ADV

 

Spillover ospita Chiara Montani e il suo romanzo “Il mistero della pittrice Ribelle”

01 25 SpilloverChiaraMontaniNOCI - Prosegue a pieni motori la rassegna letteraria “Spillover”, organizzata dalle associazioni “Vivere D’Arte eventi” e “Pugliè”. Ospite della diretta social tenutasi domenica scorsa è stata la scrittrice Chiara Montani, con il suo avvincente romanzo storico “Il mistero della pittrice Ribelle”. Le pagine ci trasportano nella Firenze della metà del 400, e i due protagonisti sono nientemeno che l’artista Piero della Francesca e la giovane Lavinia, una ragazza che segretamente coltiva il sogno di miscelare i colori sulla tavolozza, impugnare il pennello e dar sfogo alla sua creatività sulla tela. Non si può però definirlo esclusivamente un romanzo storico, perché l’autrice racconta anche il “volto oscuro” del rinascimento, con le tinte tipiche del noir e del thriller che tengono il lettore col fiato sospeso.

01 25 SpilloverChiaraMontani.jpg2In qualità di arteterapeuta, Chiara Montani non poteva non essere irresistibilmente attratta dalla bella città di Firenze, culla di arte e della cultura. Una cultura e soprattutto una fioritura artistica che nel Rinascimento vedono uno dei loro massimi periodi di splendore. Lungi però dal pensare che si tratti di un periodo totalmente aureo: le venature “black” non mancano di certo. Intolleranza, vendetta, violenza, sete di potere, lussuriose e peccaminose deviazioni anche e soprattutto in ambito clericale.

Lati oscuri che investono la vita individuale e sociale, e che la Montani racconta in maniera avvincente nelle sue pagine che costituiscono quello che si potrebbe quasi definire un “thriller storico”, con ambientazioni che quasi ricordano il famoso romanzo “Il nome della rosa”, firmato da Umberto Eco.
Quando il celebre artista Pietro della Francesca arriva nella bottega dello zio di Lavinia, alla giovane, che ha sempre sognato di impugnare tavolozza e pennelli, sembra quasi un sogno assistere da vicino alle fasi della nascita della “Flagellazione”. Vuole carpire ogni segreto: il modo di miscelare i colori, le tecniche, le diverse sfumature. Ma la sua acuta intelligenza la porterà ad intuire ben presto che la visita del maestro non è motivata esclusivamente da questioni artistiche. Ed è qui che inizia il giallo, su cui è giusto non sbilanciarsi troppo per non dissipare il piacere della lettura.
Firenze è una delle città che meglio preservano le tracce del proprio passato, che sono tuttora ben visibili”- ha asserito la Monti, e ciò deve aver senza dubbio agevolato di gran lunga il suo lavoro di ricerca e la precisione delle descrizioni. Con dovizia di particolari e con un tecnica figurativa, sono infatti descritte le botteghe, le strade di Firenze e i loro odori, la moda e i piatti più in voga dell’epoca. Il lettore è così letteralmente trasportato nel periodo storico in questione, che per l’accuratezza delle descrizioni può quasi vivere in prima persona. Ma quali sono gli errori che occorre oculatamente evitare per la stesura di buon romanzo storico? In che misura la realtà della storia può miscelarsi alla fantasia? Secondo Chiara Montani la virtù starebbe nel mezzo: “Non bisogna scadere nella saggistica e in un eccessivo didascalismo, ma neppure adottare una scrittura superficiale, che prescinda da un doveroso lavoro di documentazione. Bisogna in buona sostanza cercare il “verosimile”, inserirsi nelle pieghe della storia e farla amalgamare con la fantasia al punto che non si riesca a distinguere il confine tra le due”.
Avendo la protagonista femminile, Lavinia, idee alquanto progressiste per la sua epoca, è scaturita nel corso della diretta una riflessione circa quello che è oggi il ruolo della donna nell’arte.
“Direi che siamo ben lontani da una completa e incondizionata parità, seppur ci faccia piacere credere di averla raggiunta. Tuttavia, parlare di un “ruolo specifico” della donna per quel che concerne l’arte, per me vorrebbe dire ammettere che possa fare determinate cose ma non altre, e significherebbe quindi già sminuirla.”- ha argomentato l'autrice. E continuando a parlare di arte, spontaneo chiedere ad arteterapeuta quanto essa stia rivelandosi “curativa” in tempo di pandemia.
“Sono ben felice che l’essere costretti all’interno delle proprie case abbia spinto ad avvicinarsi all’arte anche chi ne era stato in un certo qual modo distante. Parlo di arte in tutte le sue forme: pittura, ricamo, cucito, scultura ecc. Indubbiamente aiuta, e tanto, ma laddove vi è un disagio grave, chiaramente ci vogliono anche altri tipi di aiuto. Se l’arte da sola bastasse, gli artisti non sarebbero tutti (o quasi) un po’ folli!”- ha scherzato la Montani. L’autrice ha inoltre confessato di lavorare già al sequel del romanzo, che questa volta sarà ambientato a Roma, dove Piero della Francesca effettivamente si recò. Essendo un’appassionata cinefila, Chiara non disdegnerebbe affatto l’idea che il suo romanzo diventasse un film, anche perché, al livello descrittivo, si presta benissimo ad una sceneggiatura.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

trovo aziende

ADV

 

