ADV

 

Il culto della Madonna della Croce a Noci

05 31 processione noci

Riceviamo e pubblichiamo questo articolo scritto dalla squadriglia Panda del reparto Antares del gruppo Agesci Noci 1. Questa iniziativa rientra nel progetto della missione per la specialità di squadriglia di giornalismo.


In occasione del mese mariano, dedicato alla Madonna, vorremmo divulgare il culto della festa della Madonna della Croce, che si tiene annualmente a Noci, nei primi giorni di maggio.

Dal dialogo con l’arciprete don Stefano Mazzarisi e con il presidente del comitato feste patronali Giuseppe Giacovelli sono trapelati i dettagli di questa festa.
Il primo quadro, che anticamente si portava in processione, è stato restaurato 101 anni fa. Inizialmente, infatti, si festeggiava la Reliquia della Croce ed alcuni paesi la celebravano il tre maggio. Con il passare degli anni, le reliquie sono andate perse e ha prevalso la tradizione del quadro della Madonna.
Secondo la leggenda, un’effige raffigurante la Madonna e il Bambino venne trovata all’interno di una grotta nei pressi del Santuario della Madonna della Croce in Noci, che tutt’oggi è un’importante meta di pellegrinaggio per i fedeli della zona. In passato, inoltre, era presente un’usanza, che si potrebbe associare quasi a un rito, nella quale i bambini in fasce venivano fatti “passare” attraverso lo spacco di vimine degli alberi del boschetto. Successivamente il vimine veniva richiuso e se il ramo si seccava il bimbo sarebbe stato destinato a morte, altrimenti se germogliava il bambino sarebbe guarito.
05 31 effigie madonna della croce nociGuardando l’immagine entrambi i soggetti portano in mano un globo crucifero che rappresenta la signoria di Gesù sul mondo, cioè la sua influenza positiva, per questo i fedeli hanno il compito di seguire gli insegnamenti di Maria a loro tramandati. Come da tradizione, i credenti associano all’inizio del mese di maggio il periodo per incominciare ad applicare le virtù sacre.
Dato che la celebrazione, negli ultimi anni, è slittata di qualche giorno, molti si domandano su come sia possibile seguire le volontà mariane, senza che sia avvenuta la festa religiosa. Dovremmo tener conto, però, della Madonna sempre, prescindendo dall’esposizione del quadro.
La festa che tutt’ora conosciamo come Madonna della Croce ha subito vari cambiamenti nel corso del tempo.
Ma come si è svolta quest’anno la festa? Non possiamo parlarne se prima non si esplicano i motivi dei cambiamenti apportati.
Da svariato tempo, il comitato feste patronali ha notato una mancata partecipazione della popolazione nocese alla festa religiosa e civile. Per risolvere questa situazione, un piccolo gruppo di fedeli ha svolto un breve pellegrinaggio a Santa Rosa (Noci) la mattina del 3 maggio, in onore della Madonna. Al pomeriggio, l’effigie della Madonna è stata portata in processione, come da tradizione.
Per rendere più agevole la presenza della gente, la festa è stata prolungata fino al sabato successivo. Il 31 maggio, invece, il quadro viene riportato al santuario. In questo modo, il comitato feste patronali ha scelto di dare maggiore importanza alla celebrazione, ma non eccessivamente per riservare i fondi alla festa patronale di San Rocco.
L’usanza prevede che i volontari del comitato effettuino la raccolta degli oboli, passando di casa in casa. I tempi però stanno cambiando, la raccolta dei fondi viene principalmente “finanziata” dagli anziani e le nuove generazioni non partecipano, ma criticano alcuni aspetti della solennità.
Per evitare il malcontento nella fetta di popolazione che contribuisce economicamente, il cambiamento deve essere graduale, cercando di accontentare sia i giovani che gli anziani.
Molti erano convinti che la festa non si sarebbe tenuta, ma comunque nessuno si è fatto domande o ha espresso il proprio parere a riguardo, piuttosto le voci si sono sollevate il giorno stesso. Paradossalmente, Ciò dimostra come la cittadinanza nocese senta ancora l’appartenenza culturale alla manifestazione e questo comportamento fa nascere un briciolo di speranza, affinché la festa mariana possa in qualche modo continuare a sopravvivere.

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

trovo aziende

ADV

 

 

Informazione pubblicitaria

tatulli noci24 ok

 

 

Informazione pubblicitaria La pubblicità

 

 

ADV

FUORI CITTA'

Truffa di 12.000 euro in danno di un anziano. I Carabinieri di Modugno arrestano una…

31-05-2024

MODUGNO - Questa mattina, i Carabinieri della Compagnia di Modugno hanno eseguito un’ordinanza applicativa della misura cautelare “agli arresti domiciliari”, emessa...

