Pubblicità

Pubblicità

NOCI24.it

Quotidiano on-line della città di Noci (Bari)

MartedÌ, 7 Febbraio 2023 - 00:09

coronavirus

 lamp   La situazione del Covid-19  -->> nel Mondo   e   -->> in Italia   lamp

trovo aziende

 

01 11 Fatti di PietraNOCI - Sull’annuario “Fatti di Pietra... oltre i confini” 2020, edito a Alberobello dall’Associazione Gianni Bimbo, appare un saggio del nostro Pasquale Gentile riguardante l’antico legame della Terra delle Noci con la Villa di Alberobello. Pasquale Gentile, ormai un’istituzione in materia di storia locale, parte dal 1923, quando il Governo Mussolini, volendo elevare Taranto alla dignità di provincia, contempla l’annessione ad essa di cinquantuno Comuni, tra i quali Locorotondo del circondario di Bari e Alberobello del circondario di Altamura, nel mandamento di Noci. Gli Alberobellesi non ci stanno. Si dissociano immediatamente: sentono di non avere nulla a che spartire con Taranto, non soltanto per ragioni territoriali (quindi geografiche), ma, soprattutto, per ragioni storiche, economiche, culturali e spirituali.

Scrive con fermezza lo storico alberobellese Pietro Lippolis sulla Gazzetta di Puglia nell’agosto del 1923: "La breve storia civile di Alberobello è intimamente legata alla storia di Terra di Bari, alla Contea di Conversano (di cui è Feudo fino al 1797) e alla parrocchia di Noci dalla quale dipende spiritualmente ... sì da essere ritenuta una villa di Noci". La gente di Alberobello, infatti, priva di una parrocchia, istituita soltanto nel 1815, si reca a Noci per ricevere i sacramenti. Gli affari, le occupazioni, i rapporti umani degli alberobellesi sono strettamente legati con i Comuni confinanti per cui il passaggio alla provincia di Taranto creerebbe una frattura incolmabile, mettendo in enorme difficoltà gli abitanti circa gli aspetti pratici, morali e affettivi. I toni perentori con i quali lo storico Pietro Lippolis si erge contro l’annessione di Alberobello alla costituenda Provincia di Taranto, sortiscono l’effetto sperato. Senza colpo ferire il relativo progetto di istituzione e di annessione dei Comuni redatto dal soprintendente alle opere di antichità e d’arte di Puglia e Basilicata Quintino Quagliati viene modificato unitamente al taglio della relazione di accompagnamento al provvedimento governativo. Nel regio decreto con cui si istituisce la provincia di Taranto, firmato da Vittorio Emanuele il 2 settembre 1923 e pubblicato sulla Gazzetta del Regno d’Italia il successivo 22 settembre, Alberobello e Locorotondo non figurano. I due comuni restano nella Provincia di Bari. Alberobello esulta: alzare la voce per far valere un loro diritto, per opporsi a qualcosa di percepito come profondamente inviso alla propria identità storico culturale, porta al raggiungimento dell’obiettivo. Soddisfazione esprime anche Noci, la “Terra delle Noci” nella cui storia - scrive Gentile – ‘la Villa di Alberobello’ penetra con le proprie radici. E qui, il discorso si allarga a tante ‘questioni’: territoriali (Barsento e Alberobello appartenenti a Monopoli), demografiche (il conteggio della popolazione di Noci comprende anche tutti i ‘salviesi’ battezzati nella nostra chiesa), religiosi (l’organizzazione ecclesiastica gestita dalla Chiesa nocese), civili (le relazioni economiche e umane individuabili nel ‘Catasto onciario’ di Noci del 1754).
Una nostra semplice considerazione finale. La storia ci impartisce ancora una volta una lezione importantissima: bisogna sempre lottare per quello in cui si crede.

La passività rassegnata, il “Tanto non si può fare nulla” e “il credere che ogni sforzo sia inutile” dovrebbero essere un atteggiamento e un mantra da eliminare dalla nostra mentalità. Altrimenti, senza prender parte, senza un pizzico di coraggio e di fermezza, non potremo approdare a nulla di significativo; non potremo scrivere anche noi belle e interessanti pagine di storia. L’edizione dell’annuario, curata come sempre da Donato Bimbo e da Salvatore C. Perrini, è impreziosita anche dai saggi di Angelo Panarese e di Giovanni Liuzzi. Il primo tratteggia con grande efficacia la figura di Pietro Campione, leader del Partito Socialista Riformista nei primi anni del Novecento in Terra di Bari e Sindaco di Alberobello (1919/1925). “Enfiteusi di alberobellesi descritte nei Catasti onciari di Martina e di Monopoli del 1753 e del 1754 a la Coreggia e a Malvisco, concesse dal convento monopolitano di San Domenico” è invece  il titolo del saggio di Giovanni Liuzzi.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Necrologi

trovo aziende

 

Pubblicità

 

 

Pubblicità

La pubblicità

Pubblicità

La pubblicità

Chi è on-line?

