Pubblicità

Pubblicità

NOCI24.it

Quotidiano on-line della città di Noci (Bari)

MartedÌ, 7 Febbraio 2023 - 00:12

coronavirus

 lamp   La situazione del Covid-19  -->> nel Mondo   e   -->> in Italia   lamp

trovo aziende

 

10 09 YesterdayNOCI – Lo scorso 8 ottobre, a partire dalle ore 19:00, nella sempre suggestiva cornice del Chiostro delle Clarisse, è stato presentato il libro Yesterday, filosofia della nostalgia”. L’autrice è la pur giovanissima Professoressa Lucrezia Ercoli, docente di storia dello spettacolo e direttrice di un importante festival filosofico dal titolo “Pop-sofia”. Con la Prof.ssa Ercoli ha dialogato Antonio Natile, poeta nocese e appassionato conoscitore della storia del territorio. La serata, organizzata dall’associazione “Ri-genera young” ha voluto rappresentare un piccolo ma intenso viaggio all’interno di un sentimento che, pur accomunandoci quasi tutti, resta molto complesso e ancora poco conosciuto.

10 09 filosofia nostalgiaGià la scorsa settimana, come preparazione all’evento, sulla pagina dell’associazione, “Ri-genera” aveva postato un video in cui era stato chiesto a tanti concittadini nocesi (la maggior parte conosciutissimi per la loro professione o la loro cultura) cosa fosse per loro la nostalgia. Evidentemente, non c’è una risposta univoca: ognuno le attribuisce un significato diverso. Il minimo comun denominatore è la mancanza, il bisogno di “riavere indietro”. Può mancarci una persona scomparsa, può mancarci un amico a quattro zampe, o ancora un luogo, un profumo, un sapore. A volte, ci manca semplicemente “un’idea”. L’idea che magari ci siamo costruiti del bagaglio culturale e valoriale di una determinata epoca storica.

10 09 libro yesterdayAnche e soprattutto sulla base dei racconti di genitori o nonni, tendiamo a convincerci che “ai loro tempi” si vivesse molto meglio rispetto a quelli odierni. Per assurdo, arriva così a mancarci anche un’epoca che non abbiamo vissuto. Sembra che la società nutra un impellente bisogno di nostalgia. Facciamo caso anche alle varie strategie di marketing adottate, agli spot che ci passano quotidianamente sotto gli occhi. Quello della nostalgia è spesso un tema dominante. I sughi pronti o le merendine confezionate, buoni come quelli che preparavano le nonne, le verdure congelate subito dopo il raccolto che conservano la stessa genuinità di quelle che i contadini portavano sulle loro mense, e via discorrendo all’infinito. Perfino i nostri pc, tablet e smartphone, massime espressioni dell’idea di modernità, si rivelano in realtà dei “contenitori di nostalgia”. Apriamo facebook e il sistema ci incita a rivivere i ricordi collezionati anni fa in quella stessa data. Scorriamo la galleria delle nostre foto e anche quelle vengono riordinate per date con la dicitura “I ricordi più belli del mese”. Spopolano perfino i filtri “vintage” da applicare alle nostre foto, che rendono maggiormente palpabile l’illusione di essere figli di un’altra epoca. Applichiamo un filtro color seppia unitamente all’effetto polaroid, ed ecco che la macchina del tempo ci trasporta indietro di decenni. E che dire delle serie tv ambientate ad esempio negli anni 80 o delle fiction in costume dal sapore ancora più “retrò”? Spopolano soprattutto tra i giovanissimi, ai quali finisce per mancare, come dicevamo, ciò che non hanno neanche vissuto. Ma siamo sicuri che la tv con queste serie ci mostri la reale fotografia di quel periodo storico? Spesso e volentieri (anzi nella quasi totalità dei casi) ci viene propinata “l’idea” degli anni 60, 70 o 80 ma niente a che fare con la realtà storica. C’è tanto di edulcorato, di limato, proprio per veicolare il concetto di un’epoca d’oro. Ma quello dell’età dell’oro è sempre stato solo un mito, e tale è destinato a rimanere. Questo ossessivo ricorrere del tema della nostalgia, non sarà forse sintomatico di una grande insoddisfazione del presente? Lo spiega molto bene un capolavoro di film come “Midnight in Paris”, frutto del genio di Woody Allen. Il protagonista, magicamente, riesce a coronare il sogno di essere trasportato nella Parigi degli anni 30 a cui ha sempre guardato con sconfinata ammirazione. Incontra tutti i suoi miti della letteratura, dell’arte e della cultura, ma scopre con grande sconcerto che nessuno di loro è soddisfatto della propria epoca. La gente vorrebbe riavvolgere il nastro ancora di diversi decenni, perché ai loro occhi, è un altro il tempo dorato. Gli antichi greci guardavano al tempo come a un fanciullo che aveva i capelli solo sulla fronte, e non sulla nuca. Questo, a indicare che lo si può agguantare solo nel momento in cui ci passa davanti e non quando ci ha girato ormai le spalle. Oggi, dal punto di vista scientifico, è ampiamente documentato quanto la nostalgia possa diventare a tutti gli effetti una malattia, ma già nell’antichità, alcuni medici avevano avuto sentore del malessere interiore che diventava fisico. Sembra che alcuni soldati inviati a combattere, fossero totalmente incapaci di dare il meglio di sé e risultassero profondamente indeboliti anche nei momenti in cui non erano reduci da chissà quali fatiche. Dopo aver provato ogni singolo rimedio medico, se nulla sortiva effetto, si arrivava necessariamente alla conclusione che solo il ritorno a casa fosse l’unica terapia. Soprattutto la vita odierna, però, ci costringe alla continua mobilità, e per la nostra realizzazione professionale e umana è spesso necessario recidere le radici con la nostra terra e con i nostri affetti. Quella metaforica “Itaca” resterà sempre il luogo in cui sogneremo di tornare, ma nel frattempo, qual è il segreto per non ammalarci di nostalgia? Prendere dal passato tutto il buono possibile in termini di arte, cultura e creatività, ma al contempo, lavorare nel presente con lo sguardo proiettato al futuro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Necrologi

trovo aziende

 

Pubblicità

 

 

Pubblicità

La pubblicità

Pubblicità

La pubblicità

Chi è on-line?

