Informazione pubblicitaria

Informazione pubblicitaria

NOCI24.it

Quotidiano on-line della città di Noci (Bari)

Domenica, 7 Agosto 2022 - 18:53

coronavirus

 lamp   La situazione del Covid-19  -->> nel Mondo   e   -->> in Italia   lamp

trovo aziende

 

leditorialeGentili lettori,
è con grande piacere che diamo inizio oggi ad un nuovo appuntamento fra le pagine di Noci24.it. Non è un caso se abbiamo deciso di chiamarlo L’Editoriale. Da molto tempo sentivamo l’esigenza di aprire una nuova finestra di discussione e d’espressione non solo su fatti locali (come siamo soliti fare dal 2011 ad oggi) ma anche nazionali ed internazionali. Non che le nostre cronache quotidiane non abbiano già questo obiettivo – ovvero quello di suscitare in voi pareri e la massima informazione possibile su quel che accade in città - ma converrete con noi nell’affermare che v’è assoluta differenza fra il riportare la notizia in maniera nuda e cruda – se non altro OBIETTIVA - così come la nostra vocazione ed il nostro lavoro richiedono, e il riportare, a margine del fatto accaduto, il nostro relativo pensiero, il nostro commento, il nostro parere, la nostra voce, la nostra visione.

Lo spazio dedicato all’Editoriale nasce dunque oggi dalla voglia di unire le due cose: riportare grandi notizie di attualità contenendo il nostro punto di vista su un argomento specifico. Un piccolo spazio di libertà fra mille, pilotate, comunicazioni. Siamo sicuri che avrete già capito quello che vogliamo dirvi: non esitiamo oltre e diamo inizio dunque alle danze.

L’Editoriale conterrà il punto di vista di una delle firme del nostro giornale talvolta riassunto anche con quello di tutti redattori. L’argomento, com’è naturale che sia, lo sceglieremo noi, ma non escludiamo l’ipotesi che possiate segnalarcelo anche voi stessi, scrivendo direttamente alla nostra email di redazione: saremo ben lieti di prenderlo in carico, di informarci come si conviene, e di riportarvelo con il dovuto commento.
Non ci resta che augurarvi buona lettura.

Lino Banfi alla Commissione Unesco

È di questa settimana la notizia della nomina di Lino Banfi nella Commissione italiana per l’Unesco. Lo ha annunciato il vicepremier Luigi Di Maio durante l’evento del M5s sul reddito di cittadinanza, andando di fatto a prendere il posto del compianto Folco Quilici.

La nomina, che ricordiamo è in seno al ministero dello sviluppo (oggi rappresentato da Di Maio), ha lo scopo di indicare colui (o colei) il quale andrà a rappresentare il Paese all’interno di una Commissione che ha l’obiettivo di favorire la promozione, il collegamento, l’informazione, la consultazione e l’esecuzione dei programmi Unesco. Questo organismo risponde a un preciso obbligo internazionale (convenzione di Londra del 16 novembre 1945) a cui devono attenersi tutti i 195 stati membri dell’Unesco. Attualmente la commissione è presieduta da Franco Bernabè e una parte dei suoi componenti è nominata dal governo, dai ministeri e dai due rami del Parlamento.

Dinanzi a questa notizia hanno arricciato il naso in molti: perché hanno pensato che la comicità, la simpatia e – se vogliamo – anche l’affezione che nutriamo nei confronti dell’Oronzo Canà di “L’allenatore nel pallone” o di Nonno Libero non bastino a ricoprire un ruolo del genere. O, addirittura, perché hanno pensato che questa mossa possa essere servita solo “alla politica di turno” per conquistare qualche voto in più dal momento che trattasi di cultura con pubblico al seguito.

In molti hanno anche arricciato il naso per il messaggio poco chiaro lanciato agli occhi degli italiani e del mondo: che la meritocrazia non serva più a nulla e che oggi come oggi tutti possono fare tutto, così come lo slogan del M5S “Uno vale uno” recitava.

Lo stesso Banfi, all’annuncio della notizia, ha esclamato: “Porterò un sorriso fra i plurilaureati”. Meraviglioso solo a sentirlo: nonno Libero ci ha trasmesso non solo un messaggio bellissimo ma anche l’ipotesi che si possa fare cultura con un pizzico di simpatia essendo vicini alla gente comune. Pensandola un po' alla Gramellini maniera, nella vita occorre essere in grado di leggere Proust senza dimenticarci di Oronzo Canà. Tutto questo è sacrosanto e veritiero, ma la vera domanda è: cosa accadrebbe se questa politica dell’uno vale uno cominciasse a prendere piede ovunque? Come faremmo a correre ai ripari delle malefatte degli incompetenti messi a capo delle grandi istituzioni? Verso quale direzione porteremmo il nostro paese? Per farla ancora più semplice: è stato chiarito che Lino Banfi avrà il ruolo di "referente per la comunicazione". Nulla da eccepire se pensiamo che è stato in grado di comunicare agli italiani il senso di frasi del tipo "Oh Madonna benedetta dell'Incoroneta di Foggia Cinofila". E se invece si trovasse a dover comunicare La Cappella degli Scrovegni e i cicli pittorici del Trecento? O le Colline del Prosecco di Conegliano e Valdobbiadene? O le Alpi del Mediterraneo?