Abbiamo 370 visitatori e nessun utente online

SERVIZI

sezione-auguri sezione-vendesi sezione-necrologi

 
 
Pubblicità

FUORI CITTA'

Bari - 9 persone indagate per associazione per delinquere finalizzata al furto, alla ricettazione e…

01-02-2023

BARI - Dalle prime luci dell’alba, i Carabinieri del Comando Provinciale di Bari, coadiuvati dai militari dei Comandi Provinciali di Brindisi...

Capurso – Indagini dei Carabinieri su un’agenzia automobilistica: falsificava atti pubblici per velocizzare e definire…

01-02-2023

CAPURSO - I Carabinieri del Comando Provinciale di Bari hanno dato esecuzione a un’ordinanza applicativa di misura cautelare emessa dal Gip...

GdF Bari: sequestrati numerosi capi di abbigliamento e cuscini contraffatti dei brand “Disney” e “Marvel”

28-01-2023

PUTIGNANO - I Finanzieri della Tenenza di Putignano, nell’ambito di autonoma attività info-investigativa volta alla repressione dei traffici illeciti, con particolare...

Furti con scasso ai self-sevice di tabacchi e stazioni di servizio, quattro arresti

21-01-2023

MODUGNO - I Carabinieri della Compagnia di Modugno supportati da quelli di Palestrina (RM), in esecuzione di ad un’ordinanza di misura...

Altamura - Sequestro di armi e refurtiva in un box condominiale: due arresti

18-01-2023

ALTAMURA - I Carabinieri di Altamura hanno arrestato in flagranza di reato per detenzione illegale di armi e munizioni e ricettazione...

Infermiera presa a calci da una paziente in attesa al pronto soccorso dell’Ospedale Di Venere

15-01-2023

BARI – “Apprendiamo con sdegno dell’aggressione subita ieri da una nostra infermiera in servizio presso il pronto soccorso dell’Ospedale Di...

NECROLOGI

Addio a Rocco Recchia, decano degli artigiani nocesi

18-11-2022

NOCI – Lutto nel mondo dell’artigianato nocese: ci ha lasciati Rocco Recchia, il noto e stimatissimo calzolaio che aveva ereditato...

Lutto nell'imprenditoria locale: addio a Raffaele Putignano

11-10-2022

NOCI - Questa mattina è venuto a mancare all'affetto dei suoi cari l'imprenditore nocese Raffaele Putignano, all'età di 72 anni, dopo una...

Ci lascia il giovane concittadino Domenico: un lutto inaspettato per Noci

18-08-2022

NOCI – Una settimana di Ferragosto amara per Noci, che ha appreso con dolore la notizia della tragica scomparsa di...

Ci lascia Titina Sansonetti: aveva appena compiuto 104 anni

09-04-2022

NOCI – La comunità nocese perde ancora un baluardo della sua storia. Questa mattina infatti si è conclusa l’esistenza terrena...

Lutto tra i Carabinieri Forestali di Noci

28-02-2022

NOCI - Noci e la Coreggia piangono Nicola Annese, quarantotto anni, Carabiniere Forestale presso la Stazione di Noci da parecchi anni...

Addio a Peppino Longo

31-01-2022

BARI - “Perdiamo un amico, un rappresentante della Puglia, un uomo buono, sempre al servizio della sua terra. Imprenditore di...

LETTERE AL GIORNALE

Natale a Noci: un bilancio positivo

08-01-2023

NOCI - Le sezioni nocesi di Confartigianato, Confcommercio e Coldiretti, insieme all'AIS Puglia esprimono un caloroso ringraziamento ai nocesi per la...

Diversità ed inclusione

17-12-2022

LETTERE AL GIORNALE - Nella cornice delle feste natalizie, in un clima di inclusione e condivisione, gli alunni della 2D della...

Nino Vaccalluzzo e Noci: un tributo al maestro dell’Arte pirotecnica tragicamente scomparso

15-09-2022

Nell'immagine: Antonio Labate e Tonino D'Onghia accompagnati da Nino Vaccalluzzo (a sinistra) durante la visita all'azienda del 25 giugno 2010...

Un Comitato per l'estensione della rete idrico-fognante in Zona H

28-03-2022

LETTERA AL GIORNALE - In data 6/7 marzo 2022 è stata inviata al Comune di Noci e all’Autorità Idrica Pugliese...

Liuzzi "La Gazzetta, una lunga pausa salutare"

24-02-2022

NOCI - Una lunga pausa salutare. E non solo per il giornale e per i giornalisti ma anche, paradossalmente, per i...

IIS "Da Vinci - Agherbino": doverose precisazioni

07-01-2022

COMUNICATO - A seguito di notizie di stampa che rappresentano infedelmente la realtà dei fatti, l’Istituto “Da Vinci – Agherbino”...