ADV

 

L’antico legame tra “la Terra delle Noci” e la “Villa di Alberobello” in un saggio di Pasquale Gentile sull’annuario “Fatti di Pietra”

01 11 Fatti di PietraNOCI - Sull’annuario “Fatti di Pietra... oltre i confini” 2020, edito a Alberobello dall’Associazione Gianni Bimbo, appare un saggio del nostro Pasquale Gentile riguardante l’antico legame della Terra delle Noci con la Villa di Alberobello. Pasquale Gentile, ormai un’istituzione in materia di storia locale, parte dal 1923, quando il Governo Mussolini, volendo elevare Taranto alla dignità di provincia, contempla l’annessione ad essa di cinquantuno Comuni, tra i quali Locorotondo del circondario di Bari e Alberobello del circondario di Altamura, nel mandamento di Noci. Gli Alberobellesi non ci stanno. Si dissociano immediatamente: sentono di non avere nulla a che spartire con Taranto, non soltanto per ragioni territoriali (quindi geografiche), ma, soprattutto, per ragioni storiche, economiche, culturali e spirituali.

Scrive con fermezza lo storico alberobellese Pietro Lippolis sulla Gazzetta di Puglia nell’agosto del 1923: "La breve storia civile di Alberobello è intimamente legata alla storia di Terra di Bari, alla Contea di Conversano (di cui è Feudo fino al 1797) e alla parrocchia di Noci dalla quale dipende spiritualmente ... sì da essere ritenuta una villa di Noci". La gente di Alberobello, infatti, priva di una parrocchia, istituita soltanto nel 1815, si reca a Noci per ricevere i sacramenti. Gli affari, le occupazioni, i rapporti umani degli alberobellesi sono strettamente legati con i Comuni confinanti per cui il passaggio alla provincia di Taranto creerebbe una frattura incolmabile, mettendo in enorme difficoltà gli abitanti circa gli aspetti pratici, morali e affettivi. I toni perentori con i quali lo storico Pietro Lippolis si erge contro l’annessione di Alberobello alla costituenda Provincia di Taranto, sortiscono l’effetto sperato. Senza colpo ferire il relativo progetto di istituzione e di annessione dei Comuni redatto dal soprintendente alle opere di antichità e d’arte di Puglia e Basilicata Quintino Quagliati viene modificato unitamente al taglio della relazione di accompagnamento al provvedimento governativo. Nel regio decreto con cui si istituisce la provincia di Taranto, firmato da Vittorio Emanuele il 2 settembre 1923 e pubblicato sulla Gazzetta del Regno d’Italia il successivo 22 settembre, Alberobello e Locorotondo non figurano. I due comuni restano nella Provincia di Bari. Alberobello esulta: alzare la voce per far valere un loro diritto, per opporsi a qualcosa di percepito come profondamente inviso alla propria identità storico culturale, porta al raggiungimento dell’obiettivo. Soddisfazione esprime anche Noci, la “Terra delle Noci” nella cui storia - scrive Gentile – ‘la Villa di Alberobello’ penetra con le proprie radici. E qui, il discorso si allarga a tante ‘questioni’: territoriali (Barsento e Alberobello appartenenti a Monopoli), demografiche (il conteggio della popolazione di Noci comprende anche tutti i ‘salviesi’ battezzati nella nostra chiesa), religiosi (l’organizzazione ecclesiastica gestita dalla Chiesa nocese), civili (le relazioni economiche e umane individuabili nel ‘Catasto onciario’ di Noci del 1754).
Una nostra semplice considerazione finale. La storia ci impartisce ancora una volta una lezione importantissima: bisogna sempre lottare per quello in cui si crede.

La passività rassegnata, il “Tanto non si può fare nulla” e “il credere che ogni sforzo sia inutile” dovrebbero essere un atteggiamento e un mantra da eliminare dalla nostra mentalità. Altrimenti, senza prender parte, senza un pizzico di coraggio e di fermezza, non potremo approdare a nulla di significativo; non potremo scrivere anche noi belle e interessanti pagine di storia. L’edizione dell’annuario, curata come sempre da Donato Bimbo e da Salvatore C. Perrini, è impreziosita anche dai saggi di Angelo Panarese e di Giovanni Liuzzi. Il primo tratteggia con grande efficacia la figura di Pietro Campione, leader del Partito Socialista Riformista nei primi anni del Novecento in Terra di Bari e Sindaco di Alberobello (1919/1925). “Enfiteusi di alberobellesi descritte nei Catasti onciari di Martina e di Monopoli del 1753 e del 1754 a la Coreggia e a Malvisco, concesse dal convento monopolitano di San Domenico” è invece  il titolo del saggio di Giovanni Liuzzi.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

trovo aziende

ADV

 

 

Informazione pubblicitaria

tatulli noci24 ok

 

 

Informazione pubblicitaria La pubblicità

 

 

ADV

FUORI CITTA'

GdF Bari: evasione fiscale - Sequestri di beni per un valore di circa 5 milioni…

20-02-2024

BARI - I Finanzieri del Comando Provinciale di Bari hanno dato esecuzione a decreti di sequestro preventivo di beni, per un...