Sigilli ad autodemolitore abusivo: sequestrata area di 11.000 mq

10-05-2024

GIOIA DEL COLLE – Nei giorni scorsi, i militari del Nucleo Investigativo di Polizia Ambientale Agroalimentare e Forestale (NIPAAF) del...

Altamura: rifiuti tombati in cava

30-04-2024

ALTAMURA - I militari coordinati dal Gruppo Carabinieri forestale di Bari, con l’ausilio del Reparto Carabinieri Parco Nazionale dell’Alta Murgia e...

Bari - Scoperto un deposito di sostanze stupefacenti. Arrestato un 24enne

23-04-2024

BARI - I Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Bari San Paolo hanno arrestato in flagranza di reato un 24enne...

Bari e Capurso: custodia cautelare nei confronti di otto persone per i reati di lesioni…

15-04-2024

BARI E CAPURSO - Nella prima mattinata di sabato i Carabinieri della Compagnia di Bari San Paolo e della Stazione CC...

GdF Bari: ordinanza di misure cautelari nei confronti di 7 persone per corruzione, turbata libertà…

10-04-2024

BARI - I finanzieri del Comando Provinciale di Bari stanno dando esecuzione a Bari e provincia a un’ordinanza applicativa di misure...

NECROLOGI

Addio a Nicola Giacovelli: lo “scalpellino" nocese che fu internato nei lager nazifascisti

11-04-2024

NOCI – La comunità nocese dice addio a Nicola Giacovelli, padre del dott. Francesco Giacovelli, uno dei nostri architetti più...

Addio a Oronzo Colucci: aveva dedicato gran parte della sua vita al volontariato

19-08-2023

NOCI – Una gravissima perdita per Noci: ci lascia Oronzo Colucci, amatissimo dalla comunità per le sue virtù di incondizionato...

Addio a Leo Morea: padre coraggio al fianco delle vittime della strada

02-08-2023

  NOCI – Ci ha lasciati il 2 agosto il nostro concittadino Leo Morea, che pur vivendo a Milano, aveva lasciato un...

Addio alla fotografa Marta Attolini: il ricordo della nipote Angela Bianca Saponari

22-07-2023

NOCI - Ci ha lasciati lo scorso 28 giugno la nota fotografa nocese Marta Attolini, figlia dell'apprezzatissimo Giovanni Attolini, da...

Ci ha lasciato Giovanni Miccolis

08-07-2023

NOCI - E' venuto a mancare all'età di 70 anni Giovanni Miccolis, dipendente comunale in quiescenza e da sempre...

Mondo del giornalismo in lutto per la scomparsa di Patrizia Nettis

30-06-2023

Alla famiglia il sentito cordoglio della redazione di NOCI24.it. NOCI - E' scomparsa all'impovviso due giorni fa all'età di 41...

LETTERE AL GIORNALE

Appuntamento mensile in biblioteca: come innamorarsi dei libri e dei luoghi che li custodiscono

30-05-2024

NOCI - Riceviamo da parte della maestra Dora Intini (e pubblichiamo con grande entusiasmo) il resoconto di una emozionante e...

Assolti dall’accusa di diffamazione “perché il fatto non sussiste”

27-05-2024

REPLICA DI PAOLO CONFORTI del 29 maggio 2024 Riceviamo e pubblichiamo. Apprendo del comunicato di Scagliarini e Longo ed al fine di...

Associazioni e comitati contro la potatura drastica degli alberi del perimetro urbano

27-02-2024

“Eco Eventi OdV” e “Comitato di quartiere via T. Fiore” hanno incontrato l’assessora Checca Tinella e il responsabile del verde Giuseppe...

Se sarà femmina chiamiamola Crimea!

26-11-2023

LETTERE AL GIORNALE - Ci sono luoghi della terra che per la loro storia, la molteplicità degli accadimenti di cui...

L'occupazione persa, una famiglia a carico e il dover ricominciare da zero dopo la pandemia:…

26-11-2023

LETTERA AL GIORNALE - Antonio (questo il nome di fantasia che gli daremo) ha voluto raccontarci la sua complessa e...

Il centrodestra in salsa nostrana

08-06-2023

LETTERE AL GIORNALE - Egregio Direttore, la ringrazio di cuore preventivamente qualora deciderà, con generosità, di pubblicare questo mio umile e...