Pubblicità

Pubblicità

NOCI24.it

Quotidiano on-line della città di Noci (Bari)

MartedÌ, 7 Febbraio 2023 - 19:04

coronavirus

 lamp   La situazione del Covid-19  -->> nel Mondo   e   -->> in Italia   lamp

trovo aziende

 

03 05CHERUBINO DA NOCI 1 1Pagine di storia -  In paese, molti sanno di padre Cherubino da Noci. A lui è intitolata una corta strada di quasi periferia. Vive nella seconda metà del ‘500, è fratello del canonico don Colantonio de Blasio, che finanzia la fondazione del monastero di Santa Chiara. Nel 1588, ottenuta la canonica licenza del vescovo di Conversano Francesco Maria Sforza, fonda, a poca distanza dalle mura del paese, quasi di fronte a Porta Putignano, il convento di santa Maria degli Angeli dei Frati Cappuccini.

03 05CHERUBINO DA NOCI 1Nel versante opposto del paese, sulla strada per Alberobello, da qualche decennio, fiorisce un altro convento, quello dei Domenicani. La popolazione, però, desiderando la presenza, a Noci, non di un Ordine religioso ’possidente’, ma ‘povero’, francescano, finanzia con le proprie ‘elemosine’ la costruzione del convento, che è, comunque, più grande di quello dei Domenicani. Le celle sono venti, ma i frati che l’abitano sono sempre di meno. Il convento, un pertinente annesso orto e la chiesa non sono di riservato dominio dell’Ordine dei Cappuccini, ma appartengono alla Sede Apostolica romana.

I frati vivono di elemosine elargite anche dai Governanti del paese. Per convenzione, infatti, l’Università assicura alla povera comunità un’elemosina, detta anche pietanza, di sessanta ducati annui ivi inclusi cinque ducati per ricompensa della annuale predica dell’Avvento. Altri versamenti in varia quantità, come solito, riguardano, ogni anno, il consumo dei ceri. Tra i locali Cappuccini (ed anche tra i nocesi residenti in altri conventi) l’Università individua la terna dei predicatori nel tempo di Quaresima da sottoporre all’approvazione del Vescovo diocesano.

Alla vita religiosa e alle gesta di padre Cherubino dedicano molte pagine gli Annali dei Cappuccini, ovvero la Historia dell’Ordine dei Minori di San Francesco scritta da Zaccaria Boverio ed edita a Lugano nel 1639. A quest’opera si rifanno abbondantemente i Flores seraphici degli Uomini illustri dell’Ordine dei Cappuccini (Colonia, 1642). Sono pagine che riportano notizie sulla sua santità, sottolineano la sua grande dote di predicatore, raccontano i suoi miracolosi interventi. Dalle Relazioni sullo stato dei conventi cappuccini, invece, è possibile ricavare l’attività terrena di padre Cherubino come fondatore di molti conventi pugliesi.

Intensa è la sua attività. Più volte vicario provinciale dell’Ordine, l’11 maggio del 1566, per elezione, diviene Ministro della Provincia Idruntina, detta di San Nicola. Successivamente, riceve la nomina a Commissario generale della Provincia di Parigi.

Prima di Noci, fonda i conventi di Tricase (1578), di Ceglie Messapica (1579) e di Salve (1579) dove il popolo, riconoscente per aver allontanato la carestia, impone ai neonati maschi il nome di Cherubino e alle femminucce quello di Maria da lui invocata per la grazia.
Su sua iniziativa, i Cappuccini si insediano, anche, in Gallipoli (1583) e in Acquaviva (1585).

Padre Cherubino è autore di due devotissime opere di spiritualità: De sacramentali confessione, pubblicata a Napoli nel 1596 e De passione Domini, eiusque necessaria meditatione, pubblicata, sempre a Napoli, nel 1598. A citare i due testi sono fra Dionisio Genuensi nella sua opera Bibliotheca Scriptorum Ordinis Minorum S. Francisci (edita a Genova nel 1691) e fra Bernando a Bononia in una simile opera pubblicata a Venezia nel 1747.

03 05CHERUBINO DA NOCIMiracolosi sono i suoi frutti serafici. Ad Acquaviva, il popolo, ascoltando le sue parole, abbandona le baldorie del carnevale e si reca in chiesa. In un’altra circostanza, alcuni maghi danno alle fiamme gli strumenti del mestiere.

A Manduria, caccia dalla chiesa uno stuolo di rondini entrate per distrarre i fedeli. Ad Andria caccia i demoni dalla chiesa e da un convento di suore. A Triggiano, si solleva da terra nell’elevare il santissimo Sacramento: una donna, mentre si eleva, afferra uno sfilaccio della tonaca, lo applica sulla gola malata del figlio che immediatamente guarisce.

A Noci, dopo la sua morte, una donna, di nome Pasqua, tormentata dal travaglio per un giorno intero, partorisce un bambino di ottima salute appena le posano sul collo un pezzo della sua tonaca.

