ADV

 

“Spillover” ospita Lorenzo Marone con il suo romanzo “La donna degli alberi”

01 18 SpilloverLorenzoMarone.jpg2NOCI - Si è tenuto lo scorso 17 gennaio, alle 18:00, il secondo appuntamento virtuale con la rassegna culturale “Spillover”, voluta dalle associazione “Vivere d’arte eventi” e “Pugliè”. Ospite della diretta social è stato questa volta lo scrittore Lorenzo Marone, autore di molti romanzi di successo, alcuni dei quali sono diventati dei film. Assieme all’operatrice culturale Monica Bruno, a Gabriele Zanini e Tommaso Putignano (rispettivamente presidenti delle associazioni “Vivere d’arte eventi” e “Pugliè”, Lorenzo Marone ha parlato del suo ultimo romanzo “La donna degli alberi”. I protagonisti? Una donna alla ricerca di se stessa e soprattutto lei, la “grande madre”, la Natura!

Marone ha all’attivo 01 18 SpilloverLorenzoMaroneanche importanti collaborazioni letterarie, tra cui quelle per “Tuttolibri”, “La Stampa” e “Repubblica”, testata per la quale cura la rubrica domenicale “Granelli”. Frutto della penna di Lorenzo Marone, come dicevamo, sono diversi romanzi di grande successo che si sono meravigliosamente prestati a diventare delle sceneggiature e quindi delle opere cinematografiche. E’ il caso di “La tenerezza”, del regista Gianni Amelio, tratto dal romanzo “La tentazione di essere felici”, già vincitore di un David di Donatello, e di un film girato da Marco De Notaris, che potremo vedere nelle sale non appena l’andamento della pandemia lo consentirà. Partenopeo d’origine e con un amore immenso per la sua città, Marone aveva ambientato a Napoli quasi tutti i suoi romanzi, cercando di raccontare la metropoli sotto diversi aspetti ancora non estrinsecati.
“La donna degli alberi”, invece rappresenta in un certo senso una svolta, in quanto la protagonista si allontana volutamente dalla città per immergersi totalmente e completamente nella natura e ritrovare se stessa. E’ una donna con alle spalle un passato difficile, che non viene rivelato perché non ritenuto dall’autore centrale ai fini della storia. Quello che invece conta è il percorso di rinascita, che avviene attraverso la vera protagonista del romanzo, “Mamma Natura” e con l’ausilio di una “guaritrice” che si prende cura della protagonista con preziosi consigli, utili per consentirle di riappropriarsi del proprio benessere interiore. Curioso notare come uno scrittore nato e vissuto in una città di mare, ami in maniera fervente e incondizionata la natura montana, raccontata attraverso descrizione realistiche e poeticissime.
Ecco che la natura diventa non solo protagonista, ma una vera e propria guida, una cura, quasi un vero e proprio credo religioso. Attenzione però, perché Marone tiene a specificare che: “Quella della protagonista non è una fuga fine a se stessa, improduttiva e sterile. Si tratta, piuttosto, di una riscoperta di se stessi che deve consentire poi di ridonarsi al mondo maturati, cambiati, con un’ottica diversa, e quindi pronti a rendere anche gli altri partecipi di quella pace ritrovata. Se però non ci prende cura di sé, se non si ritrova un proprio equilibrio, non si può donare nulla agli altri!”
Tutta lascia quindi trapelare un percorso volto a ridimensionare la visuale tipica dell’umano, che si sente padrone della natura, quando invece dovrebbe cercare di diventare parte di essa. La natura ci induce alla stessa cosa che in un certo senso sta insegnandoci anche la pandemia: maturare una diversa visuale anche del tempo. Le sue dinamiche, infatti sono del tutto differenti da quelle frenetiche e quasi “bulimiche” che scandiscono invece la vita cittadina. Altri elementi di “rottura” rispetto agli altri romanzi scritti da Marone sono l’assenza di dialoghi e di nomi. La prima motivata dal fatto che è più che altro la natura a parlare, e il romanzo si configura come un “lungo sentire, un lungo fluire di emozioni”. La seconda, invece è voluta per favorire più agevolmente il processo di identificazione da parte del lettore. Ricorrente è il tema dello “straniero” che rappresenta l’ignoto, quel qualcosa di interiore o esteriore, da cui ciascuno di noi si ritrova nell’arco della vita a fuggire. C’è sempre però qualcuno che in questa fuga ci tende la mano e ci aiuta a raggiungere il traguardo. E quanto all’uomo? E’ ancora in tempo per recuperare pienamente il rapporto con una natura a cui purtroppo ha fatto del male negli ultimi anni? Secondo Marone sì, siamo ancora in tempo, ma dobbiamo fare in fretta per poterci assicurare che il patrimonio di bellezza che la natura rappresenta non scompaia poco a poco. Per quanto concerne quel processo di distacco dai personaggi e dalle dinamiche di un romanzo, che per uno scrittore è un momento molto delicato, Marone asserisce che in realtà non ci si distacca mai da un qualcosa che ci appartiene profondamente. Una parola che caratterizzi questo 2021? Semplicemente l’autore si augura che quelle parole nefaste che abbiamo imparato a conoscere e ad usare grazie alla pandemia (lockdown, distanziamento sociale ecc.) vengano presto ricacciate nell’oblio per far spazio a parole dalle connotazioni più positive. Il prossimo appuntamento con “Spillover, il contagio delle parole” è fissato per domenica 24 gennaio, sempre alle ore 18:00 e sempre in diretta sulla pagina social “Vivere d’arte eventi”. L’ospite sarà la scrittrice Chiara Montani con il suo romanzo “Il mistero della pittrice ribelle”