Abbiamo 434 visitatori e un utente online

SERVIZI

sezione-auguri sezione-vendesi sezione-necrologi

 
 
Pubblicità

FUORI CITTA'

Bari - 9 persone indagate per associazione per delinquere finalizzata al furto, alla ricettazione e…

01-02-2023

BARI - Dalle prime luci dell’alba, i Carabinieri del Comando Provinciale di Bari, coadiuvati dai militari dei Comandi Provinciali di Brindisi...

Capurso – Indagini dei Carabinieri su un’agenzia automobilistica: falsificava atti pubblici per velocizzare e definire…

01-02-2023

CAPURSO - I Carabinieri del Comando Provinciale di Bari hanno dato esecuzione a un’ordinanza applicativa di misura cautelare emessa dal Gip...

GdF Bari: sequestrati numerosi capi di abbigliamento e cuscini contraffatti dei brand “Disney” e “Marvel”

28-01-2023

PUTIGNANO - I Finanzieri della Tenenza di Putignano, nell’ambito di autonoma attività info-investigativa volta alla repressione dei traffici illeciti, con particolare...

Furti con scasso ai self-sevice di tabacchi e stazioni di servizio, quattro arresti

21-01-2023

MODUGNO - I Carabinieri della Compagnia di Modugno supportati da quelli di Palestrina (RM), in esecuzione di ad un’ordinanza di misura...

Altamura - Sequestro di armi e refurtiva in un box condominiale: due arresti

18-01-2023

ALTAMURA - I Carabinieri di Altamura hanno arrestato in flagranza di reato per detenzione illegale di armi e munizioni e ricettazione...

Infermiera presa a calci da una paziente in attesa al pronto soccorso dell’Ospedale Di Venere

15-01-2023

BARI – “Apprendiamo con sdegno dell’aggressione subita ieri da una nostra infermiera in servizio presso il pronto soccorso dell’Ospedale Di...

NECROLOGI

Addio a Rocco Recchia, decano degli artigiani nocesi

18-11-2022

NOCI – Lutto nel mondo dell’artigianato nocese: ci ha lasciati Rocco Recchia, il noto e stimatissimo calzolaio che aveva ereditato...

Lutto nell'imprenditoria locale: addio a Raffaele Putignano

11-10-2022

NOCI - Questa mattina è venuto a mancare all'affetto dei suoi cari l'imprenditore nocese Raffaele Putignano, all'età di 72 anni, dopo una...

Ci lascia il giovane concittadino Domenico: un lutto inaspettato per Noci

18-08-2022

NOCI – Una settimana di Ferragosto amara per Noci, che ha appreso con dolore la notizia della tragica scomparsa di...

Ci lascia Titina Sansonetti: aveva appena compiuto 104 anni

09-04-2022

NOCI – La comunità nocese perde ancora un baluardo della sua storia. Questa mattina infatti si è conclusa l’esistenza terrena...

Lutto tra i Carabinieri Forestali di Noci

28-02-2022

NOCI - Noci e la Coreggia piangono Nicola Annese, quarantotto anni, Carabiniere Forestale presso la Stazione di Noci da parecchi anni...

Addio a Peppino Longo

31-01-2022

BARI - “Perdiamo un amico, un rappresentante della Puglia, un uomo buono, sempre al servizio della sua terra. Imprenditore di...

LETTERE AL GIORNALE

Natale a Noci: un bilancio positivo

08-01-2023

NOCI - Le sezioni nocesi di Confartigianato, Confcommercio e Coldiretti, insieme all'AIS Puglia esprimono un caloroso ringraziamento ai nocesi per la...

Diversità ed inclusione

17-12-2022

LETTERE AL GIORNALE - Nella cornice delle feste natalizie, in un clima di inclusione e condivisione, gli alunni della 2D della...

Nino Vaccalluzzo e Noci: un tributo al maestro dell’Arte pirotecnica tragicamente scomparso

15-09-2022

Nell'immagine: Antonio Labate e Tonino D'Onghia accompagnati da Nino Vaccalluzzo (a sinistra) durante la visita all'azienda del 25 giugno 2010...

Un Comitato per l'estensione della rete idrico-fognante in Zona H

28-03-2022

LETTERA AL GIORNALE - In data 6/7 marzo 2022 è stata inviata al Comune di Noci e all’Autorità Idrica Pugliese...

Liuzzi "La Gazzetta, una lunga pausa salutare"

24-02-2022

NOCI - Una lunga pausa salutare. E non solo per il giornale e per i giornalisti ma anche, paradossalmente, per i...

IIS "Da Vinci - Agherbino": doverose precisazioni

07-01-2022

COMUNICATO - A seguito di notizie di stampa che rappresentano infedelmente la realtà dei fatti, l’Istituto “Da Vinci – Agherbino”...