Alla sua morte, avvenuta in Acquaviva nel 1592, scoppia una furibonda contesa. La Marchesa di Acquaviva, sostenuta dal Capitolo, vuole che il corpo sia sepolto in chiesa madre, mentre i confratelli ottengono che avvenga nella chiesa del convento. La stessa Marchesa, per prevenire il trafugamento della salma esposta per quattro giorni, fa presidiare le strade che portano a Noci e a Bari. Il corpo incorrotto per secoli, lo trafuga, comunque, dopo il 1861, il nocese fra Giacomo che lo porta, nottetempo, a Noci nella chiesa del Crocifisso (abbattuta per la costruzione della strada che da Porta Putignano porta alla chiesa dei Cappuccini, ora detta via Aldo Moro).

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Necrologi

trovo aziende

 

Pubblicità

 

 

Pubblicità

La pubblicità

Pubblicità

La pubblicità

Chi è on-line?

Abbiamo 558 visitatori e nessun utente online

SERVIZI

sezione-auguri sezione-vendesi sezione-necrologi

 
 
Pubblicità

FUORI CITTA'

Bari - 9 persone indagate per associazione per delinquere finalizzata al furto, alla ricettazione e…

01-02-2023

BARI - Dalle prime luci dell’alba, i Carabinieri del Comando Provinciale di Bari, coadiuvati dai militari dei Comandi Provinciali di Brindisi...

Capurso – Indagini dei Carabinieri su un’agenzia automobilistica: falsificava atti pubblici per velocizzare e definire…

01-02-2023

CAPURSO - I Carabinieri del Comando Provinciale di Bari hanno dato esecuzione a un’ordinanza applicativa di misura cautelare emessa dal Gip...

GdF Bari: sequestrati numerosi capi di abbigliamento e cuscini contraffatti dei brand “Disney” e “Marvel”

28-01-2023

PUTIGNANO - I Finanzieri della Tenenza di Putignano, nell’ambito di autonoma attività info-investigativa volta alla repressione dei traffici illeciti, con particolare...

Furti con scasso ai self-sevice di tabacchi e stazioni di servizio, quattro arresti

21-01-2023

MODUGNO - I Carabinieri della Compagnia di Modugno supportati da quelli di Palestrina (RM), in esecuzione di ad un’ordinanza di misura...

Altamura - Sequestro di armi e refurtiva in un box condominiale: due arresti

18-01-2023

ALTAMURA - I Carabinieri di Altamura hanno arrestato in flagranza di reato per detenzione illegale di armi e munizioni e ricettazione...

Infermiera presa a calci da una paziente in attesa al pronto soccorso dell’Ospedale Di Venere

15-01-2023

BARI – “Apprendiamo con sdegno dell’aggressione subita ieri da una nostra infermiera in servizio presso il pronto soccorso dell’Ospedale Di...

NECROLOGI

Addio a Rocco Recchia, decano degli artigiani nocesi

18-11-2022

NOCI – Lutto nel mondo dell’artigianato nocese: ci ha lasciati Rocco Recchia, il noto e stimatissimo calzolaio che aveva ereditato...

Lutto nell'imprenditoria locale: addio a Raffaele Putignano

11-10-2022

NOCI - Questa mattina è venuto a mancare all'affetto dei suoi cari l'imprenditore nocese Raffaele Putignano, all'età di 72 anni, dopo una...

Ci lascia il giovane concittadino Domenico: un lutto inaspettato per Noci

18-08-2022

NOCI – Una settimana di Ferragosto amara per Noci, che ha appreso con dolore la notizia della tragica scomparsa di...

Ci lascia Titina Sansonetti: aveva appena compiuto 104 anni

09-04-2022

NOCI – La comunità nocese perde ancora un baluardo della sua storia. Questa mattina infatti si è conclusa l’esistenza terrena...

Lutto tra i Carabinieri Forestali di Noci

28-02-2022

NOCI - Noci e la Coreggia piangono Nicola Annese, quarantotto anni, Carabiniere Forestale presso la Stazione di Noci da parecchi anni...

Addio a Peppino Longo

31-01-2022

BARI - “Perdiamo un amico, un rappresentante della Puglia, un uomo buono, sempre al servizio della sua terra. Imprenditore di...

LETTERE AL GIORNALE

Natale a Noci: un bilancio positivo

08-01-2023

NOCI - Le sezioni nocesi di Confartigianato, Confcommercio e Coldiretti, insieme all'AIS Puglia esprimono un caloroso ringraziamento ai nocesi per la...

Diversità ed inclusione

17-12-2022

LETTERE AL GIORNALE - Nella cornice delle feste natalizie, in un clima di inclusione e condivisione, gli alunni della 2D della...

Nino Vaccalluzzo e Noci: un tributo al maestro dell’Arte pirotecnica tragicamente scomparso

15-09-2022

Nell'immagine: Antonio Labate e Tonino D'Onghia accompagnati da Nino Vaccalluzzo (a sinistra) durante la visita all'azienda del 25 giugno 2010...

Un Comitato per l'estensione della rete idrico-fognante in Zona H

28-03-2022

LETTERA AL GIORNALE - In data 6/7 marzo 2022 è stata inviata al Comune di Noci e all’Autorità Idrica Pugliese...

Liuzzi "La Gazzetta, una lunga pausa salutare"

24-02-2022

NOCI - Una lunga pausa salutare. E non solo per il giornale e per i giornalisti ma anche, paradossalmente, per i...

IIS "Da Vinci - Agherbino": doverose precisazioni

07-01-2022

COMUNICATO - A seguito di notizie di stampa che rappresentano infedelmente la realtà dei fatti, l’Istituto “Da Vinci – Agherbino”...