ADV

 

L'EDITORIALE - Cronistoria di un canile sanitario che (ancora) non c'è

leditorialeEDITORIALE - Dedichiamo l'editoriale di questa domenica  al fenomeno randagismo. Un problema che investe il comune di Noci da molto tempo ormai e che anche questa settimana è tornato a farsi sentire. La presenza di un branco di cani ha scatenato discussioni social: in molti sono tornati a chiedersi a che punto fosse Noci - e quindi l'attuale amministrazione comunale - con la risoluzione di questo problema e con la realizzazione del tanto atteso ed annunciato canile sanitario. Ripercorriamo insieme un pò di storia vissuta.

 

L’emergenza “canile” a Noci nasce intorno al 2014, quando la prima amministrazione Nisi - resasi conto dell’impossibilità del Comune di Putignano di accogliere altri cani - esprimeva, fra le sue priorità, la volontà di adeguarsi alla normativa vigente per la quale il Comune si sarebbe dovuta dotare di un ricovero per animali. Nello stesso periodo al Responsabile del Settore Gestione ed Assetto del Territorio veniva demandato il compito di individuare l'area idonea alla realizzazione del canile.

Il fenomeno sembrava così essere diventato priorità di un’amministrazione che a febbraio 2015 annunciava a Noci24 la volontà di voler cominciare a muovere i primi passi verso la realizzazione di un canile affido con la stipula di un’assicurazione sanitaria.

A marzo 2015 arriva il bando per la sterilizzazione dei cani padronali. Grazie ad un contributo concesso dalla Regione Puglia, pari a 4.008,00 Euro si dà il via anche alla creazione di una short list di veterinari. A febbraio 2016 l’allora consigliere Mariano Lippolis interviene sulla questione ed annuncia che l'amministrazione sta cominiciando a lavorare per la realizzione del canile sanitario.

A settembre 2016, l’odore della campagna elettorale e delle amministrative 2018 cominciano a farsi sentire e sul nostro giornale si avvia una querelle fra il consigliere d’opposizione Paolo Conforti e il consigliere Mariano Lippolis a proposito del fenomeno randagismo.

Il sindaco smorza i toni in una nostra intervista ed interviene facendo il punto della situazione“Quello che abbiamo fatto noi è stato cominciare a rispettare le norme. Questo significa dotare il nostro paese di un canile sanitario che attualmente non c’è. Noi abbiamo fatto il progetto, abbiamo individuato il sito, abbiamo preso i pareri dagli organi competenti sul progetto e abbiamo anche la copertura economica per attuarlo. Da qui a qualche settimana daremo avvio per le procedure per l’aggiudicazione di questi lavori, e questo ci permetterà di essere in regola con ciò che la normativa oggi prevede. Altra cosa: il comune non ha polizza assicurativa sui sinistri stradali causati dai cani randagi da anni. Abbiamo trovato copertura finanziaria e stiamo per stipulare la polizza che permetta di risarcire chi subisce un sinistro a causa di un cane randagio di proprietà comunale che dopo sterilizzazione è stato reimmesso sul territorio. Oltre questo stiamo ragionando con le associazioni di settore per trovare altre soluzioni. Associazioni che ringrazio perché ci stanno dando una grossa mano nella gestione dell’emergenza. In seguito a mia ordinanza abbiamo sistemato una struttura rurale perché in caso di urgenza si possa sfruttare per tenere i cani accalappiati. Questi sono fatti, il resto sono chiacchiere. Io sono convinto che stiamo operando bene".

A novembre 2016 il Comune emette una determina dirigenziale riguardo l’approvazione del preventivo per una polizza assicurativa responsabilità civile cani randagi sterilizzati: leggi qui

Dopo lo scoppio della vicenda del canile nella scuola rurale affidata all’associazione “SOS Adozioni4zampe”, il consigliere Conforti avvia a febbraio 2017 una raccolta firme per la realizzazione del canile. In quell'occasione controbatteva dichiarando che il canile sanitario a Noci aveva già raggiunto la terza approvazione dell'ASL ad agosto 2016 presso la struttura individuata e già esistente nel Nuovo Foro Boario in Contrada Montedoro dove saranno così allestiti 5 box dove i cani verranno presi, sterilizzati, accuditi con le prime cure e dopo 20 giorni di profilassi verranno poi o adottati o reimmessi o trasferiti in un campo di stabulazione libera, così come ora si chiama il canile rifugio"

Sin da quel momento ci eravamo chiesti come mai da agosto 2016 a febbraio 2017 le procedure di gara per la costruzione del canile sanitario non erano state ancora avviate. Lippolis rispondeva dicendo che di lì a poco sarebbero partite le procedure di gara che avrebbero dovuto “toccare 30.000 circa euro del bilancio”

Nell’estate 2018, Nisi inseriva nel suo programma elettorale la volontà di potenziare le misure anti randgismo scrivendo che “A seguito della realizzazione del canile sanitario, i cui lavori sono già stati appaltati, e suo affido, sarà necessario avviare una campagna di sterilizzazioni per la re-immissione sul territorio dei randagi. In breve tempo dovrà essere realizzato un campo di stabulazione libera comunale. Mediante bando sarà individuato un veterinario con cui convenzionarsi per garantire il primo soccorso e la cura degli animali incidentati”.