© RIPRODUZIONE RISERVATA

trovo aziende

ADV

 

 

Informazione pubblicitaria

tatulli noci24 ok

 

 

Informazione pubblicitaria La pubblicità

 

 

ADV

FUORI CITTA'

Truffa di 12.000 euro in danno di un anziano. I Carabinieri di Modugno arrestano una…

31-05-2024

MODUGNO - Questa mattina, i Carabinieri della Compagnia di Modugno hanno eseguito un’ordinanza applicativa della misura cautelare “agli arresti domiciliari”, emessa...

Sigilli ad autodemolitore abusivo: sequestrata area di 11.000 mq

10-05-2024

GIOIA DEL COLLE – Nei giorni scorsi, i militari del Nucleo Investigativo di Polizia Ambientale Agroalimentare e Forestale (NIPAAF) del...

Altamura: rifiuti tombati in cava

30-04-2024

ALTAMURA - I militari coordinati dal Gruppo Carabinieri forestale di Bari, con l’ausilio del Reparto Carabinieri Parco Nazionale dell’Alta Murgia e...

Bari - Scoperto un deposito di sostanze stupefacenti. Arrestato un 24enne

23-04-2024

BARI - I Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Bari San Paolo hanno arrestato in flagranza di reato un 24enne...

Bari e Capurso: custodia cautelare nei confronti di otto persone per i reati di lesioni…

15-04-2024

BARI E CAPURSO - Nella prima mattinata di sabato i Carabinieri della Compagnia di Bari San Paolo e della Stazione CC...

GdF Bari: ordinanza di misure cautelari nei confronti di 7 persone per corruzione, turbata libertà…

10-04-2024

BARI - I finanzieri del Comando Provinciale di Bari stanno dando esecuzione a Bari e provincia a un’ordinanza applicativa di misure...

NECROLOGI

Addio a Nicola Giacovelli: lo “scalpellino" nocese che fu internato nei lager nazifascisti

11-04-2024

NOCI – La comunità nocese dice addio a Nicola Giacovelli, padre del dott. Francesco Giacovelli, uno dei nostri architetti più...

Addio a Oronzo Colucci: aveva dedicato gran parte della sua vita al volontariato

19-08-2023

NOCI – Una gravissima perdita per Noci: ci lascia Oronzo Colucci, amatissimo dalla comunità per le sue virtù di incondizionato...

Addio a Leo Morea: padre coraggio al fianco delle vittime della strada

02-08-2023

  NOCI – Ci ha lasciati il 2 agosto il nostro concittadino Leo Morea, che pur vivendo a Milano, aveva lasciato un...

Addio alla fotografa Marta Attolini: il ricordo della nipote Angela Bianca Saponari

22-07-2023

NOCI - Ci ha lasciati lo scorso 28 giugno la nota fotografa nocese Marta Attolini, figlia dell'apprezzatissimo Giovanni Attolini, da...

Ci ha lasciato Giovanni Miccolis

08-07-2023

NOCI - E' venuto a mancare all'età di 70 anni Giovanni Miccolis, dipendente comunale in quiescenza e da sempre...

Mondo del giornalismo in lutto per la scomparsa di Patrizia Nettis

30-06-2023

Alla famiglia il sentito cordoglio della redazione di NOCI24.it. NOCI - E' scomparsa all'impovviso due giorni fa all'età di 41...

LETTERE AL GIORNALE

"Contratti di Quartiere", l'opposizione contraria all'aumento del prezzo degli alloggi di edilizia convenzionata

15-06-2024

LETTERE AL GIORNALE - Riceviamo e pubblichiamo una nota politica dell'opposizione in merito all'aumento del prezzo di vendita degli alloggi...

Appuntamento mensile in biblioteca: come innamorarsi dei libri e dei luoghi che li custodiscono

30-05-2024

NOCI - Riceviamo da parte della maestra Dora Intini (e pubblichiamo con grande entusiasmo) il resoconto di una emozionante e...

Assolti dall’accusa di diffamazione “perché il fatto non sussiste”

27-05-2024

REPLICA DI PAOLO CONFORTI del 29 maggio 2024 Riceviamo e pubblichiamo. Apprendo del comunicato di Scagliarini e Longo ed al fine di...

Associazioni e comitati contro la potatura drastica degli alberi del perimetro urbano

27-02-2024

“Eco Eventi OdV” e “Comitato di quartiere via T. Fiore” hanno incontrato l’assessora Checca Tinella e il responsabile del verde Giuseppe...

Se sarà femmina chiamiamola Crimea!

26-11-2023

LETTERE AL GIORNALE - Ci sono luoghi della terra che per la loro storia, la molteplicità degli accadimenti di cui...

L'occupazione persa, una famiglia a carico e il dover ricominciare da zero dopo la pandemia:…

26-11-2023

LETTERA AL GIORNALE - Antonio (questo il nome di fantasia che gli daremo) ha voluto raccontarci la sua complessa e...