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

trovo aziende

ADV

 

 

Informazione pubblicitaria

tatulli noci24 ok

 

 

Informazione pubblicitaria La pubblicità

 

 

ADV

FUORI CITTA'

Sigilli ad autodemolitore abusivo: sequestrata area di 11.000 mq

10-05-2024

GIOIA DEL COLLE – Nei giorni scorsi, i militari del Nucleo Investigativo di Polizia Ambientale Agroalimentare e Forestale (NIPAAF) del...

Altamura: rifiuti tombati in cava

30-04-2024

ALTAMURA - I militari coordinati dal Gruppo Carabinieri forestale di Bari, con l’ausilio del Reparto Carabinieri Parco Nazionale dell’Alta Murgia e...

Bari - Scoperto un deposito di sostanze stupefacenti. Arrestato un 24enne

23-04-2024

BARI - I Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Bari San Paolo hanno arrestato in flagranza di reato un 24enne...

Bari e Capurso: custodia cautelare nei confronti di otto persone per i reati di lesioni…

15-04-2024

BARI E CAPURSO - Nella prima mattinata di sabato i Carabinieri della Compagnia di Bari San Paolo e della Stazione CC...

GdF Bari: ordinanza di misure cautelari nei confronti di 7 persone per corruzione, turbata libertà…

10-04-2024

BARI - I finanzieri del Comando Provinciale di Bari stanno dando esecuzione a Bari e provincia a un’ordinanza applicativa di misure...

Bari: i Carabinieri scovano centinaia di reperti archeologici nell’abitazione di due pensionati

10-04-2024

BARI - I Carabinieri della Stazione di Bari Carbonara, in collaborazione con militari del Nucleo Tutela Patrimonio Culturale e del NIPAAF...

NECROLOGI

Addio a Nicola Giacovelli: lo “scalpellino" nocese che fu internato nei lager nazifascisti

11-04-2024

NOCI – La comunità nocese dice addio a Nicola Giacovelli, padre del dott. Francesco Giacovelli, uno dei nostri architetti più...

Addio a Oronzo Colucci: aveva dedicato gran parte della sua vita al volontariato

19-08-2023

NOCI – Una gravissima perdita per Noci: ci lascia Oronzo Colucci, amatissimo dalla comunità per le sue virtù di incondizionato...

Addio a Leo Morea: padre coraggio al fianco delle vittime della strada

02-08-2023

  NOCI – Ci ha lasciati il 2 agosto il nostro concittadino Leo Morea, che pur vivendo a Milano, aveva lasciato un...

Addio alla fotografa Marta Attolini: il ricordo della nipote Angela Bianca Saponari

22-07-2023

NOCI - Ci ha lasciati lo scorso 28 giugno la nota fotografa nocese Marta Attolini, figlia dell'apprezzatissimo Giovanni Attolini, da...

Ci ha lasciato Giovanni Miccolis

08-07-2023

NOCI - E' venuto a mancare all'età di 70 anni Giovanni Miccolis, dipendente comunale in quiescenza e da sempre...

Mondo del giornalismo in lutto per la scomparsa di Patrizia Nettis

30-06-2023

Alla famiglia il sentito cordoglio della redazione di NOCI24.it. NOCI - E' scomparsa all'impovviso due giorni fa all'età di 41...

LETTERE AL GIORNALE

Associazioni e comitati contro la potatura drastica degli alberi del perimetro urbano

27-02-2024

“Eco Eventi OdV” e “Comitato di quartiere via T. Fiore” hanno incontrato l’assessora Checca Tinella e il responsabile del verde Giuseppe...

Se sarà femmina chiamiamola Crimea!

26-11-2023

LETTERE AL GIORNALE - Ci sono luoghi della terra che per la loro storia, la molteplicità degli accadimenti di cui...

L'occupazione persa, una famiglia a carico e il dover ricominciare da zero dopo la pandemia:…

26-11-2023

LETTERA AL GIORNALE - Antonio (questo il nome di fantasia che gli daremo) ha voluto raccontarci la sua complessa e...

Il centrodestra in salsa nostrana

08-06-2023

LETTERE AL GIORNALE - Egregio Direttore, la ringrazio di cuore preventivamente qualora deciderà, con generosità, di pubblicare questo mio umile e...

Alluvione in Emilia-Romagna, il racconto di un nostro concittadino

21-05-2023

FORLÌ - Sono a Forlì, è martedì 16 maggio, sono le 19:00, piove ormai da circa diciotto ore ed il...

1984

19-04-2023

LETTERE AL GIORNALE - Cari concittadini, non era mia intenzione tediarvi nuovamente con le mie elucubrazioni sull'Idra a otto teste che...