Siamo già nel 2019 e il canile sanitario ancora non c’è. A che punto siamo?

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

trovo aziende

ADV

 

 

Informazione pubblicitaria

tatulli noci24 ok

 

 

Informazione pubblicitaria La pubblicità

 

 

ADV

FUORI CITTA'

GdF Bari: evasione fiscale - Sequestri di beni per un valore di circa 5 milioni…

20-02-2024

BARI - I Finanzieri del Comando Provinciale di Bari hanno dato esecuzione a decreti di sequestro preventivo di beni, per un...

Castellana Grotte - Maltrattamenti in famiglia. Notifica di un provvedimento di allontanamento dalla casa familiare…

15-02-2024

CASTELLANA GROTTE - I Carabinieri della Stazione di Castellana Grotte hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di applicazione della misura cautelare, emessa...

Esecuzione di una ordinanza di misura cautelare personale per detenzione e porto illegale di armi

06-02-2024

MONOPOLI - I Carabinieri della Compagnia di Monopoli hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal Tribunale –...

Associazione per delinquere dedita ai furti e rapine in abitazione. 8 misure cautelari eseguite dai…

21-01-2024

BARI - Il 17 gennaio, i Carabinieri del Comando Provinciale di Bari, coadiuvati in fase esecutiva dai militari dei reparti competenti...

GdF Roan Bari: sequestrati circa 3 quintali di oloturie

21-01-2024

BARI - Le Fiamme Gialle della Stazione Navale di Bari, nei giorni scorsi, in località Torre a Mare, nel corso...

GDF Legione Allievi Bari: giuramento di fedeltà alla Repubblica Italiana e di consegna delle fiamme…

12-01-2024

BARI - Nella mattinata odierna, si è svolta presso la Stadio della Vittoria di Bari, alla presenza del Generale di...

NECROLOGI

Addio a Oronzo Colucci: aveva dedicato gran parte della sua vita al volontariato

19-08-2023

NOCI – Una gravissima perdita per Noci: ci lascia Oronzo Colucci, amatissimo dalla comunità per le sue virtù di incondizionato...

Addio a Leo Morea: padre coraggio al fianco delle vittime della strada

02-08-2023

  NOCI – Ci ha lasciati il 2 agosto il nostro concittadino Leo Morea, che pur vivendo a Milano, aveva lasciato un...

Addio alla fotografa Marta Attolini: il ricordo della nipote Angela Bianca Saponari

22-07-2023

NOCI - Ci ha lasciati lo scorso 28 giugno la nota fotografa nocese Marta Attolini, figlia dell'apprezzatissimo Giovanni Attolini, da...

Ci ha lasciato Giovanni Miccolis

08-07-2023

NOCI - E' venuto a mancare all'età di 70 anni Giovanni Miccolis, dipendente comunale in quiescenza e da sempre...

Mondo del giornalismo in lutto per la scomparsa di Patrizia Nettis

30-06-2023

Alla famiglia il sentito cordoglio della redazione di NOCI24.it. NOCI - E' scomparsa all'impovviso due giorni fa all'età di 41...

Ci lascia il diacono Pinuccio Carucci

16-03-2023

NOCI - E' venuto a mancare questa mattina dopo una lunga malattia il diacono permanente Pinuccio Carucci all'età di 67...

LETTERE AL GIORNALE

Associazioni e comitati contro la potatura drastica degli alberi del perimetro urbano

27-02-2024

“Eco Eventi OdV” e “Comitato di quartiere via T. Fiore” hanno incontrato l’assessora Checca Tinella e il responsabile del verde Giuseppe...

Se sarà femmina chiamiamola Crimea!

26-11-2023

LETTERE AL GIORNALE - Ci sono luoghi della terra che per la loro storia, la molteplicità degli accadimenti di cui...

L'occupazione persa, una famiglia a carico e il dover ricominciare da zero dopo la pandemia:…

26-11-2023

LETTERA AL GIORNALE - Antonio (questo il nome di fantasia che gli daremo) ha voluto raccontarci la sua complessa e...

Il centrodestra in salsa nostrana

08-06-2023

LETTERE AL GIORNALE - Egregio Direttore, la ringrazio di cuore preventivamente qualora deciderà, con generosità, di pubblicare questo mio umile e...

Alluvione in Emilia-Romagna, il racconto di un nostro concittadino

21-05-2023

FORLÌ - Sono a Forlì, è martedì 16 maggio, sono le 19:00, piove ormai da circa diciotto ore ed il...

1984

19-04-2023

LETTERE AL GIORNALE - Cari concittadini, non era mia intenzione tediarvi nuovamente con le mie elucubrazioni sull'Idra a otto teste che...