Castellana Grotte - Maltrattamenti in famiglia. Notifica di un provvedimento di allontanamento dalla casa familiare…

15-02-2024

CASTELLANA GROTTE - I Carabinieri della Stazione di Castellana Grotte hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di applicazione della misura cautelare, emessa...

Esecuzione di una ordinanza di misura cautelare personale per detenzione e porto illegale di armi

06-02-2024

MONOPOLI - I Carabinieri della Compagnia di Monopoli hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal Tribunale –...

Associazione per delinquere dedita ai furti e rapine in abitazione. 8 misure cautelari eseguite dai…

21-01-2024

BARI - Il 17 gennaio, i Carabinieri del Comando Provinciale di Bari, coadiuvati in fase esecutiva dai militari dei reparti competenti...

GdF Roan Bari: sequestrati circa 3 quintali di oloturie

21-01-2024

BARI - Le Fiamme Gialle della Stazione Navale di Bari, nei giorni scorsi, in località Torre a Mare, nel corso...

GDF Legione Allievi Bari: giuramento di fedeltà alla Repubblica Italiana e di consegna delle fiamme…

12-01-2024

BARI - Nella mattinata odierna, si è svolta presso la Stadio della Vittoria di Bari, alla presenza del Generale di...

NECROLOGI

Addio a Oronzo Colucci: aveva dedicato gran parte della sua vita al volontariato

19-08-2023

NOCI – Una gravissima perdita per Noci: ci lascia Oronzo Colucci, amatissimo dalla comunità per le sue virtù di incondizionato...

Addio a Leo Morea: padre coraggio al fianco delle vittime della strada

02-08-2023

  NOCI – Ci ha lasciati il 2 agosto il nostro concittadino Leo Morea, che pur vivendo a Milano, aveva lasciato un...

Addio alla fotografa Marta Attolini: il ricordo della nipote Angela Bianca Saponari

22-07-2023

NOCI - Ci ha lasciati lo scorso 28 giugno la nota fotografa nocese Marta Attolini, figlia dell'apprezzatissimo Giovanni Attolini, da...

Ci ha lasciato Giovanni Miccolis

08-07-2023

NOCI - E' venuto a mancare all'età di 70 anni Giovanni Miccolis, dipendente comunale in quiescenza e da sempre...

Mondo del giornalismo in lutto per la scomparsa di Patrizia Nettis

30-06-2023

Alla famiglia il sentito cordoglio della redazione di NOCI24.it. NOCI - E' scomparsa all'impovviso due giorni fa all'età di 41...

Ci lascia il diacono Pinuccio Carucci

16-03-2023

NOCI - E' venuto a mancare questa mattina dopo una lunga malattia il diacono permanente Pinuccio Carucci all'età di 67...

LETTERE AL GIORNALE

Associazioni e comitati contro la potatura drastica degli alberi del perimetro urbano

27-02-2024

“Eco Eventi OdV” e “Comitato di quartiere via T. Fiore” hanno incontrato l’assessora Checca Tinella e il responsabile del verde Giuseppe...

Se sarà femmina chiamiamola Crimea!

26-11-2023

LETTERE AL GIORNALE - Ci sono luoghi della terra che per la loro storia, la molteplicità degli accadimenti di cui...

L'occupazione persa, una famiglia a carico e il dover ricominciare da zero dopo la pandemia:…

26-11-2023

LETTERA AL GIORNALE - Antonio (questo il nome di fantasia che gli daremo) ha voluto raccontarci la sua complessa e...

Il centrodestra in salsa nostrana

08-06-2023

LETTERE AL GIORNALE - Egregio Direttore, la ringrazio di cuore preventivamente qualora deciderà, con generosità, di pubblicare questo mio umile e...

Alluvione in Emilia-Romagna, il racconto di un nostro concittadino

21-05-2023

FORLÌ - Sono a Forlì, è martedì 16 maggio, sono le 19:00, piove ormai da circa diciotto ore ed il...

1984

19-04-2023

LETTERE AL GIORNALE - Cari concittadini, non era mia intenzione tediarvi nuovamente con le mie elucubrazioni sull'Idra a otto teste che...