Pubblicità

Pubblicità pub noci24 01

Pubblicità Assinotar 2017 luglio 1

NOCI24.it

Quotidiano on-line della città di Noci (Bari)

- -

05 19 bioediliziaNOCI (Bari) - In via Mottola, all'incrocio con via Paravento e via Mancini, molti saranno stati incuriositi nel vedere un immobile di tre piani realizzato in soli cinque giorni con una struttura portante in legno. Si tratta di una assoluta novità: la prima casa in bioedilizia a Noci con classe energetica A+. Abbiamo chiesto al dott. Graziano Putignano, amministratore dell’azienda promotrice dell’intervento, la Gianvito Putignano Costruzioni, impresa di Noci con una lunga ed importante tradizione nel settore dell’edilizia residenziale, di spiegarci questa nuova frontiera dell'edilizia biosostenibile.

05 19 graziano putignanoDott. Putignano, ci può spiegare cosa state realizzando nel cantiere di via Mottola a Noci?

"Vi ringrazio per l’opportunità che mi state concedendo…, effettivamente la velocità di esecuzione è veramente sorprendente. L’immobile realizzato a tempo di record rientra nell’ambito di un progetto di edilizia residenziale, denominato Futura, in cui sono previste diverse tipologie abitative, appartamenti di 75-110 mq, ville indipendenti, pensate e costruite per raggiungere elevati standard di isolamento termico. Ma la grande novità è la realizzazione della prima casa in bioedilizia con il sistema costruttivo della Wolf Haus, azienda leader in Europa nel settore del prefabbricato in legno. Il nome Futura non è quindi  casuale, per la prima volta a Noci si costruisce una casa in bioedilizia, una casa che riesce a raggiungere il massimo punteggio di classe energetica A+, la prima con certificato di sostenibilità ambientale, grazie al quale si possono avere  sia agevolazioni fiscali e sia premi volumetrici. Ormai il risparmio energetico è diventato nell’edilizia un tema imprescindibile, in passato la casa era principalmente intesa come bene rifugio, oggi, invece, significa confort, ma soprattutto sostenibilità ecologica ed economica. Anche per le case, così come avviene per le auto, un elemento fondamentale per l’acquisto è in funzione dei consumi e dei costi di gestione. Per cui  con il nostro progetto Futura, abbiamo deciso di proporre la più ampia scelta possibile di soluzioni abitative, dalla casa tradizionale in cemento armato alla casa ecologica con struttura prefabbricata in legno, dalla classe energetica B alla classe A+, con un risparmio sulla bolletta fino a 1000 euro all’anno".

Come mai la scelta del prefabbricato in legno? Cosa ha spinto una azienda come la vostra, abituata al sistema tradizionale in cemento armato, a scegliere questo sistema costruttivo?

"Da alcuni anni la nostra società, nell’ambito delle proprie attività di ricerca, si sta occupando di innovare il proprio processo produttivo per la realizzazione di case con tecnologia a secco. Ho sempre amato le costruzioni in legno, per il benessere che dona all’ambiente. Le sue caratteristiche fisiche e biologiche lo rendono la migliore risorsa per creare le condizioni ambientali più salutari per l’uomo. Assicura un altissimo grado di isolamento termico-acustico dall’esterno, inoltre è uno dei materiali più versatili per le costruzioni. Anche nel nostro progetto, infatti,  le forme e l’estetica è stata decisa dai nostri tecnici, esternamente la casa sarà rivestita da un intonaco a cappotto e pitturata bianca, per cui una volta ultimata, sarà perfettamente integrata con le altre costruzioni adiacenti".

Mi sa dire, per concludere, se secondo lei questo sistema costruttivo andrà a sostituire completamente in futuro il sistema tradizionale in cemento armato?

"Penso che il cambiamento verso un edilizia ecosostenibile sia un processo ormai inarrestabile, anche per il rispetto dei vincoli di legge che imporrano di realizzare case a consumo quasi a zero a partire dal 2020. Per cui il sistema tradizionale con l’utilizzo di materie prime prodotte dal petrolio troverà, fortunatamente, sempre meno spazio nel settore delle costruzioni. Oggi stanno nascendo tanti nuovi ed innovativi sistemi costruttivi, che utilizzano materiali naturali ed altamente isolanti, la canapa, l’argilla, la paglia…. prima di scegliere però è preferibile affidarsi a chi ha già una lunga ed importante esperienza alle spalle".

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenta tramite Facebook

 

trovo aziende

Dalla prima pagina

Pubblicità

Pubblicità

Dulciar Natale 2017

Pubblicità

La pubblicità

Pubblicità

Ginevra
Pubblicità

Pubblicità

La pubblicità

Pubblicità

La pubblicità

Chi è on-line?

Abbiamo 140 visitatori e nessun utente online

SERVIZI

sezione-auguri sezione-vendesi sezione-necrologi

 
 
master-noci24-ballottaggio
promemoria

CONTRATTI DI QUARTIERE II

 

Il progetto: cosa prevede

Avvio del bando: 1-4-2004

Avvio lavori P.zza Garibaldi: 11-4-2012

Fine lavori P.zza Garibaldi: 30-4-2013

Approvazione convenzione: 15-07-2014

Avvio lavori per le case: ???

Sono trascorsi:

 

MUSEO DEI RAGAZZI

 

Il progetto: cosa prevede

Avvio del bando: 30-11-2005

Primo stralcio: 7-06-2011

Secondo stralcio: 7-04-2014

Avvio Terzo stralcio: 29-12-2015

Conclusione Terzo stralcio: ???

Sono trascorsi:

 

Twitter

PUMS

 

Il progetto: cosa prevede

Avvio del bando: 19-12-2014

Affidamento: 8-09-2016

Sito web dedicato al PUMS: 17-09-2016

Chiusura prima fase del PUMS: 22-12-2016

Adozione ed attuazione PUMS: ???

Sono trascorsi:

 

Facebook