Nulla di personale nei confronti di Lino Banfi (Dio sa quanto lo stimiamo). Ci auguriamo soltanto che abbia tutte le competenze richieste per lavorare con la Commissione: contribuire a fissare le strategie generali, identificate in relazione ai programmi e alle finalità dell'Unesco nel quadro degli interessi generali della politica nazionale nei campi dell'educazione, della scienza, della cultura e della comunicazione in stretto raccordo con la Rappresentanza Diplomatica Permanente d'Italia presso l'Unesco.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

trovo aziende

 

Informazione pubblicitaria

 

Informazione pubblicitaria

La pubblicità

Informazione pubblicitaria

La pubblicità

Chi è on-line?

Abbiamo 677 visitatori e nessun utente online

SERVIZI

sezione-auguri sezione-vendesi sezione-necrologi

 
 
Informazione pubblicitaria

FUORI CITTA'

Identificati i presunti autori di una truffa consumata ai danni di una vittima ultraottantenne

30-07-2022

BARI - Ieri mattina, in Messina i Carabinieri delle Stazione di Acquaviva delle Fonti con il supporto dei colleghi della Compagnia...

Recuperato e rimpatriato dall’Austria eccezionale dipinto seicentesco di Artemisia Gentileschi

21-07-2022

L'opera era pertinente all’eredità del Conte Giangirolamo II Acquaviva di Conversano BARI - Le persone indagate, secondo l’impostazione accusatoria,  avevano presentato...

I risultati dell’attività operativa 2021 dei Carabinieri del Nucleo Tutela Patrimonio Culturale di Bari

18-07-2022

BARI - Il Nucleo Carabinieri TPC di Bari, nell'ambito delle numerosissime attività investigative avviate in Puglia, Basilicata e all’estero nell’anno 2021...

Bari - Servizi dei Carabinieri anti droga e contro i furti nelle piazze e in…

15-07-2022

BARI - A seguito delle intese raggiunte in sede di Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica e nell’ambito dei...

Corato - Non erano stati invitati al matrimonio. Eseguita dai Carabinieri un’ordinanza di custodia cautelare…

15-07-2022

Corato - I Carabinieri della Stazione di Corato e dal Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Molfetta hanno dato esecuzione...

Bari San Paolo - Controllo straordinario del territorio dei Carabinieri

13-07-2022

BARI - Nella serata di ieri, i Carabinieri della Compagnia di Bari San Paolo e del N.A.S. di Bari hanno eseguito...

NECROLOGI

Ci lascia Titina Sansonetti: aveva appena compiuto 104 anni

09-04-2022

NOCI – La comunità nocese perde ancora un baluardo della sua storia. Questa mattina infatti si è conclusa l’esistenza terrena...

Lutto tra i Carabinieri Forestali di Noci

28-02-2022

NOCI - Noci e la Coreggia piangono Nicola Annese, quarantotto anni, Carabiniere Forestale presso la Stazione di Noci da parecchi anni...

Addio a Peppino Longo

31-01-2022

BARI - “Perdiamo un amico, un rappresentante della Puglia, un uomo buono, sempre al servizio della sua terra. Imprenditore di...

Addio al Maestro Ottavio Lopinto

07-01-2022

NOCI – Una grande perdita per la comunità nocese, per la sua cultura e per la sua musica folk. Ci...

Giovanni Pizzarelli: la famiglia lo ricorderà con una Santa messa in occasione del trigesimo dalla…

14-11-2021

NOCI – Essendo trascorso un mese dalla scomparsa di Giovanni Pizzarelli, ex Appuntato dei Carabinieri, la famiglia lo ricorderà con...

In memoria del prof. Tonio Palattella: uomo colto, generoso e operoso

21-09-2021

NOCI - Qualche giorno fa ci ha lasciati il prof Tonio Palattella, figlio del compianto Don Vito, fondatore del gruppo...

LETTERE AL GIORNALE

Un Comitato per l'estensione della rete idrico-fognante in Zona H

28-03-2022

LETTERA AL GIORNALE - In data 6/7 marzo 2022 è stata inviata al Comune di Noci e all’Autorità Idrica Pugliese...

Liuzzi "La Gazzetta, una lunga pausa salutare"

24-02-2022

NOCI - Una lunga pausa salutare. E non solo per il giornale e per i giornalisti ma anche, paradossalmente, per i...

IIS "Da Vinci - Agherbino": doverose precisazioni

07-01-2022

COMUNICATO - A seguito di notizie di stampa che rappresentano infedelmente la realtà dei fatti, l’Istituto “Da Vinci – Agherbino”...

Una rete virtuale per il “Green sentiment pubblico”

07-09-2021

LETTERA AL GIORNALE - Sono proprietario di un trullo in agro di Noci in Località Monte Verde dal 2013 -...

Senatrice Liliana Segre, cittadina onoraria di Noci

22-07-2021

Il 15 luglio il Consiglio Comunale di Noci ha deliberato la cittadinanza onoraria alla senatrice Liliana Segre, presidente della Commissione...

Comitato per la cittadinanza onoraria nocese a Liliana Segre: punto di partenza e non di…

01-07-2021

NOCI - Pubblichiamo di seguito un comunicato da parte del Comitato per il conferimento della cittadinanza nocese alla senatrice Liliana Segre a...