 

Informazione pubblicitaria

tatulli noci24 ok

 

 

Informazione pubblicitaria La pubblicità

 

 

ADV

FUORI CITTA'

Sigilli ad autodemolitore abusivo: sequestrata area di 11.000 mq

10-05-2024

GIOIA DEL COLLE – Nei giorni scorsi, i militari del Nucleo Investigativo di Polizia Ambientale Agroalimentare e Forestale (NIPAAF) del...

Altamura: rifiuti tombati in cava

30-04-2024

ALTAMURA - I militari coordinati dal Gruppo Carabinieri forestale di Bari, con l’ausilio del Reparto Carabinieri Parco Nazionale dell’Alta Murgia e...

Bari - Scoperto un deposito di sostanze stupefacenti. Arrestato un 24enne

23-04-2024

BARI - I Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Bari San Paolo hanno arrestato in flagranza di reato un 24enne...

Bari e Capurso: custodia cautelare nei confronti di otto persone per i reati di lesioni…

15-04-2024

BARI E CAPURSO - Nella prima mattinata di sabato i Carabinieri della Compagnia di Bari San Paolo e della Stazione CC...

GdF Bari: ordinanza di misure cautelari nei confronti di 7 persone per corruzione, turbata libertà…

10-04-2024

BARI - I finanzieri del Comando Provinciale di Bari stanno dando esecuzione a Bari e provincia a un’ordinanza applicativa di misure...

Bari: i Carabinieri scovano centinaia di reperti archeologici nell’abitazione di due pensionati

10-04-2024

BARI - I Carabinieri della Stazione di Bari Carbonara, in collaborazione con militari del Nucleo Tutela Patrimonio Culturale e del NIPAAF...

NECROLOGI

Addio a Nicola Giacovelli: lo “scalpellino" nocese che fu internato nei lager nazifascisti

11-04-2024

NOCI – La comunità nocese dice addio a Nicola Giacovelli, padre del dott. Francesco Giacovelli, uno dei nostri architetti più...

Addio a Oronzo Colucci: aveva dedicato gran parte della sua vita al volontariato

19-08-2023

NOCI – Una gravissima perdita per Noci: ci lascia Oronzo Colucci, amatissimo dalla comunità per le sue virtù di incondizionato...

Addio a Leo Morea: padre coraggio al fianco delle vittime della strada

02-08-2023

  NOCI – Ci ha lasciati il 2 agosto il nostro concittadino Leo Morea, che pur vivendo a Milano, aveva lasciato un...

Addio alla fotografa Marta Attolini: il ricordo della nipote Angela Bianca Saponari

22-07-2023

NOCI - Ci ha lasciati lo scorso 28 giugno la nota fotografa nocese Marta Attolini, figlia dell'apprezzatissimo Giovanni Attolini, da...

Ci ha lasciato Giovanni Miccolis

08-07-2023

NOCI - E' venuto a mancare all'età di 70 anni Giovanni Miccolis, dipendente comunale in quiescenza e da sempre...

Mondo del giornalismo in lutto per la scomparsa di Patrizia Nettis

30-06-2023

Alla famiglia il sentito cordoglio della redazione di NOCI24.it. NOCI - E' scomparsa all'impovviso due giorni fa all'età di 41...

LETTERE AL GIORNALE

Associazioni e comitati contro la potatura drastica degli alberi del perimetro urbano

27-02-2024

“Eco Eventi OdV” e “Comitato di quartiere via T. Fiore” hanno incontrato l’assessora Checca Tinella e il responsabile del verde Giuseppe...

Se sarà femmina chiamiamola Crimea!

26-11-2023

LETTERE AL GIORNALE - Ci sono luoghi della terra che per la loro storia, la molteplicità degli accadimenti di cui...

L'occupazione persa, una famiglia a carico e il dover ricominciare da zero dopo la pandemia:…

26-11-2023

LETTERA AL GIORNALE - Antonio (questo il nome di fantasia che gli daremo) ha voluto raccontarci la sua complessa e...

Il centrodestra in salsa nostrana

08-06-2023

LETTERE AL GIORNALE - Egregio Direttore, la ringrazio di cuore preventivamente qualora deciderà, con generosità, di pubblicare questo mio umile e...

Alluvione in Emilia-Romagna, il racconto di un nostro concittadino

21-05-2023

FORLÌ - Sono a Forlì, è martedì 16 maggio, sono le 19:00, piove ormai da circa diciotto ore ed il...

1984

19-04-2023

LETTERE AL GIORNALE - Cari concittadini, non era mia intenzione tediarvi nuovamente con le mie elucubrazioni sull'Idra a otto teste che...